HO’OPONOPONO: GUARIRE SE STESSI PER GUARIRE GLI ALTRI


IL METODO DI GUARIGIONE HO’OPONOPONO – 10

 .

Ho-oponopono non cura gli altri

.

Il Dr. Len ancora dice:

“È imperativo comprendere che la persona che pratica il processo Ho-oponopono non sta curando gli altri, sta ripulendo il suo cosmo interiore grazie all’aiuto del Divino, creatore di tutto, onnisciente e onnipotente”

 .

INTUIZIONE E ISPIRAZIONE

.

“L’Intelletto deve scegliere: può prendere le sue decisioni basandosi sulla esperienza di vita (intuizioni), o può prendere le decisioni ed agire seguendo il suggerimento Divino (ispirazione).”

Dobbiamo porre molta attenzione alle aspettative che nutriamo nella nostra vita. Il pulirsi non ha niente a che vedere con le aspettative. Non stiamo pulendo per salvare la vita di nessuno. La pulizia interiore va fatta perché accada pacificamente e in serenità tutto ciò che è meglio per noi.”

.

“Ho-oponopono si fa per ottenere le circostanze perfette e corrette per noi stessi. Ma noi non sappiamo coscientemente quali sono. Solo il Divino lo sa. La pulizia del Ho-oponopono è profonda perché stiamo lavorando direttamente con l’aiuto Divino, ed il Divino è infallibile nel suo lavoro.”

.

“Noi non possiamo dire alla Divinità che risultati vogliamo ottenere con la nostra pulizia.”

Il nostro unico impegno (cioè: “Mi dispiace e perdonami “) è quello di assumerci la responsabilità dei problemi. ” La responsabilità della Divinità è quella di fare quello che deve essere fatto perché noi possiamo raggiungere ed ottenere tutto il meglio.

 .

LA PACE COMINCIA CON ME

.

“Il processo Ho-oponopono ha bisogno di una sola persona: La Pace comincia con me, e con nessun’altro.”  Non ho bisogno di farmi aiutare da nessun altro! Io sono indispensabile e sufficiente per raddrizzare tutto ciò che non và.

Tutti vogliono principalmente essere felici, e per essere felici bisogna essere in sintonia con se stessi. Tutti vogliono essere sereni, stare in pace con se stessi e con gli altri. Quando avremo ottenuto l’allineamento che ci permette di stare bene con noi stessi, potremo far sì che il nostro “Destino” si compia.

 .

CANCELLARE LE MEMORIE DIFETTOSE

.

Dobbiamo accettare definitivamente il concetto e la realtà che la mente è perfetta. Quello che non è perfetto sono i dati e le credenze in nostro possesso, e col Ho-oponopono è questo quello su cui stiamo lavorando. Stiamo cancellando memorie “difettose” che spesso condividiamo con altri. Questo è il nostro compito.

Quando il Dr. Len guarisce le persone, lui semplicemente cerca dentro di sé le memorie che egli ha in comune con i pazienti. Lui non può essere cosciente di quali siano le specifiche memorie in oggetto, per questo si affida ciecamente all’aiuto del Divino. Egli semplicemente è pronto ad assumersi il 100 % della responsabilità del problema e così spegne definitivamente la memoria condivisa.

.

Con Ho-oponopono solamente il fatto di porsi come osservatori permette di eliminare la spazzatura che abbiamo in comune con le altre persone, che ci causa i problemi.

Il Dr. Len dice che lui apprezza quando le persone si comportano male con lui, perché egli sa che sono le credenze le responsabili di certi comportamenti, e se certi comportamenti negativi sono perpetrati nei suoi confronti, significa che anche lui ha delle credenze da ripulire.

 .

HO’OPONOPONO E’ CORREGGERE UN ERRORE

.

Dr. Len: “La definizione del Ho-oponopono è “correggere un errore”, e l’errore si corregge dicendosi: “Ti amo , Mi dispiace, Scusa e Grazie” al Divino, per permettere che il Divino vuoti e cancelli i dati, le memorie nella Mente Inconscia che sperimentiamo come problemi.

Facendo i distinti processi Ho-oponopono, sto chiedendo alla Divinità che cancelli i programmi, le memorie, in me affinché essi siano eliminati anche nelle altre persone.

 .

ASSUMERSI LA RESPONSABILITA’ AL 100%

.

“Se qualcuno si manifesta con rabbia nella mia esperienza, io assumo il 100% della responsabilità di ciò che sta accadendo domandandomi: “Che cos’è in me che ha provocato il manifestasi di questa esperienza nella mia vita? Io osservo il problema e senza bisogno di identificarne la causa mi rivolgo al Divino perché con il suo intervento, magari attraverso un’intuizione, mi “tolga d’impiccio”.

.

Io preferisco cogliere ogni occasione per ripulirmi, perché voglio evitare che un problema ritorni, anche se va bene che si sia manifestato. Tante volte, anzi il più delle volte, non ci è dato di conoscere il perché di certe situazioni problematiche, ma il processo di Ho-oponopono ha una valenza anche preventiva oltre che risolutiva.

 .

HO’OPONOPONO E CIBO

.

Prima di mangiare il Dr. Len parla mentalmente al cibo: “Ti amo. Se sto attraendo qualcosa che mi porti ad un malessere a causa del fatto che ti ingerisco, ne sono responsabile, ti chiedo perdono, affinché la causa dell’attrazione venga cancellata in me. Grazie.”

.

Il Dr. Len “respira” Ho-oponopono.

 .

Egli dice di essere disposto a lavorare sulle sue memorie perché altrimenti, egli si ammalerà, si sentirà infelice, confuso, e colpevole, e lui non vuole questo per sé.

Come possiamo incorporare Ho-oponopono nelle nostre vite?

 

Un proverbio cinese dice che la strada di mille chilometri comincia con un passo.

 .

ACQUA SOLARIZZATA

.

Il Dr. Len beve sempre l’Acqua Solarizzata Blu. Bevendola egli sta chiedendo alla Divinità che cancelli le memorie che egli condivide con altre persone. Facendo la sua domanda alla Divinità, egli non sa quali memorie stanno per essere cancellate.

Ho-oponopono contiene processi di pulizia che includono alimenti, respirazione ed esercizio. Il Dr. Len dice che tutta la sua vita è organizzata affinché egli compia la sua missione che è pulire la sua mente dalle cause dei problemi, affinché egli sia in armonia con la Divinità che lo creó con il cuore puro.

Questo report è liberamente distribuibile a condizione di non modificare in nessuna parte il contenuto e citando sempre la fonte. ©  www.ho-oponopono.info

.

Visita il mio nuovo http://www.scuoladellasalute.it/

.

Sebastiano

.

10 Risposte to “HO’OPONOPONO: GUARIRE SE STESSI PER GUARIRE GLI ALTRI”

  1. Maria Lucia Says:

    Ciao Sebastiano non conosco ancora Ho’oponopono, mi hanno diagnosticato la sclerosi multipla io voglio guarire da questa brutta malattia ti chiedo un consiglio, grazie Lucia

    • Sebastiano Says:

      @ Maria Lucia,
      Non pensare in termini di malattia, ma solo alla guarigione. Il tuo corpo possiede ogni capacità per guarirsi, e, attraverso la malattia, sta tentando di autoguarirsi. Sempre il corpo combatte per la sua guarigione. Tu puoi aiutare il tuo corpo, nutrendoti con pensieri di guarigione. Tutto questo sito è dedicato alle capacità di autoguarigione del corpo.Continua a leggere in questo sito, e quando trovi qualcosa di adatto, che la senti idonea per te, mettila in pratica. Ciao. Sebastiano.

      P.S. Come al solito, non smetto di ricordarvi di continuare a seguire le cure del vostro medico di fiducia. Quanto qui esposto nel sito serve a risvegliare la vostra fiducia nel Potere di AutoGuarigione che c’è in ogni persona.

  2. celia Says:

    mi dispiace, ti prego perdonami, grazie, ti amo

  3. Theodor Says:

    mi dispiace, ti prego perdonami, grazie, Ti Amo

  4. Graziella Says:

    Mi dispiace, ti prego perdonami, Grazie, Ti Amo

  5. Tiziana D'Alessandro Says:

    dopo aver letto questa pagina ho capito ke nn dv kiedere aiuto agli altri x sentirmi meglio ma dv essere io convinta di ciò quindi kiedere a me stessa di impegnarmi a guarire dl nemico più temibile l’invisibile……..ma solo x ki nn vuole vederlo…………questo tipo di guarigione nn può ke rafforzare la fiducia in noi stessi xchè alla fine dobbiamo ringraziare la nostra forza e il nostro impegno e nessun’altro……..e tutto questo guardando il cielo e sentirne la grandezza………ti amo,grazie,perdonami mi dispiace.

  6. Graziella Says:

    Mi dispiace, Ti prego perdonami, Grazie, Ti Amo.

  7. gianfranco Says:

    GRAZIE.TI AMO TI PREGO ,PERDONAMI,MI DISPIACE,GRAZIE

  8. Laura Says:

    Non capisco perchè il Dottor Len dica che l’Ho-oponopono non guarisce gli altri quando ho letto che lui stesso ha curato un ospedale di malati criminali…..insomma stò andando in confusione…

  9. Laura Says:

    …oltretutto senza nemmeno vederli e pronunciando semplicemente -ripetutamente- “Mi dispiace” “Ti amo”….guardando le loro cartelle.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: