LA MALATTIA COME STRUMENTO DI GUARIGIONE


.

MANUALE PER L’AUTOGESTIONE DELLA SALUTE – 4

.

(Articolo sulla Autogestione della Salute tratto da una preziosa monografia del medico igienista spagnolo, il dr.  Eneko Landaburu Pitarque).  

.

LA MALATTIA E’ UN COMBATTIMENTO CURATIVO INTELLIGENTE  DEL CORPO PER AUTOGUARIRSI

.

Dr Eneko Landaburu Pitarque

.

Quando il corpo è in uno stato di esaurimento psico-fisico e di intossicazione, l’Istinto di Conservazione reagirà saggiamente, risparmiando energie da un lato, per concentrare tutte le sue forze nell’opera di disintossicazione.

 .

A) Il Piano di Risparmio Energetico del nostro Sistema Immunitario:

 .

Il corpo interiorizza tutte le sue forze per dedicarsi completamente al compito di Pulizia Interna. Questo piano richiederà di aumentare la dose di riposo e ridurre quella di attività (compresa quella digestiva). Se il corpo non vuole spendere energie in altre funzioni avrà le sue buone ragioni, e sarà  meglio rispettare la sua saggia decisione.

 .

 CHIUSO PER RIPARAZIONI

 .

Ecco cosa succede mentre il nostro corpo è occupato nel processo di auto-disintossicazione: 

 .

* Debolezza muscolare: Ci si stanca facilmente anche a camminare o soltanto a stare in piedi.

.

* Ci viene  sonno dappertutto, soprattutto al mattino.

 .

* Bassa pressione sanguigna, Capogiri.

 .

* Mancanza di appetito, digestione difficile, si dimagrisce.

 .

* Stipsi, l’intestino si mette a riposo.

 .

* Estremità fredde.

 .

* Affaticamento della vista, udito sensibile, vertigini.

 .

* Pelle secca, caduta di capelli.

 .

* Scompaiono l’ovulazione e le regole.

 .

* Mancanza di appetito sessuale.

 .

 

B) Il Piano di Depurazione:

 .

1. Aumento di lavoro nei quattro filtri depuratori (Polmoni, Reni, Fegato, Pelle), con queste conseguenze:

 .

– Alito cattivo ( Polmoni).

.

– Urine scure con un odore forte, fuoriuscita di calcoli renali,  disagio durante la minzione (Reni).

.

– Coliche biliari, disgusto, nausea, vomito amaro, diarrea, mal di fegato (Fegato).

.

– Forte sudore che può irritare la pelle (Pelle).

 .

 

2. Febbre: Il corpo intensifica i suoi meccanismi di pulizia e di difesa,

innalzando la temperatura corporea: “Il fuoco purificatore”.

 .

 

3. Infiammazione o congestione: Il corpo sceglie un punto di forza che faccia da “Valvola di sicurezza”, per aiutare i quattro filtri ad evacuare le sostanze tossiche. Ecco cosa avviene:

 .

– Aumenta la circolazione del sangue nella zona infiammata o congestionata, per questo si gonfia, si riscalda, diventa rossa, duole e viene alterata la funzione di quel tessuto.

.

– Le Infiammazioni sono fastidiose, però curano. Grazie al dolore, il corpo ci avverte che qualcosa non va e che bisogna stare estremamente attenti.

.

– In caso di sintomi di congelamento delle mani, l’aumento della circolazione sanguigna è utile per risolvere il problema,  anche se doloroso.

.

– I depositi tossici possono essere evacuati soltanto  con un aumento della circolazione sanguigna,  anche se questo comporterà qualche disturbo.

 .

 

“Tutta la casa a gambe all’aria”

.

 

Creare un grande disordine per fare ordine.

 .

Quando vogliamo rinnovare la nostra casa, di solito mettiamo in preventivo  una pulizia completa, si programmano le varie riparazioni, si dipingono le pareti, si lavano i pavimenti, ecc. Ci sarà bisogno di trascorrere del tempo con qualche disagio, per tornare a godere di una casa più confortevole.

 .

Durante le crisi di disintossicazione che scatena il nostro corpo, possono manifestarsi gli inconvenienti sopra descritti e alcune fastidiose riprese di dolori vari, disturbi del sonno (insonnia o sonnolenza), irritabilità, le regole che arrivano in anticipo  o troppo abbondanti,  bocca amara,  lingua patinata, flatulenza intestinale o vaginale, disturbi visivi, ritmo cardiaco anormale, respirazione affaticata, ecc.

 .

Ci sarà anche  una perdita di peso (molto velocemente nei primi giorni, poi più lentamente):

 .

– Per la perdita delle sostanze tossiche e dell’acqua di ritenzione idrica.

 .

– Per la decisione del corpo di alimentarsi delle sue riserve.

 .

Questa saggia decisione dell’Istinto di Conservazione, di innescare Crisi Straordinarie di Pulizia, può avere luogo per varie cause:

 .

1. Perché la situazione di stanchezza e intossicazione è diventata insostenibile.

 .

2. Perché le circostanze del momento sono favorevoli per iniziare una crisi depurativa.  Sono migliorate le condizioni di vita, ed il corpo si sente abbastanza forte per innescare una crisi disintossicante,  per migliorare lo stato generale di salute.

 .

A volte può capitare  nell’andare in vacanza, abbandonando per un po’ lo stress della città, o smettendo di assumere alcune droghe (alcol, caffè, tabacco, ecc.) o migliorando la vostra dieta.

 .

E’ molto comune in questo periodo qualche effetto collaterale:

 .

– Mal di testa per astinenza da caffè.  

 .

– Tosse e stato ansioso per il fumatore che smette di fumare.

 .

– Comparsa di tremori, delirio o convulsioni  smettendo di bere alcolici.

 .

– Starnuti, naso che cola, diarrea, dolori muscolari e insonnia smettendo con l’eroina.

 .

3. Perché il corpo ha bisogno di effettuare nuove regolazioni per adattarsi a nuove situazioni (cambiamenti climatici,  processi di crescita,  gravidanza, cambiamenti ormonali, ecc.).

 .

4. Per altri motivi a noi sconosciuti.

 .

 RIASSUMENDO:

 .

– La malattia è una reazione di difesa del corpo che tenta di autoguarirsi. 

.

– In questo processo di autoguarigione il corpo si mette a riposo per indirizzare tutte le sue energie alla disintossicazione.

.

– In questa fase di disintossicazione possono manifestarsi dei disturbi che sono la conseguenza dello smaltimento delle sostanze tossiche.

 .

Sebastiano.

.

UNO STILE DI VITA OLISTICO


.

MANUALE PER L’AUTOGESTIONE DELLA SALUTE – 3

.

TUTTO E’ RELAZIONATO CON TUTTO

.

(Articolo sulla Autogestione della Salute tratto da una preziosa monografia del medico igienista spagnolo, il dr.  Eneko Landaburu Pitarque).

 .

Dr Eneko Landaburu Pitarque

.

Per capire i tuoi malesseri e dargli una risposta adeguata, impara a guardare al di là del sintomo,   ad avere una visione d’insieme e andare alla radice del problema.

 .

“Tutti per uno e uno per tutti”

 .

Tutte le parti del corpo sono in stretta ed intima comunicazione e collaborazione. L’energia viene distribuita nel corpo in modo intelligente secondo le esigenze più urgenti del momento. Qualche esempio: se si fa un pasto pesante, la digestione assorbirà per se  tutta l’energia che le serve e lascerà  le altre parti del corpo senza (sonnolenza, debolezza muscolare, e a volte estremità fredde, saranno il segnale di mancanza di energia in alcune parti del corpo). Se invece, dopo aver mangiato, si fanno grandi sforzi, questa volta sarà la digestione a fermarsi per mancanza di energia, gli alimenti finiscono per imputridirsi  nello stomaco e negli intestini e si convertono in una fonte di intossicazione.

.

In quel momento, tutte le altre parti del corpo rimangono debilitate, per permettere al nostro organismo di concentrare tutte le forze sull’urgenza della disintossicazione, che si potrà manifestare con vomito, diarrea, febbre, sudorazione fredda, ecc. Se invece l’intossicazione proviene da una bevanda alcolica, da una ubriacatura, allora il corpo ti chiederà di “dormirci sopra”, in modo che le energie del corpo possano concentrarsi sulla pulizia interna per lo smaltimento delle sostanze alcoliche.

 .

Il dettaglio è un riflesso del tutto

 .

Una tonsillite, una colica renale, un tumore uterino, una eruzione cutanea, ecc. non sono dei disturbi localizzati, ma sono un riflesso dell’esaurimento e dell’intossicazione di tutto l’organismo. Perciò non basta prestare attenzione e cure al disturbo locale, ma bisogna cercare di migliorare la situazione di tutto il corpo.

 .

La mente e il corpo sono uniti

 .

Se hai paura,  provi tensione e stress, ed i primi che ne risentono sono i nervi dello stomaco, il quale altera i suoi succhi gastrici e finisce per produrre un’ulcera digestiva. Inoltre la paura non ti lascia tranquillo, non ti lascia dormire, ti fa perdere il tuo auto-controllo (che si manifesta col mangiare più del solito, bere, fumare, ecc.). Tutto questo indebolisce e avvelena il corpo. Perciò tieni conto che i disturbi fisici ti influenzano anche psicologicamente. Il dolore e la debolezza ti fanno sentire inutile,  colpiscono il tuo umore e la tua autostima, ed degradano il tuo stato generale di salute.

 .

Passato – Presente – Futuro : sono in stretta comunicazione

I disturbi che accadono oggi, possono essere il risultato finale di un intera vita. La spiegazione di ciò che soffri oggi la puoi trovare nel tuo passato. Il maltrattamento subito dal nostro corpo può iniziare dai primi nove mesi che abbiamo trascorso nel grembo materno. Quindi, al momento della nascita potrebbe essere necessario che si scateni qualche crisi depurativa. Le malattie croniche che soffriamo da grandi, possono essere il risultato delle infermità acute represse con i farmaci, quando eravamo piccoli.

. 

La nostra personalità di adulti è un riflesso di come siamo stati educati.

.

La nostra salute  in parte dipende dalla società in cui si vive.

Tutti gli esseri umani siamo strettamente relazionati.

. 

L’atteggiamento e il comportamento di una persona influenza le altre persone che la circondano, e non solo, ma può anche innescare una reazione a catena che colpisce, in bene o in male, persone che vivono molto lontano.

. 

Alcuni vivono nel lusso e  sperperano, e di conseguenza altri vivono in ristrettezze e  miseria, ammazzandosi di lavoro. I paesi ricchi consumano grandi quantità di petrolio, che fanno aumentare la quantità di anidride carbonica nell’atmosfera e salire la temperatura. Per rinfrescarsi, il pianeta ha bisogno di tanto in tanto di creare uragani che fungono da ventilatore, nei paesi poveri tropicali.

. 

L’inquinamento ambientale, gli scontri armati, le diverse discriminazioni, l’insufficienza di posti di lavoro, la criminalità in aumento, le credenze sociali e le leggi … in ultima analisi possono influenzare il vostro benessere.

. 

E poi le dittature: siccome lasciamo tutto in mano dei governanti, un giorno all’improvviso il tuo amato figlio viene precettato dall’esercito per essere mandato a combattere una guerra della quale si ignorano i veri motivi.

 .

Gli esseri umani facciamo parte della Natura.

Ciò che nuoce alla salute umana, danneggia anche la Natura.

.

 

Il consumo esagerato di carne ostruisce le nostre arterie con il colesterolo in eccesso, il quale  può danneggiare il cuore o il cervello con un infarto o un ictus. Mentre la deforestazione richiesta per creare nuovi pascoli e per la produzione di più foraggio per gli animali da carne, favorisce la desertificazione.

. 

Tutto ciò che danneggia la Natura, finisce per danneggiare anche noi.

. 

Tutto ciò di cui abbiamo veramente bisogno esiste già in Natura. Inquinare e contaminare l’ambiente in cui viviamo significa trasgredire  due Leggi fondamentali della Natura: avvelenare l’aria che respiriamo e il cibo che mangiamo.

 .

Se tu cambi, la società cambierà

 .

Se cambi il tuo atteggiamento e le tue abitudini di consumatore, potrai ispirare e contagiare altri a cambiare. E quando si raggiunge un certo numero di persone che pensano e vivono con più rispetto verso la Natura, la società diventerà più umana ed il nostro pianeta più vivibile.

. 

Sebastiano.

.

IL RIPOSO DISINTOSSICA IL CORPO


.

MANUALE PER L’AUTOGESTIONE DELLA SALUTE – 2

.

IL RIPOSO PURIFICA, LA FATICA INTOSSICA

.

(Articolo sulla Autogestione della Salute tratto da una preziosa monografia del medico igienista spagnolo, il dr.  Eneko Landaburu Pitarque).

.

dr.  Eneko Landaburu Pitarque

.

 

Le nostre cellule si ripuliscono soltanto durante il riposo.

 .

Il cervello e i nervi, gli occhi e le orecchie; il cuore, le arterie e le vene; i bronchi e i polmoni; lo stomaco e gli intestini, il fegato ed i reni;  i muscoli e le ossa; le ghiandole; ecc. sono tutti formati da cellule.

 .

Il nostro corpo è costituito da 100.000 miliardi di cellule, che hanno forme e funzioni  diverse : quelle della pelle, dei muscoli, delle ossa, quelle connettive, della cartilagine, dei neuroni, dei grassi, del sangue, delle ghiandole, del fegato, del sesso, ecc.

 .

 Ogni cellula ha un lavoro specifico da fare. E per funzionare bene ha bisogno di:

.

 

1. PRELEVARE NUTRIMENTO DAL SANGUE:

 .

– Attraverso l’ossigeno che entra nei polmoni.

 .

– Attraverso le sostanze nutrienti, che entrano per  l’apparato digerente.

 .

 2. ELIMINARE  LE SOSTANZE TOSSICHE DAL SANGUE 

 .

–  Che si producono all’interno come risultato dell’attività del corpo: urea, acido urico, acido lattico, anidride carbonica, creatinina, acetone …

 .

– Che vengono introdotte dall’esterno: i gas tossici del fumo delle sigarette, i gas di scarico delle auto, le ciminiere delle fabbriche e degli inceneritori di immondizia; nicotina, caffeina, alcool, additivi chimici, droghe, farmaci (compresi quelli a base di erbe), vaccini, ecc. È durante il riposo il tempo in cui le cellule hanno la possibilità di rimuovere queste sostanze tossiche dal sangue.

 .

RIASSUMENDO:

 .

Le cellule prendono ossigeno e sostanze nutrienti dal sangue. Poi il sangue viene depurato delle sostanze tossiche dai quattro Filtri del nostro corpo, cioè:

 .

1. I Polmoni, attraverso la respirazione.

.

2. Le Reni, attraverso l’urina.

.

3.La Pelle, attraverso il sudore.

.

4. Il Fegato, attraverso la bile.

 .

L’ attività  carica le cellule di tossine, il riposo le purifica.

. 

Dopo una notte di riposo, le nostre cellule sono più pulite di prima di andare a letto. Quando il riposo non è sufficiente rispetto alle fatiche della giornata, le cellule non hanno la possibilità di liberarsi di tutti i rifiuti, e rimangono intossicate. La loro vivacità viene ostacolata e si vanno deteriorando prematuramente. Senza riposo, non è possibile nessuna attività.

 .

Riposando il tempo necessario possiamo fare più lavoro ed in maniera migliore.

 .

Il corpo trae la propria forza da tre elementi:

 .

a. Dall’ossigeno dell’aria.

.

b. Dagli alimenti.

.

c. Ma soprattutto dal riposo.

 .

Quando un atleta alla fine della competizione rimane senza forze, o quando noi stessi ci sentiamo stanchi alla fine di una giornata faticosa, ciò non è dovuto alla mancanza o all’insufficienza di cibo o di ossigeno, ma  all’accumulo eccessivo delle tossine derivanti dalla fatica e dallo stress. Bastano otto ore di sonno riparatore e le forze ritornano, anche se non abbiamo mangiato neanche un solo boccone. Quando i rifiuti tossici vengono evacuati, ci viene restituita la vitalità. Quando si è stanchi, ci rimangono poche forze per fare una buona digestione. Quindi, in questi casi è meglio riposare prima di mangiare, può bastare anche un breve pisolino.

 .

Gli stimolanti sono sostanze tossiche che irritano il sistema nervoso.

 .

L’errore più comune è di prenderli quando si è stanchi, ciò  significa aumentare la fatica e l’intossicazione. I più comuni sono il caffè, il tè, il cacao, il cioccolato, le bibite a base di cola, cocaina, aspirina, ginseng, guaranà, ecc.

 .

Gli stimolanti sono tutte sostanze ingannevoli:

. 

Sembra che ti ridiano le forze, mentre ti stanno rubando le poche che ti restano. Ti nascondono la fatica, non la senti. E così continui nei tuoi sforzi, quando invece avevi bisogno di riposare. E’ come dare un colpo di frusta a un cavallo stanco: galopperà ancora più forte, ma poi cadrà stremato, mettendo a repentaglio la sua stessa vita.

 .

Non prendere stimolanti: Una ritirata al tempo opportuno vale una vittoria per il tuo corpo.

 .

Il riposo è una necessità inevitabile che non può essere sostituita né da stimolanti né da alimenti energetici. E’ molto meglio sostituire gli stimolanti con un breve periodo di riposo.  A volte, bastano solo 5 o 10 minuti di riposo per recuperare le forze, possibilmente distesi, al buio (o con gli occhi chiusi),  nel silenzio (o tappandosi le orecchie). Si tratta di dare riposo al tuo sistema nervoso, riducendo gli stimoli esterni che entrano attraverso i sensi. Se non riposiamo, la fatica si va accumulando e le nostre prestazioni vanno degradando sempre più.

. 

Pause brevi e frequenti

 .

Se ci prendiamo delle pause frequenti possiamo realizzare molto più lavoro ed avremo bisogno di meno sonno durante la notte. Impara dal tuo cuore, che realizza un sacco di lavoro durante tutta la vita, senza mai fermarsi nè di notte, né nei giorni festivi, né per le vacanze, e ottiene questo rendimento riposando dopo ogni contrazione. Il periodo di pompaggio del sangue ammonta per un totale di solo 9 ore al giorno, mentre i periodi di riposo ammontano per un totale di 15 ore.

 .

Riposati prima di arrivare a stancarti (non lavorare forte per oltre un’ora e mezza).

 .

Ma soprattutto riposati quando ti senti stanco.

 .

Quanto più intenso è il lavoro, quanto prima avrai bisogno di riposarti.

 .

ESAURIMENTO = INTOSSICAZIONE

 .

Ogni corpo ha i suoi limiti, la sua capacità di resistenza. Se si supera questo limite, subentra l’esaurimento fisico. Ci sono organismi che resistono più di altri allo sforzo fisico e allo stress. Non ci sono due corpi uguali, né ci sono due corpi che vivono le stesse circostanze. E’ impossibile fare confronti. Non si può nemmeno confrontare il proprio corpo con quello che si aveva qualche anno fa. Alla nascita riceviamo una carica di energia per un certo numero di anni di vita (qualcuno dice che riceviamo una carica energetica iniziale che dovrebbe durare oltre cento anni). Però, se non riusciamo a trattare bene il nostro corpo, trasgredendo le più elementari regole del gioco della vita, possiamo esaurire questa carica anzitempo.

 .

L’esaurimento psico-fisico ci fa ammalare perché ci avvelena.

 .

Se si rompe l’equilibrio attività-riposo (troppa attività  o riposo insufficiente), si dà luogo all’esaurimento, perchè alle cellule, durante il riposo, non le si dà il tempo sufficiente per rimuovere tutti i rifiuti tossici che si sono accumulati in esse.

 .

La pulizia del nostro corpo ha due fasi:

 .

1 °) Evacuazione delle sostanze tossiche, che da dentro le cellule vengono convogliate nel flusso sanguigno.

 .

2 °) Questo sangue impuro, si dirige verso i quattro filtri del corpo (Reni, Pelle, Fegato e Polmoni), dove vi si rimuovono le sostanze tossiche per espellerle fuori dal corpo attraverso l’urina, il sudore, la bile e la respirazione.

 .

E’ un errore pretendere di pulire il corpo obbligandolo:

. 

– a cagare (con lassativi e clisteri),

.

– a pisciare (bevendo molti liquidi o assumendo diuretici) 

.

– a sudare (servendosi di fonti di calore).

. 

Tutto questo non è che l’ultima fase della pulizia ed anche la più superficiale. Il corpo sa quando è il momento giusto per fare queste cose, e  forzarle significa  aggiungere nuova attività cellulare a quella in corso ed aumentare la produzione di sostanze tossiche.

 .

Anche se molti medici dicono che bere molta acqua aiuta a rimuovere le tossine attraverso i reni, tuttavia, bere eccessivamente senza aver sete significa sovraccaricare di troppo lavoro i reni, inutilmente.

 .

Quello che permette al corpo di fare una disintossicazione profonda, che sta desiderando tanto, è di lasciarlo in pace, smetterla con ogni tipo di abuso farmacologico e lasciarlo riposare.

 .

Le due fonti di intossicazione.

 .

L’origine interna (prodotta all’interno):

 .

Le cellule muoiono naturalmente ed i loro resti devono essere espulsi. Le cellule producono rifiuti tossici a causa della loro attività. Lo sforzo muscolare produce molto acido lattico, che, se non viene completamente evacuato, cristallizza e dà dolori muscolari simili a punture. Quando si conduce una vita stressante,  anche questa è un’altra fonte interna di intossicazione, giacché una tensione nervosa continuata produce altri rifiuti tossici che si vanno a sommare a quelli  muscolari, impedendone la completa evacuazione. Le più note scorie metaboliche sono: acido urico, urea, creatinina, acido lattico, acetone, anidride carbonica, ecc.

 .

L’origine esterna ( quella che viene da fuori):

 .

Molti di questi elementi sono ancora più pericolosi, in quanto essendo nuovi nel nostro pianeta, i nostri corpi non sono geneticamente preparati a combatterli.

 .

a. Per i polmoni: respirando aria contaminata

 .

– nel luogo di lavoro (i pesticidi nelle campagne; gas e polveri nell’industria).

 .

– a casa (prodotti per la pulizia, insetticidi, vernici, colle, ecc).

 .

– sulla strada (fumo di sigarette, dei tubi di scarico delle auto, delle ciminiere delle fabbriche, degli inceneritori di rifiuti, ecc.

 .

b. Nel tratto digestivo:

 .

– Per l’ingestione di acqua contaminata da piombo, cloro, fluoro.

 .

– Per mangiare alimenti in putrefazione come carne e pesce (le intossicazione alimentari).

 .

– Per il fermentare dei cibi nell’apparato digerente, per mangiare troppo, per fare troppe miscele di cibi,  per stare in tensione durante i pasti  o per compiere sforzi eccessivi dopo aver mangiato.

 .

– Per i pesticidi, i conservanti, gli aromi e altri additivi chimici. Veleni che si sviluppano alla morte degli animali (carne e pesce). Saporizzanti  di uso comune come il sale (anche marino), l’aceto, il solfuro di allile presente in aglio e cipolla ( che se ti raggiunge gli occhi ti fa piangere), l’olio caldo (la frittura) e molte spezie.

 .

– Per Droghe Legali: Nicotina, Alcol e Stimolanti vari presenti nel caffè, nel tè, nel cacao, nel cioccolato, nelle bibite a base di cola, negli integratori, guaranà, ginseng, ecc.

 .

– Per Droghe Illegali: tipo marijuana, hashish, eroina, cocaina, ecstasy, ecc.

 .

– Per Droghe Medicinali: nei Farmaci, nei vaccini, nei test di diagnostica e le sostanze tossiche naturali presenti nelle piante medicinali.

 .

C – Attraverso la pelle:

. 

– Iniezioni, pomate, cerotti, esposizione alle radiazioni ionizzanti (raggi X, radioterapia, perdite radioattive, inquinamento elettromagnetico, torri di alta tensione, apparati elettrici, ecc.)

 .

Siamo esposti a più di 80.000 diverse sostanze chimiche

 .

Nell’era industriale, siamo esposti a più di 80.000 diverse sostanze chimiche e ogni anno se ne aggiungono più di mille. Non tutte le sostanze tossiche sono ugualmente dannose. Di 7.000 sostanze chimiche che sono state studiate, più di 750 si sono dimostrate cancerogene nelle sperimentazioni con animali. Sono state identificate 51 sostanze che vengono chiamate “interferenti endocrini”, perché ingannano il corpo,  assomigliando agli ormoni che esso produce.

. 

Il danno che possono produrre tanti prodotti chimici diversi messi insieme, ed il loro accumulo nel corso degli anni,  è incalcolabile.

. 

Tutte le sostanze “non gradite”,  devono essere neutralizzate, trasformate ed espulse dal nostro corpo. E quando non ci è possibile rimuoverle, tratteniamo acqua (Ritenzione Idrica) per diluirle oppure le depositiamo nel grasso per evitare ulteriori danni.

 

Sebastiano.

.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: