SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 3/9


.

WEBINARIO DI JOHN CURTIN – 3/9

.

john-curtin(La seguente è la traduzione dall’originale di un Seminario di John Curtin, maestro di Reiki, sul Ho’oponopono. Il suo sito web è: http://www.sanacionysalud.com/ . Questo è il testo integrale della conferenza, che pubblicherò su questo sito, man mano che vado avanti con la sua traduzione in italiano. Sebastiano)

.

Parte terza

.

La nostra mente intellettuale, che è la seconda parte di noi,  è ciò che sentiamo e vediamo quotidianamente. Così, si pensa con la mente intellettuale, si agisce con la mente intellettuale, si reagisce con la mente intellettuale, essa è ,vale a dire, quella che conduce il volante della macchina.

.

E sotto di essa c’è il Subconscio. Il Subconscio è l’archivio dove noi conserviamo tutti i modelli dei pensieri ripetitivi accumulati nel corso di migliaia di anni di evoluzione. Inoltre,  ci sono termini diversi per definire ciò che stiamo dicendo, a seconda della nostra cultura e di ciò che facciamo. In “Tutto Amore” (Una nuova disciplina psicologica), per esempio, sono chiamati i modelli ereditati; in psicologia, possono essere chiamati modelli di comportamento, ecc, ecc, ma in fondo non sono che pensieri che si sono cristallizzati in credenze.

.

Poi si può vedere che tra la Mente intellettuale e il Subconscio c’è una sorta di gancio. Questo gancio è il modo di funzionare della mente intellettuale. La mente intellettuale trae le sue informazioni dal  Subconscio e se ne serve per prendere le sue decisioni. E’   importante capire che la mente intellettuale può operare solo sulla base delle informazioni che trae dal subconscio. Fondamentalmente la nostra mente intellettuale non ha un solo pensiero originale. È tutta basata sul contenuto che trae dal Subconscio. Tutti i tuoi modelli di comportamento si basano su quello. I tuoi modelli di comportamento si basano su ciò che tu trai dal tuo Subconscio.

.

Questo concetto è importante, perché dobbiamo capire che tutto ciò che facciamo è condizionato dalla Mente Subcosciente, da questi modelli ereditati, da questi modelli di comportamento, da quei pensieri ripetitivi che sono diventati convinzioni.

.

Se alla Mente intellettuale si toglie il Subconscio, essa non sa più come operare, semplice no? La tua mente intellettuale non ha nulla su cui fare affidamento. Ci fu un caso di un paziente, che a causa di lesioni cerebrali dovute a una caduta, non aveva più ricordi. Era cosciente solo del presente e non era in grado, ad esempio, di aprire una porta, perché non ricordava di aver mai visto una porta. Allora gli si spiegava come funzionava una porta, egli la apriva, poi usciva dalla sala, ma non era in grado di accedervi di nuovo. Perché? Perché non ricordava più di aver mai visto una porta. Senza la memoria la tua Mente intellettuale non può funzionare, perché la nostra Mente intellettuale è basata su tutti i pensieri che teniamo immagazzinati nel nostro Subconscio.

.

A sinistra dello schermo, abbiamo lo stato ideale dell’essere umano, che è lo stato di illuminazione, in cui la Fonte Divina scorre attraverso le tre parti: la Supercoscienza, la Mente intellettuale e il Subconscio. Mentre a destra, abbiamo il nostro stato abituale, che è un “cosa” enorme, perché non riesco pensare a un’altra parola più adatta per il Subconscio, e cosa fa  la nostra mente intellettuale? entra nel Subconscio e ne trae le cose con cui lavorare.

.

E non solo questo, perché il Subcosciente è collegato a tutti i Subcoscienti del mondo. Qui entra in ballo il concetto di Coscienza Collettiva di Carl Jung, in cui tutti siamo collegati con i nostri Subcoscienti. Condividiamo tutti la stessa Subcoscienza. Così è come se fossimo governati da un pilota automatico. Stiamo agendo nella nostra vita quotidiana quasi come sonnambuli, guidati  esclusivamente dal nostro Subcosciente. E vediamo ora, scendendo al seguente diagramma, come funziona il Subconscio. Allora, nel diagramma 2 abbiamo visto come funziona la Mente intellettuale. La Mente cosciente è in grado di elaborare un singolo dato alla volta.

.

Quindi la Mente cosciente può elaborare solo un singolo dato per volta. Nel Subconscio ci sono mediamente undici milioni di dati, così, tornando al diagramma di prima, possiamo vedere che la mente cosciente sta traendo con quel gancio dal subconscio un solo dato alla volta, mentre ci sono 11.000.000 di dati, ed è per questo che Il dottor Len diceva che usare la mente cosciente per guarire, è uno spreco di tempo, perché la mente cosciente può  elaborare un solo dato alla volta degli 11.000.000 di dati che abbiamo nel Subconscio, quindi dovremmo morire di vecchiaia prima che possiamo elaborare una parte infinitesimale del contenuto del Subconscio, se si parla di guarigione, se usiamo l’intelletto, la mente intellettuale per guarire.

.

La guarigione deve essere un processo inconscio e questo fatto mi ha chiarito molti dubbi, ho capito molte cose, soprattutto per quanto riguarda il modo in cui  applichiamo Ho’oponopono,  e come questo Ho’oponopono si collega con altre attività, con altri esercizi di altre discipline che facciamo.

.

Domanda: Che cosa succede se la malattia ha origine nel passato, prima di visitare un terapista?

.

John Curtin: E’ che il passato e il futuro sono, ancora una volta,  cose che noi abbiamo aggiunto alla nostra realtà, per  vivere la realtà nella maniera come noi la concepiamo. Il passato e il futuro non esistono. Coloro che hanno fatto Reiki II, spero che lo abbiano chiaro. Quella malattia si è  generata al di fuori del tempo e dello spazio.

.

Domanda: Se non ci fosse nessun  medico, nessun terapeuta, saremmo tutti in buona salute?

.

John Curtin: Sì, effettivamente sarebbe così.

.

Domanda: Io credo che questa realtà non è condivisa solo dai medici. Ci sono persone con le quali si può piangere per un’infermità, e lamentarsi. Anche queste condivideranno questa realtà. Non c’è bisogno di essere un medico.

.

John Curtin : Assolutamente si. All’elenco elenco dei medici e terapisti è possibile aggiungere anche i membri della famiglia che vedono quella persona come un malato, e gli amici che anche vedono quella persona come un malato, e anche tu, che adesso sei seduto lì con la credenza che  vi sono malati in questo mondo. E siccome tu credi che ci sono persone malate in questo mondo, allora ci sono persone malate in questo mondo. Ora, tu hai la credenza che  ci sono negri che muoiono di fame in Africa, e siccome tu hai la credenza che ci sono negri che muoiono di fame in Africa, dove ti porta lo sguardo? Appena apri il giornale del mattino e leggi, che cosa trovi? Che ci sono i negri che muoiono di fame in Africa! E tu credi che è così, ma se tu non lo credi non ci sarebbero negri che muoiono di fame in Africa, e questo ci fa tornare indietro a quello che ho detto prima sulla Coscienza Collettiva di Carl Jung.

.

Guardando nel diagramma la “n”, che sta per Subconscio,  mi diverte tanto, perchè il Dr. Len lo chiamava “PUUU!” che in inglese significa merda, e mi ha detto che tutto quello che abbiamo nel Subconscio è PU, è spazzatura , e che questa spazzatura la condividiamo collettivamente. Questo inconscio è collettivo, per questo ci sono persone che muoiono di fame in questo mondo. E noi diciamo a questa gente, “Hey, siccome io ho la ferma convinzione che ci sono persone che muoiono di fame in questo mondo, mi fai il favore di morire di fame, perché ho bisogno di qualcuno che si comporta in questo modo per andare bene nella mia realtà?” Più tardi, come ho detto, parlerò di come assumersi la responsabilità al 100%.

.

Domanda: E a proposito di qualche malattia genetica?

.

John Curtin: L’unica cosa che è una malattia genetica è che essa è il risultato di generazioni e generazioni di pensieri erronei, plasmati in un corpo malato, attraverso la struttura del suo DNA. Coloro che avete praticato “Tutto Amore”, sapete che noi lavoriamo attivamente per guarire il nostro DNA e il DNA può essere modificato. Si può cambiare da una generazione all’altra, per esempio. Questo non è un qualcosa di irragionevole perché  vi è una ricerca scientifica, in cui un topo stressato ha trasmesso il gene dello stress  ai suoi figli in una sola generazione. Qui vediamo il comportamento di un topo. Il comportamento di un topo che è stato tramandato da una generazione all’altra, modificando la sua genetica. Quindi le malattie genetiche  sono il frutto di generazioni e generazioni di pensieri erronei. Allo stesso modo in cui questi pensieri erronei sono creati, questi pensieri erronei possono essere liberati.

.

Perciò non importa la malattia genetica che tu abbia, tu puoi guarirti da essa una volta che ti liberi dai pensieri errati collettivi  che hanno creato questa credenza. Non dimenticare che un filamento di DNA continua ad essere frutto della tua creazione, come lo è  la sedia sotto il tuo sedere. Perchè un filamento di DNA  continua ad essere un qualcosa che tu hai creato. E ‘molto importante sottolineare  il fatto che non esiste nulla nell’universo che tu non abbia  creato con il tuo pensiero. Non esiste nulla nell’universo se tu non lo crei con i tuoi pensieri. E questo si riferisce alla sedia sotto il tuo sedere, a un filamento di DNA, o un tumore, o qualsiasi altra cosa. Se tu non lo crei col tuo pensiero, semplicemente non esiste.

.

Domanda: Allora i virus e i batteri non hanno nulla a che fare,  mentre i vaccini, i medicinali, etc.  sembrano funzionare …

.

John Curtin: Ma certamente! Quando tu porti  una situazione ad un livello fisico, allora tu  puoi attuare in questa situazione fisicamente. Quando ci sono  pensieri erronei che creano una malattia causata da un virus o un batterio, tu, naturalmente, devi applicare una soluzione fisica a questa manifestazione fisica, ma non bisogna dimenticare che nel tuo corpo ci sono sufficienti virus e batteri per ucciderti entro 24 ore. Il tuo corpo, il corpo di qualsiasi persona, contiene abbastanza virus e batteri da farti morire in 24 ore. Perché non si verifica? Perché abbiamo un sistema immunitario che impedisce che questo accada. Quindi qui abbiamo una situazione fisica in pieno svolgimento   e che si sta sviluppando  in un ambiente perfettamente naturale. Ma continua ad essere l’effetto di qualcosa e non la causa, e in effetti il dottor Len parlò  molto su questo argomento  durante il Seminario, cioè del concetto di causa ed effetto.

.

Questo articolo può essere diffuso liberamente, purchè in maniera integrale, per uso non commerciale, e citando sempre la fonte:   https://scienzanewthought.wordpress.com/ Compreso questo testo. Sebastiano.

.

Sebastiano

.

Tutti gli articoli sul Seminario di John Curtin:

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 1/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 2/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 3/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 4/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 5/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 6/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 7/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 8/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 9/9

.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: