COME COMBATTERE LA TOSSE


 .

.

La tosse ha uno scopo positivo: 

.

aiutare il corpo a liberarsi dal muco e dal catarro che si produce nei bronchi, o a liberare le vie aeree da eventuale pulviscolo. Ma quando la tosse non espleta questo compito, produce solo fastidi inutili per l’organismo e aumenta l’irritazione delle vie respiratorie.

.

Come fare a controllare la tosse

.

Allora sarebbe buono sapere come fare a controllare la tosse e a ridurla al minimo. Perchè i colpi di tosse inutili e ripetuti non fanno altro che provocare altri colpi di tosse, senza una soluzione di continuità.

.

Tosse inutile

.

Quando la tosse non spurga fuori del muco, ma è provocata soltanto dal prurito che si crea nella gola, per l’irritazione provocata da tutti i colpi di tosse precedenti, che non fanno altro che mettere ancora in maggior crisi la nostra gola, è una tosse che non ha nessuna utilità, anzi, contribuisce ad irritare ancor più la gola.
.

In caso di tosse eccessiva, cosa fare tra un colpo di tosse all’altro per evitare di dover tossire automaticamente, contribuendo così a peggiorare la situazione della nostra gola?
.

Come fare in caso di tosse forte e continuata:

.

0. Cercare di astenersi dal parlare quanto più possibile.

.

 In casi gravi di tosse lo stesso parlare irrita la gola, e provoca colpi di tosse che danneggiano le condizioni di una gola già irritata per se stessa. 

.

1. Aspettando il prossimo colpo di tosse,

.

 invece di starsene spensierati ed aspettare di subirlo, rivolgiamo la nostra attenzione sulla gola, ed osserviamo come si forma e cosa fa  quel prurito alla gola che poi provoca un forte stimolo a tossire.
.

Se riusciamo a interrompere, o perlomeno a calmare l’intensità della tosse, andremo a sollecitare di meno la nostra gola, i colpi di tosse diminuiranno, e contribuiremo a rendere più rapido il processo di auto-guarigione avviato dal nostro corpo.

.

Sensazione di solletico alla gola

.

2. Dopo essere stati qualche minuto tranquilli, cominciamo a sentire un forma di prurito, come se un qualcosa tipo un filamento che vibra o una penna d’oca, solleticasse la nostra gola. E questa sensazione di solletico alla gola aumenta fino al punto che per liberarcene siamo costretti ad emettere dei colpi di tosse sempre più forti, fino a sentirci liberati da questo solletico. 
.

Di norma, tutte le persone reagiscono automaticamente a questo stimolo di tossire per liberarsi dal  solletico insopportabile alla gola. Il risultato però è che questi colpi di tosse forti e ripetuti non fanno altro che irritare sempre più la gola, preparando il campo ad altri colpi di tosse , e ritardando enormemente i tempi di guarigione.

.

3. Cosa Fare? 

.

Dall’ultimo colpe di tosse, in attesa del prossimo, mettiamoci in posizione di riposo e concentrati su quanto accade alla nostra gola. Quando comincerà a manifestarsi il primo sintomo di solletico, osserviamo la nostra gola, osserviamo questo sintomo, proviamo a trattenere il respiro per qualche secondo osservando la reazione del solletico. Dovrebbe diminuire, o anche sparire. 

.
In questo caso ci siamo guadagnati una tregua di qualche minuto, ed abbiamo risparmiato alla nostra gola un inutile straziarsi. Se è soltanto diminuito, possiamo ripetere l’operazione di trattenere il respiro qualche secondo ancora per far diminuire  il solletico che provoca la tosse. Questa tecnica la possiamo ripetere quante volte  vogliamo, per ridurre quanto più possibile fino a rendere innocuo questo solletico alla gola che causa la tosse.

.

Raschiarsi dolcemente la gola

.

4. Se invece il solletico è  diminuito un poco, ma non del tutto, e non riuscite a far altro, per venirne fuori, che emettere dei sonori colpi di tosse, non fatelo. C’è ancora una possibilità, provatevi a raschiarvi debolmente da soli la gola fino a liberarvi dal solletico. Vi sarete guadagnati alcuni minuti preziosi di pausa dalla tosse, senza irritare la gola.

.

Leggeri colpetti di tosse

.

5. Nel caso peggiore che non riuscisse a bloccare il solletico alla gola neanche raschiandovi la gola, allora emettete volontariamente dei leggeri colpetti di tosse (un misto fra tosse e raschiarsi la gola) fino alla completa liberazione dallo stimolo di tossire, evitando di tossire disordinatamente all’impazzata. Se farete questi passaggi, starete già meglio ed abbrevierete enormemente il tempo di guarigione, e soprattutto non sarete in balia della tosse e del suo prurito che vi spinge a tossire in continuazione.
.

Naturalmente questo articolo non significa che non dovete andare dal vostro medico di fiducia, ma questi consigli servono ad evitare di irritare la gola inutilmente ed abbreviare i tempi di guarigione.
.

6. La gola secca è anche una causa molto comune di irritazione della gola: provate a bere di tanto in tanto un sorso di acqua a temperatura ambiente, magari con qualche goccia di miele diluita dentro.

.

Mi aspetto dei commenti, o delle richieste di chiarimento da chi lo prova.

.

Sebastiano.

.

4 Risposte to “COME COMBATTERE LA TOSSE”

  1. Fabio Says:

    Mi chiedo perchè queste cose i medici non le dicono o forse sono io che sono disinformato

    • Sebastiano Tringali Says:

      Sono cose che si scoprono da soli con l’esperienza personale. Ciao. Sebastiano.

  2. lucilla Says:

    Di notte tossisco molto a causa del reflusso gastrico che mi irrita esofago e gola. Recentemente ho scoperto che assumere il macerato glicerico di fico poco prima di andare a letto, un po’ mi aiuta. Quando mi sveglio per la tosse prendo anche 2 compresse del sale di Schussler numero 9 , che tampona un poco l’iperacidità. Questi prodotti naturali in genere funzionano abbastanza bene, ma non quando ho una malattia da raffreddamento o l’influenza.
    Proverò i tuoi accorgimenti e ti saprò dire.
    Grazie!
    Lucilla

    • Sebastiano Tringali Says:

      @ Lucilla,
      Devi imparare ad acquisire una discreta padronanza del metodo. Comunque ti può sempre aiutare il punto 6, cioè, bagnarsi appena la gola con acqua a temperatura ambiente, ed ancora meglio se vi diluisci un cucchiaino di miele in un bicchiere d’acqua. Aiuta a calmare lo stimolo della tosse. Ciao, Sebastiano.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: