IL SUBCONSCIO CAUSA DI GUARIGIONE O DI MALATTIA


.

MEDICINA PSICOSOMATICA E SUBCONSCIO

.

Il nostro Subconscio può essere paragonato al timone automatico di una nave o un aereo. Il pilota gli trasmette la rotta da seguire, ed il timone automatico si prenderà cura di raggiungere la destinazione. Perciò il Subconscio, questa poderosa intelligenza dentro di noi, si prenderà letteralmente cura con tutte le sue capacità di realizzare quelle che sono le nostre credenze e i nostri convincimenti.

.

Il Subconscio non è la nostra Coscienza Morale, ma è un meccanismo automatico che interpreta i nostri desideri  a modo suo, ma che, sempre seguendo una sua logica, li esegue letteralmente. Proviamo a fare un esempio: se noi pensiamo di non valere niente, di non essere degni di essere amati, di non essere belli, che tutti ce l’hanno con noi, etc.

.

Noi ci stiamo accusando e incolpando. E’ come se dessimo al nostro Subconscio questo messaggio: “Sono colpevole di non valere, sono colpevole per il fatto di non essere amato, sono colpevole di non essere bello, sono colpevole di avere tutti contro di me”.

.

La conseguenza della colpa è il castigo. Perciò l’Inconscio tenderà a realizzare nel corpo l’evidenza di questo castigo attraverso il dolore e la malattia. Senza rendercene conto ci stiamo auto-ammalando. Ci stiamo auto-infliggendo una malattia. Possono sembrare favole, eppure questa è la cruda realtà.

.

La Medicina PsicoSomatica, una nuova branca della medicina, conferma l’influenza che ha la  mente sul corpo nel creare una malattia o la guarigione . Mente e corpo interagiscono continuamente tra loro. Ogni pensiero della mente è come quella goccia d’acqua che alla fine spacca il sasso.

.

Paure, rancori, risentimenti, vendette, invidie, gelosia etc. se prolungate nel tempo sfoceranno regolarmente in malattie fisiche. Questa è la legge non scritta del Subconscio.

.

Se conoscessimo questa amara realtà, continueremmo ancora a crogiolarci in questa fornace di pensieri distruttivi? Continueremmo ad autoprocurarci sempre nuove malattie?

.

IL RISENTIMENTO

Il risentimento: un veleno più potente del cianuro.

Certamente a nessuno  piacerebbe prendere giornalmente una piccola porzione di cianuro. Ma è quello che facciamo regolarmente, giornalmente, anche se involontariamente, ogni qual volta indugiamo nella nostra mente in pensieri di risentimento o rancore verso qualcuno, chiunque egli sia.

La persona che vive e si nutre regolarmente del veleno del risentimento è una persona che essenzialmente ha fallito nella propria vita sociale. Questa persona finisce per acquisire certi modi di comportamento inconsciamente già fin dalla sua fanciullezza.

.

Questo tipo di personalità è abbastanza diffuso, e non è difficile in vari gradi riconoscerlo in noi stessi come negli altri. E’ il classico tipo che cerca sempre un capro espiatorio o una scusa per i suoi insuccessi. Perciò è sempre pronto ad attribuire alla società, al sistema di questo mondo, alla vita, alla politica, allo sport, alla religione, oppure al destino le colpe dei suoi fallimenti.

.

La persona che si nutre di risentimento si sente sempre trattata ingiustamente, e quindi si sente defraudata dalla società. Il risentimento è soltanto un tentativo per rendere meno doloroso, più accettabile, il nostro insuccesso personale nella vita.

.

Ma il risentimento si rivela un balsamo ancora peggiore della malattia stessa. E’ un veleno mortale per l’anima, perchè ci rende impossibile la felicità, ed esaurisce inutilmente le nostre energie che potrebbero essere usate per qualcosa di più costruttivo.

.

L’individuo che nutre ed esprime sempre sentimenti di rancore, ed ha il dente avvelenato contro tutti e contro tutto, gradualmente finirà col rimanere isolato.

Un tale individuo non è certo la migliore compagnia: parenti, amici e compagni di lavoro scompariranno intorno a lui, ed egli avrà una ragione di più per sentirsi ancora più vittima del sistema.

.

L’ODIO E LE SUE CONSEGUENZE

.

Quando noi odiamo una persona siamo legati a lei da un legame emozionale più forte di una robusta corda d’acciaio.  Questo stato emotivo ha effetti devastanti sul corpo. Il primo organo a soffrirne è lo stomaco con tutto l’apparato digerente.

.

Acidità, bruciori di stomaco, gastrite, ed infine l’ulcera sono le conseguenze di questo veleno chiamato odio.

.

La persona odiata diventa, pian piano, il nostro padrone; ci viene in mente di giorno e di notte; ci toglie sonno e serenità e ci priva della gioia di vivere, ci uccide.

Il perdono è l’unico modo per rompere tale legame e ritornare liberi e sani.

Perchè continuare su questa strada distruttiva?

.

Visita il mio nuovo sito http://www.scuoladellasalute.it/

.

Sebastiano

.


MENTE COSCIENTE E SUBCONSCIO


.

ELEMENTI DI MEDICINA PSICOSOMATICA

.computer

L’uomo dispone di una Mente Cosciente con la quale pensa, ragiona e prende le sue decisioni. Dispone inoltre di un’altra mente, detta Mente Inconscia, o semplicemente Subconscio, la quale presiede a tutte le funzioni involontarie del corpo, come per esempio la digestione, la circolazione del sangue, il funzionamento di organi come i reni e il fegato, e quant’altro che avviene nel corpo, e che noi crediamo che avvenga in maniera automatica.

.

Correlazione tra Mente Cosciente e Subconscio

.

Qui vorrei parlarvi della correlazione tra Mente Cosciente e Subconscio, cioè come le due menti interagiscono tra di loro a nostra insaputa, e quali mezzi usano per interagire. Per cercare di definire dei concetti astratti su entità non visibili come l’inconscio, ci serviremo come esempio del computer, un apparecchio ormai entrato a far parte della vita comune, e quindi più facilmente comprensibile.

.

Mi perdonino i professori di Medicina Psicosomatica, ma nell’era di internet e del computer, mi sembra molto appropriato paragonare l’inconscio ad un computer, affinchè anche i non addetti ai lavori possano comprendere a grandi linee cosa è l’inconscio, e come funziona.

.

IL SUBCONSCIO E’ COME UN COMPUTER

.

La Mente Inconscia, o meglio detta Subconscio, può essere paragonata a un computer, con il suo sistema operativo di base, tipo Windows XP, già installato. La Mente Inconscia si comporta perfettamente come un computer, cioè esegue le istruzioni dei programmi che in esso sono installati, cioè il suo sistema operativo.

.

Così il Subconscio-computer è già stato programmato  dal suo Fabbricante al momento di essere immesso nel mercato. Così il Subconscio, con la precisione di un computer, esegue tutte le istruzioni contenute nel suo sistema operativo. Egli automaticamente svolge tutte quelle funzioni del corpo che non sono di competenza della mente cosciente.

.

Il Subconscio presiede dunque alla circolazione del sangue, alla digestione, al funzionamento di tutte le ghiandole del corpo, all’assimilazione dei cibi, etc. In pratica tutte quelle funzioni che noi chiamiamo automatiche, tipo una ferita che si rimargina da sola.

.

E proprio come un computer il Subconscio accetta installazioni di programmi da parte di un altro operatore interno tipo la nostra Mente Cosciente, e anche da parte di operatori esterni, cioè le Menti altrui. Ed è a questo punto che sorgono i problemi. La Programmazione Originale del Computer-Subconscio è stata fatta per ottenere sempre e comunque l’Autoguarigione, detta anche Istinto di Sopravvivenza, oppure “Difese Immunitarie”.

I successivi programmi installati dall’esterno possono essere positivi o negativi. Possono fare del bene o del male al nostro corpo.

.

SUBCONSCIO E VIRUS

.

Come avviene l’installazione di un nuovo programma nel nostro Subconscio-computer? Nel 99,9% dei casi avviene involontariamente, a nostra insaputa, come un virus che si installa in un computer e lo manomette, impedendone il corretto funzionamento. E la cosa più grave è che i portatori di questi virus siamo noi stessi, con la nostra Mente Cosciente, e non lo sappiamo.

.

Chiariamo il concetto. Ogni nostro pensiero, ogni nostro desiderio, ogni nostra ambizione, ogni nostra aspirazione, ogni nostro sogno, insomma qualsiasi idea che staziona con insistenza nella nostra mente, viene recepita dal nostro Subconscio, viene decodificata, cioè, interpretata, come un programma da attuare, e da quel momento il Subconscio si darà da fare a modo suo per realizzare quelli che sono i pensieri della nostra mente.

Soltanto che il Subconscio, proprio come un computer, interpreta alla lettera quello che è il contenuto della Mente Cosciente. Un semplice esempio prima di andare avanti:

.

Un esempio calzante

.

Una buona madre di famiglia, che viene sistematicamente trattata male dal marito, si troverà spesso a pronunciare frasi di questo tipo: “Devo ingoiare questi “bocconi amari” per amore dei miei figli”.

.

Questo è un classico esempio di una risposta “sbagliata” del nostro Subconscio-computer al pensiero “Devo ingoiare questi bocconi amari per amore dei miei figli”. La frase chiaramente ha un significato allegorico, ma il Subconscio-computer la interpreta alla lettera, perchè questo è il suo modo di operare, e quindi comincia a secernere succhi gastrici nello stomaco come se dovesse digerire dei “bocconi amari” veri e propri.

.

Chiaramente, perdurando questa situazione, questa donna comincerà ad accusare prima acidità di stomaco a causa dell’abbondanza di succhi gastrici nello stomaco  in assenza di cibo, poi sopravviene la gastrite, e se non si pone il giusto rimedio, se non cambia la situazione familiare della donna, la malattia si evolverà in un ulcera incurabile, con il bisturi come ultima spiaggia.

.

Le pastiglie non risolvono i conflitti mentali

.

Niente può fare il medico per fermare questa malattia, se non con dei palliativi sotto forma di inutili pastiglie, perchè non ha conosciuto qual’era la causa della malattia, e nemmeno ha provato a conoscerla.

.

Il medico si limita a curare i sintomi esteriori, che sono le conseguenze di un conflitto psichico interiore. Il medico considera la persona un insieme di carne, ossa e liquidi vari; non considerando che l’uomo oltre al corpo, possiede una mente, un cuore e dei sentimenti che interagiscono tra di loro. Questa è la triste situazione della nostra Medicina Ufficiale fino ad oggi. E questo caso portato a mo’ di esempio è applicabile in ogni tipo di malattia, escluse quelle dovute a traumi e incidenti.

.

Il cane di Pavlov

IL CANE DI PAVLOV

.

Ecco qui un esperimento effettuato circa cento anni fa, che dimostra l’influenza del pensiero sul corpo, cioè come il pensiero può provocare delle vere e proprie modificazioni sul corpo.

.

Ivan Pavlov fu un famoso fisiologo russo che poco più di cento anni fa, studiando la corteccia cerebrale, fece un esperimento rimasto negli annali della scienza.

.

Comprendendo bene i meccanismi della digestione (per cui nel 1904 si meritò il premio Nobel ) e conoscendo gli stimoli che provocano la salivazione alla vista del pasto ( la cosiddetta acquolina in bocca), fece il seguente  esperimento con un cane.

Egli chiamava a se il suo cane, quindi faceva suonare una campanella, e immediatamente dopo gli somministrava il cibo. Come era naturale, alla vista del cibo il cane aumentava la salivazione disponendosi così a consumare il suo pasto.

.

Fece questo per più giorni, faceva suonare una campanella e subito dopo gli presentava la scodella del cibo.

Dopo introdusse una variante nell’esperimento: dopo il suono della campanella, non le dava più la scodella del cibo. A questo punto  si accorse che il cane ormai reagiva con la salivazione (la tipica acquolina in bocca) al semplice suono della campanella, anche in assenza del pasto.

.

Il cane inconsciamente aveva accoppiato nella sua mente il suono della campanella con la scodella del cibo, e la sua bocca cominciava a secernere saliva come se avesse davanti il suo cibo e fosse sul punto di mangiare. Ma chiaramente non c’era nessun cibo da digerire. Il cane aveva sviluppato un riflesso inconscio che fu chiamato “riflesso condizionato”.

.

CONCLUSIONE

.

La stessa cosa accade all’uomo. La madre di famiglia della quale abbiamo parlato reagiva alla stessa maniera del cane di Pavlov, secerneva succhi gastrici inconsciamente per ingoiare i suoi astratti “bocconi amari”. E questo la portava ad avere una vera e propria gastrite cronica, con tutte le sue conseguenze.

.

Auspichiamo che la Medicina Ufficiale possa presto considerare l’uomo nella sua interezza di Corpo, Mente e Anima(intesa come sentimenti ed emozioni), e possa riconoscere le vere cause che generano le innumerevoli malattie moderne, cioè l’influenza della mente sul corpo nel creare la malattia o la guarigione.

.

Sebastiano.

.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: