LA VOCE DEL TUO ANGELO CUSTODE


 .

Angelo Custode

SONO LA VOCE DEL TUO ANGELO CUSTODE, la tua Guida, il tuo Protettore, il tuo Consigliere Invisibile

.

Ricordati: Essere Amore Incondizionato è lo scopo più grande che puoi dare alla tua vita.

.
Essere Amore ti farà assaporare la vera Gioia di vivere.

.

Sii Amore sempre, ovunque, comunque e con chiunque, con ogni forma di vita. Nient’altro ha tanto valore da avere la precedenza.
.

Ricordati sempre che la cosa più bella nella vita è manifestare Amore.

.

L’Amore ti cambia, ti guarisce. L’Amore è Gioia Interiore che si manifesta in Allegria e Sorrisi. L’Amore è Simpatia.

.

L’Amore è Misericordia e Compassione; l’Amore non è giudizi e critica.

.

L’Amore è Gioa, Allegria e Sorrisi; l’Amore non è tristezza e sconforto.

.

L’Amore è Pace, Calma e Pazienza; l’Amore non è nè ira nè collera, non è aggressivo.

.

L’Amore è Auto-Controllo in ogni cosa; l’Amore non è irresponsabile.

.

L’Amore ti mette in sintonia con la Natura. L’Amore realizza l’Unione con Dio, perchè “Dio è Amore”.
.

Sii Amore Incondizionato, e sei Uno con Dio, la stessa cosa con Dio, tu sei Dio, la tua vera Natura.

.

Incomincia dalla tua persona, Amati incondizionatamente. Innamorati di te stesso.

.

Questo è il tuo mantra da tenere vivo nella tua Mente e nel tuo cuore:

.

IO SONO AMORE.

.

La Voce del tuo Angelo Custode

.

 

Sebastiano.

.

COME IMPARARE A CANALIZZARE LE PROPRIE GUIDE SPIRITUALI


.

CHANNELING, MEDIANITA’, SE’ SUPERIORE,

GUIDA SPIRITUALE, ANGELO CUSTODE, MAESTRO INTERIORE

.

Siamo tutti dei canalizzatori potenziali

.

Tutti, ma proprio tutti, siamo dei canalizzatori potenziali, anche se molte volte non lo sappiamo. Tutti possiamo avere accesso alla Sapienza che proviene dal nostro Sè Superiore, altrimenti detto il Maestro Interiore, la Divinità che è in noi. Tutti possiamo avere accesso alle informazioni che provengono dal mondo spirituale.

.

Non è una prerogativa di gente speciale, è una possibilità aperta a tutti, perchè tutti siamo scintille divine e tutti, oltre ad avere un Ego terreno, abbiamo un anima, che è quella che ci permette di stabilire un collegamento tra noi ed il mondo spirituale, con il nostro Sè Superiore, le nostre Guide spirituali, e gli Esseri di Luce che vogliono comunicare con noi. L’unico requisito richiesto è sapere come fare.

.

Perchè dovremmo canalizzare personalmente e non servirci di un canalizzatore esperto e di esperienza?

.

Perchè le informazioni che riceviamo noi stessi direttamente, senza intermediari, sono più convincenti e più attendibili di quelle di un canalizzatore professionista che canalizza a parcella, che riceve ad orari, che risponde a tutte le vostre domande dietro compenso, che crea una dipendenza psicologica. Se tu canalizzi, e ti giungono delle informazioni, la cui provenienza tu sei certo che non proviene dal tuo sapere, tu sei più disposto a credere che queste informazioni ti arrivano da un’altro piano della realtà.

.

Come avviene il Channeling, ovvero il fenomeno della canalizzazione, cioè la comunicazione tra il mondo spirituale ed il modo umano?

.

Si tratta di due mondi, quello spirituale e quello umano, che sebbene a stretto contatto l’uno con l’altro, normalmente non riescono a comunicare l’uno con l’altro. In questo senso: le Guide spirituali, gli Angeli e gli Esseri di Luce, compenetrano il nostro mondo materiale, ma noi non possiamo nè vederli nè sentirli, eccetto che in casi e situazioni eccezionali.

.

Perchè questo? Possiamo fare un esempio molto calzante servendoci delle moderne scoperte dell’elettronica: la radio e la televisione. Consideriamo un apparecchio radio, esso si comporta come un ricevitore delle onde magnetiche che stanno nell’aria. Ma non basta accendere la radio per ascoltare la trasmissione, ma bisogna anche sintonizzarla sulla frequenza dell’onda che si vuole ricevere..

.

Queste onde radio stanno nell’aria intorno a noi, anche se sono invisibili ai nostri occhi. Accade più o meno la stessa cosa con le onde spirituali che stanno intorno a noi, che non vediamo, ma che possiamo percepire sintonizzando il nostro apparecchio ricevente.

.

Come possiamo ricevere le informazioni dai mondi spirituali?

.

A livello fisico anche noi, come uomini, disponiamo della nostra radio ricevente, che è il nostro cervello fisico. Il decodificatore della radio  è quel circuito che trasforma  le onde elettromagnetiche  in suoni e voci, e si chiama Diodo. Nella radio ricevente umana c’è un tal decodificatore-diodo che corrisponde ad una piccola ghiandola posta dietro il cervello, che si chiama ghiandola pineale, la quale trasforma gli impulsi elettromagnetici del mondo spirituale in informazioni intellegibili per il nostro cervello, che poi vengono trasformate in parole e immagini dalla nostra mente. Questa è grosso modo una similitudine per comprendere come avviene lo channeling, cioè la comunicazione tra il mondo spirituale e quello umano.

.

Diversità di messaggi spirituali corrispondono a diversità di frequenza delle onde radio.

.

Come sappiamo nel campo delle onde radio, ci sono diversità di lunghezza delle onde radio. Così abbiamo onde radio di Bassa frequenza, le FM a Media Frequenza, le Onde Corte, etc. Per ogni tipo di onda la radio ha un suo selettore. Non potremmo ascoltare le onde corte se la nostra radio è sintonizzata sulle FM a Media frequenza. Inoltre, dopo aver selezionato il selettore di onde, dobbiamo sintonizzarci su una stazione radio in particolare.

.

Cosa significa tutto ciò? Significa che anche nel campo spirituale ci sono onde elettromagnetiche diverse, di di diversa frequenza. La frequenza delle onde spirituali dipende dal grado di evoluzione del piano spirituale da dove provengono. Perciò onde di bassa frequenza proverranno da anime di defunti che vagano ancora nei piani bassi, e amano restare molto vicini all’ambiente umano, poi dai piani più alti arrivano onde di angeli, il nostro Sè interiore, Esseri Di Luce, Maestri Ascesi, e quant’altro delle alte gerarchie Celesti.

.

Ora noi, se proviamo a fare del channeling, attireremo a noi quelle onde che sono più consimili alla nostra evoluzione spirituale, ed ai nostri desideri. Certo nessuno vorrebbe attirare delle entità di basso livello, anche perchè non avrebbe granchè da imparare, ed anche perchè queste entità tenderebbero a soggiogare, ed appiccicarsi a coloro che li praticano. Però è possibile scegliere la lunghezza d’onda con la quale vogliamo sintonizzarci, cioè le guide Spirtuali, il nostro Sè superiore, gli Angeli o i Maestri Ascesi.

.

Come funziona questa Sintonizzazione in pratica?

.

Funziona così. Le guide Spirituali e gli Esseri di Luce, sono desiderosi di comunicare con noi per aiutarci, proteggerci ed dare degli insegnamenti spirituali circa le verità del mondo spirituale, ma questo non può avvenire facilmente, perchè le onde vibratorie di questi esseri di Luce sono molto alte, molto rapide, mentre le onde degli umani sono ad una frequenza molto bassa.

.

Ne viene fuori un dialogo impossibile. E’ molto difficile stabilire un contatto, una comunicazione fra due persone che parlano due lingue diverse. Ci vorrebbe un interprete, o un decoder, per rendere queste informazioni comprensibili.

.

Eppure è possibile stabilire una connessione tra l’umano  e lo spirituale.

.

Avviene in questo modo. Una guida spirituale è sempre desiderosa e ben disposta ad aiutare il suo protetto, ed essendoci questa differenza di frequenze di onde egli comincia ad abbassare la frequenza delle sue onde affinchè queste risultino decodificabili dall’umano. Ma, almeno in questa era, il mondo dello Spirito non può connettersi col mondo umano.

.

Allora per realizzare questa connessione, e necessario che anche l’umano,  che è desideroso di comunicare col mondo spirituale, col suo Angelo Custode, con la sua Guida spirituale, o col suo Sè Superiore, faccia anche lui qualcosa per innalzare la frequenza delle sue onde pensiero, in modo di avvicinarsi il più possibile alla frequenza diminuita del mondo spirituale. Questo in grandi linee è il processo che può permettere al mondo spirituale di comunicare col mondo umano.

.

Ma come può l’umano innalzare la frequenza delle proprie onde pensiero?

.

Certamente non c’è un tasto da schiacciare per cambiare la propria frequenza. Avviene in questo modo. Il mondo spirituale vibra ad alte frequenze. Sono frequenze che escludono l’Ego e l’Egoismo, sono frequenze determinate dall’Amore Divino incondizionato. Perciò per elevare queste frequenze sono necessarie meditazioni sull’Amore Divino, sulla Fede sull’esistenza di un mondo spirituale, sulla Gioia. Una meditazione di questo tipo innalza la frequenza dei nostri pensieri e ci porta vicini a stabilire una connessione col mondo spirituale.

.

A questo punto, detto molto semplicisticamente, saremmo pronti per essere dei canali per le nostre Guide Spirituali. Possiamo metterci in ascolto, fare una domanda, ed aspettare una risposta. Oppure proporre un argomento alla nostra Guida spirituale, ed aspettare la risposta. Fino a qui mi pare abbastanza comprensibile, anche se il tema è trattato in maniera molto abbreviata, ma le idee base sono state espresse in maniera molto semplice e comprensibile.

.

Si può migliorare questa comunicazione spirituale?

.

Certamente , si può e bisogna migliorarla. Se lo desideriamo veramente, abbiamo una grande possibilità di diventare dei perfetti Channeler, o meglio canali o canalizzatori in italiano. Perchè dovremmo aspettare di essere in meditazione per poterci connettere con la nostra Guida Spirituale? Non potremmo connetterci e comunicare con essa ogni volta che lo vogliamo, senza bisogno di passare dal trampolino di lancio della meditazione?

.

Certo che è possibile, ma questo richiede un ulteriore impegno da parte dell’umano, per mantenere questa alta frequenza di pensieri non solo per il breve periodo della meditazione, ma per tutta la giornata. Come è possibile? Modificando la conformazione dei nostri circuiti di radio frequenza. Se dei pensieri stazionano per lungo tempo nella nostra mente finiscono per creare nel nostro cervello delle nuove reti neurali, che funzionano a frequenze più alte, e come se ad un apparecchio radio aggiungessimo dei nuovi circuiti per permettergli di poter ricevere altre frequenze.

.

E come avviene in pratica questa creazione di nuove reti neurali che funzionano a frequenze più alte e che siano disponibili per l’umano per tutta la giornata?

.

Avviene che l’umano per amore di contattare le sue guide interiori, per amore di conoscenza della propria vita e dei suoi scopi, che ci rimangono nascosti, decide di sottoporsi ad una auto-disciplina di cambiamento dell’Ego, che lo porti a creare nuovi circuiti neurali ad alta frequenza. La disciplina consiste nel fare propri quelle che son le caratteristiche del mondo spirituale. Teoricamente i requisiti del mondo spirituale, per le sue affinità, sono già stati anche ampiamente annunciati, anche se mascherati sotto forma di filosofie e religioni.

.

Per esempio, S. Paolo elenca in nove virtù quelli che sono i frutti di una vita vissuta sotto la Guida dello Spirito Santo, e dice così: “Il frutto dello Spirito è Amore, Allegrezza, Pace, Benignità, lentezza all’ira, Fede, Mansuetudine, Autocontrollo, e Bontà”. Queste sono le caratteristiche dell’uomo spirituale che vuole comunicare col mondo spirituale.

.

Amore Divino, il Buonumore, la compassione, l’assenza d’irascibilità, la Fede nel Mondo dello Spirito, la mitezza, Il sapersi contenere in ogni cosa, la Bontà. Queste sono le virtù che innalzano la frequenza dei nostri pensieri e che ci consentono di poterci collegare con le nostre Guide spirituali ogni volta che lo vogliamo.

.

Ma le Guide Spirituali sono sempre disponibili, a nostra disposizione, come se non avessero altro da fare?

.

Gli Esseri di Luce ed i Maestri Ascesi, sono degli esseri spirituali multidimensionali, cioè significa che vivono contemporaneamente in più mondi di diverse dimensioni. Non solo, possono essere con te sempre, ma nello stesso tempo possono curare moltissimi altri umani contemporaneamente. Non sono dei perditempo, non sono li ad aspettarci senza far niente, ma appena noi manifestiamo il desiderio di collegarci con loro, essi sono li che ti aspettano.

.

Sono Esseri che vivono contemporaneamente in più dimensioni e in più mondi. Ma questo potrebbe per il momento non interessare.

.

 Quello che ci interessa e che abbiamo una Amico, un Essere di Luce Amorevole, un Angelo Custode, il nostro Sè Superiore, che vuole comunicare con noi per aiutarci ad evolverci spiritualmente, senza forzature, rispettando la nostra volontà ed il nostro libero arbitrio.

.

 Sebastiano.

.

 

INTERVISTA AL SENSITIVO CRAIG WARWICK


.

Craig Warwick

La storia del “saccense” Craig Warwick. Non è facile essere Sensitivo.

.

Craig, un bambino diverso

.

Non e’ saccense ( i saccensi sono i nativi della città siciliana di Sciacca) di nascita ma lo e’ ormai di adozione. Si tratta di Craig Warwick, inglese, da anni residente a Sciacca, dove ormai in tanti lo conoscono semplicemente come Craig ma in pochi come sensitivo. Una dote che Craig scopre di avere già da ragazzino e che lo porta ad essere visto come qualcosa di diverso ma al tempo stesso di speciale.

.

Vedere e parlare con gli Angeli

.
Craig Warwick è dotato sicuramente di una spiccata sensibilità, qualità che gli permette di “mettersi in contatto”, di vedere e di parlare con gli Angeli, figure molto diverse da come vengono rappresentate dall’iconografia classica. Gli Angeli così diventano presenze che ci guidano e ci accompagnano durante la vita. La sua dote è stata utilizzata per diversi casi di cronaca giudiziaria: uno su tutti quello della morte di Lady Diana. Tutte le sue storie adesso sono state raccolte in un libro dal titolo “Sensitivo. Non è facile essere Craig Warwick”.

.

Gli Angeli arrivano in televisione

.
Nelle ultime settimane Warwick è stato spesso ospite nella trasmissione di Rai1 “Festa Italiana“, condotta da Caterina Balivo, in cui ha parlato della sua esperienza, della sua collaborazione per la ricerca di bambini scomparsi ed anche della sua vita a Sciacca, città che lo ha accolto e che hanno salutato affettuosamente insieme alla conclusione di ogni puntata. Anche io ho voluto incontrarlo per cercare di cogliere nuovi aspetti tanto della sua esperienza di sensitivo quanto della sua personalità e del suo carattere. Un incontro che, di certo, non ha deluso le mie attese.

.

L’intervista

.
Dove sei nato Craig?

.
Sono nato in un piccolo paese vicino Greenwich, la famosa città del meridiano. La mia è una famiglia molto numerosa, infatti sono l’ottavo di nove figli.

.
Quando sei arrivato in Italia e perché?

.
Sono arrivato in Italia dodici anni fa, nel 1997, semplicemente perché ritengo che l’Italia sia un posto meraviglioso. Comunque ho viaggiato tanto nella mia vita trascorrendo spesso diversi mesi in uno stesso luogo prima di spostarmi nuovamente.

.
Quanto ti piace il mondo dello spettacolo e quali sono le tue principali esperienze?

.
Il mondo dello spettacolo mi piace ma dipende anche con chi devo intraprendere uno show, se percepisco che il conduttore o la conduttrice sono delle brave persone allora sono più contento di fare qualcosa insieme a loro. Ho avuto diverse esperienze nell’ambito dello spettacolo in giro per il mondo, ricordo che per un po’ di tempo ho fatto radio dove cercavo di dare risposte alle tante persone che mi telefonavano. A Manchester ho preso parte ad un programma televisivo nel 2002 per il quale all’inizio dovevo collaborare per due settimane mentre alla fine vi sono rimasto tre mesi.

.

In America invece ho lavorato spesso insieme ai divi di Hollywood, con personaggi importanti come l’attrice Kate Winslet e con tanti altri di cui però non posso farti i nomi poiché sono ancora sotto contratto con loro. Sono in pratica il loro psicologo personale, mi chiedono dei consigli, vogliono sapere se accettare o meno l’offerta per un film, cose di questo tipo.

.
In America hai anche collaborato per la risoluzione di casi importanti di cronaca nera.

.
Si, ho collaborato per 10 anni con l’FBI americano. Hanno chiesto il mio aiuto sia sulle scene del crimine che per i cosiddetti “cold case”, i casi rimasti insoluti da troppi anni. Ho aiutato l’FBI in molti casi di ritrovamento di bambini ma anche per casi di omicidi. Non sempre è piacevole intervenire in cose di questo genere poiché si avverte la negatività, è una cosa stressante ma voglio puntualizzare che ho lavorato sempre gratis per la risoluzione di questi gialli. Non ho voluto e non ho mai preso soldi.

.
Ci resti male quando qualcuno si mostra diffidente nei tuoi confronti e ti dice apertamente che non crede alle tue doti ed a quello che vedi?

.
Per me non fa differenza, non è importante. Mi arrivano tante e-mail di persone che dicono di non credermi ma non mi devono credere per forza. I miei sono soltanto consigli e mai un comando. Ognuno deve fare quello che vuole con la propria vita. So benissimo che è difficile credere in quello che non si vede, del resto sono abituato da sempre alla diffidenza. Nemmeno i miei genitori mi credevano.

.
Le tue doti di sensitivo quindi ti hanno causato dei problemi in famiglia?

.
Si, ho avuto tanti problemi in famiglia sia con i miei genitori che con i miei fratelli e sorelle. Loro avevano paura a vivere insieme a me. Ti dico solo questo: vivevamo in camere separate, loro da una parte, io in un’altra, da solo. Mi hanno fatto visitare da tanti dottori quando ero adolescente. Ma non gliene faccio una colpa: per me gli Angeli esistono, per gli altri, che non riescono a vederli, no.

.
Come sei arrivato a “Festa Italiana”?

.
Questa è una bella storia. Un anno fa ho fatto i provini per il Grande Fratello e dovevo anche entrare. In quella circostanza però ho conosciuto una giornalista Mara Parmegiani, molto vicina agli ambienti Rai. A lei è piaciuta molto la mia storia e mi ha messo sotto contratto per cinque mesi con il mensile che dirige “Chapeau”. Quindi in pratica ho scelto il giornale rinunciando al GF. In ogni uscita di quella rivista io avevo sempre uno spazio per raccontare le mie storie e rispondevo anche alle lettere che pervenivano per me in redazione. Grazie anche alla collaborazione con “Chapeau”, mi hanno notato a “Festa Italiana” e Caterina Balivo mi ha voluto fortemente.

.

Ma hanno dovuto aspettare ben cinque mesi poiché io all’inizio non ero sicuro di voler partecipare alla trasmissione in quanto ho sempre timore che gli altri non mi credano e poi perché volevo essere sicuro che gli Angeli da me volessero questo. Adesso posso dire di aver fatto la scelta giusta, a “Festa Italiana” sono rimasti contenti di me, hanno deciso di mettermi sotto contratto per tanto tempo, non solo quindi per la conclusione di questa stagione televisiva ma credo anche per la prossima. E ne sono felice perché avrò la possibilità di portare la mia esperienza ed aiutare tante persone.

.
Abiti da molti anni oramai a Sciacca. Non ti dispiace che i tuoi concittadini abbiano scoperto la tua sensibilità solamente dopo l’apparizione su Rai1?

.
Ho aiutato tante persone anche a Sciacca, quindi diversi saccensi hanno conosciuto il Craig sensitivo prima delle mie apparizioni in tv. Il problema è un altro: a Sciacca ho paura che qualcuno non capisca bene quello di cui parlo, molti, sbagliando, mi considerano una specie di mago. Questo tipo di mentalità è sbagliata, mentalità che comunque non ho osservato solamente a Sciacca ma anche in giro per l’Italia. Io non sono un veggente, anzi giudico male la cartomanzia e tutte le cose del genere. E’ come se volessimo considerare alla stessa maniera un angelo ed uno spirito. Angeli e Spiriti sono due cose totalmente diverse, gli Angeli sono una luce, un flash, un bagliore.

.
Che rapporto hai con la Fede?

.
Io credo in Dio, vado a Messa in Chiesa almeno una volta a settimana, credo in Padre Pio, credo negli Angeli e soprattutto sono convinto che nell’Universo sia presente la mano del Signore.

.
Pensi di avere anche tu un Angelo che guida le scelte della tua vita?

.
Assolutamente si. Ho anch’io i miei Angeli che mi guidano nel mio percorso di vita e nel mondo. La cosa che mi fa più piacere è quella di percepire che la gente ne vuole sapere di più, ha voglia di conoscere gli Angeli e vuole conoscere anche Craig come persona. Per me è importante non giocare con la sensibilità e con i sentimenti delle persone. Sono gli Angeli che comandano noi e mai viceversa e sono gli Angeli che decidono se e quando farsi scorgere e mettersi in contatto.

.
Proprio per conoscere un po’ di più Craig come persona: che musica ascolti? Che libri ti piace leggere?

.
Io adoro la musica, mi piace qualsiasi genere musicale, adoro le voci femminili ed ascolto anche musica inglese, spagnola e latinoamericana. Tra i cantanti italiani invece apprezzo soprattutto Tiziano Ferro per la voce e Renato Zero per i testi che sono molto profondi. Anche la lettura è uno dei miei hobby preferiti. L’ultimo libro che ho letto è quello di Patrizia De Blanck all’interno del quale parla della sua vita e spiega come ha tutto vi sia un perché. E’ uscito inoltre anche il mio libro dove racconto le mie esperienze da sensitivo. Mi piace realizzare dei progetti di grafica al computer, è un modo per scaricarmi da tutti i pensieri soprattutto quando mi sento molto stanco poiché se tu stai male, io lo avverto, e sto male anche io.

.

C’è stato un momento nella tua vita in cui hai pensato: “Basta! Non voglio vedere più nulla”?

.

Si, certo. Quando è morta mia madre. Volevo smettere di vedere, volevo fare finta di non vedere più nulla perché stavo male e soffrivo. Poi un giorno, dopo molti mesi, mi hanno contattato per la sparizione di un bambino. La famiglia di questo bimbo si era dapprima affidata ad un sensitivo francese che non faceva altro che chiedere soldi senza raggiungere alcun risultato. A loro non potevo dire di no, non potevo fare più finta di niente, si trattava di aiutare un bambino.

.

Molte persone mi dicono spesso che io non assomiglio ad un sensitivo perché in tanti nel proprio immaginario identificano un sensitivo con una persona vecchia, bassa, calva, magari con la pancetta e rimangono sorpresi quando invece trovano me. Anche in Italia ed anche in Sicilia sono stato contattato spesso per casi importanti di cronaca nera e per sparizioni ma si tratta di vicende delicate ed ancora aperte, quindi di questo preferisco non parlare.

.
Qual è la tua definizione del termine “Angelo”, se ne esiste una?

.
E’ molto difficile a dirsi. Io non ho mai visto Angeli con le ali come li immaginano tutti, non ci sono parole per descriverli. C’è qualcosa in più, c’è la consapevolezza che la nostra vita è meravigliosa, che non finisce qui, che continua e che ci attende qualcosa di bello oltre questa vita. Ogni Angelo è contento di essere un Angelo. Ma esistono anche gli angeli negativi quelli che si accompagnano a persone negative, io vedo anche queste cose ma preferisco mandarli via, non li guardo, non mi interessano perché mentono e dicono bugie, loro sono sempre molto arrabbiati, prendono in giro ed attorno a queste figure negative c’è tanto freddo, nessuna luce, nessun colore.

.

Gli Angeli ci pensano, sono persone care che vogliono essere ricordate e che vogliono ricordarsi a loro volta di noi, cercano ogni modo per poter comunicare con noi. Tutti in realtà possiamo percepire la presenza degli Angeli, molti pensano ai sogni notturni ma io ritengo che spesso è più facile fare questi incontri durante i riposi pomeridiani oppure ascoltando una canzone che ci riporta indietro nel tempo, a qualcuno o a qualcosa.

.
Quali sono i tuoi prossimi progetti?

.
Innanzitutto sono contento di proseguire la mia esperienza a “Festa Italiana” ma ho in itinere anche altri progetti, sempre con la Rai. Per la mia vita invece penso di continuare ad abitare a Sciacca. Nella città che mi ha ospitato vorrei presentare presto il mio libro e soprattutto devo aiutare un amico che è malato di cancro.

.
Temi un giorno di non riuscire più a vedere gli Angeli?

.
Si, molto. Ho paura che possa capitare di non vederli più. Penso sempre che se un giorno io farò male a qualcuno, loro andranno via. Per questo cerco di aiutare quanti richiedono il mio aiuto e spero di comportarmi sempre bene con tutti.

.
In migliaia, in Italia ed in Sicilia, in quel momento avrebbero voluto essere al mio posto e chiedere a Craig qualcosa sulla propria vita, così anch’io ho posto la fatidica domanda:

.
“Anche io ho un Angelo che mi sta accanto?”

.
Si. Ed è con te in questo momento.

.
I dettagli che, in pochi minuti, mi ha raccontato sulla mia vita, su quella dei miei cari e su quella del mio Angelo mi hanno lasciato attonito e li tengo per me. E’ stato come sentirsi narrare squarci della storia della propria vita da una persona con la quale non avevo mai parlato prima di quel momento. Solo allora ho davvero compreso quanto sia difficile essere Craig Warwick.

.

di Calogero Parlapiano

.

Pubblicato sul mensile Not Magazine di dicembre. Direttore Michele Ruvolo.

.

 Sebastiano.

.

 

TUTTO SUGLI ANGELI CUSTODI E COME CONTATTARLI


.

Angeli, Angeli Custodi, Arcangeli, Esseri di Luce, Spiriti Guida, Maestri, Channeling, Canalizzazione.

.

C’è tutto un Mondo Spirituale, popolato da Entità Spirituali, che compenetra ed interagisce con il nostro mondo materiale. E’ vero che noi non percepiamo  niente di tutto questo con i nostri 5 sensi. Ma si tratta di Energie Elettromagnetiche che rimangono invisibili ai nostri sensi, come avviene per le onde radio televisive nelle quali siamo immersi e circondati, seppure non vediamo e sentiamo niente. Possiamo paragonare gli Esseri Celesti alle energie elettromagnetiche dei segnali radio- televisivi e dei telefonini, che pur essendo impercettibili agli occhi e alle orecchie, possono venire trasformati in suoni ed immagini in presenza di un apparecchio ricevente opportunamente sintonizzato.

.

Ma in questo articolo vorrei focalizzarmi sugli Angeli in generale, e sugli Angeli Custodi in particolare, e cercare di rispondere alle domande più comuni che chiunque può porsi sull’argomento. E cercherò di farlo rimanendo equidistante sia dal pensiero dogmatico e fossilizzato delle religioni di stato, che da quello New Age il cui eccessivo entusiasmo può sfociare in un fanatismo pseudo-spirituale.

.

Qual’è la natura degli Angeli?

.

Gli Angeli sono Esseri di Luce, Energie Elettromagnetiche (per usare un termine terreno). Essi non si sono mai incarnati, sono Puri spiriti, ed hanno conoscenze superiori all’uomo. La loro essenza è Amore Incondizionato e Gioia.

.

Che cosa fanno gli Angeli?

.

Ci sono molti tipi di Angeli, le cui funzioni sono di sorveglianti e di governanti del nostro pianeta terra in generale. Tra questi Angeli, una piccola parte di essi sono gli Angeli Custodi, che sono assegnati al servizio di ogni umano. Da ciò si deduce che ognuno di noi siamo accompagnati durante tutto il corso della nostra vita da almeno un Angelo Custode. Una caratteristica comune degli Angeli è che amano stare vicino agli uomini per aiutarli sia nella loro evoluzione spirituale, che nei problemi della vita quotidiana. Naturalmente questi aiuti non danneggeranno mai una terza persona.

.

Quali sono i compiti dell’Angelo Custode?

.

L’Angelo Custode è assegnato ad ogni umano, ed il suo scopo è di aiutarlo nella sua evoluzione spirituale. Essi, pur desiderando, per loro natura, di aiutarci in ogni maniera possibile, tuttavia, a motivo del nostro libero arbitrio, non possono interferire nella nostra realtà, a meno che, non siamo noi stessi a chiedere espressamente il loro aiuto. Perciò, a meno che noi non li chiamiamo, e li invitiamo ad intervenire nella nostra vita, essi si limiteranno ad ispirare buoni pensieri o soluzioni per i nostri problemi, in maniera tale che ci sembrerà di aver avuto improvvisamente una buona idea per soluzionare un nostro problema. Un’altro limite per gli Angeli è che loro non possono interferire col nostro Karma personale.

.

Perchè non possiamo comunicare liberamente col nostro Angelo Custode?

.

Gli Angeli sono fatti di Energie Sottili che vibrano a frequenze elevatissime. Noi umani, pur essendo degli Esseri di Luce incarnati in un corpo fisico, proprio a causa dei nostri strumenti  carnali, che hanno frequenze molto basse, non siamo in grado di percepire queste creature spirituali. Perciò per noi è come se non esistessero. Per entrare in contatto,  bisognerebbe che Umani ed Angeli ci sintonizzassimo sulla stessa frequenza d’onda. Bisognerebbe che gli Angeli riducessero la loro frequenza d’onda troppo elevata e che noi umani innalzassimo la nostra frequenza d’onda troppo bassa, fino a poterci sintonizzare sulla stessa lunghezza d’onda, proprio come avviene tra due radio ricetrasmittenti, quando si mettono in contatto, regolando le loro frequenze sulle stesse lunghezza d’onda.

.

Geoffrey Hodson, forse il più grande chiaroveggente dei nostri tempi, scrive: “Non potete richiamare i grandi angeli nel vostro sé inferiore. Per vederli ed ascoltarli dovrete salire verso il loro mondo. Allorché ne supererete la soglia vedrete la possente moltitudine sempre immersa in miriadi di colori dell’arcobaleno…”. 

.

Come contattare il proprio Angelo Custode?

.

Il nostro Angelo Custode ha un grande desiderio di dialogare con noi per poterci aiutare e guidare nel nostro percorso di evoluzione spirituale. Per questo motivo l’Angelo Custode cercherà di ridurre per quanto più gli è possibile le sue frequenze elettromagnetiche, ma oltre un certo livello non può più scendere. Quindi per raggiungere la giusta sintonizzazione tra l’Angelo  e l’umano, è indispensabile che l’Uomo da parte sua cerchi di innalzare la frequenza delle sue vibrazioni, fino a sintonizzarsi con quella dell’Angelo Custode.

.

Come può in pratica l’uomo innalzare le proprie frequenze vibratorie fino a raggiungere quella dell’Angelo Custode?

.

Avviene in questa maniera. Gli Angeli, essendo Puri Spiriti, ed essendo composti di Energie Divine la cui Essenza è Amore Incondizionato e Gioia, hanno queste due suddette caratteristiche che producono frequenze elettromagnetiche elevatissime. L’umano, per sintonizzarsi con gli Angeli, dovrebbe riuscire ad elevare le sue vibrazioni energetiche fino a  quelle meravigliose frequenze Divine che sono l’Amore e la Gioia. E’ come se utilizzasse  la manopola sintonizzatrice delle vecchie radio (per dirla così), e questa manopola corrisponde alla Meditazione.

.

Come dovremmo meditare per innalzare le nostre frequenze fino a raggiungere quelle degli Angeli?

.

Isoliamoci per una mezz’oretta in un posto tranquillo dove nessuno ci può disturbare. Stacchiamo telefonino e quant’altro possa interrompere la nostra meditazione. Seduti con la spina dorsale diritta e i piedi per terra, o distesi sulle spalle, facciamo un paio di respiri profondi, e cominciamo a rilassarci. Quando abbiamo raggiunto un discreto stato di rilassamento fisico e mentale, cominciamo a meditare.

.

Su cosa meditare per innalzare le nostre frequenze?

.

L’Amore Incondizionato è la più alta frequenza vibratoria esistente, ed è la frequenza Divina. Per gli Angeli è il loro stato naturale, è il loro stato di Essere, è la loro stessa natura: Amore Incondizionato e Gioia. Perciò l’Amore Incondizionato sarà l’oggetto del nostro meditare. Dobbiamo lasciarci assorbire e riempire da questo pensiero di Amore Incondizionato. Amore che non conosce condizioni, Amore senza ma .. o perchè … , diversità di pelle o di credi religiosi, amici o nemici, simpatici o antipatici, letterati o analfabeti. Meditare sull’Amore Perfetto, l’Incondizionato Amore Divino. C’è un versetto biblico molto illuminante,che dice: « Dio è Amore; chi sta nell’Amore dimora in Dio e Dio dimora in lui » (1 Gv 4, 16). Queste parole della Prima Lettera di Giovanni esprimono con singolare chiarezza la natura perfetta di Dio, e di conseguenza la natura perfetta che è al momento nascosta in ognuno di noi. Quando riusciamo ad immergerci profondamente nell’Amore Incondizionato, innalziamo le frequenze vibratorie del nostro Essere fino ad innalzarci alle altezze degli Angeli, e così riuscire a sintonizarci sulla loro stessa lunghezza d’onda, e quindi  riuscire a stabilire quel contatto che ci permette di comunicare con gli Angeli, ed in particolar modo col nostro Angelo Custode. Troppo facile? Potrebbe sembrare. Ma nella meditazione, per innalzare veramente le nostre frequenze vibratorie, dovremmo riuscire ad identificarci con l’Amore Incondizionato, quasi a scioglierci, fino a fonderci col Divino. E da che cosa possiamo sapere se abbiamo raggiunto la giusta sintonizzazione? C’è un segno inequivocabile. Se ci sentiamo pervasi da una Gioia senza motivazioni, se ci sentiamo inondati da un senso di Beatitudine, di Pace Interiore, di Calma Assoluta, di uno stato Benessere fisico e mentale, allora possiamo essere certi di essere entrati in sintonia con gli Angeli. Possiamo ora metterci in ascolto del nostro Angelo Custode, e possiamo invitarlo a partecipare alla nostra vita.

.

Ora siamo connessi col nostro Angelo Custode

.

Abbiamo realizzato il primo contatto contatto col nostro angelo Custode, la prima nostra richiesta sarà di invitarlo a far parte attiva della nostra vita, di permettergli di aiutarci e guidarci nel nostro percorso spirituale. Poi staremo in ascolto, come se ascoltassimo il silenzio, e senza neanche accorgerci con evidenza, ci possiamo trovare ad ascoltare un flusso di pensieri, parole e ragionamenti, che in primo momento ci sembreranno i nostri pensieri. Sono pensieri canalizzati che ci vengono dal nostro Angelo Custode, sono pensieri di una Saggezza che noi non possediamo. Con l’esperienza impareremo a distingue chiaramente i pensieri del nostro Eg0, dai pensieri che possono giungerci dal nostro Angelo Custode, o da altri Angeli Guida, o dal nostro stesso Sè Superiore, o da altri Maestri spirituali che avremo la sorte di attirare a noi. Dal momento che cominciamo a canalizzare questi Esseri di Luce non saremo più gli stessi. D’altro canto non potremmo comunicare con gli Angeli senza elevare le nostre vibrazioni spirituali, cioè rimanendo sempre gli stessi individui di prima. Il contatto con gli Esseri di Luce, porta una trasformazione nella nostra vita.

.

Dialogare con gli Angeli

.

Non si può dire come si svilupperà il dialogo con gli angeli, perchè è un qualcosa di intimo e individuale. Ognuno abbiamo il nostro Karma da bruciare. Comunque la nostra accresciuta saggezza ci guiderà nel nostro rapporto con gli Angeli. Quello che è certo è che l’Angelo non forzerà mai le vostre scelte, neanche vi svelerà il futuro, neanche vi renderà suoi succubi, angelo-dipendenti. Così da interpellare il vostro Angelo per ogni sciocchezza. Noi dobbiamo continuare a fare la nostra vita e le nostre scelte, ma più forti di una saggezza acquisita dalla comunicazione con gli Angeli. Se il vostro “Angelo” non avesse queste caratteristiche di Amore Incondizionato, di Gioia, di Pace, di Bontà, di Mitezza, di Tolleranza, probabilmento non è il vostro Angelo Custode. In questo caso invitatelo gentilmente ad andarsene, e chiamate il vostro Angelo Custode, intensificando di più la meditazione sull’Amore Incondizionato e la Gioia, perchè questa è la vera chiamata per gli Angeli Custodi, perchè queste sono le caratteristiche dell’Angelo Custode.

.

Qual’è il linguaggio degli Angeli?

.

Gli Angeli non parlano nessun linguaggio umano. Benchè gli Angeli dialogano con uomini di ogni nazione, tuttavia essi non si servono di un particolare linguaggio umano. Essi non ci parleranno in Inglese, o in Francese o in Italiano, o qualsiasi altra lingua umana. Essi ci trasmettono determinati impulsi elettromagnetici che corrispondono al loro pensiero, poi ogni uomo decodifica ed interpreta questi impulsi nel suo linguaggio natio. E’  chiaro che in questa decodificazione delle Energie Angeliche, il ricevente, l’umano, utilizzerà il suo personale vocabolario per tradurre in parole il Messaggio Angelico. Perciò questo messaggio sarà più o meno perfetto, a seconda della purezza del canale ricevente. Altro fattore di distorsione del messaggio possono essere le convinzioni religiose e filosofiche innate ed acquisite dal canale umano.

.

Diversità dei Messaggi Angelici

.

Quantunque nella sostanza i Messaggi Angelici concordano tra di loro, non possiamo non notare delle forti discordanze in certuni casi. Discordanze che dipendono dal bagaglio culturale e religioso del Canale. Per esempio, negli ambienti Teosofici e della Nuova Era, la dottrina della Reincarnazione e dell’evoluzione spirituale delle anime è ormai un credo acquisito. Tuttavia, i Messaggi Angelici o Mariani, ricevuti da ferventi Cattolici Cristiani escludono categoricamente, secondo la loro dottrina Cattolica, l’ipotesi della reincarnazione. Anzi la considerano una dottrina falsa e satanica, perchè credono che si vive una volta sola e poi ci sarà il Giudizio Universale con la ripartizione dei castighi e delle ricompense.

.

Dove sta la verità?

.

La distorsione dei Messaggi Angelici è dovuta ad un canale non perfettamente puro del ricevente. Purtroppo le credenze personali del ricevente contribuiscono a distorcere il Messaggio, a volte fino agli estremi. Ma questo non è un problema grave. Gli Angeli conoscono bene i nostri limiti, e sono tolleranti e pazienti con noi, per aspettare anche altre incarnazioni finchè non siamo pronti ad incamminarci verso la Luce. Gli Angeli non ci faranno mai nessuna costrizione e non ci obbligheranno mai a mutare le nostre opinioni. Essi si limitano ad ispirarci la verità, poi ognuno di noi ci arriveremo al nostro tempo debito. Per questo la vita sulla terra viene considerata una Scuola.

.

Joy forever. Sebastiano.

.

COME CONTATTARE GLI ANGELI DI DOREEN VIRTUE


.

Doreen Virtue

Doreen Virtue

 Come chiamare gli Angeli

.

Tratto dal libro “Angel Therapy” di Doreen Virtue

.

A volte mi capita di incontrare persone e vedere che sono circondate da un folto gruppo di Angeli. Sempre mi fermo e chiedo loro se sono stati loro a chiamarli di proposito. La risposta è sempre si, “Si, ho chiesto di essere circondata dagli Angeli”.

.

Più noi chiamiamo gli Angeli e più loro vengono in nostro aiuto.

.

Gli Angeli vogliono stare intorno a noi e hanno il grande desiderio di aiutarci. La nostra gioia gli da enorme piacere. Però non possono venire in nostro aiuto se non siamo noi a chiederlo. Una legge universale che vincola gli Angeli dice: “Nessun angelo interferisca con la vita di un umano se non espressamente richiesto, con la sola eccezione del caso in cui la vita stessa è in pericolo. Un Angelo non prenderà decisioni al posto di un umano, ma quando richiesto l’Angelo potrà offrire consigli e modi diversi di guardare a una situazione.”

.

L’Angelo rispetta il vostro libero arbitrio

.

Per questo motivo un Angelo può richiamarvi all’attenzione e incoraggiarvi, e può creare una miracolosa coincidenza per voi. Tuttavia un Angelo non può aiutarvi fino a quando non scegliete di accettare il suo aiuto per via del vostro libero arbitrio.

.

Come chiamare l’aiuto di un Angelo

.

Per chiamare l’aiuto di un Angelo non è necessaria una formale invocazione attraverso una qualche cerimonia. Dio e gli Angeli non sono complicati; la loro natura è di puro e semplice Amore. Solo il nostro ego crede che la spiritualità sia complicata, perché non riesce a comprendere come qualcosa di così grande e potente sia facilmente accessibile da tutti istantaneamente. Eppure, è proprio così.

.

Gli Angeli ascoltano le preghiere dei vostri cuori e anche con la sola richiesta mentale si precipitano al vostro fianco. Potete anche chiedere intenzionalmente per molti più Angeli di stare intorno a voi o intorno ai vostri cari. Genitori possono chiedere di avere baby-sitter angelici che guidino e proteggano i loro bambini durante il giorno. Se un vostro caro sta viaggiando, chiedete all’Arcangelo Raffaele e agli Angeli di salvaguardare il suo viaggio. Chiedete agli angeli di aiutare i vostri amici che hanno bisogno di conforto e sostegno.

.

Ecco alcuni modi per poter chiamare gli Angeli:

.

Scrivere una lettera agli Angeli

.
Aprite il vostro cuore completamente e confidate loro tutta la vostra confusione, le vostre ansie e i vostri dolori. Non trattenete nulla, così gli Angeli possono aiutarvi meglio.

.

Visualizzazione

.

Visualizzare gli Angeli è un modo potente per richiamarli al vostro fianco. Visualizzate gli Angeli che volano intono a voi e a coloro che amate. Visualizzate potenti Angeli che si affollano intorno a voi. Immaginate la stanza dove vi trovate piena di moltissimi Angeli. Queste visualizzazioni sono potenti invocazioni che creano la vostra realtà.

.

Gli Angeli di solito sono radiante luce d’amore e non hanno un corpo fisico. Tuttavia possono assumere un aspetto fisico proiettandoci un immagine mentale se questo ci può aiutare meglio. Se visualizzerete grandi e raggianti Cherubini o una bellissima donna angelica, gli Angeli assumeranno quella forma per aiutarvi a riconoscerli.

.

Chiamare gli Angeli con la mente

.

Pensate tra voi, “Angeli, per favore aiutatemi”, e loro saranno con voi in un istante. Se siete sinceri nella vostra chiamata, gli Angeli sentono il vostro mentale grido d’aiuto immediatamente. Potete anche esprimere la vostra richiesta come un’affermazione: “Ho centinaia di Angeli intorno a me in questo momento” oppure “Angeli, sono in pena adesso ed ho bisogno del vostro aiuto”. Potete chiedere a Dio di mandarvi Angeli o potete chiamare gli Angeli direttamente.

.

Parlare con gli Angeli ad alta voce

.

Potete verbalizzare ogni richiesta e qualche volta lo facciamo anche inconsciamente, come quando diciamo: “Oh mio Dio!”, nei momenti di angoscia. Spendere del tempo da soli in quiete, specialmente all’aperto in natura, è una splendida opportunità per avere una verbale conversazione con gli Angeli.

.

Tratto dal libro “Angel Therapy” di Doreen Virtue

Traduzione: Mariù

Se volete potete distribuire liberamente questo testo, in maniera non commerciale e gratuitamente, conservandone l’integrità, comprese queste note, i nomi degli autori ed il link http://angeliradianti.com 

.

 Sebastiano.

.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: