COME GUARIRE CON LA MEDICINA OLISTICA


Dr Claudio Pagliara

AMICI E’ IMPORTANTE: guardate e diffondete il seguente video.

Potenti interessi economici impediscono ad alcune verità fondamentali di emergere.
Conoscerete verità nuove e di estrema utilità.

“Una candela non ci perde niente nell’accendere un’altra candela, rimane accesa ed il risultato è che hai più luce”

Condividi e contribuirai a cambiare il mondo. Dr Claudio Pagliara (Medico Oncologo).

Questa video-conferenza è stata tenuta nell’ambito del Convegno di Fasano del 29.06.2012, ed è stata suddivisa in 7 parti. Buona visione.

Grazie di cuore per l’attenzione

Buona Vita. Dr. Claudio Pagliara.

Fonte: Dr. Claudio Pagliara. http://www.claudiopagliara.com

L’autore: Claudio Pagliara

nasce il 16 agosto del 1952 a San Vito dei Normanni, piccola cittadina della provincia di Brindisi, dove attualmente vive e svolge l’attività di medico di base e di specialista in oncologia. Nel 1976 ha pubblicato insieme alla ex-moglie il libro “La tossicità dei farmaci”. Ha recentemente scritto il libro “La via della guarigione” con il sottotitolo: curare la mente per curare il corpo, curare l’ambiente per curare l’uomo, curare lo spirito per curare il mondo.  Il suo sogno ed il suo scopo nella vita è quello di ricercare, sviluppare, selezionare e divulgare i segreti e le conoscenze della Medicina Olistica al fine di aiutare la gente a migliorare la qualità e la durata della propria vita, offrendo a quante più persone possibile l’opportunità di guarire con più efficacia ed efficienza da ogni malattia – compreso il cancro – e rendere la loro vita più ricca, energetica ed entusiasmante.

MEDICINA OLISTICA E MEDICINA TRADIZIONALE A CONFRONTO


.


INTERVISTA AL DOTTOR CLAUDIO PAGLIARA

.

Dr. Claudio Pagliara
.

“La Medicina Olistica è più scientifica della Medicina tradizionale, perchè ha una visione globale dell’Essere Umano, ed è consapevole che esiste un rapporto tra la mente e il corpo, tra dimensione materiale ed immateriale dell’Essere umano, tra lo Spirito e la Materia, tra la salute dell’ambiente e la salute dell’uomo”. (Dr. Claudio Pagliara). http://www.claudiopagliara.com

 .

.

Il Dr. Claudio Pagliara nasce il 16 agosto del 1952 a San Vito dei Normanni, piccola cittadina della provincia di Brindisi, dove attualmente vive e svolge l’attività di medico di base e di specialista in oncologia. Nel 1976 ha pubblicato insieme alla ex-moglie il libro “La tossicità dei farmaci”. Ha recentemente scritto il libro “La via della guarigione” con il sottotitolo: curare la mente per curare il corpo, curare l’ambiente per curare l’uomo, curare lo spirito per curare il mondo.  Il suo sogno ed il suo scopo nella vita è quello di ricercare, sviluppare, selezionare e divulgare i segreti e le conoscenze della Medicina Olistica al fine di aiutare la gente a migliorare la qualità e la durata della propria vita, offrendo a quante più persone possibile l’opportunità di guarire con più efficacia ed efficienza da ogni malattia – compreso il cancro – e rendere la loro vita più ricca, energetica ed entusiasmante.

.

.

MAL-ATTIA O BEN-ATTIA? GUARIRE CON LA MEDICINA OLISTICA


.

Il dolore, la sofferenza e la malattia sono un “dono” della natura.

.

Dr. Claudio Pagliara

  Il dolore, la sofferenza e la malattia sono un “dono” della natura.   Qualcuno starà sicuramente pensando:  ”Sei  impazzito?”    “Come si può pensare, anche lontanamente,  a chiamare benattia  una malattia? Sapendo, oltretutto, quali sofferenze, a volte anche atroci,  ogni malattia porta spesso con se.”   

.

.

Penserai :

.

“solo un pazzo scatenato può pensare che la malattia non è una mal-edizione ma una ben-edizione”.

 .

Oppure starai ancora pensando: “un medico, per giunta oncologo, che dice queste assurdità è pericoloso per se stesso e per gli altri, va, pertanto, rinchiuso in manicomio”.

 .

Ti assicuro che non ho perso il lume della ragione.   Se avrai la pazienza di leggere tutto l’articolo, credo che capirai perchè non sono diventato folle. Anche se, a dire la verità, un pò di sana follia aiuta a vivere bene. Ma questo è un’altro discorso.

 .

C’è una malattia strana e rara di origine genetica che si chiama “Analgesia congenita” che ti può aiutare a capire.

 .

Si tratta di una malattia che è caratterizzata dall’assenza totale di dolore.  Forse starai pensando “ecco, finalmente, un essere umano che riesce a vivere senza dolore”.

 .

Devo dirti che non è cosi bello vivere con l’assenza totale del dolore perchè questi pazienti, pur avendo solo questo “difetto”, non riescono a superare i dieci anni di età.

 .

Si feriscono, sanguinano e non se ne accorgono. Si bruciano la mano e, magari, meravigliati, corrono dalla madre a far vedere il bel fenomeno del cambiamento di colore della loro mano.  Si morsicano la lingua e se la mangiano senza accorgersene etc.

 .

Stà di fatto che questi bambini muoiono in età molto precoce, solo perchè sono  privi della capacità di provare dolore.

 .

Il dolore, la sofferenza e la malattia sono un “dono” della natura.

 .

 Ci dicono quando sbagliamo. E’ come la spia del cruscotto della tua macchina che ti indica che c’è qualcosa che non va alla tua autovettura.

 .

Se la spia del cruscotto della macchina ti indica che la temperatura dell’acqua è troppo elevata, che cosa fai? Per continuare a camminare, cerchi di fulminare la lampadina accesa? Non credo. A meno che tu non voglia restare a piedi e ritrovarti con una macchina inservibile.

 .

La cosa più saggia è capire il significato della lampadina accesa, ciò al fine di trovare la giusta soluzione.

 .

Nulla succede per caso.

 .

Devo francamente confessarti che penso che noi uomini abbiamo inventato la parola “caso” per coprire la nostra ignoranza in merito alle vere cause che determinano i fenomeni da noi definiti “casuali”.

 .

Nessuna malattia e nessuna sofferenza nascono per caso. Ogni malattia è sempre la conseguenza di errori.

 .

La malattia è come un navigatore satellitare che ti indica quando stai sbagliando strada. Sta, poi, a te, con la collaborazione del medico esperto, capire il messaggio, più o meno palese, che è insito nella tua malattia o nella tua sofferenza.

 .

Non è un caso se la sofferenza rappresenta una grande maestra di vita.

 .

La mia lunga attività di medico oncologo e di ricercatore, assolutamente libero ed indipendente dalle multinazionali del farmaco o da qualsiasi altro potente interesse economico organizzato, mi porta a sostenere con assoluta convinzione che qualsiasi malattia non è altro che una risposta perfettamente normale ad un ambiente patologico o ad uno stile di vita patologico, detto altrimenti  ”anormale”.

 .

Ma l’ambiente patologico e lo stile di vita patologico sono la naturale conseguenza di uno spirito malato. Uno spirito malato è uno spirito caratterizzato da pensieri, convinzioni, valori, emozioni, sentimenti, stati d’animo patologici.

 .

Togli la causa e l’effetto sparirà.

 .

Ogni tua sofferenza rappresenta quindi un messaggio finalizzato a comunicarti che c’è qua lcosa di errato nella tua vita.

 .

Se è vero quanto ho sostenuto fino ad ora è facile capire che la prima e più alta forma di guarigione è, e deve essere, di tipo spirituale.

 .

Mi piacerebbe sapere cosa pensi di questo modo rivoluzionario di vedere le malattie che è alla base della Medicina Olistica.

 .

Forse quanto da me sostenuto avrà suscitato in te dei pensieri e delle sensazioni contrastanti. Ritengo che sia di estrema utilità che tu non ci privi delle tue riflessioni, dei tuoi pensieri, dei tuoi dubbi o delle tue esperienze.  L’unione di punti di vista diversi rappresenta il miglior modo per far evolvere la conoscenza e per migliorare il nostro amato mondo.

 .

Nessuno è cosi povero da non avere nulla da insegnare e nessuno è cosi ricco da non avere nulla da imparare.

 .

Grazie di cuore per l’attenzione. Buona Vita. Dr. Claudio Pagliara.

 .

Fonte: Dr. Claudio Pagliara. http://www.claudiopagliara.com

 .

L’autore: Claudio Pagliara

.

nasce il 16 agosto del 1952 a San Vito dei Normanni, piccola cittadina della provincia di Brindisi, dove attualmente vive e svolge l’attività di medico di base e di specialista in oncologia. Nel 1976 ha pubblicato insieme alla ex-moglie il libro “La tossicità dei farmaci”. Ha recentemente scritto il libro “La via della guarigione” con il sottotitolo: curare la mente per curare il corpo, curare l’ambiente per curare l’uomo, curare lo spirito per curare il mondo.  Il suo sogno ed il suo scopo nella vita è quello di ricercare, sviluppare, selezionare e divulgare i segreti e le conoscenze della Medicina Olistica al fine di aiutare la gente a migliorare la qualità e la durata della propria vita, offrendo a quante più persone possibile l’opportunità di guarire con più efficacia ed efficienza da ogni malattia – compreso il cancro – e rendere la loro vita più ricca, energetica ed entusiasmante.

.

IL POTERE MAGICO DEL PENSIERO: LA VIA DELLA GUARIGIONE


 .

IL POTERE MAGICO DEL PENSIERO

.

Il pensiero ha il grande potere magico di creare o di distruggere ogni cosa. 

.

La scienza ha ormai ampiamente  dimostrato che i nostri pensieri, oltre a determinare e controllare il nostro mondo esterno, controllano il  funzionamento di tutti i nostri organi e riescono, perfino,  a controllare il funzionamento del  DNA di ogni nostra cellula.

 .

La risorsa in assoluto più importante che abbiamo, per risolvere crisi economiche, sociali, politiche e di salute, è nei nostri pensieri e nelle nostre convinzioni.

 .

la soluzione è già dentro di noi. Bisogna solo avere il coraggio della verità e di capire, conseguenzialmente, che dietro ad ogni malessere individuale e sociale  esistono pensieri e convinzioni errate. Pensieri e convinzioni errate portano ad emozioni, sentimenti, parole e comportamenti errati.

 .

I pensieri buoni portano, invece,  a buone emozioni, buoni sentimenti, buone parole, buone opere e buoni risultati.

 .

C’è dentro ciascuno di noi una vera e propria scatola magica che riesce a trasformare un inferno in paradiso ed un paradiso in inferno. Questa scatola magica è il nostro cervello ed opera tramite i nostri pensieri.

 .

Il nostro cervello è uno spazio sacro

 .

Il nostro cervello è quel meraviglioso, sacro, ed ancora in buona parte misterioso, spazio in cuil’energia tramite la materia si organizza e prende coscienza di sè.  Non bisogna, quindi, stupirsi sel’energia segue i nostri pensieri. Se i pensieri sono negativi l’energia è negativa e distruttiva, ma se ipensieri sono positivi l’energia che si mobilita è positiva, costruttiva e terapeutica.  I pensieri negativi sono la vera fonte di un inquinamento esterno ed interno. I pensieri positivi invece sono la soluzione.

 .

Molti non sanno che se modifichiamo i nostri pensieri e le nostre convinzioni modifichiamo la nostra realtà, modificando sia il nostro mondo esterno che il nostro mondo interno. Cambiando i nostri pensieri cambiamo anche la nostra biologia.

 .

Esistono, ormai, una notevole mole di dati scientifici che dimostrano che possiamo fare prevenzione, cura e riabilitazione di qualsiasi malattia  modificando il flusso dei nostri pensieri. Pensieri diversi portano ad una biologia diversa del nostro corpo.  La nostra mente ed il nostro corpo sono inseparabili. Ogni cambiamento che avviene nella mente avviene anche nel nostro corpo e nel nostro ambiente di vita e di lavoro.

 .

il trait d’union tra lo spirito e la materia  è costituito prevalentemente dalle nostre emozioni,  dai nostri sentimenti e dai nostri stati d’animo.

 .

Niente avviene dentro di noi senza coinvolgere ogni singola parte di noi stessi.

 .

Se vogliamo cambiare la nostra vita dobbiamo, prima di tutto e soprattutto, cambiare i nostri pensieri e le nostre convinzioni.  Bisogna imparare a pensare positivo e ad avere convinzioni corroboranti.

 .

L’uomo cacciato dal paradiso per aver mangiato il frutto della conoscenza del bene e del male ha acquisito la qualità divinadi non essere, come tutti gli altri esseri viventi, schiavo delle circostanze, ma grazie al dono del pensiero è diventato capace di creare le circostanze per realizzare i suoi sogni ed i suoi obiettivi. L’uomo, pur pagando il prezzo  della  cacciata dal paradiso, si è affrancato dalle catene della biologia ed ha acquisito la libertà.

 .

Solo durante la riflessione, durante la meditazione ciascuno di noi si riesce a ricollegare con la sua scintilla divina e riacquista il potere divino di riappropriarsi del proprio destino.  La capacità di pensare e di riflettere è la vera differenza che fa la differenza con tutti gli altri esseri viventi.

 .

Grazie al pensiero possiamo diventare esseri proattivi e, quindi, essere protagonisti del nostro futuro sanitario, economico, sociale, affettivo etc.

 .

Se, ogni giorno, non troviamo uno spazio di sacro silenzio per noi, per riflettere ci comportiamo come semplici esseri reattivi che subiscono le circostanze, come tutti gli alri esseri viventi; in quest’ultimo caso siamo solo l’effetto e non la causa dei cambiamenti.

 .

Chi non si sforza di riflettere, di pensare, di crescere e, quindi,  di cambiare è destinato ad essere impotente ed a perire prima nello spirito e poi anche nel corpo.

 .

Questa inerzia alla riflessione, al cambiamento ed alla crescita è una delle radici invisibile e più potente per un futuro malessere e per una futura malattia.

 .

Il primo passo da fare, per realizzarsi in qualsiasi settore, è essere padrone dei propri pensieri e delle proprie convinzioni.

 .

La persona più felice è quella  con i pensieri più felici.

 .

semina un pensiero e raccoglierai un azione.

Semina un’azione e raccoglierai un’abitudine.

Semina un’abitudine e raccoglierai un carattere.

Semina un carattere e raccoglierai un destino.

(Charles Reade)

 .

Cambia i tuoi pensieri e le tue convinzioni e cambierai la tua vita.

 .

Il vero potere è  in te.

 .

Fonte: Dr. Claudio Pagliara.  http://www.claudiopagliara.com

 

L’autore: Claudio Pagliara

Nasce il 16 agosto del 1952 a San Vito dei Normanni, piccola cittadina della provincia di Brindisi, dove attualmente vive e svolge l’attività di medico di base e di specialista in oncologia. Nel 1976 ha pubblicato insieme alla ex-moglie il libro “La tossicità dei farmaci”. Ha recentemente scritto il libro “La via della guarigione” con il sottotitolo: curare la mente per curare il corpo, curare l’ambiente per curare l’uomo, curare lo spirito per curare il mondo.  Il suo sogno ed il suo scopo nella vita è quello di ricercare, sviluppare, selezionare e divulgare i segreti e le conoscenze della Medicina Olistica al fine di aiutare la gente a migliorare la qualità e la durata della propria vita, offrendo a quante più persone possibile l’opportunità di guarire con più efficacia ed efficienza da ogni malattia – compreso il cancro – e rendere la loro vita più ricca, energetica ed entusiasmante.

IL SINTOMO E’ UNA MALATTIA?


.

IL SINTOMO COME MESSAGGIO

.

Vorrei iniziare insieme a voi una discussione sulle correlazioni tra sintomo e malattia. Sulla funzione e l’utilità o meno dei sintomi.

.

Nell’esercizio della professione medica spesso si tratta un sintomo (di cui si lamenta il paziente) come un problema che deve essere risolto con la sua eliminazione. Perciò bisogna esaminare le precedenti cartelle cliniche dell’ammalato, rifare nuove analisi, esami, lastre, test e quant’altro, e quindi prescrivere al paziente la cura farmacologica più adatta, e quando è il caso ricorrere all’intervento chirurgico. Questo grosso modo il metodo di procedere della Medicina Convenzionale. E in verità guarisce, o meglio nasconde, molti sintomi.

.

Ma è altrettanto vero che molte volte imbottisce di medicinali inutili i poveri pazienti, peggiorando le loro condizioni di salute.

.

Questo perchè la Medicina di Stato si incaponisce a considerare l’uomo un ammasso di carne, ossa, e liquidi vari, e a considerare i sintomi come dei disturbi da eliminare. La Medicina Olistica che continua predicare che l’uomo è un essere intelligente, che possiede un corpo, è come “la voce di uno che grida nel deserto”.

.

La Medicina Convenzionale si ostina ad andare avanti col paraocchi, limitandosi al tentativo di sopprimere i sintomi, e senza prendere in seria considerazione il fatto che proprio i sintomi sono invece dei messaggi che il corpo invia per informarci che qualcosa non sta funzionando come dovrebbe.

.

Sottopongo questo imput: “Sintomo come messaggio, o come malattia?”, alla vostra gentile attenzione.

.

Vorrei ritornare sul tema originale che stiamo trattando e fare un’altro passo avanti. Come è possibile riconoscere quei casi in cui il sintomo è un messaggio del corpo, e la sua rimozione perciò non risolve la malattia? Alcune malattie croniche che persistono nel tempo sono la chiara indicazione che non si tratta di un sintomo=malattia, ma di un sintomo=messaggio. In questi casi i farmaci si rivelano inutili e controproducenti per via dei loro effetti collaterali. Più che di farmaci in questi casi è necessario l’intervento di un esperto della psiche umana che riesca a decifrare il messaggio del corpo. che è sempre un messaggio di richiesta di aiuto. Più che di farmaci c’è bisogno di effettuare un’indagine psicologica sul paziente per interpretare e risolvere questi sintomo=messaggi del corpo.

.

Comprendo bene che il normale medico non è equipaggiato delle conoscenze idonee per trattare questo tipo di sintomi, e non può far altro che considerare cronica una malattia della quale non riesce a rimuoverne il sintomo. Sia chiaro che questa non è una condanna per il medico, egli fa quello che gli è stato insegnato. Potremmo citare diversi sintomi, resistenti ai farmaci, ma che si dissolvono come per incanto quando si tocca il tasto giusto della psiche del paziente, cioè si riesce a decifrare il vero messaggio del sintomo. E anche tutto questo, benchè sia facile parlarne, è una cosa abbastanza difficile anche per un vecchio conoscitore della Psiche umana. Ma, purtuttavia, esiste una via d’uscita, tutto sta a tentare di percorrerla. Sebastiano.

.

MEDICINA OLISTICA: 40 CONSIGLI PER VIVERE MEGLIO


.

Dr. Claudio Capozza

SUGGERIMENTI PER UNA VITA MIGLIORE

.

SALUTE

.

1. Bevi sempre molta acqua.

2. Fai colazione come un re, pranza come un principe e cena come un mendicante.

3. Mangia di piu’cibi che crescono sugli alberi e verdura piu’ spesso crude e mangia meno cibo conservato in scatola, fritto, affumicato e surgelao.

4. Vivi con le 3 E: energia, entusiasmo ed empatia.

5. Trova il tempo per pregare.

.

6. Gioca di più. Dai da mangiare agli uccelli. Pianta fiori o verdure e se non hai un terreno usa dei vasi.

7. Per saperne di più leggi più libri di come hai fatto prima.

8. Siedi in silenzio per almeno 10 minuti ogni giorno.

9. Dormi almeno per 7 ore.

10. Cammina 30 minuti a piedi ogni giorno. E mentre cammini, sorridi e comunica con il tuo ambiente circostante, nota i cambiamenti nella natura ogni giorno, ed ascolta il canto degli uccelli.

.

PERSONALITA’

.

11. Non confrontare la tua vita con quella degli altri . Tu non hai alcuna idea di quale sia il progetto del loro viaggio. Ogni persona ha il suo giusto posto nello scenario della vita.

12. Non avere pensieri negativi su cose non si possono controllare. Invece investi le tue energie nel momento positivo presente e fai tutto quello che puoi, per rendere il mondo intorno a te migliore.

13. Non strafare. Mantieniti nei tuoi propri limiti, fisicamente, spiritualmente, economicamente ed emotivamente. Sii umile.

14. Non prenderti troppo sul serio.

15. Non sprecare le tue energie preziose con i pettegolezzi.

.

16. Sogna di piu’ad occhi aperti.

17. L’invidia è una perdita di tempo. Hai già tutto il necessario per te.

18. Dimentica le questioni del passato. Non ricordare al tuo partner gli errori del suo passato. Non incolpare i tuoi genitori per ogni problema che hai. Questo ti rovina il presente. Noi abbiamo scelto azioni e reazioni, sin da quando siamo diventati adulti.

.

FELICITA’

.

19. La vita è troppo breve per perdere tempo ad odiare qualcuno. Non odiare gli altri. Così sarà più facile capire e andare avanti.

20. Fai pace con il tuo passato, in modo da non rovinare il presente. Vivi nel presente.Ieri è andato, e non sai cosa ti riserva il domani.

21. Nessuno è responsabile della tua felicità, tranne te. A te la scelta per sentirti felice o infelice, per provare rabbia o gioia, frustrazione o accettazione, gelosia o pace, vergogna o fierezza.

22. Renditi conto che la vita è una scuola e se sei qui, è per imparare.
I problemi sono semplicemente parte del curriculum vitae. Essi appaiono e scompaiono, ma le lezioni apprese dureranno tutta la vita.

.

23. Sorridi e ridi di più.

24. Non devi aver ragione per forza su ogni argomento. Accetta di essere anche in disaccordo.

.

SOCIETA’

.

25. Telefona ai tuoi familiari piu’ spesso.

26. Ogni giorno fai qualcosa di buono per gli altri.

27. Perdona tutti per qualsiasi cosa essi abbiano fatto.

28.Trascorri del tempo con persone con più di 70 anni e di età inferiore ai 6.

29. Cerca di fare sorridere almeno tre persone ogni giorno.

30. Che cosa gli altri pensano di te non è importante nè affar tuo.

31. Per quanto necessario ed importante, il tuo lavoro non si prenderà cura di te quando sarai ammalato. Lo faranno invece i veri amici. Resta sempre in contatto con loro.

.

VITA

.

32. Fai sempre la cosa giusta!

33. Liberati di tutto ciò che non è utile, bello e gioioso.

34. Sappi che DIO e D’IO guarisce tutto.

35. Comunque, che una situazione sia buona o cattiva , favorevole o sfavorevole, ricordati che essa puo’ cambiare.

36. Non importa come ti senti, alzati e non pigrire, vestiti per bene e mettiti in evidenza. Restare in un angolino non ti giovera’ certamente.

.

37. Sappi che il meglio deve ancora venire.

38. Quando ti svegli e sei ancora vivo la mattina, ringrazia Dio per questo.

39. Il tuo SE superiore è sempre felice. Quindi, sii felice.

40. Condividi tutto questo con altri se vuoi.

.

Dott. Claudio Capozza

.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: