ARTE DELLA VISUALIZZAZIONE: VISUALIZZARE LA GUARIGIONE


.

Tutto è possibile a Dio

Tutto è possibile a chi crede

Ti sia fatto come hai creduto

 .

Diventiamo ciò che pensiamo

 .

Noi diventiamo ciò che pensiamo. Le cellule del nostro corpo sono intelligenti, posseggono una loro mente. Esse si adeguano al pensiero della nostra Mente Cosciente. Se nella nostra Mente Cosciente predominano pensieri e immagini di guarigione, ogni cellula del corpo recepirà questi pensieri e immagini, come ordini da eseguire.

.

Mente Cosciente e Subconscio

 .

La Mente Cosciente  è quella mente che ci permette di eseguire tutte quelle funzioni volontarie e tutte le nostre scelte e decisioni. Mentre la Mente Subcosciente, o Subconscio, si occupa di tutte quelle funzioni dette automatiche o involontarie, come la digestione, la crescita, l’assimilazione dei cibi, la circolazione del sangue, etc.

.

Quando si dice che l’uomo usa al massimo un 10% delle sue potenzialità, si vuole intendere che adopera a malapena la Mente Cosciente, che corrisponde ad un 10%, e non è in grado di utilizzare l’altro 90% che corrisponde al Subconscio. Ricordiamoci che il Subconscio è instancabile, è in attività 24 ore su 24, non ha bisogno di riposo, anche quando noi riposiamo, o dormiamo, tuttavia il Subconscio non dorme, è sempre al lavoro per garantire il buon funzionamento del nostro corpo. E guai se così non fosse!

.

Usare il Subconscio

 .

Eppure in qualche modo il Subconscio, che è il più grande potenziale dell’uomo, può essere utilizzato volontariamente dall’uomo. In pratica il Subconscio, che lo riconosciamo o no, è sempre influenzato dalla Mente Cosciente. Il Subconscio è influenzato principalmente da quei pensieri, sentimenti e immagini mentali che sono più persistenti e più marcati nel nostro cervello. Da qui la necessità della visualizzazione volontaria per realizzare la guarigione.

.

LA VISUALIZZAZIONE

 .

Visualizzare significa creare immagini mentali, quanto più nette e nitide possibili, di ciò che vorremmo manifestare nel nostro mondo reale. La visualizzazione ci consente di trasferire nel mondo reale,tramite il Subconscio, quello che visualizziamo nel nostro mondo mentale.

.

Studiare tanti libri non è sufficiente. La realizzazione dei nostri desideri passa per l’arte della visualizzazione. Perciò è necessario esercitarsi per imparare a visualizzare. Senza alcuno sforzo non si ottiene nulla. Si può imparare a visualizzare solo con l’esercizio costante.

.

La nostra Mente Subconscia si lascia influenzare più dalle immagini che dai pensieri e dalle parole. E’ vero che pensieri e immagini sono tra loro collegati, ma è anche vero che più i nostri pensieri evocheranno immagini nitide, più il nostro Subconscio farà il possibile per realizzarle.

.

IL SUBCONSCIO

 .

Il subconscio è al servizio della Mente Cosciente. Ogni desiderio della Mente Cosciente è un ordine per il Subconscio. Ma è necessario che l’ordine sia chiaro e che non dia adito ad equivoci. Per esempio, “Non voglio essere ammalato” è un ordine equivocato per il Subconscio, perchè esso gli trasmette l’idea della malattia. Il Subconscio più che al significato letterale dell’ordine reagisce all’immagine  che evoca questo ordine.

.

La frase “Non voglio essere ammalato” immancabilmente evocherà nel Subconscio immagini collegate alle parole “essere ammalato”, cioè immagini di malattia, di stare male, di dottori in camice bianco, di medicinali, di ospedali, di punture, di operazioni chirurgiche, di odori di alcool, etc.

.

Se invece diremo: “Voglio essere sano”, questa frase evocherà immagini di benessere, di sport, di salute, di movimento, di gioia, di una gita all’aria aperta, etc. Perciò concentriamoci su ciò che veramente vogliamo, non su ciò che non vogliamo.

.

RALPH VALDO EMERSON E THOMAS CARLYLE

 .

Emerson e Carlyle furono due grandi filosofi, oltre che psicologi. Ambedue volevano realizzare un’etica felice della vita. Emerson diceva: “Amo fare il bene”, mentre Carlyle diceva: “Odio ogni forma di male”. All’apparenza sembra che ambedue affermino la stessa cosa. Ma Emerson fu un uomo che visse nella gioia e nella felicità, mentre Carlyle, invecchiando, diventava sempre più tetro e più triste.

.

PERSEVERANZA

 .

Concludendo: se vogliamo ottenere la nostra guarigione, di qualunque tipo essa sia, è necessario perseverare nel concentrarci su immagini di guarigione. La rapidità della nostra guarigione dipenderà in massima parte dalla nostra perseveranza nel credere fermamente che il nostro Subconscio possiede un potenziale illimitato per provocare la nostra guarigione senza aiuto di farmaci, e soprattutto dalla nitidezza delle immagini che riusciamo a visualizzare. Quanto più chiaramente riusciremo a visualizzare, tanto più rapida sarà la nostra guarigione. L’arte della visualizzazione è il vero segreto del nostro successo.  Sebastiano.

 

 .

 Sebastiano.

.

15 Risposte to “ARTE DELLA VISUALIZZAZIONE: VISUALIZZARE LA GUARIGIONE”

  1. alessandro Says:

    ciao sebastiano…si puo anche solo immaginare e sentire come se fosse gia stato esaudito? senza l’uso delle affermazioni di guarigione?In se le affermazioni a che servono?

  2. Sebastiano Tringali Says:

    @ Alessandro,

    “si può anche solo immaginare e sentire come se fosse già stato esaudito”?

    Certamente, questa è già in se stessa un’ottima tecnica.

    “Senza l’uso delle affermazioni di guarigione”?

    Si, perchè immaginare un qualcosa come averla già ottenuta è in se stessa una potente affermazione.

    “In se le affermazioni a che servono”?

    Le affermazioni servono a focalizzare il nostro subconscio su ciò che vogliamo ottenere, e perciò aiutano a realizzare i nostri desideri.

    Ciao, Sebastiano.

  3. alessandro Says:

    grazie sebastiano sempre preciso e ordinato nelle risposte–molto chiaro.. grazie 🙂

  4. alessandro Says:

    sebastiano , riflettendo..non pensi che se fosse cosi semplice le malattie sulla terra scomparirebbeero, di qualsiasi tipo? non pensi che no, se fosse cosi già da anni i maestri di luce avrebbero tolto tutti i malati

  5. Sebastiano Tringali Says:

    Forse sembrerà tutto semplice a te. La gente o manca di conoscenza, o se ce l’ha non è disposta ad applicarla. La salute non dipende da un mio articolo, la salute ognuno se la deve conquistare e gestire da sè, diventando maestro di se stesso. Come fanno a scomparire le malattie del mondo? Bisogna che ognuno si sappia gestire e conosca il suo corpo e la sua mente. Dare il cibo adatto al corpo e l’alimento giusto per la mente. Vedi che non è tanto facile!

  6. alessandro Says:

    é vero la gente sa, ma non applica, non mette in pratica 🙂 il commento mio di sopra e una domanda che mi ha posto un mio amico e io l’ho girata a te come mia. grazie sebastiano. sempre molto dispoibile.

  7. alessandro Says:

    se noi abbiamo sviluppato bene la tecnica della visualizzazione e abbiamo fede potentente in questo tipo di ” potere nostro” .possiamo guarire da ogni tipo di malattia, anche da quelle piu strane e imbarazzanti ? Tipo piede torto..una gamba piu corta dell’altra..dita a martello..scogliosi ecc ?? grazie sebastiano

  8. Sebastiano Tringali Says:

    Teoricamente tutto è possibile a chi crede … Ma forse alcune cose che hai citato sono praticamente impossibili … entriamo nel campo dei miracoli …Quello che è certo è che non conosciamo i limiti estremi dei poteri innati della nostra mente e del nostro corpo. Esempio noi giudichiamo normale una ferita che smette di sanguinare e si rimargina, ma dietro questo processo c’è l’intelligenza di ogni nostra cellula, dei nostri organi e del corpo nell’insieme. Poi se uno nasce con una gamba più corta, probabilmente il suo corpo nasce tarato così, e l’intelligenza interna del corpo giudica normale questo stato. Cercare di allungare un gamba con la visualizzazione potrebbe essere giudicato innaturale e controproducente dal corpo. Ma stiamo entrando nel capo della fantasia … Ciao.

  9. alessandro Says:

    allora non sarebbe fantasia anche cercare di riportare un alluce valgo in posizione normale solo con la visualizzazione?

  10. alessandro Says:

    ??? fantasia per gente con convinzioni limitanti

  11. Anonimo Says:

    ciao sebastiano…tu pensi che possiamo con la visualizzazione modificare il nostro corpo? lineamneti ecc?

  12. Sebastiano Tringali Says:

    @ Anonimo,
    Non sarebbe meglio cominciare a fare delle esperienze personali con delle cose più semplici? Cosa te ne faresti della mia risposta se non impari a controllare i tuoi pensieri, le tue emozioni e le tue fantasie? Modificare i nostri lineamenti è la cosa più semplice da fare, perchè sono gli stessi lineamenti che si adattano ai nostri stati d’animo, creando delle maschere piacevoli o spiacevoli sul nostro viso …

  13. Anonimo Says:

    su questo hai ragione…forse dovrei inizare dalla base…ovvio io volevo capire se con l’immaginarsi un bel viso ..effeettivamente il viso diventa bello i lineamenti cambiano e si perfezionano secondo la nostra immagine mentale. Praticando la visualizzazione posso immaginando il viso che voglio io trasformare quello attuale ?! tu dici i lineamenti si adattano agli stati d’animo ..quindi non all’immaginazione??????’:)

  14. Sebastiano Tringali Says:

    @ Anonimo,
    Il corpo umano, la mente, i pensieri, le emozioni, le parole, le azioni, la fantasia, l’immaginazione, la meditazione ..ecc.. sono un tutt’uno che interagisce uno con l’altro. L’uomo è uno, non è diviso in compartimenti stagni.

  15. marisa Says:

    Io amo visualizzare x guarire, lo faccio da più di trent’anni ma le affermazioni non mi sono mai servite anzi sono state controproducenti, a meno che non sia quella di Couè


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: