AUTOGUARIGIONE, CERVELLO E SISTEMA IMMUNITARIO


.

Il processo di Auto-guarigione è innato

 .

Tutti gli esseri viventi sono intrinsecamente attrezzati da Madre Natura per vivere una vita autosufficiente e in buona salute. La cattiva salute è uno stato innaturale. A meno che un essere vivente sia privo di qualche organo essenziale o che abbia subito lesioni irreversibili, esso è sempre pronto per essere liberato da ogni tipo di malattia. Il processo di Auto-guarigione di un organismo è un automatismo presente in ogni sistema vivente, proprio come il processo di respirazione, digestione,  secrezione o di riproduzione.

 .

La salute è uno stato normale.    

.a…

La salute è uno stato normale e naturale della vita, perché è armonia ed equilibrio. È omeostasi. Che cosa è  che rende l’uomo  diverso dalle altre creature viventi in materia di salute? La risposta è soprattutto nell’atteggiamento emotivo, e nell’incapacità dell’uomo di utilizzare completamente tutte le potenzialità del cervello umano per vivere una vita più sana e più felice!

.

due gruppi  di persone

.

 Nel mondo vi sono principalmente due gruppi  di persone:  quelli che credono che la loro vita è controllata completamente da influenze esterne e quindi fuori dal loro controllo e quelli che credono che tutto ciò che le accade  è principalmente auto generato da se stessi e perciò in qualche maniera controllabile.

.

 Tipi “Interni” e tipi “Esterni”

.

I secondi, chiamiamoli “Interni”, tendono ad essere persone più sicure di sé, più ricche d’inventiva, meglio educate, più adattabili alle varianti della realtà e più facilmente in grado di evitare o abbandonare le dipendenze esterne.

.

Gli “Esterni” sentono che i loro destini sono nelle mani di altri, del loro ambiente o semplicemente credono che tutto è una questione di fortuna o di sfortuna. Essi tendono ad essere individui sospettosi, rassegnati, meno creativi e meno orientati a conquistarsi una posizione di leadership nella società. Gli esterni sono  anche molto più numerosi degli interni in percentuale della popolazione generale.

.

 Forse, è per assecondare questi bisogni delle persone esterne che c’è un notevole proliferare di guru e di  moderni stregoni. Del resto se ci sono tante pecore da tosare, giocoforza debbono sorgere anche i tosatori.

.

l’effetto placebo

.

I medici hanno  comprovato la realtà dell’effetto placebo nei i loro esperimenti di controllo dei nuovi farmaci, cioè come i pazienti reagiscono altrettanto fortemente alle pillole di zucchero come fossero pastiglie reali. La domanda sorge spontanea: ma perchè  non viene utilizzato a fini terapeutici  l’effetto favorevole che ha la mente sul corpo attraverso il potere di una credenza ?

.

effetto nocebo

.

 L’effetto nocebo è invece un termine che definisce l’effetto negativo che può derivare sul corpo a causa del potere di una credenza distruttiva. L’effetto nocebo si ha quando si dà un normale farmaco “efficace” ad un paziente, ma non si ottiene la risposta sperata, perché il medico ha convinto il paziente che il farmaco sicuramente non avrebbe funzionato, o che questo farmaco non era abbastanza potente,  o che, secondo lui, era solo acqua colorata.

..

Tutto ciò che può servire come un nocebo, proprio come qualsiasi cosa, può servire anche come un placebo: il  nome del farmaco, la sua provenienza, la sua fama, i modi del medico nel presentarlo, la pubblicità sui mezzi di comunicazione, un’etichetta convincente, ecc.  Per esempio illuminante: se ci viene detto di avere una grave malattia cardiaca, e ci si crede, si potrebbe facilmente ricreare tutti i sintomi o addirittura morire di essa, anche se poi si è constatato che i risultati dei test di laboratorio sono stati erroneamente scambiati con quelli di un altro  paziente. Questo è il terribile potere del pensiero sul nostro corpo, sta a noi comprenderlo ed utilizzarlo per il nostro benessere.

.

sintomi psicosomatici e Ippocrate

.

Supponiamo per un momento che l’unica ragione per cui qualcuno ha o non ha un effetto “curativo” tramite un metodo terapeutico è a causa della sua credenza in merito a questa terapia! Purtroppo, questa, che è più che una supposizione, viene semplicemente scartata a priori dalla classe medica ufficiale.

..

Eppure gli studenti della facoltà di medicina imparano molto presto che il 70% o più di tutti i loro futuri pazienti lamenteranno in primo luogo sintomi psicosomatici, ma poi quando diventano medici  sottovalutano o trascurano volutamente l’importanza della mente nella guarigione del corpo, tuffandosi a capofitto sulla farmacologia e sul loro prezioso ricettario.

.

C’è sempre una medicina per ogni malattia, sempre e comunque. Che brutto modo di fare il medico! Eppure Ippocrate, il padre riconosciuto della medicina, lo aveva già detto: “E’ più importante sapere che tipo di persona ha una malattia che conoscere che tipo di malattia  una persona ha.”

.

Mesmer e gli ipnotizzatori

.

Ormai è passato molto tempo da quando Mesmer e gli ipnotizzatori hanno dimostrato il potere della mente per controllare il dolore del corpo. Purtroppo, la maggior parte delle persone continuano a credere che le loro vite sono controllate da influenze esterne, e ciò fa sì che si affidino ciecamente ad una fonte esterna, sottoforma di trattamento o di cura per qualsiasi malattia.

.

Auto-guarigione e guarigione per fede hanno quindi qualcosa in comune.

.

Gli Interni credono che la loro guarigione è largamente auto-generata, mentre per gli esterni è più facile credere in qualcosa o in qualcuno al di fuori di se stessi come la causa principale per il processo di guarigione. Quello che è certo, è che entrambi stanno attingendo dallo stesso pozzo  interno della salute, ma da prospettive diverse.

.

la Christian Science di Mary Baker

.

I Professionisti della Christian Science di Mary Baker rifiutano ogni forma di cura medica e gli interventi chirurgici anche su malattie gravi,  persino il cancro, a causa della loro struttura di credenze riguardo la supremazia della Mente sulla Materia, tramite la  connessione al Divino. Perché credono questo? Come si possono ridurre o eliminare i disturbi attraverso la connessione alla Sorgente Interiore della Vita? Prima di tutto, si dovrebbe avere la netta consapevolezza o conoscenza che ogni particella e atomo nell’universo è collegata in qualche modo a ogni altra particella.

.,

Con il semplice potere di  visualizzazione del pensiero, è possibile riorganizzare gli atomi nel nostro corpo per riprodurre una condizione ottimale di salute. È possibile  integrare e modificare consapevolmente la nostra struttura cellulare attraverso il potere dei nostri pensieri. È possibile visualizzare la malattia in regressione, finché il sistema escretore se la porta via. Questo processo di immaginazione poi si trasforma in realtà.

.

Psiconeuroimmunologia (PNI)

.

 Nel 1975, il dottor Robert Ader dell’Università di Rochester, ha coniato il termine psiconeuroimmunologia (PNI) per descrivere l’azione di come la mente influenza il corpo. La PNI si addentra nel regno dei  percorsi neurologici che collegano il sistema immunitario e il cervello. Quando c’è disarmonia nell’interscambio tra mente e corpo, si manifesta la malattia fisica e mentale, anche se inizialmente solo a livello psicosomatico.

.

Perché le persone  variano così tanto tra di loro nel modo in cui rispondono alla malattia? 

.

La ricerca ha dimostrato che ci sono differenze di corredo genetico, nutrizionali e  di mente. Anche se l’ingegneria genetica sta facendo qualche progresso medico e rimane campo dei ricercatori addetti, i cambiamenti nutrizionali e comportamentali possono essere invece affrontati in proprio da chiunque si dia la briga di informarsi in proposito. Modificando l’alimentazione e l’atteggiamento personale, alcune persone colpite da cancro o AIDS, hanno effettivamente visto regredire o perfino scomparire  tale malattia dal loro organismo.

.

.

Scegliere di esprimere soltanto emozioni e pensieri  positivi

..

Queste persone scelgono di esprimere le proprie emozioni e pensieri solo in positivo.  Decidono di essere onesti con se stessi e con gli altri, e di fare solo ciò che sentono li renderà felici. Facendo ciò che ti rende felice, non interiorizzi le emozioni distruttive che possono aiutare a sviluppare  malattie fisiche e disturbi mentali. Esprimere se stessi positivamente diventa una liberazione.

.

Paure, blocchi e dubbi vengono sostituiti con il coraggio di vivere e rispondere alle avventure e alle sfide di ogni nuovo giorno. Mettendo in pratica le cose che potenziano il Sistema Immunitario, la meditazione, l’immaginazione guidata, auto-ipnosi, le affermazioni positive, il rilassamento, la respirazione profonda e la comprensione per esprimersi meglio, si può davvero ottenere un’ottima salute.

In verità, esprimere i propri sentimenti in maniera positiva e  amare se stessi può già stimolare il Sistema Immunitario naturalmente e rapidamente. Un più forte Sistema Immunitario può a sua volta sconfiggere gli invasori patogeni del corpo e anche darvi una migliore risposta alle sfide dell’età.

Dal momento che l’atteggiamento emotivo ha un rapporto diretto con il vostro Sistema Immunitario, una persona che esprime felicità, risate, amore, simpatia e disponibilità, è molto meno probabile che contragga una malattia rispetto ad una persona che manifesta collera, paura, dubbi e rancore, oppure è odioso, depresso o preoccupato. Perché?

.

Perché un atteggiamento emozionale  positivo  è più in armonia con la buona salute, mentre  un atteggiamento negativo è una porta spalancata alla cattiva salute. E ‘anche interessante notare come questo concetto è semplicemente questione di buon senso per una persona internamente guidata, ma è ritenuto assolutamente assolutamente ridicolo per uno esterno.

.

 Che cosa danneggia il Sistema Immunitario? Che cosa favorisce il Sistema Immunitario? 

.

Se si potesse misurare con uno strumento, il Sistema Immunitario mostrerebbe variazioni da un giorno all’altro, da un momento all’altro, a seconda dei pasti e anche tra un pensiero e un altro. La resistenza alla malattia, è assodato, varia anche in relazione alla forza del vostro Sistema Immunitario.  Pensieri positivi,  alimenti naturali, immaginazione guidata, affermazioni positive, erbe, esercizio fisico, sole, etc.  tutte queste cose  influenzano in modo benefico il vostro Sistema Immunitario .

.

In uno studio su donne con cancro al seno, è stato rilevato che quelle che vedevano se stesse come ricevere forze dall’interno o avere un supporto da una attitudine mentale positiva, hanno avuto una maggiore reazione del Sistema Immunitario alla malattia e sono vissute due volte più lungo di quelle che  avevano come unico sostegno la cura farmacologica.

.

La PNI è la nuova scienza che potrebbe benissimo rivoluzionare le cure mediche. 

.

Una persona  felice, fiduciosa, amorevole, con una struttura positiva della mente, che fa leva sulle potenzialità del proprio cervello, vive certamente più sana e felice di una persona sempre arrabbiata, impaurita, depressa, perennemente immersa in uno  stato d’animo negativo. Anche se la funzione del cervello sta appena iniziando a essere meglio compresa, la ricerca ha dimostrato che le aree cerebrali superiori del cervello sono le più coinvolte con gli stati d’animo positivi che con gli stati d’animo negativi.

..

Robert Ornstein e David Sobel propongono nel loro libro, The Brain Healing, che il ruolo principale del cervello è ” mantenere la salute nella mente e nel corpo”.  C’è un legame tra il potenziale inutilizzato del cervello, uno stile di vita negativo e  la cattiva salute! Facendo leva sulle potenzialità del cervello più in modo olistico si permetterebbe alle persone di condurre una vita più sana e felice! PET, TAC e risonanza magnetica  hanno rivelato una minore attività metabolica del cervello in  individui gravemente depressi o malati mentali.

.

Cancro al cervello,  morbo di Alzheimer, morbo di Parkinson e demenza senile sono malattie del cervello in aumento sproporzionato rispetto all’aumento della popolazione degli Stati Uniti. E’ possibile che il mancato  utilizzo del cervello contribuisca allo sviluppo di tali malattie?

.

Come  per rivitalizzare la vostra condizione generale di salute

.

 Ecco un semplice esercizio per rivitalizzare la vostra condizione generale di salute. Assumere una posizione comoda e rilassata e prendere alcuni respiri profondi e addominali. Chiudete gli occhi e rilassate tutte le parti del corpo progressivamente dalla punta dei piedi fino alla testa. Cominciate a respirare lentamente attraverso il naso e dire a voi stessi: “Io sto respirando  vitalità, salute, energia positiva”.

.

Visualizzate una corrente positiva brillante, di colore giallo dorato, energia che fluisce attraverso di voi, con una sensazione di formicolio, e irradia da tutti i pori nel vostro corpo. Sentitevi come  riempiti  d’amore e di apprezzamento per voi stessi, di gioia e compassione, di perdono e soddisfazione. Ora lentamente espirate attraverso la bocca e dite a voi stessi: “Io sto espirando tossine devitalizzate ed  energia negativa”.

.

Visualizzate adesso una corrente negativa, un’energia azzurra, che viene espulsa dal corpo. Sentite che state lasciando andare via ogni paura, rabbia, senso di colpa, depressione, preoccupazione, solitudine ed emozioni dannose. Visualizzate voi stessi come un completo  corpo-mente sano e gioioso.

.

Notate la nuova chiarezza mentale, e assaporate l’esperienza della libertà, della gioia e  della fiducia nei vostri mezzi. Eseguite questa tecnica energizzante almeno 10 minuti all’inizio di ogni giorno oppure ogni volta che ne sentite il bisogno. Ne trarrete ogni volta immediati benefici.

Sebastiano

.

TIROIDITE E FARMACI: TUTTO SULLA TIROIDE


.

LA SCIENZA DELLA SALUTE E LA SCIENZA DELLA MALATTIA  

 .
.

L’Igiene Naturale è la Scienza della Salute

.

Essa si occupa della Salute, il suo scopo è di insegnare alla gente a collaborare con il proprio corpo ad autoguarirsi naturalmente, quindi senza uso di farmaci e neanche di rimedi naturali. L’Igiene Naturale parte dal presupposto che il nostro corpo possiede un potente Meccanismo Intelligente di AutoGuarigione, un Sapiente Medico Interno, che è il nostro Sistema Immunitario, che si occupa di ristabilire le condizioni ottimali di Salute.

.

Non esistono migliaia di diverse malattie ognuna col loro nome diverso, come pure non esistono nel corpo organi inutili da poter eliminare alla prima occasione. La Tiroide, L’Appendice, le Tonsille, tanto per fare qualche esempio, non sono degli organi inutili. Se il Creatore del Progetto Uomo li ha messi nel corpo è perchè svolgono un compito importante ed indispensabile per il corretto funzionamento del corpo intero.

.

L’Igiene Naturale interviene sulla causa della malattia, non agisce sul suo sintomo, cercando di nasconderlo o di mascherarlo. Ora, a parte i traumi degli incidenti della vita, la causa della malattia è sempre una, e si chiama Tossiemia, che significa intossicazione del sangue e dei tessuti. Ora il corpo umano ha in sè una certa tolleranza nel gestire il grado di Tossiemia che si va ad accumulare nel corpo, superato quel limite di tolleranza si va incontro ad una intossicazione palese che si manifesta sottoforma di una malattia alla quale la Medicina Ufficiale assegna un nome preciso.

.

Perciò, come dicevamo, per l’Igienismo non esistono migliaia di malattie, ma una sola causa di malattie chiamata Tossiemia o Intossicazione. E se c’è una sola causa di malattie, c’è anche un solo rimedio, che è la disintossicazione del nostro organismo per permettere al Sistema Immunitario di ristabilire lo stato di salute ottimale.

.

Lo stato di Salute è la norma, lo stato di malattia è una reazione del nostro corpo intossicato che cerca di ripristinare la salute, come è nella sua mission. Perciò la domanda è d’obbligo: Da dove proviene la Tossiemia? come si fa ad intossicarsi il sangue ed i vari tessuti? Risposta rapida ed elementare: due sono le principali componenti intossicanti:

 .

Uno psicologico: Lo Stress della vita.

 .

Il secondo esterno: Il cibo non adatto al nostro corpo, l’aria inquinata che respiriamo, l’acqua inquinata che beviamo, l’inquinamento radio-acustico.

 .

Come possiamo difenderci? Purtroppo riguardo l’aria, l’acqua, e le onde elettromagnetiche a livello individuale possiamo fare ben poco. Possiamo invece ben difenderci per quanto riguarda lo Stress e l’Alimentazione. Riguardo lo Stress possiamo adottare il Pensiero Positivo. Smettere di lamentarci da mattina e sera di tutto e di tutti.

.

Lamentarci del tempo, del traffico caotico, delle file di attesa, del lavoro, dei capi, del governo, etc. etc. Lo stress che accumuliamo in questo modo non ci snerva soltanto a livello mentale ed emotivo, ma ci crea delle vere e proprie tossine fisiche, ed indebolisce le nostre difese immunitarie, e quindi ci rende più vulnerabili ad ogni minimo contagio.

 .

Spazio ancor più ampio ed importante ha l’Alimentazione.

 .

Un’Alimentazione disordinata, basata unicamente sul piacere del palato, senza pensare ai danni che può provocare un’alimentazione protesa esasperatamente a creare i gusti più deliziosi, è la prima e maggiore causa di intossicazione. I cibi cotti in genere tengono impegnato il nostro apparato digerente il doppio di tempo dello stesso cibo se mangiato crudo. Inoltre il cibo cotto, proprio a causa della cottura perde dal 50%  all’80% dei suoi nutrienti.

.

I cibi più intossicanti per il nostro corpo sono le carni e pesci di ogni tipo, salumi e mortadelle, latte e formaggi, sale e zuccheri raffinati, farine bianche devitalizzate, caffè e the, alcool e vino, oltre a sigarette ed altre simili cose. Praticamente sono quasi tutti i cibi che consumiamo giornalmente. Questi cibi sono causa di costipazione, stitichezza, ritenzione idrica, e digestioni lunghissime e pesanti.

.

E quando il cibo staziona ore e ore negli intestini, va in decomposizione ed avvelena il sangue, che porta queste tossine ai tessuti. Poi quando questo intossicamento supera il livello di sopportazione del nostro corpo si manifesta in un disagio che la Medicina chiama malattia e le assegna una nome. Quindi si procura un farmaco per contrastarla.

Sebastiano.

 ****************************************

TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE SULLA TIROIDE 

.

PRIMA DI FARE LA TUA SCELTA

.

a cura di Valdo Vaccaro  http://valdovaccaro.blogspot.com/

 .

LA TIROIDE E TUTTO IL RESTO

 .

La tiroide gioca sempre un ruolo chiave e i medici, pur sfoggiando sempre una conoscenza impeccabile e dettagliata del sistema ormonale e dei meccanismi delicatissimi e cangianti che lo regolano, continuano a farne di cotte e di crude. Continuano a proporre le solite soluzioni farmacologiche, inefficaci, provvisorie e dopanti, tenendo sempre in mente la magica arma di riserva, l’arma decisiva e inappellabile della rimozione drastica della ghiandola mal funzionante, accusata di andare contro il corpo, e di essere la causa di tutti i problemi. E’ ormai uno schema fisso e classico, questo passaggio dal farmaco al bisturi.

 .

Ghiandole e funzioni

 .

Se il fabbricante ci ha dotati di certe ghiandole, non ce le ha fornite certamente come optional o come accessorio voluttuario, ma perché dotate di funzioni ben precise. Esse hanno infatti il compito di secernere speciali sostanze chiamate ormoni, che servono a regolare l’armonia, l’equilibrio e l’efficienza dell’intero organismo. In particolare, le ghiandole servono a distruggere ed eliminare le sostanze estranee, per cui sono parte integrante del sistema immunitario.

.

Ad esempio il fegato, ghiandola-organo basilare, filtra i prodotti della digestione e ne ritiene le impurità, espellendole con la bile della cistifellea.
La milza filtra il sangue e ne ritiene (fin che può) gli antibiotici e i veleni dei farmaci e dei vaccini (come dimostra la basilare spia dell’iride).
Le tonsille, autentiche sentinelle sanguigne, distruggono pure le sostanze estranee ed anche quelle di provenienza interna.

.

La tiroide poi fa parte del magico asse ipotalamo-pineale-ipofisi-tiroide-timo-fegato-pancreas-adrenali-sessuali, con funzioni regolatrici della temperatura corporea, della crescita, del metabolismo, dell’equilibrio acido-alcalino.

.

Tocchi una cosa, e crei decine di contraccolpi imprevisti nei dintorni. Le anormalità nei valori e nella funzionalità delle varie ghiandole sono in diretta dipendenza delle funzioni gastrointestinali, delle funzioni respiratorie ed epidermiche (sole e attività aerobica), nonché dellacongiuntura psicologica, emotiva e spirituale del soggetto in questione.

 .

Quando le ghiandole non c’entrano

 .

Trattasi dunque di squilibri da risolversi all’infuori delle ghiandole, e non agendo localmente sulle medesime. Classico il caso del diabete imputato a disfunzioni pancreatiche inesistenti, quando invece è la viscosità e la lenta fluidità del sangue a impedire l’arrivo in tempo del tampone insulinico.

.

Agire a monte significherebbe però andare non più sullo specifico ma sul vago, sul comportamento, sulla dieta, tutte cose che non implicano prescrizioni farmacologiche o interventi, per cui non generano danaro sonante per l’apparato industriale farmacologico-ospedaliero.

 .

La tiroide e lo iodio

 .

La tiroide è formata da follicoli le cui pareti sono costituite da un epitelio cilindrico (cellule follicolari) il cui lume è riempito di materiale colloide, contenente una sostanza proteica chiamata tireoglobulina. La sintesi degli ormoni tiroidei avviene nelle cellule follicolari e richiede presenza di iodio organicato e di tireoglobulina.

.
Lo iodio si prende giornalmente col cibo sottoforma di iodina, nella misura di circa 150 microgrammi al giorno. La scarsezza di iodio può portare a gravi forme di insufficienza tiroidea, a carenze di sviluppo e persino al cretinismo vero e proprio. Attenzione però a non esagerare coi cibi carichi di iodio, visto che pure l’eccesso produce gravi danni.

 .

Cibi naturali contenenti iodio organicato ed assimilabile

 .

Foglie di rapa – 0,076 mg per 100 grammi di prodotto
Zucca estiva – 0,062
Anguria – 0,040
Cetriolo – 0,037
Spinaci crudi – 0,036
Asparagi – 0,030
Rape e bietole – 0,025
Mirtilli – 0,020
Arachidi – 0,020
Fragole – 0,019
Peperoni verdi dolci – 0,019
Carciofi – 0,018
Melanzane – 0,017
Pesche – 0,016
Seguono via via cavoli, cipolla, lattuga, banana, carota, patata, patata dolce, sedano, fico, susina, ecc.
Chiaramente le alghe secche sono strapiene esageratamente di iodio, ed è meglio evitarle. 

 .

La sintesi degli ormoni T4 e T3

 .

Nelle cellule follicolari lo iodio viene ossidato ed incorporato nei residui tirosinici della tireoglobulina. Questaiodazione porta alla formazione della monoiodotirosina (MIT) e della diodotirosina (DIT). Due molecole di DIT accoppiate formano una molecola di T4 (tetraiodotironina), mentre una molecola di DIT accoppiata a una di MIT dà luogo a una molecola di T3 (triiodotironina).

 .

Le interconnessioni ormonali tra ipotalamo, ipofisi e tiroide

 .

La sintesi degli ormoni tiroidei T4 e T3 viene poi controllata dal TSH (thyroid stimulating hormone) emesso dallaipofisi, che si lega suo specifico recettore TSHr situato sulla superficie delle cellule follicolari. La secrezione del TSH è a sua volta regolata dal TRH (thyroid releasing hormone) originato dalla tirotropina dell’ipotalamo.
Gli ormoni tiroidei circolanti inibiscono e regolano il flusso di TSH e TRH grazie a un meccanismo diautoregolazione negativa che permette di mantenere adeguati ormoni tiroidei T4 e T3 in circolo, col T3 a rappresentare la forma attiva ed operazionale dell’ormone tiroideo.

 .

Le proteine coinvolte, i valori standard di FT4 e di FT3, il legame T3r-Tree

 .

Le principali proteine coinvolte nella circolazione degli ormoni tiroidei sono la thyroxine binding globulin (TBG) sintetizzata nel fegato, la transtiretina o thyroxine binding prealbumin (TPBA), e l’albumina. Solo lo 0,04% della T4 e lo 0,4% della T3 circolano in forma libera, e sono responsabili dell’attività ormonale sottoforma di FT4 (free tetraiodothyronine), con valori normali di 6-16.0 pg/mL (picogrammi per millilitro di sangue), e di FT3 (free triiodothyronine), con valori 2.3-5.8 pg/mL.

.

Gli ormoni tiroidei sono trasportati all’interno delle cellule, dove la T4 viene convertita in T3 dall’enzima penta-desiodasi. Il recettore della T3 (chiamato T3r) ha una porzione che lega sequenze di Dna col TREE (thyroid hormone responsive element).
Ed è proprio il legame T3r-TREE a causare l’aumento o la diminuzione della velocità di trascrizione di geni specifici, l’incremento o il decremento della velocità di movimento, dell’intensità o del rallentamento della vita.

 .

Uno squilibrio chiamato tiroidite

 .

Ed è così che si arriva alle varie tiroiditi congenite, autoimmuni, iatrogene, da radiazioni, da infiammazioni, da lesioni vascolari, da neoplasie, e alle tipologie ipertiroidee di Basedow (o di Graves), o a quelle ipotiroidee di Hashimoto, di Riedel e di De Quervain, dai casi Basedow che si trasformano in casi Hashimoto dopo le cure farmacologiche a base di radio-iodio e di cortisone.

 .

L’azzardo di intervenire su equilibri delicati e complessi

 .

Insomma, quando si comincia a non credere nell’equilibrio, e quando si cominciano a mettere le mani sui valori, sulle secrezioni e sui recettori, sugli ormoni e sui contro-ormoni, si sa qualcosa sul punto di partenza, ma poco o niente su quello di arrivo. 
Abbiamo parlato di ormoni tiroidei, e non dobbiamo scordare che ci sono pure gli anti-ormoni. I principali antigeni tiroidei sono la tireoglobulina (TG), la perossidasi o thyroid per ossidasi (TPO), il recettore TSHr, e gli stessi ormoni tiroidei T3 e T4.

 .

Gli ormoni tiroidei e l’aumento del metabolismo

 .

Gli ormoni tiroidei causano un aumento del metabolismo (aumento produzione calore e aumento consumo di ossigeno) grazie all’incremento di attività della pompa sodio-potassio (ATP dipendente), all’aumento attività dei recettori beta-andrenergici a livello cardiaco, all’aumento del muscolo scheletrico e del tessuto adiposo (che amplifica l’azione delle catecolamine con meccanismi post-recettoriali), all’aumento della motilità intestinale, all’aumento della gluconeogenesi ossea ed epatica, all’aumentato assorbimento intestinale del glucosio, e all’aumento della lipolisi da parte degli stimolati recettori epatici nei confronti del colesterolo LDL.

 .

La tiroide sballata non è un dente da togliere

 .

Ogni donna è ovviamente libera di credere a chi vuole, di fidarsi di chi vuole. Ogni donna è libera di mettersi nelle mani di chi preferisce, e di prendersi tutti gli Eutirox che le vengono prescritti, o di farsi asportare quello che ritiene più opportuno. Non siamo in concorrenza con nessuno. Vogliamo solo informare che esistono alternative validissime e risolventi alla visuale medica.

.

La tiroide sballata non è un dente da togliere o da otturare, ma uno strumento nobile del corpo da capire, da riequilibrare, da sottoporre ad auto-taratura automatica. Taratura che nessuno al mondo, specialista o Nobel, è in grado di realizzare, se si eccettua il sistema immunitario.

 .

I valori ballerini non sono opera di Belzebù

 .

Le disfunzioni, i sovvertimenti dei valori non sono arrivati a caso, per colpa di Belzebù o di Chernobyl, ma per anni di macroscopici errori di percorso. Anni di mala-alimentazione iper-proteica ed iper-grassa, iper-cotta ed iper-salata, iper-congelata e iper-zuccherata, iper-vinicizzata e iper-caffeinata.

.
Anni di attività frenetica, condotta in stato di leucocitosi, di surriscaldamento intestinale e di accelerazione cardiaca, sempre in eclatante carenza di vitamine, minerali, enzimi ed ormoni naturali, con goffi tentativi di correzioni integratrici mineral-vitaminiche-ormonali. Sempre in patologica carenza di succo vitale, di inuline e di insuline verdi, di acqua biologica, di fibre e di fitonutrienti naturali.

 .

Il tempo degli interrogativi

 .

 E se i vegani avessero ragione?

 

.

 

Quando poi i nodi vengono al pettine, allora affiorano gli interrogativi.

E se i vegani avessero ragione?

.

E se il vero carburante umano stesse proprio nei frutti che pendono dai rami?

.

E se il latte rubato alle mucche torturate e condannate alla pena capitale rappresentasse una disgrazia nutritiva e non un capitale costruttivo per il corpo umano?

.

 

E se il sangue versato di miliardi di fratelli e sorelle finiti sul patibolo implicasse una specie di monito e di punizione divina?

.

Nessuno vuole ipotizzare un Dio vendicativo che si diverte a infliggere punizioni a destra e a manca.
Ma le trasgressioni alle leggi della natura, le trasgressioni all’etica, alla giustizia, all’armonia con se stessi e col creato, prima o poi si pagano. 

.

L’Inferno e il Paradiso sono costruzioni della mente umana, ma il nostro karma e la nostra fedina penale inter-esistenziale sono un’autentica realtà, in un mondo dove non si muove foglia che Dio non voglia.

 .

Con una intelligente dieta vegana i valori torneranno nella norma

 .

Occorre certamente qualche sacrificio preparatorio e purificatorio iniziale, e un minimo di pazienza. Ma, con una dieta vegana, i valori sballati, gli squilibri e gli sbalzi, tenderanno a rientrare nella normalità, mentre le escrescenze, di qualunque tipo, tenderanno a bloccarsi, a regredire e scomparire, nella misura in cui applicheremo a fondo le sole leggi impeccabili, che sono quelle della natura. 

A cura di Valdo Vaccaro  http://valdovaccaro.blogspot.com/

 .

 

I DUE PILASTRI DELL’AUTOGUARIGIONE: PENSIERO POSITIVO E ALIMENTAZIONE NATURALE


.

PERCHE’ OGNI GUARIGIONE E’ SEMPRE UN’AUTOGUARIGIONE?

La guarigione viene sempre dall’interno, è sempre il corpo che guarisce se stesso, è sempre l’Intelligenza innata del Sistema Immunitario (il nostro Medico Interno) l’autore di ogni guarigione.  

.

Alimentazione Innaturale e Stress

.

Noi possiamo soltanto aiutare il nostro corpo a mantenersi in salute, più che altro non remandogli contro,  e non mettendogli il bastone tra le ruote ignorantemente. Due sono i massimi avversari del nostro corpo: un’Alimentazione Innaturale e altamente Nociva, perchè basata sulle proteine di origine animale (Carne e salumi, pesci, uova, latticini e suoi derivati, oltre al sale e zuccheri con i suoi derivati) e lo STRESS della vita.

.

In questo articolo mi limiterò ad esporre i danni causati causati dallo stress e come li ho risolti. Ricordatevi quanto annunciato nel titolo e nel sottotitolo perchè la mia esperienza di vita vissuta è una dimostrazione lampante di quanto annunciato sopra.

 .

 

Malattie di origine Psicosomatica

 .

 

Questa Legge della Natura io ebbi modo di comprovarla in maniera evidente e quasi istantanea circa 40 anni or sono, quando ero un giovane di circa 29 anni. Ma andiamo con ordine se vogliamo capire la via maestra per liberarsi istantaneamente da un nugolo di pseudo malattie, o meglio di malattie di origine Psicosomatica. Io ho avuto la ventura di veder sparire nell’arco di 12 ore, in una maniera così stupefacente che potrebbe sembrare miracolosa,  i seguenti sintomi che cercavo di curare invano con ogni tipo di farmaci: Acidità di stomaco fissa trasformatasi in gastrite, anticamera dell’ulcera, Esaurimento Nervoso,  Depressione, Insonnia, e l’evolversi del mio stato peggiorava sempre con nuove patologie: Debolezza tale da non poter più lavorare, palpitazioni del cuore, cioè sentivo il cuore andare fuori dai suoi ritmi normali, in una escalation sempre in peggioramento.

 .

 

Andiamo subito al sodo

 .

 

Mi sto dilungando già prima di cominciare. Andiamo subito al sodo. All’età di 29 anni mi trovavo imbarcato come  Ufficiale Macchinista in una petroliera di stazza in Nord America, trasportando petrolio dal Venezuela agli USA. Sono rimasto sei mesi su quella nave.

 .

 

Perchè lo stress e le susseguenti malattie?

 .

 

Presto spiegato. Era la prima volta che mi trovavo in una situazione lavorativa impegnativa, lontano da casa, dagli amici, dai propri interessi e dai propri hobby. Non è che la mia situazione fosse diversa dagli altri componenti dell’equipaggio, solo che io non accettavo questa situazione. Stavo prigioniero di quella petroliera mentre avrei voluto essere al mio paese a fare la mia solita vita. Pensavo soltanto a come finire questa avventura senza dovermi accollare le spese della risoluzione del contratto per mia volontà.

 .

 

Disturbi di ogni genere

 .

 

Questo stato di rifiuto della realtà mi portava non solo a stare male, ma ad evitare ogni forma di socializzazione con i compagni dell’equipaggio. Dopo circa un mese non digerivo più nessun cibo: acidità permanente di stomaco alleviata da qualche pasticca di digestivo, insonnia nervosa da non riuscire ad addormentarmi in nessuna maniera, con susseguente stanchezza cronica al punto che rifiutavo di scendere in sala macchina per lavorare. L’evoluzione del mio stato culminò con disturbi al cuore, cioè sentivo che il cuore non batteva ritmicamente come dovrebbe, ma di tanto in tanto andava fuori fase.

 .

 

Una malattia dell’anima

 .

 

Ad ogni porto marcavo visita con la speranza che il dottore mi avrebbe rispedito in Italia per malattia, e tutto questo a spese dell’armatore. Ma i dottori non mi trovavano nulla e continuavano a rifilarmi scatolette di pastiglie per lo stomaco, l’insonnia, la depressione, il cuore. Tutte queste pastiglie non portavano a nessun miglioramento. Questa non era una malattia da poter curare coi farmaci, era una malattia per mancanza di adattamento alla realtà, non accettazione della realtà, una malattia dell’anima che non puoi guarire a forza di pastiglie.

 .

 

Pasticche inutili e nocive

 .

 

A quei tempi non c’era internet, e la poca informazione circolava sui libri.  Non sapevo cosa fosse una malattia Psicosomatica, non sapevo che la causa delle mie malattie era la conseguenza del mio modo sbagliato di affrontare la vita. Devo dedurre che neanche i dottori conoscessero le malattie psicosomatiche, visto che continuavano a rimpinzarmi di pasticche inutili, che se fossero solo inutili sarebbe niente, ma il fatto è che erano anche nocive.

 .

 

Yoga, Psicologia e Vangelo

 .

 

Comunque, ho pensato che dovevo capirci qualcosa. Cominciavo a sospettare che forse i miei comportamenti avevano qualcosa a che vedere col mio stato di salute. Così cominciai a leggere qualche libro di Yoga e di Psicologia, e cominciavo a schiarirmi le idee. Una sera mi capita tra le mani un piccolo libretto rosso che un gruppo di evangelici americani, i Gedeoni, lasciava gratuitamente nelle navi per i membri dell’equipaggio.

 .

 

AMARE e PERDONARE

 .

 

Come ultima risorsa contro l’insonnia mi buttai nella lettura di questo libretto del vangelo. Non leggevo il vangelo come un libro religioso, lo leggevo cercando di vedere se potesse essermi di una qualche utilità. Praticamente mi parve di capire che i concetti fondamentali del vangelo si potevano riassumere in due punti: AMARE e PERDONARE. Io ero effettivamente in guerra con tutto e con tutti, dal comandante al mozzo, e pensavo che la colpa fosse sempre degli altri, e mi credevo il solo con la testa a posto, ma in realtà avevo più problemi di tutti gli altri messi insieme.

 .

 

 “Venite a me, voi tutti che siete stanchi e travagliati,

ed io vi darò riposo”

 .

 

Ad un certo punto mi soffermai su una frase di Gesù che diceva: “Venite a me, voi tutti che siete stanchi e travagliati, ed io vi darò riposo”. Stanco lo ero, travagliato oltremodo, e di un pò di riposo ne avevo proprio bisogno, visto che non riuscivo più a dormire. Per semplificare, mi fermai di leggere e trassi delle deduzioni sul vangelo per riuscire ad ottenere quell’agognato riposo promesso da Gesù. Quel “Venite a me!” l’ho interpretato come “seguite il mio insegnamento” ed avrete diritto al vostro riposo.

 .

 

Recitare una parte

 .

 

Cosi mi soffermai a meditare cosa significasse praticamente Amare e Perdonare, e in che maniera si potesse mettere in pratica. Cioè realizzare un cambio netto del mio comportamento nei confronti degli altri, perdonando e manifestando amore. Decisi che potevo provare a vedere cosa succedeva, fare solo una prova, come recitare una parte.

.

E così mentre meditavo su come amare e perdonare il mio prossimo, caddi in un sonno così profondo e beato che non lo ricordavo da mesi. La mattina mi alzai verso le 11.00, nonostante i rumori tipici di una nave in navigazione. Una cosa incredibile! Avevo dormito splendidamente. Mi meravigliavo e non capivo come era successo.

 .

 

Dalle stalle alle stelle

 .

 

Secondo il mio piano, cominciai a recitare la parte di una persona amichevole, amorevole, e amica con tutti. A mezzogiorno mangiai regolarmente il pasto di bordo e notai che lo stomaco non mi bruciava più, facevo per deglutire per sentire se riaffiorasse l’acidità, ma niente. mi sentivo tutto a posto. Ho cominciato quindi ad intavolare rapporti amichevoli con tutti, basati sull’Amore e sul Perdono.

.

E’ stata una giornata straordinaria, dalle stalle alle stelle, vedevo che la gente rispondeva simpaticamente al mio nuovo approccio, e capii chiaramente che la fonte del mio esaurimento psico-fisico e dei susseguenti disturbi erano soltanto  la conseguenza del mio modo di vivere. Quella sera stessa dissi al Primo Ufficiale che mi sentivo bene ed ero pronto a riprendere il mio servizio.

 .

 

 Erano spariti tutti i miei mali

 .

 

Dopo quel primo successo, immediatamente erano spariti tutti i miei mali, ma proprio tutti, senza sorte alcuna di pastiglie, e tutto questo nell’arco di dodici ore. Pensai di portare avanti questo nuovo concetto di vita per i giorni seguenti. Inutile aggiungere che avevo recuperato completamente la salute e la gioia di vivere. Esaurimento, depressione, stress, bruciori di stomaco, insonnia, palpitazioni, etc. tutto dissolto in un attimo, soltanto per aver accettato di vivere secondo le Leggi della Natura.

 .

 

Amare guarisce, odiare avvelena.

 .

 

Perdonare guarisce, il rancore avvelena. Questo perchè  la natura ed il creato hanno delle loro Leggi Naturali ben precise. L’uomo è un essere vivente che si ciba di emozioni, sentimenti e pensieri, e se questi sono improntate sull’Amore anche il nostro corpo funziona al meglio delle sue capacità, si può autoguarire, perchè l’uomo è nato per stare sano, il suo sistema immunitario è programmato per autoguarirsi automaticamente, purchè noi non gli remiamo contro.

.

Possiamo vedere che anche gli animali, quando trattati con amore, ce ne ricambiano di più di quello che ricevono, perchè anche gli animali sanno amare e sanno riconoscere l’oggetto del proprio amore. Qualcuno che tiene qualche cane o gatto in casa conosce molto bene l’amore naturale dell’animale verso coloro che li trattano con amore. E questo può essere esteso a tutti gli animali. Anche una belva selvaggia, se trattata con amore, nutrita con amore, sa dimostrarsi amichevole.

 .

 

Indagare, studiare, praticare e diffondere 

 .

 

Questa esperienza di guarigione, la constatazione che dove i farmaci nulla hanno potuto,  il corpo stesso si è autoguarito, soltanto curandosi con pensieri d’Amore e di Perdono, mi ha spinto a indagare sempre più, a studiare, praticare e diffondere  i principi dell’Autoguarigione Naturale del nostro corpo. Come conseguenza dei miei studi assunsi subito un’Alimentazione Vegetariana, basata soprattutto su motivazione più etiche che salutistiche.

.

Dopo vari anni sono passato ad una Alimentazione Vegana, cioè all’abbandono non solo della carne ma anche di ogni tipo di cibo di provenienza animale, e cioè uova e latticini, perchè anche le uova ed il latte provengono da indicibili atrocità e sofferenze inflitte ai nostri fratelli animali.

 .

 

Concludo questo lungo articolo con la riaffermazione di quanto detto sopra: i Pilastri dell’AutoGuarigione sono il Pensiero Positivo e l’Alimentazione Naturale.

 .

 

Sebastiano.

.

SALUTE E IGIENISMO NATURALE


.
Igiene Naturale 
.
del Dr. Valdo Vaccaro
.

La medicina ufficiale verte su 3 punti fondamentali attinenti la malattia:

.

1. La malattia è un acerrimo ed insidioso nemico di tipo esterno, che arriva da lontano e si concretizza in disfunzioni, dolori, febbre, infiammazioni, ulcerazioni, squilibri ormonali,
carenze, escrescenze.
Un nemico da combattere duramente e sgominare facendo ampio impiego di farmaci, bisturi e trapianti (che sono le tipiche armi della medicina curativa-interventista).

.
2. Le cause di malattia, da Pasteur in poi, non sono più il malocchio e gli spiriti maligni da
contrastare mediante esorcismi, ma i batteri e i virus, da annientare coi vaccini (che sono le armi tipiche della medicina preventiva allopatica-omeopatica).

.
3. La malattia, identificata e confusa col dolore e col sintomo locale o distrettuale, si combatte
senza quartiere, organo per organo, con la tecnica search and destroy (cerca e distruggi) dei
marines, mediante terapie specialistiche.

.

Il concetto igienistico-naturale, sostiene al contrario quanto segue:

.

A) La malattia non è un nemico ma un alleato. Non è una presenza estranea ma è il rovescio della medaglia chiamata salute. Combattere la malattia col napalm, per quanto inverosimile appaia, significa napalmizzare la salute, ovvero perseguitare se stessi e il proprio sistema immunitario.  
.

Meglio di tutto restare sempre sani. Ma se si perde l’equilibrio e ci si ammala, il processo patologico non è altro che la via più economica-rapida-intelligente verso il ripristino della normalità.

.
La malattia in altre parole è una benettia. È la chiave che conduce all’autoguarigione.
Controproducente combatterla, mentre serve solo coadiuvarla e rispettarla, togliendo però le motivazioni causative a monte, e lasciando il compito risolutivo finale al sistema immunitario, cioè all’infallibile medico interno di cui ogni organismo vivente è in possesso.

.

B) I virus sono figli naturali ed innocenti delle nostre cellule in continua moria e disgregazione, mentre i batteri sono nostri preziosi soci nel complesso e meraviglioso affare della nostra vita, e collaborano nel ripulire l’organismo fagocitando scorie e virus inespulsi, ovvero materiale intasante che il nostro organismo non è riuscito ad espellere.

.

C) La malattia vera non è dunque il sintomo (segnale d’allarme e spia rossa), non è lo sbrocco di essudati dell’herpes, non è il muco che fuoriesce, non è la fronte che scotta, non è il grasso che dilaga, non è la testa che scoppia, non è la cellula che muta e tumorizza i tessuti.
.

Qual’è allora la reale patologia? E’ la scelta di vita, il comportamento, il pensiero, l’alimento, l’ambiente, l’atteggiamento etico-morale, è la cattiveria e l’ignoranza che stanno a monte degli effetti dolorosi. 
.

Al limite c’è la sfortuna, il caso, l’incidente, tutte situazioni di emergenza dove l’igienismo naturale ammette un uso limitato e mirato di armamentario medico.

.

Il direttore d’orchestra è sempre e solo il sistema immunitario

.

La distinzione tra medicina e igienismo potrebbe apparire sibillina e sofisticata, ma invece non lo è affatto. Poteri ammalanti e poteri guarenti sono entrambi di esclusiva pertinenza del sistema immunitario. 

.

E’ lui il direttore d’orchestra che, a bacchetta, ordina al corpo di accaldarsi e sfebbrarsi, di ripulirsi ed espellere il muco, di trovare vie eliminative per i veleni depositati sotto la pelle, tramite le pustolette e gli herpes labiali e genitali. E’ lui che ordina ai punti critici dell’organismo di infiammarsi o disinfiammarsi, di ulcerarsi e cicatrizzarsi, di guarire o invece cancerizzarsi (quando sa che non ci sono più risorse).

.

Gli strumenti guaritivi ma non-curativi dell’igienismo naturale ed ippocratico

.

In lingua greca, il termine farmakon significa veleno. Se le farmacie si chiamassero non più farmacie ma velenìe, è probabile che non sarebbero costantemente sovraffollate, come sta accadendo ai nostri giorni.
.

Per l’igienismo niente sale operatorie, sostituite dal riposo fisiologico totale (digiuno) associato all’acqua distillata, sistema che agisce come un bisturi nei riguardi di ogni presenza anormale interna, di ogni scoria velenosa e di ogni crescita cellulare fuori posto.

.

La cura dell’aspettativa e dell’osservazione, ovvero la cura della non cura

.

L’unica cura possibile e priva di controindicazioni è la Cura-della-non-cura, che corrisponde poi alla medicina dell’aspettativa e dell’osservazione propugnate da Ippocrate (460-370 a.C), secondo le quali il medico deve fare atto di umiltà e di sottomissione alla natura, deve limitarsi a soccorrere e coadiuvare la natura, perché la natura è sovrana medicatrice dei mali, e di conseguenza la regola fondamentale è quella del primo non nuocere, ossia primo non disturbare o contrastare l’azione della natura. 

.

Ippocrate condannava i medici del suo tempo per un loro grave errore comune. Non sapevano distinguere le malattie e confondevano le stesse coi sintomi. Quello che succede pure oggi.

.

La medicina sicura, soave e sollecita del medico-igienista Asclepiade

.

Cura-della-non-cura che corrisponde esattamente alle idee di un altro caposaldo dell’igienismo, ovvero ad Asclepiade (100 a.C). per il quale la medicina doveva rispondere a 3 requisiti ben precisi. Doveva cioè essere sicura (non sperimentale), soave (non invasiva) e sollecita (diete, ginnastica, bagni, docce).

.
Asclepiade inventò a Roma l’idroterapia e le docce 2000 anni prima di Vincent Priessnitz (1801-1851), di Sebastian Kneipp (1821-1897) e di Louis Kuhne (1844-1901). Asclepiade sottolineava:

.

A) l’importanza delle cause nascoste a monte,

.

B) l’importanza del corpo (del terreno umano) e di come viene usato,

.

C) l’irrilevanza e l’indifferenza tra diverse malattie, tra diversi  sintomi (tutte le malattie e tutti i sintomi hanno cioè la stessa matrice). 

.

Ma anche lui, come Ippocrate, venne presto tradito dagli allievi, portati a seguire i diversi sintomi locali. Largo Scribonio (47 d.C) applicava infatti la torpedine nera sulla testa dei sofferenti di emicrania, anziché cercare le vere cause a monte del male di testa. 

.
Peggio ancora faceva Temisone, che si disinteressava  espressamente delle cause occulte o remote, e puntava tutto sulla fisiologia e sulla patologia.

.

L’eterno oscillare tra il naturale e l’innaturale, tra il soave e l’invasivo

.

Pertanto, l’eterna disputa tra igienismo naturale e medicina, non nasce affatto con Paracelso e Kuhne, con Petenkofer ed Ehret, con Bircher-Benner e Gerson, o con la ANHS (American Natural Hygiene Society) dei Jennings, Graham, Trall, Tilden e Shelton, ma ha origini antichissime.

.
L’intreccio storico tra igienismo naturale e medicina è un continuo oscillare tra il naturale e l’innaturale, tra il non-nuocere e il nuocere, tra il rispettare e l’interferire.

.

L’affogamento continuo della coscienza igienistica

.

Una tensione ed una contraddizione che si ripercuotono anche nella coscienza interna di ogni medico e di ogni terapeuta liberi da presunzione ed arroganza protagonistica, dotati della giusta sensibilità, della propensione a trattare il paziente come un figlio ed un fratello, e non come una vile ed anonima merce umana. 
.

In ogni medico esiste una voce interna che ammonisce, una coscienza igienistica che viene affogata e strapazzata in continuazione dalle esigenze di ordine pratico-economico-politico-strategico, e a volte anche dalle pressanti richieste del cliente in sofferenza.

.

L’eterna lotta tra la salute e la pecunia

.

La deontologia medica è un insieme di regole virtuose che dovrebbero caratterizzare in senso positivo ogni scelta, ogni mossa, ogni comportamento e ogni parola di chi pratica questo tipo di arte. Se venisse applicata davvero in profondità, con coerenza e costanza, e in piena libertà dai bisogni economici, dalla venalità e dalle spropositate ambizioni dell’individuo, dai condizionamenti politico-mercenari di un Ordine legato mani e piedi agli imperi farmaceutico-alimentari delle multinazionali, non staremmo nemmeno qui a parlare di due mondi in dura lotta l’uno contro l’altro.
.

Quello di una medicina ufficiale ai vertici mondiali, di una medicina militarizzata e prendi-tutto, di un pozzo-senza fondo alla ricerca ossessiva di nuove patologie presunte ed immaginarie, di nuove pesti create od inventate ad arte, di una medicina venale ed opportunistica sempre alla caccia di nuove fonti di guadagno, e di un igienismo naturale che le fa da perito-contrario, vilipeso e ridicolizzato, privo di titoli e di mezzi, e persino di citazioni sulle leggi statali e sui testi ufficiali delle scuole e delle università.

.

Quando la ricchezza non ha alcun valore

.

A conferma che quello che conta nel mondo materiale e consumistico degli uomini odierni, non è tanto la salute e la verità, quanto la vile pecunia, in assoluto ed insanabile contrasto con l’ammonimento di Erofilo (300 a.C), fondatore della Scuola Medica di Alessandria: Quando manca la salute, la saggezza non vale, l’arte non si può esercitare, la forza della mente e dello spirito latita, e la ricchezza non ha alcun valore.

.

A volte, occorre toccare il fondo per poter tentare una risalita

.

Il flirt contradditorio e litigarello tra igienismo naturale e medicina, che aveva caratteristiche di intreccio quasi-indissolubile agli esordi, è diventato via-via un tiramolla polemico tra due rivali in dura lotta concorrenziale. Col passare dei secoli e dei millenni, le schermaglie e le incomprensioni sono diventate divaricazione e incompatibilità, separazione e divorzio totale, fino a piombare nelle opposte trincee di oggi, dove i proiettili fischiano in continuazione, misti ad accuse reciproche di ciarlataneria e di tradimento.
.

A volte, perché un miracolo ed un ricongiungimento avvengano, è necessario toccare il fondo

.
Non siamo affatto lontani da quella situazione. Non siamo affatto lontani dal giorno in cui il medico andrà a fare corsi rieducativi presso i migliori igienisti naturali. C’è un fiorire di organizzazioni mediche dissidenti, di medici responsabili, di medici olistici, di medici alternativi, a testimonianza del malessere interno che ribolle ormai incontenibile nel pancione malato, disorientato ed esasperato della medicina.

.

LO STILE DI VITA IGIENISTA

.

1) Rivedere le proprie convinzioni ideologiche. Prendere nota che l’uomo è inequivocabilmente vegano per disegno e progetto della creazione, e anche come discorso etico-evolutivo.
.

2) Allinearsi al più presto alle esigenze vegane del nostro organismo.
.

3) Conoscere se stessi e rispettare il prossimo, soprattutto quello indifeso ed innocente (bambini e animali).
.

4) Dare sempre priorità e precedenza alla salute (ricordare la massima di Erofilo (Quando manca la salute la saggezza non vale, l’arte non si può esercitare, la forza della mente e dello spirito latita, e la ricchezza non ha alcun valore).
.

5) Evitare stress e rumori fastidiosi.
.

6) Mettere l’aria buona davanti ad ogni cibo.
.

7) Esposizione solare, esercizio fisico e aerobico (respirazione ritmata e profonda), buonumore.
.

8) Riposo adeguato (meglio se con la testa rivolta verso Nord), finestra aperta d’estate e socchiusa (mai tappata) d’inverno.
.

9) Scegliere acque leggere (minimizzando il bere, e aumentando il consumo di frutta).
.

10) Sempre e solo il cibo della specie. Via rigorosamente tutto il resto.
.

11) Non pretendere sempre la perfezione, ma almeno avvicinarsi ad essa il più possibile.
.

12) Non si cala di peso mandando via i chili, ma mandando via le cause che li hanno accumulati, e poi riparando mediante digiuno terapeutico. Non esistono altre scorciatoie innocenti e stabili.
.

13) Il nesso tra cibi sbagliati e malattie killer non è oggetto di contestazione negli ambienti scientifici.
.

14) Non affamare il corpo (salvo che nel digiuno terapeutico), altrimenti esso si vendica spingendoti al tuffo notturno sulla nutella o su altre cose simili.

.

Dr.Valdo Vaccaro

.

www.valdovaccaro.blogspot.com

.

Sebastiano

.

 

COSA POSSO FARE PER GUARIRE?


.

GUARIRE E’ SEMPRE POSSIBILE

.

Mi è arrivata questa richiesta da un nostro lettore.  Siccome la reputo altamente interessante, rispondo a Raffaele con questo articolo.

**************************************************************

Raffaele Dice:

4 marzo 2011 alle 12:34

Voglio guarire da piccole malattie che mi affliggono da tanto tempo, cosa posso fare?

.

—————————————————–

.

Caro Raffaele, puoi fare tanto, puoi fare moltissimo, puoi fare tutto, se lo vuoi, se lo vuoi veramente; se sei disposto a impegnarti a guarire, niente è impossibile. La guarigione è proprio dentro di te, la guarigione avviene soltanto per capacità che tu stesso già possiedi, è Autoguarigione, è il tuo Sistema Immunitario che risponde ai tuoi desideri.

.

Tu sei l’unico artefice  della tua Guarigione

.

Non c’è nessuno fuori di te che può guarirti, perché tu stesso hai già dentro di te tutto ciò che ti occorre per guarire. Mi dirai, “facile a dirsi, ma difficile a farsi”. E’ proprio così, ma la difficoltà è superabile, perché la tua guarigione non dipende da altri, non arriva dall’esterno, perché il Potere Guaritore è dentro di te. Tu, e solo tu sei l’unico artefice  della tua Guarigione, qualunque sia il problema, grande o piccolo. Dipende solo da te. Questa è la prima grande verità. Tu sei il responsabile della tua salute o della tua malattia.

.

Il tuo corpo è in grado di ristabilire la guarigione

.

C’è un lavoro da parte tua da fare, un impegno, perchè dipende solo da te. Io non posso darti una formula magica,  facile e indolore per guarire. Io non posso guarirti e neanche posso guarire al posto tuo. Ma posso dirti che il tuo corpo è in grado di ristabilire la guarigione, solo se tu lo vuoi, solo se veramente lo vuoi, solo se fai della tua guarigione il tuo obiettivo principale da realizzare, e perciò sei disposto a dedicare a quest’opera di guarigione il tuo tempo migliore, darle la precedenza, farne una fiammella accesa perennemente nella tua mente.

.

Il Potere di Autoguarigione  è dentro di te

.

Io posso dirti che se riesci a riempire completamente la tua mente dell’idea della tua guarigione, e riesci a mantenere viva e forte quest’idea nella tua mente 24 ore su 24, non c’è malattia che possa resistere al Potere di Autoguarigione che è dentro di te. Ma sei tu disposto a fare questo? Sei disposto a svegliare e mantenere desto questo Poderoso Potere di Autoguarigione che è dentro di te?

.

C’è uno sforzo da sostenere: focalizzare energicamente la tua mente sulla tua guarigione.

.

In che cosa consiste in pratica questo lavoro di Autoguarigione? Come risvegliare questo meraviglioso Potere Curativo dentro di noi?

.

Prima di affrontare questo argomento, voglio che una cosa sia ben chiara, per te e per quanti altri leggeranno questo articolo, è voglio scriverlo in neretto a caratteri cubitali:

.

“Questo articolo non è in contrapposizione con le vostre abituali cure mediche e con quanto vi prescrive il vostro medico di fiducia. Dovete continuare a seguire in tutto e per tutto i consigli del vostro medico di fiducia. Io non vi sto dando una cura sostitutiva a quella del vostro dottore”.

.

Una sana alimentazione equivale a una buona salute

.

Detto questo, prima di esporre il processo di Autoguarigione, vorrei darvi un brevissimo consiglio sull’alimentazione. Io non sono un dietologo, perciò non scriverò un trattato sulla corretta alimentazione, ma posso semplicemente dirvi che una buona salute passa anche per un buon 50%  da una buona alimentazione, l’altro 50%  è opera delle nostre credenze e del nostro stile di vita. Non voglio scombinare le vostre abitudini alimentari, ma debbo avvertirvi che certi tipi di alimentazione non aiutano per niente a mantenere una buona salute. Sono cose che già tutti sapete, e che magari il vostro medico vi avrà già detto.

.

Volete stare meglio, volete guarire? Cercate di eliminare se potete, o ridurre al minimo il consumo dei seguenti prodotti:

.

1 . – Alcool, dolci, fritture, sale, carne e suoi derivati, pesce, sigarette, caffè, bevande gassate. ( In verità tutti questi tipi di alimenti morti ed affini vanno eliminati drasticamente).

.

2 . – Inoltre diminuite il consumo di latticini, formaggi  e uova. ( Anche questa linea di alimenti morti va drasticamente abolita dalla nostra alimentazione).

.

3 . – Aumentate il consumo di frutta fresca, insalate, ortaggi,  legumi e frutta secca e frutta a guscio. ( Questi cibi vivi rappresentano in toto il fabbisogno della nostra alimentazione).

.

Questo come consiglio generale per dare una sterzata positiva alla vostra alimentazione. Ecco perché parlavo di impegno a guarire. Le cose che vi costano poco valgono anche poco, questo lo sapete bene.

.

Entriamo nel vivo del discorso.

.

Un grande Maestro Spirituale, di nome Gesù Cristo, disse queste parole ai suoi discepoli:

.

“Quando chiedete qualcosa in preghiera, credete che l’avete già ricevuta, e voi la otterrete”.

.

La vostra guarigione passa proprio per questa verità, anche se non nel senso religioso che gli dà la religione cristiana.  Una verità non appartiene a una religione particolare, una volta che una verità è stata svelata essa può essere fatta propria da tutti. Proprio come per le verità scientifiche. Nessuno è il depositario unico delle  scoperte scientifiche, ma tutti ne usufruiamo dei vantaggi di queste scoperte.

.

Qual è il modo di operare? Quali sono gli strumenti da lavoro?

.

Principalmente due: Meditazione e Affermazioni Positive.

.

Mi rendo conto di non dire niente di nuovo. Del resto, gli stessi concetti si ritrovano da oltre 5.000 anni nelle dottrine orientali. La miglior verità, quella che funziona veramente,  non è necessariamente la più nuova, ma quella per la quale sei disposto ad impegnare tutte le tue energie sia fisiche, che mentali e spirituali. Chi non è disposto ad impegnarsi, è molto difficile che riceva qualcosa che abbia veramente valore.

.

Se decidete di guarire, potete guarire

.

Perciò se decidete di guarire, sappiate che lo potete, se lo volete, se volete impegnarvi in questa impresa, qualunque siano le difficoltà. Se volete, fatene di questo un stile di vita. Non possiamo dilungarci ancora, è stato detto abbastanza dell’essenziale che bisogna sapere per giudicare se vale la pena di imbarcarsi in questa impresa di Autoguarigione.

.

Indipendentemente da quale possa essere la gravità della vostra situazione, potete collaborare in una maniera decisiva per la vostra guarigione, o come minimo per un sensibile miglioramento della vostra situazione.

.

Meditazione e Affermazioni Positive

.

Come operare:

.

1° Distendersi comodamente su un divano, una poltrona o sul letto, e rilassarsi.

.

2° Meditare sulle Affermazioni Positive di Guarigione.

.

In quanto al rilassamento, esso si ottiene facilmente: dopo essersi distesi, occhi chiusi, osservate il respiro, e mentre  osservate il respiro che entra e che esce, osservate il vostro corpo. Il risultato è una forma di rilassamento dei muscoli. Potete anche aiutarvi nel rilassamento anche mentalmente, pensando “sono rilassato”, “le mie gambe sono rilassate”, “le mie braccia sono rilassate”, “il mio busto è  rilassato”, “il mio viso è rilassato”, etc. etc. Raggiunto uno stato soddisfacente di rilassamento, si passa alla meditazione delle Affermazioni Positive.

.

Fra i tanti modi di fare Affermazioni Positive, solo uno eccelle su tutti gli altri.

.

L’uso dei verbi “essere” ed “avere” al tempo presente, e di qualche altro verbo che esprime immediatezza, sempre al tempo presente.

.

La ripetizione ad oltranza delle Affermazioni rafforza il Potere delle Affermazioni.

.

Mentre si fanno le Affermazioni, auto-osservarsi riflettendo sul significato delle Affermazioni.

.

L’auto-osservazione e la riflessione sul significato delle parole dell’Affermazione determinano delle modificazioni e delle reazioni positive nelle parti del corpo interessate.

.

Le Affermazioni si possono fare mentalmente sia nei momenti di meditazione, che è la base portante di questo metodo , sia durante le vostre normali attività della giornata.

.

I benefici di questa tecnica vengono percepiti immediatamente.

.

Frasi semplici e basilari impostate sul verbo essere o avere, al tempo presente. Per esempio:

.

“Io Sono Sano e Forte”. O anche,Il mio Corpo è Sano e Forte”.

.

Questa Affermazione determinerà come conseguenza il sentirci Sani e Forti, ed il nostro corpo, sia che camminiamo, o siamo distesi in meditazione, tenderà ad assumere quelle pose e quegli atteggiamenti corrispondenti a una persona sana e forte.

.

Se abbiamo qualche fastidio o infermità in qualche parte del corpo, la nostra mente si volgerà automaticamente verso quella parte in contrasto con la nostra affermazione “Il mio Corpo è Sano e Forte”, e comincerà a disporre quella parte del corpo in armonia con l’Affermazione.

.

Inizierà da quel momento un processo di Auto-Guarigione in quella parte inferma, e potrai sentirlo osservando la parte malata mentre affermi: “Il mio Corpo è Sano e Forte”.

.

Questa è soltanto  un’affermazione generica di salute di carattere generale.

.

Quanto è il tempo occorrente per la guarigione?

.

Dipende dal tipo di infermità che trattiamo, e dall’evoluzione che ha avuto nel tempo. Alcune infermità possono cominciare a regredire anche immediatamente, altre richiederanno qualche giorno, o qualche settimana oppure qualche mese.

.

Ma quello che è certo, è che da subito potrete apprezzare i miglioramenti della vostra salute, e questa constatazione vi convincerà sempre di più che siete sulla strada giusta per guarire.

.

Facciamo un esempio pratico e particolareggiato.

.

Mettiamo che vogliate guarire da una forma di artrite o artrosi alle mani. Tutte e due queste infermità si presentano con sintomi dolorosi e dopo tendono a deformare le mani fino ad invalidarle completamente.

.

Come procedere.

.

Occhi chiusi, dopo esservi distesi e rilassati, si passa alla  meditazione sulle Affermazioni di Guarigione.

.

Per quanto tempo?

.

Almeno 20’ o  30’, ma se gioite di questo stato di pace, potete prolungarlo a vostro piacimento.

.

Come fare le affermazione di guarigione?

.

a)            Sempre al tempo presente, come già detto.

.

b)           Considerando come già avvenuta la guarigione.

.

c)            L’Affermazione deve essere sempre positiva, cioè non deve contenere nessuna negazione.

.

Quindi l’Affermazione sarà di questo tenore:

.

“le mie mani sono sane, le mie mani sono perfette, posso muoverle e stringerle a piacimento, posso fare tutto quello che voglio, le mie mani sono perfette, le mie mani sono belle”.

.

Fantasia + Immaginazione = Creatività

.

E mentre dite questo tipo di parole mentalmente, date briglia sciolta alla vostra fantasia, accompagnate con l’immaginazione le vostra parole. Se dite “le mie mani sono perfette”, accompagnate questa affermazione immaginando di guardarvi le mani e vedendole perfette, belle, sane e forti.

.

Immaginatevi di stringere la mano ad un conoscente in maniera normale e vigorosa, senza nessun problema.

.

Immaginate di fare qualsiasi lavoro con piacere e soddisfazione, con le vostre mani perfettamente sane e belle.

.

Lasciatevi andare come in un sogno immaginando tutte le situazioni in cui usate le mani e siete felici di farlo, perché le vostre mani sono sane.

.

Guardatevi mentalmente le mani mentre pensate le Affermazioni e vedetele sane e belle.

.

Osservate mentalmente le mani, mentre pensate che sono belle e perfette, e sentite una energia benefica e riparatrice che fluisce nelle vostre mani, dandole forza e bellezza.

.

Abbandonatevi alla vostra fantasia, senza porvi limiti, nel vedervi mentalmente in varie occasioni, con mani sane, belle, forti e perfette.

.

Immaginate la meraviglia di qualche vostro conoscente nel vedere le vostre mani sane e belle.

.

Ed in ultimo, immaginate di essere in visita dal vostro medico di fiducia, e questi vi dichiara con grande meraviglia:

.

“Le vostre mani sono perfettamente guarite”.

.

Non c’è limite alle situazione positive che potete immaginare.

.

Potete crearvi mentalmente un film di cui voi siete il regista, il protagonista e lo sceneggiatore.

.

Il film della vostra guarigione. Proiettatevelo nello schermo della vostra fantasia, vedetelo e rivedetelo, quante più volte volete, modificatelo come meglio credete, fatene il capolavoro della vostra guarigione.

.

Il vostro corpo si prenderà carico di trasformare in realtà questo film.

.

Sta a voi compiere questo lavoro, non può farlo un altro al posto vostro.

.

Anche dopo la meditazione, nella vita reale, continuate a pensare: “Le mie mani sono perfette”, o qualcosa di simile e di meglio che vi venga in mente.

.

Questo è il pensiero che deve accompagnarvi fino alla prossima meditazione.

.

I risultati positivi che constaterete fin dalla prima Auto-terapia vi incoraggeranno a perseverare fino al completamento della vostra guarigione.

.

Questo procedimento delle mani, è valido per il trattamento di ogni altro tipo di infermità.

.

Dovete saturare ogni cellula del vostro  corpo col pensiero: “le mie mani sono perfette”.

.

Il messaggio sarà recepito dal vostro sistema immunitario che provvederà a trasformare in realtà le vostre affermazioni.

.

L’importante delle Affermazioni è che esse riflettano il risultato finale.

.

Non si afferma un miglioramento, oppure una sensazione: “Mi Sento Meglio”, “Sto migliorando”.

.

Ma si afferma categoricamente, sempre e soltanto, il risultato finale, cioè: “Io Sono Sano e Forte”. O anche, “Il mio Corpo è Sano e Forte”.

.

Il Subconscio realizza le nostre Affermazioni

.

Poi sta al nostro Subconscio  realizzare nei suoi modi e nei suoi tempi le nostre Affermazioni, che sono diventate le nostre Convinzioni.

.

Noi dobbiamo solo affermare il risultato finale, e considerarci “come se” l’Affermazione sia stata già realizzata. Questo è il Potere di Autoguarigione delle Affermazioni Positive.

.

Per qualsiasi dubbio o arricchimento di questo argomento, partecipate pure con un vostro commento. Sebastiano.

.

 

CANCELLIAMO LE CREDENZE NEGATIVE 2/2


.

COME CANCELLARE LE VECCHIE CREDENZE NEGATIVE, FALSE E LIMITANTI

.

Le nostre vecchie credenze, le nostre convinzioni, non sono altro che il frutto della nostra vita vissuta, l’insieme delle memorie che sono registrate nell’archivio del nostro Subconscio. La miglior maniera di cancellare una vecchia Memoria è non tentare nemmeno di cancellarla, non ci riusciremmo mai. Non puoi cancellare i tuoi vecchi ricordi, neanche se lo vuoi. Possiamo però sostituire le vecchie memorie, sovrascriverle con altre che riteniamo più affidabili, più vantaggiose per noi,. Possiamo sostituire le vecchie credenze, negative e limitanti, con nuove credenze positive, che approviamo, che non limitino i poteri curativi del nostro corpo.

.

Vediamo alcuni esempi di Credenze Positive sull’Autoguarigione:

.

Tutto è possibile a chi crede. (Gesù)

Ti sia fatto come hai creduto. (Gesù)

La tua Fede ti ha guarito. (Gesù

Se tu credi, vedrai la gloria di Dio. (Gesù)

Ogni giorno, da ogni punto di vista, vado sempre meglio. (Emile Couè)

Che tu credi di farcela oppure di non farcela, avrai sempre ragione. (Thomas Edison)

.

Ecco i tre passi fondamentali per riscrivere una nuova Credenza Positiva sull’Autoguarigione: Volontà, Credere, Immaginazione.

.

1. Volontà. Volere. Io Voglio.

.

Abbi un forte desiderio di guarire. Esprimi col pensiero e con le parole questa tua volontà. Dici chiaramente quello che vuoi. Sii specifico. Dici esattamente cosa vuoi, ma non nominare mai nessuna malattia, parliamo solo di guarigione, di stare bene, di salute, di benessere:

.

“Io Voglio Guarire!” , “Io Voglio ricuperare la vista!” , “Voglio essere forte e sano!” , “Voglio avere una circolazione del sangue perfetta!” , “Voglio che la mia pressione si mantenga nei giusti valori!” , “Voglio che il mio fegato sia sano!” , ! “Voglio che i miei reni funzionano perfettamente!” , “Voglio che il valore dello zucchero nel sangue si mantenga regolare!”, “Voglio ringiovanire di XXXX  anni!” , e così via.

.

Dite quello che volete, non temete di esagerare, chiedete il massimo, chiedete una salute perfetta. Meditate su queste affermazioni, riempite la vostra mente di questo forte desiderio di guarigione, lasciate che la salute e la guarigione vi riempiano il cuore e la mente.

.

Un aneddoto evangelico:

.

La Potenza della Fede

.

Un uomo si avvicino a Gesù con queste parole: “Gesù, figliol di Davide, abbi pietà di me”.

Una richiesta indefinita. Alla quale Gesù rispose: “Che vuoi che ti faccia?”

“Che recupero la vista” fu la risposta dell’uomo. Adesso la richiesta era precisa. Ma non era tutto. Mancava ancora una cosa.

Seguì un’altra domanda di Gesù: “Credi che io possa fare questo?”  “Si, lo credo”, rispose il cieco.

Finale. “Ti sia fatto come hai creduto. Recupera la vista”.

Questo è un esempio illuminante di come funziona l’Autoguarigione.

.

C’è la volontà di guarire e c’è la credenza di poter guarire.

.

“Io Voglio Guarire” è il Pensiero Dominante.

.

2. Credenza Positiva. Fede. Io Credo.

.

Credi che quello che chiedi sia una cosa possibile. Credilo fermamente. Ricordalo, perchè ti sarà fatto esattamente come avrai creduto. Proprio così. Le tue Credenze e le tue Convinzioni hanno il potere di influenzare e di condizionare il tuo Sistema Interno di AutoGuarigione. Una credenza negativa può bloccare un processo di guarigione. Una Credenza Positiva nelle illimitate Capacità Curative del nostro Sistema di AutoGuarigione può invece stimolare ed accelerare il processo di AutoGuarigione.

.

Io Credo nell’Illimitato Potere di AutoGuarigione del mio Corpo” è il Pensiero Dominante. E ancora: “Io credo che il mio Corpo ha tutte le capacita per AutoGuarirsi”. “Io credo che il mio Corpo sta lavorando per AutoGuarirsi”. “Io credo che che il mio Corpo è sempre in azione per Autoguarirsi, per Rigenerarsi, per Ringiovanirsi e per rinvigorirsi”.

.

Meditate su queste affermazioni, abbiate fiducia sulle illimitate Capacità di AutoGuarigione  del vostro corpo, perchè siete voi stessi gli Artefici della vostra Guarigione.

.

3. Immaginazione. Essere. Io Sono.

.

Adesso immagina come se la tua Guarigione fosse già avvenuta. Immaginati perfettamente guarito, anche se ancora non lo sei. L’Immaginazione, la Volontà e la Credenza Positiva, tutte e tre insieme, operano in sinergia, e questa armonica cooperazione psicologica equivale a moltiplicare per tre volte il Potere di AutoGuarigione del nostro corpo. Perciò immergiti in gioiose immaginazioni di guarigione, immaginati già guarito, perchè la tua immaginazione, da questo momento, sta cominciando a trasformarsi in realtà, cioè, in Guarigione.

.

“Io Sono Guarito” è il Pensiero Dominante.

.

“Io Sono Guarito”, ripeti questa affermazione in meditazione, lascia che questo pensiero faccia un solco, un’incrostazione sul tuo cervello, e più la ripeti, più immagina di essere guarito. Il processo di guarigione è iniziato. Quello che tu pensi, vuoi e credi fortemente sta cominciando a creare nel tuo corpo la tua guarigione. L’Immaginazione è il tocco finale della tua Guarigione.

.

Dopo averla voluta, desiderata e creduta, adesso l’Immaginazione  tramuta la tua Guarigione in realtà. La tua Guarigione immaginata sta cominciando a diventare realtà.

.

Il nostro pensiero crea.

.

Ed un pensiero che ha in sè la Volontà, la Fede e l’Immaginazione, ha in sè tutta la Potenza per tramutarsi in realtà. Persevera in questa Convinzione Positiva. Sia questo il tuo motto: “Ogni giorno, da ogni punto di vista, sto sempre meglio”. E così sarà.

.

Visita il mio nuovo sito http://www.scuoladellasalute.it/

  .

  Sebastiano.

.

COME CANCELLARE LE VECCHIE CREDENZE FALSE E LIMITANTI 1/2


.

I DANNI DELLE CREDENZE NEGATIVE

.

Le vecchie credenze, false e limitanti, sono quelle che bloccano il processo innato del corpo di Autoguarigione.  Sono vecchi modi di dire che si sono incrostati nelle nostre orecchie e nella nostra Mente Subconscia fin da quando siamo nati, ed oggi, purtroppo sono la causa di malattie e di impedimento al corpo per il suo normale Processo di Autoguarigione. Sono detti del tipo “questa malattia è inguaribile”, “Per queste cose non c’è nulla da fare”, “dopo i quarantanni si comincia a perdere la vista”, “sono malattie dovute alla vecchiaia”, e via di seguito. Queste credenze purtroppo si sono radicate profondamente nell’Inconscio Collettivo, al punto che potresti essere preso per pazzo dall’intera collettività, se ti azzardi a metterle in dubbio. Eppure è la stessa realtà che ha messo in dubbio la validità e la verità di queste vecchie credenze false e limitanti.

.

Le Remissioni Spontanee

.

In certi luoghi ed in particolari occasioni avvengono delle guarigioni confermate e controllate scientificamente che hanno del miracoloso. La stessa Scienza Medica oltre ad ammetterle non è in grado di dare una spiegazione che vada più in la della formula “Remissione Spontanea”. Ma riconoscere che una malattia possa avere una Remissione Spontanea è già un grande successo sia per la Medicina Tradizionale, che per tutti noi che aspettiamo di essere liberati dai tanti flagelli chiamati malattie. Remissione Spontanea vuol dire riconoscere che il corpo ha dentro di sè quella Capacità Curativa, che io chiamo Meccanismo di Autoguarigione, che, se posto nelle condizioni opportune, è in grado di effettuare quelle guarigioni straordinarie che la Medicina Tradizionale chiama appropriatamente “Remissione Spontanea”.

.

Questo va bene, La Remissione Spontanea va bene, ma allora studiamoci di riprodurre le condizioni affinchè queste Remissioni Spontanee possano diventare una regola, invece di avvenire  sporadicamente, in luoghi particolari e in condizioni particolari, per comprenderle e renderle alla nostra portata.

.

Miracoli di Guarigione

.

La storia ci parla di miracoli di guarigione, di ciechi che recuperano la vista, di sordomuti che parlano ed odono, di storpi che improvvisamente buttano le stampelle e cominciano a camminare, di tumori giudicati inguaribili che spariscono, di lebbrosi mondati dalla lebbra. E non sono solo fatti successi millenni o secoli fa, sono fatti che succedono ancora oggi, anche se in piccola percentuale, ma che oggi sono anche comprovati scientificamente. Capitano anche sotto le mani dei medici di questi fenomeni inspiegabili: per esempio, un tumore ormai incurabile, in metastasi, che improvvisamente inverte la sua tendenza distruttiva, e si riduce fino a sparire, contraddicendo la sentenza di morte certa emessa dal medico.

.

I Miracoli non esistono

.

Per la Scienza Medica non si tratta di Miracolo, sin tratta di una Remissione Spontanea di cui al momento non è in grado di dare una spiegazione plausibile. E’ vero! I miracoli infatti non esistono. Tutto ciò che avviene è sottoposto alle Leggi della Natura, non ci sono deroghe particolari. Esistono solo Leggi da rispettare. La “Remissione Spontanea” è una possibilità del corpo umano, non è un miracolo, è una Capacità Naturale del corpo umano di autoguarirsi.

.

Piuttosto, che cosa impedisce al corpo umano di manifestare più spesso, o meglio regolarmente, da default, in maniera naturale, questa sua Capacità di Autoguarigione? Credo che il parallelo della Guarigione Cristiana per Fede possa aiutarci a capire meglio. Gesù, il più grande Taumaturgo di cui abbiamo conoscenza, soleva dire agli ammalati: “TI SIA FATTO COME HAI CREDUTO! LA TUA FEDE TI HA GUARITO!”.

.

Che cosa è la Fede?

.

Ma che cosa è la Fede? La Fede è quello in cui crediamo con estrema sicurezza. E che cosa crediamo oggi riguardo certe malattie? Crediamo quello che udiamo ed abbiamo udito fin da bambini: “Questa malattia è inguaribile, per questa non c’è niente da fare, con queste altre ci dobbiamo convivere” etc. Questo oggi noi crediamo, e questo ci succede. Non possiamo guarire di una malattia che consideriamo inguaribile. Così i tumori non guariscono perchè siamo convinti che non debbano guarire, cominciamo a perdere la vista dopo i 40 anni perchè così ci è stato sempre detto, non recuperiamo più la vista, anzi continuiamo a perderla, perchè così ci hanno convinti che deve essere, le artrosi e le artriti dobbiamo portarcele con noi perchè la Medicina li giudica incurabili, un processo naturale della vecchiaia. E ci viene fatto precisamente come crediamo. Accade proprio come i medici hanno previsto. A parte le Remissioni Spontanee, a parte quei centenari che sono in grado di infilare il filo nella cruna dell’ago senza occhiali e possono camminare senza dolori.

.

Limiti della Medicina Ufficiale

.

Certo la Medicina Ufficiale riconosce i suoi limiti, ma rimane protesa nella ricerca di nuovi farmaci e nuove tecniche chirurgiche per risolvere questo tipo di problemi, e si ostina a trascurare  il più grande Fattore di Guarigione che risiede proprio dentro di noi, che è quel Meccanismo di Autoguarigione, che è il solo che guarisce veramente.

.

Ora, lungi dal voler aprire una polemica con la Medicina Ufficiale, la mia domanda è questa: “Cosa possiamo fare per agevolare il nostro Meccanismo di Autoguarigione, per guarire ogni forma di malattia”?

.

Cancellare le credenze negative

.

Qualcosa possiamo cominciare a farla, e da subito. In primo luogo cancellare le credenze negative, vecchie, false e limitanti che ci sono state inculcate fin dalla nascita. Queste credenze negative hanno ipnotizzato il nostro meccanismo di Autoguarigione, e lo hanno convinto a credere che certe malattie sono inguaribili, che non si può, che non è possibile. E  ci avviene proprio così. Dobbiamo riappropriarci delle nostre Risorse Interiori.

.

L’AutoGuarigione è una Legge Naturale, è una Legge Divina. Il Meccanismo di Autoguarigione che abbiamo in noi è un Dono Divino, è il Divino stesso in noi. Ha le stesse caratteristiche della Divinità. Le sue potenzialità non hanno limiti. E’ Dio stesso in noi. E’ il Creatore stesso in noi. Infatti il nostro Meccanismo di guarigione ha il potere di creare nuove cellule giovani che vanno a sostituire le vecchie, ha dei poteri curativi illimitati, siamo noi che abbiamo stabilito quali sono i limiti di Autoguarigione del nostro corpo.

.

Noi siamo Dei

.

Il nostro corpo fisico ha dentro di sè il Divino, ed il Divino è stato occultato dalle false credenze negative. Le “Remissioni Spontanee” sono solo una una delle tanti dimostrazioni dei Poteri Curativi del nostro corpo. Siamo stati ipnotizzati da una marea di informazioni pseudo-scientifiche alle quali abbiamo creduto e continuiamo a credere ciecamente. Abbiamo rinunciato all’Armonia per credere alla disarmonia.

.

Dobbiamo cancellare dal nostro Subconscio tutte queste credenze negative, false e limitanti, che limitano i nostri Poteri Interiori di Autoguarigione. Dobbiamo riscrivere le Capacità Curative del nostro Meccanismo di Autoguarigione. Dobbiamo eliminare quei blocchi mentali che hanno provocato queste false credenze limitanti.

.

“Ti sia fatto come hai creduto”, diceva Gesù. Proviamo a credere che il bene che vogliamo per noi stessi ci può accadere, che è alla nostra portata, che è nelle Capacità del nostro corpo.

.

Questo articolo avrebbe dovuto descrivere COME CANCELLARE LE  VECCHIE CREDENZE FALSE E LIMITANTI, ma mi sono dilungato oltre quello che pensavo.  Scriverò quindi un altro articolo a seguire, dedicato a completamento di questo tema tanto affascinante quanto profittevole per ognuno di noi. A presto.

.

Sebastiano

.

COME STIMOLARE L’AUTOGUARIGIONE E GODERE DI OTTIMA SALUTE


.

COME ACCELERARE  L’AUTOGUARIGIONE E MANTENERSI IN OTTIMA SALUTE

.

1. AUTOGUARIGIONE. Un pò di teoria. Con il termine di Autoguarigione è stato riconosciuto scientificamente quel processo autonomo del corpo umano, tendente a salvaguardare la vita stessa del corpo. Possiamo vederla in azione nella sua massima evidenza quando una ferita superficiale si rimargina e guarisce spontaneamente. Ma anche quando vengono superati automaticamente tanti tipi di disagi, piccoli e grandi. Il meccanismo di Autoguarigione del corpo è sempre in azione 24 ore su 24 per salvaguardare la nostra salute. Scopo di questo articolo è di esporre tutti i mezzi di cui disponiamo per stimolare questo meraviglioso meccanismo di Autoguarigione, che tutti gli esseri viventi abbiamo in dotazione fin dalla nascita.

.

Questo non significa che queste informazioni sostituiscono le prescrizioni del vostro medico di fiducia, niente affatto. Le tecniche in seguito descritte hanno il solo scopo di risvegliare e pungolare il nostro Meccanismo di Autoguarigione per accelerare il ripristino della salute. Ed è in fondo lo stesso principio che usa la Medicina Tradizionale: il medico fascia una ferita, prescrive un farmaco, e poi aspetta che il corpo reagisca e guarisca. Diceva bene Ippocrate: “Il medico cura, la Natura guarisce”.  Il Medico amministra il trattamento, la Natura produce la guarigione. Vediamo in questo articolo come possiamo aiutare la   Natura (il nostro Meccanismo di Autoguarigione) a guarirci.

.

PRATICHE INTERIORI E TECNICHE DI AUTOGUARIGIONE

.

2. RILASSAMENTO FISICO E MENTALE. Il Rilassamento Psico-Fisico è già da solo un’ ottima pratica curativa. Si può paragonare al riposo notturno durante il quale il corpo reintegra le sue energie.

.

3. MEDITAZIONE. La Meditazione è anch’essa un modo perinterrompere lo spreco di energie mentali, incanalando la mente a soffermarsi e riflettere su un solo soggetto alla volta; invece di vagare incontrollata come un cavallo senza briglie.

.

4. PENSIERO POSITIVO. Il Pensiero Positivo è il miglior cibo per la mente. Ricordiamoci che i nostri pensieri influenzano il nostro Subconscio, ed il nostro Subconscio a sua volta influenza il nostro Meccanismo di Autoguarigione.

.

5. IMMAGINAZIONE. Le immagini mentali sono ancora più potenti del pensiero e delle parole per influenzare positivamente il nostro Subconscio. Tutto ciò che noi immaginiamo, il Subconscio tende a trasformarlo in realtà. Perciò proviamo a immaginare di stare bene, proviamo ad immaginare le sensazioni che proviamo quando stiamo bene. E’ il tempo speso nella maniera migliore, e ne bastano pochissimi minuti al giorno, ma i suoi effetti in termini di benefici per la nostra salute sono incalcolabili.

.

6. VISUALIZZAZIONE. La Visualizzazione è l’arte di creare a piacimento immagini mentali, ferme o in movimento, a colori o in bianco e nero, complete di suoni, odori, emozioni, sensazioni, sapori, tatto, insomma quanto più simili alla realtà. Non c’è bisogno di diventare maestri dell’arte della Visualizzazione per godere di ottima salute. Cominciamo a immaginare le cose belle che vorremmo, la padronanza della visualizzazione verrà da solo col tempo. L’importante è quello che visualizziamo. Dobbiamo sempre visualizzare le scene finali della Guarigione, cioè, visualizzarci guariti ed in ottima forma. Il nostro Subconscio si occuperà di trasmettere queste immagini al nostro Meccanismo di Autoguarigione, ed il nostro Meccanismo di Autoguarigione si attiverà per tramutare in realtà quelle immagini e quei pensieri di Guarigione.

.

7. AFFERMAZIONI POSITIVE. E poi per completare il Trattamento Interiore, finire con un’Affermazione Positiva. Un’Affermazione Positiva breve e semplice che riassume il risultato di tutto il trattamento. Per esempio: “Ogni giorno, da ogni punto di vista, sto sempre meglio”, la famosa massima del dottor Couè. Questo il funzionamento in grandi linee per quanto riguarda l’esercizio interiore.

Ricordo che per fare questo occorrono pochi minuti. Con la pratica si imparerà a passare in dieci minuti dal Rilassamento, alla Meditazione sul Pensiero Positivo, alla creazione delle immagini fino all’Affermazione Positiva finale. Diciamo che 10′ è il tempo minimo, ma se non avete fretta, potete starvene immersi in questo stato anche mezzora, avreste tutto da guadagnare, e potreste fare delle scoperte personali molto interessanti …

.

PRATICHE ESTERIORI DA PRATICARE: TECNICHE DI MANIFESTAZIONE

.

Qui l’impegno riguarda il crearci uno stile di vita finalizzato sempre a stimolare il nostro processo automatico di Autoguarigione.   Si tratta di attuare un nuovo “modus vivendi”. Questi ultimi tre punti consentono sempre di vivere sia in funzione dell’Autoguarigione, che per conservare un’ottimo stato di salute, vivendo una vita più piena e più felice.

.

8. AMORE, AMARE. IRRADIARE AMORE. Io amo tutto e tutti, io mi amo.

.

9. GIOIA E ALLEGRIA. ESSERE ALLEGRI. BUONUMORE. IRRADIARE ALLEGRIA. Non puoi manifestare Amore senza manifestare gioia. Chi ama non può mancare di essere gioioso ed allegro.

.

Gioia e Sorriso

10. SORRISO, SORRIDERE. IRRADIARE SORRISI. Quale maniera migliore di manifestare gioia e Amore? Un bel sorriso, sincero, cordiale, felice. Un sorriso da imprimere sul volto, come il marchio di un nuovo stile di vita. Il sorriso guarisce, apprendiamo a sorridere, sfruttiamo ogni occasione per sorridere, il sorriso contagia l’ambiente in cui viviamo e crea un’atmosfera di buonumore. Il Sorriso ci aiuta a superare le difficoltà della vita. Sorridi, ed il mondo ti sorride.

.

Il sorriso è la luce dell’anima che si riflette sul nostro volto.

.

Proprietà del sorriso:

.

Il sorriso ha un effetto benefico su qualsiasi cosa facciamo.  Chiedere qualcosa, e accompagnarla con un sorriso, produce un effetto positivo sull’altra persona. Il  sorriso dovrebbe essere naturale, non finto, questo atteggiamento positivo facilita i nostri rapporti con gli altri.

.

Il sorriso è la luce del nostro viso, che apre molte porte, che appiana la strada per giungere al cuore degli altri.  Un sorriso può ridurre  gli effetti di un errore o di una incomprensione.

.

Piuttosto che parlare di sorridere, sorridiamo. “Sorridiamo sempre, anche se è un sorriso triste, perché più triste di un sorriso triste è la tristezza di non sapere sorridere”.

.

Visita il mio nuovo sito http://www.scuoladellasalute.it/

.

Sebastiano

.

AUTOGUARIGIONE: IL POTERE DELLE CREDENZE


Open your mind

AUTOGUARIGIONE ED EFFETTO PLACEBO

.

Come filtri posti su un obiettivo fotografico, le credenze possono cambiare la nostra visione delle cose e pertanto il modo in cui percepiamo la vita. L’attuale comunità scientifica ha raramente preso in considerazione l’effetto delle credenze sulla biologia umana, benchè tutti gli studenti di medicina imparino molto presto cosa sia l’effetto placebo.

.

Questo fenomeno altro non è che il miglioramento della situazione patologica di un paziente che crede falsamente di assumere un determinato farmaco. Quando, in fase sperimentale, si dice ad un soggetto o ad un gruppo di soggetti che stanno assumendo una sostanza potenzialmente efficace per il loro problema, anche se questa è effettivamente inattiva, si riscontrano a fine test progressi sorprendenti nella maggior parte dei partecipanti. Pochi audaci hanno osato chiedersi quali fossero le reali implicazioni di tale meccanismo e le risposte non sono arrivate fintanto che non hanno accettato le inequivocabili relazioni che lo sostengono.

.

L’effetto placebo

.

L’effetto placebo costituice una prova fondamentale del potere di autoguarigione del sistema corpo-mente. Siamo programmati per autoripararci ma la medicina ufficiale evita di approfondire e tratta frettolosamente l’argomento giudicando trascurabile qualsiasi ulteriore indizio o dato statistico che confermi il fatto. Questo per effetto del pensiero dogmatico che domina la ricerca ma soprattutto per considerazioni economiche. Se il corpo venisse incoraggiato all’autoguarigione, proprietà che possiede al cento per cento, cosa ne sarebbe della maggior parte delle case farmaceutiche? Va fatto notare che alcuni studi (Brown 1999, Kirsch 2002) condotti con antidepressivi placebo, hanno dimostrato che solo una esigua percentuale di quelli diffusi agisce efficacemente e che il loro successo è quasi sempre da attribuire alla mente (credenze) di chi li assume e al marketing di chi li produce.

.

suggestione positiva

.

Abbiamo vagamente compreso cosa succede quando una suggestione positiva porta a dei miglioramenti di salute, ma va anche considerato che, al contrario, quando la mente si intrattiene in suggestioni negative, si ha un effetto altrettanto potente: l’effetto nocebo. Se un atteggiamento convinto, positivo, fiducioso può attivare i naturali processi di autoguarigione, mantenerne uno negativo può procurare seri danni. Basti pensare a quante volte, nell’esporre con metodi indelicati tristi diagnosi che non lasciavano speranze ai pazienti, si è notato negli stessi, un repentino peggioramento dello stato di salute, anche in caso di valutazioni errate del patologo. I casi di nocebo come questi inducono a pensare che medici, genitori e insegnanti, nel rispetto di quanto è stato loro insegnato, possono far perdere ogni speranza di fronte ad una malattia (come a qualsiasi altro ostacolo) riprogrammandoci a credere di essere impotenti. Le convinzioni, positive o negative che siano, influenzano ogni aspetto della vita.

.

stato di paura

.

Un elemento oggi assai diffuso, che scaturisce da credenze negative minacciando gravemente la salute fisica, è la paura. Vivere in un costante stato di paura costringe la nostra biologia ad una continua “corsa ai ripari”, come se ci dovessimo preparare ad un imminente pericolo esterno che pare non arrivare mai. I nostri meccanismi di difesa non sono concepiti per lavorare incessantemente e spesso ci troviamo in una condizione in cui la produzione di ormoni dello stress è insostenibile. Inoltre, provare paura porta ad inibire per fini protettivi (con l’attivazione dell’asse ipotalamico-ipofisario-surrenalico o HPA) l’azione dell’ippocampo prefrontale e della corteccia che è il centro delle funzioni intellettive superiori. La scarsa attività, è ormai noto, porta all’atrofia. Alcune paure sono necessarie alla sopravvivenza ma la maggior parte sono state acquisite da imposizioni culturali o genitoriali. Lasciare andare le credenze negative e con esse anche le paure limitanti è il passo basilare per ritrovare se stessi e giungere ad una vita più libera e appagante, da vivere con consapevolezza e in piena salute.

.

Le tue convinzioni diventano i tuoi pensieri.

I tuoi pensieri diventano le tue parole.

Le tue parole diventano le tue azioni.

Le tue azioni diventano le tue abitudini.

Le tue abitudini diventano i tuoi valori.

I tuoi valori diventano il tuo destino.

(Mahatma Gandhi)

Fonte: http://coscienzaevoluta.blogspot.com

.

Visita il mio nuovo sito http://www.scuoladellasalute.it/

 .

Sebastiano

.

MENTE COSCIENTE E SUBCONSCIO


.

ELEMENTI DI MEDICINA PSICOSOMATICA

.computer

L’uomo dispone di una Mente Cosciente con la quale pensa, ragiona e prende le sue decisioni. Dispone inoltre di un’altra mente, detta Mente Inconscia, o semplicemente Subconscio, la quale presiede a tutte le funzioni involontarie del corpo, come per esempio la digestione, la circolazione del sangue, il funzionamento di organi come i reni e il fegato, e quant’altro che avviene nel corpo, e che noi crediamo che avvenga in maniera automatica.

.

Correlazione tra Mente Cosciente e Subconscio

.

Qui vorrei parlarvi della correlazione tra Mente Cosciente e Subconscio, cioè come le due menti interagiscono tra di loro a nostra insaputa, e quali mezzi usano per interagire. Per cercare di definire dei concetti astratti su entità non visibili come l’inconscio, ci serviremo come esempio del computer, un apparecchio ormai entrato a far parte della vita comune, e quindi più facilmente comprensibile.

.

Mi perdonino i professori di Medicina Psicosomatica, ma nell’era di internet e del computer, mi sembra molto appropriato paragonare l’inconscio ad un computer, affinchè anche i non addetti ai lavori possano comprendere a grandi linee cosa è l’inconscio, e come funziona.

.

IL SUBCONSCIO E’ COME UN COMPUTER

.

La Mente Inconscia, o meglio detta Subconscio, può essere paragonata a un computer, con il suo sistema operativo di base, tipo Windows XP, già installato. La Mente Inconscia si comporta perfettamente come un computer, cioè esegue le istruzioni dei programmi che in esso sono installati, cioè il suo sistema operativo.

.

Così il Subconscio-computer è già stato programmato  dal suo Fabbricante al momento di essere immesso nel mercato. Così il Subconscio, con la precisione di un computer, esegue tutte le istruzioni contenute nel suo sistema operativo. Egli automaticamente svolge tutte quelle funzioni del corpo che non sono di competenza della mente cosciente.

.

Il Subconscio presiede dunque alla circolazione del sangue, alla digestione, al funzionamento di tutte le ghiandole del corpo, all’assimilazione dei cibi, etc. In pratica tutte quelle funzioni che noi chiamiamo automatiche, tipo una ferita che si rimargina da sola.

.

E proprio come un computer il Subconscio accetta installazioni di programmi da parte di un altro operatore interno tipo la nostra Mente Cosciente, e anche da parte di operatori esterni, cioè le Menti altrui. Ed è a questo punto che sorgono i problemi. La Programmazione Originale del Computer-Subconscio è stata fatta per ottenere sempre e comunque l’Autoguarigione, detta anche Istinto di Sopravvivenza, oppure “Difese Immunitarie”.

I successivi programmi installati dall’esterno possono essere positivi o negativi. Possono fare del bene o del male al nostro corpo.

.

SUBCONSCIO E VIRUS

.

Come avviene l’installazione di un nuovo programma nel nostro Subconscio-computer? Nel 99,9% dei casi avviene involontariamente, a nostra insaputa, come un virus che si installa in un computer e lo manomette, impedendone il corretto funzionamento. E la cosa più grave è che i portatori di questi virus siamo noi stessi, con la nostra Mente Cosciente, e non lo sappiamo.

.

Chiariamo il concetto. Ogni nostro pensiero, ogni nostro desiderio, ogni nostra ambizione, ogni nostra aspirazione, ogni nostro sogno, insomma qualsiasi idea che staziona con insistenza nella nostra mente, viene recepita dal nostro Subconscio, viene decodificata, cioè, interpretata, come un programma da attuare, e da quel momento il Subconscio si darà da fare a modo suo per realizzare quelli che sono i pensieri della nostra mente.

Soltanto che il Subconscio, proprio come un computer, interpreta alla lettera quello che è il contenuto della Mente Cosciente. Un semplice esempio prima di andare avanti:

.

Un esempio calzante

.

Una buona madre di famiglia, che viene sistematicamente trattata male dal marito, si troverà spesso a pronunciare frasi di questo tipo: “Devo ingoiare questi “bocconi amari” per amore dei miei figli”.

.

Questo è un classico esempio di una risposta “sbagliata” del nostro Subconscio-computer al pensiero “Devo ingoiare questi bocconi amari per amore dei miei figli”. La frase chiaramente ha un significato allegorico, ma il Subconscio-computer la interpreta alla lettera, perchè questo è il suo modo di operare, e quindi comincia a secernere succhi gastrici nello stomaco come se dovesse digerire dei “bocconi amari” veri e propri.

.

Chiaramente, perdurando questa situazione, questa donna comincerà ad accusare prima acidità di stomaco a causa dell’abbondanza di succhi gastrici nello stomaco  in assenza di cibo, poi sopravviene la gastrite, e se non si pone il giusto rimedio, se non cambia la situazione familiare della donna, la malattia si evolverà in un ulcera incurabile, con il bisturi come ultima spiaggia.

.

Le pastiglie non risolvono i conflitti mentali

.

Niente può fare il medico per fermare questa malattia, se non con dei palliativi sotto forma di inutili pastiglie, perchè non ha conosciuto qual’era la causa della malattia, e nemmeno ha provato a conoscerla.

.

Il medico si limita a curare i sintomi esteriori, che sono le conseguenze di un conflitto psichico interiore. Il medico considera la persona un insieme di carne, ossa e liquidi vari; non considerando che l’uomo oltre al corpo, possiede una mente, un cuore e dei sentimenti che interagiscono tra di loro. Questa è la triste situazione della nostra Medicina Ufficiale fino ad oggi. E questo caso portato a mo’ di esempio è applicabile in ogni tipo di malattia, escluse quelle dovute a traumi e incidenti.

.

Il cane di Pavlov

IL CANE DI PAVLOV

.

Ecco qui un esperimento effettuato circa cento anni fa, che dimostra l’influenza del pensiero sul corpo, cioè come il pensiero può provocare delle vere e proprie modificazioni sul corpo.

.

Ivan Pavlov fu un famoso fisiologo russo che poco più di cento anni fa, studiando la corteccia cerebrale, fece un esperimento rimasto negli annali della scienza.

.

Comprendendo bene i meccanismi della digestione (per cui nel 1904 si meritò il premio Nobel ) e conoscendo gli stimoli che provocano la salivazione alla vista del pasto ( la cosiddetta acquolina in bocca), fece il seguente  esperimento con un cane.

Egli chiamava a se il suo cane, quindi faceva suonare una campanella, e immediatamente dopo gli somministrava il cibo. Come era naturale, alla vista del cibo il cane aumentava la salivazione disponendosi così a consumare il suo pasto.

.

Fece questo per più giorni, faceva suonare una campanella e subito dopo gli presentava la scodella del cibo.

Dopo introdusse una variante nell’esperimento: dopo il suono della campanella, non le dava più la scodella del cibo. A questo punto  si accorse che il cane ormai reagiva con la salivazione (la tipica acquolina in bocca) al semplice suono della campanella, anche in assenza del pasto.

.

Il cane inconsciamente aveva accoppiato nella sua mente il suono della campanella con la scodella del cibo, e la sua bocca cominciava a secernere saliva come se avesse davanti il suo cibo e fosse sul punto di mangiare. Ma chiaramente non c’era nessun cibo da digerire. Il cane aveva sviluppato un riflesso inconscio che fu chiamato “riflesso condizionato”.

.

CONCLUSIONE

.

La stessa cosa accade all’uomo. La madre di famiglia della quale abbiamo parlato reagiva alla stessa maniera del cane di Pavlov, secerneva succhi gastrici inconsciamente per ingoiare i suoi astratti “bocconi amari”. E questo la portava ad avere una vera e propria gastrite cronica, con tutte le sue conseguenze.

.

Auspichiamo che la Medicina Ufficiale possa presto considerare l’uomo nella sua interezza di Corpo, Mente e Anima(intesa come sentimenti ed emozioni), e possa riconoscere le vere cause che generano le innumerevoli malattie moderne, cioè l’influenza della mente sul corpo nel creare la malattia o la guarigione.

.

Sebastiano.

.

EMILE COUE’: AFFERMAZIONI DI GUARIGIONE


“Ogni giorno, in ogni parte del mio corpo, la mia salute migliora di bene in meglio”.

.

(Affermazione di guarigione parafrasata dalla formula di E. Couè)

Emile Couè

.

.

Questa breve affermazione di guarigione può essere usata per scopi di guarigione generale. Vi consiglio questo esercizio almeno due volte al giorno, preferibilmente la sera prima di addormentarvi e la mattina appena vi svegliate, e ancora, durante la giornata, per rafforzare e tenere viva l’affermazione (In questo caso mentalmente). Questa affermazione va bisbigliata almeno 20 volte per esercizio. Fatela ogni volta che sentite un malessere di qualsiasi natura, e specialmente se vi trascinate qualche malanno dal quale non riuscite a liberarvi con i mezzi che la Medicina ufficiale mette a disposizione. 

.

Ricordate che ogni guarigione è sempre una autoguarigione del corpo, ciò significa che il corpo possiede in se stesso tutte le capacità per autoguarirsi da qualsiasi malattia, e che qualche volta si “impigrisce” ed ha bisogno di un ulteriore stimolo, una sollecitazione, un incoraggiamento, e un segno di fiducia verso il suo innato meccanismo di autoguarigione. Lo scopo di ripetere un’affermazione di guarigione è proprio quello di ridare forza ed entusiasmo al nostro meccanismo di guarigione per spingerlo a lavorare come lui sa ben fare in maniera naturale.

.

Provare per credere. Aspetto i vostri messaggi di guarigione per chi lo proverà. Queste affermazioni di guarigione non vanno in competizione con le vostre normali cure mediche, consideratele come una terapia complementare che non presenta nessun tipo di effetti collaterali ma che vi porterà tanto benessere e guarigione. Fatemi sapere.

.

Questa “Affermazione di guarigione” è da imprimere nella propria mente, è da registrarla nei solchi del cervello alla stessa maniera di come si registra una canzone nei solchi di un disco musicale. Ripetete questa frase con fiducia meditandone i significati, con tranquillità e serenità. 

.

1 – “Ogni giorno” …,

.
2 – “In ogni parte del mio corpo” …,

.
3 – “La mia salute” …,

.
4 – “Migliora” …,

.
5 – “Di bene in meglio” …!

.

Proviamo a commentare i significati e le valenze di benessere e guarigione contenuti in ognuna delle cinque parti dell’affermazione di guarigione.

.

1 – “Ogni giorno” include ogni ora della giornata, ogni minuto, ogni attimo del giorno. Questo pensiero perciò mette in luce che il nostro meccanismo interiore di autoguarigione lavora instancabilmente e senza interruzioni per tutte le 24 ore del giorno per ristabilire la salute nel nostro corpo.

.

Queste due parole “Ogni giorno”, con la loro costante e fiduciosa ripetizione, spronano il meccanismo intelligente di autoguarigione del corpo a compiere la guarigione, a continuare senza sosta il suo compito di guarigione, a dimostrargli che noi abbiamo una fiduciosa aspettativa sulle capacità di autoguarigione del corpo, che noi confidiamo con certezza sul fatto che il nostro corpo possiede tutti i mezzi e ogni capacità di autoguarirsi, e abbiamo fiducia in queste sue capacità, e confidiamo che il corpo sta lavorando gioiosamente, ogni attimo, ad ogni pulsazione, per ripristinare nel corpo la salute perfetta, al massimo delle sue possibilità. 

.

2 – “In ogni parte del mio corpo”. Cominciamo a capire che ogni forma di guarigione (anche quella che sembra sia opera dei farmaci), è sempre, in definitiva un’autoguarigione del corpo. Il farmaco, quando funziona, dà come uno stimolo, ma dopo è il corpo stesso che compie sempre la sua guarigione. Ora, può anche darsi che al momento in cui decidiamo di usare questa affermazione di guarigione soffriamo di più di un malanno. In questo caso l’affermazione “In ogni parte del mio corpo” include nella richiesta di guarigione ogni possibile malessere di cui soffriamo, sia di natura fisica che pschica.

.

Quindi quando affermiamo “In ogni parte del mio corpo”, intendiamo qualsiasi forma di malattia che vogliamo guarire in qualsiasi parte del corpo, compresi quegli stati patologici di natura pschica tipo depressione, ansia, paure, esaurimento nervoso e quant’altro. Perchè guarire non vuol dire soltanto stare bene fisicamente, perchè una guarigione completa comprende un completo stato di benessere psico-fisico, salute e allegria, perchè una persona triste difficilmente riuscirà a mantenere uno stato di buona salute.

.

3 – “La mia salute”. Pensando alla mia salute, ci riferiamo al nostro stato di salute generale, completa. Vuol dire non soltanto salute fisica e guarigione fisica, ma anche di godere di uno stato perfetto di salute che include la pace dell’anima, il buonumore, la gioia di vivere.

.

4 – “Migliora”. Affermare che la mia salute migliora non mi crea contrasti con la realtà che vivo. Un miglioramento anche impercettibile, è sempre un miglioramento. E questa affermazione oltre ad essere accettabile e plausibile anche a livello inconscio, innesca e avvia quei miglioramenti che ci aspettiamo e che cominciamo a percepire chiaramente. Ricordiamoci che noi “diventiamo ciò che pensiamo”.

.

5 – “Di bene in meglio”. Anche questa affermazione non crea nessun conflitto a livello inconscio, e questo è molto importante ai fini dei risultati. Bisogna procedere gradualmente col valore delle affermazioni. Infatti  “Di bene in meglio” suggerisce al Subconscio un concetto di continuità e di gradualità verso la guarigione. Un miglioramento continuo del nostro stato di salute. Perciò ogni giorno sperimenteremo che la nostra salute psico-fisica va migliorando giornalmente di bene in meglio.

.

Sebastiano.

.

FORZA VITALE E AUTOGUARIGIONE


LA VERA GUARIGIONE

Dott. Giacomo Bo

.

Dr Giacomo Bo

Dr Giacomo Bo

Che cosa guarisce?

 .

Quando una persona guarisce da una malattia ci dovremmo chiedere: “Che cosa lo ha guarito?”
E’ la medicina, la cura, la sua forza interiore, un miracolo?

Normalmente siamo così felici di essere guariti che ci dimentichiamo di studiare cosa ci abbia guarito. Ringraziamo il medico e riprendiamo la nostra vita ordinaria.
Sarebbe saggio invece fermarsi un attimo a riflettere, per comprendere quale meccanismo abbia agito per la nostra guarigione.

.

Di solito, si ritiene che siano i medicinali a guarire le malattie.

.

Difatti, per ogni malattia esiste una medicina corrispondente.
Però, se analizziamo più a fondo la questione, ci accorgiamo che persone con la medesima malattia (e la stessa medicina) non guariscono allo stesso modo, e a volte non guariscono per nulla.

Ad un livello più profondo, scopriamo che non è una medicina né una cura a produrre una guarigione, ma qualcosa che agisce in sinergia con queste.

.

La Forza Vitale

 .

Ciò che tiene vivo un corpo, lo ripara e lo guarisce se necessario è la Forza Vitale, la vita stessa di quel corpo.
La materia vivente ha come unico scopo la sopravvivenza e quindi reagisce ad ogni minaccia. La sua forza proviene direttamente dalla vita che permea tutto l’universo, quella stessa vita che anima ogni essere vivente e che è uguale per tutti.

.

Questa Forza Vitale anima il corpo, la mente e l’anima della persona. Senza di essa la materia è morta e inerme, tant’è che qualunque agente nocivo la distrugge facilmente. Gli stessi batteri che non riescono ad intaccare una persona viva, la distruggono in pochi giorni quando questa è morta.

.

Esistono quindi delle Forze Profonde di Guarigione, in opera costantemente nel corpo e nell’animo umano.

.

Quando infatti parliamo di malattia, includiamo anche ciò che agisce a livello mentale e a livello dell’anima, perché una persona può star bene fisicamente ma sentirsi ‘malato’ dentro.

.

Quando una persona perde l’amore per la vita – ad esempio per la morte di un proprio caro – le Forze Vitali diminuiscono ed ella sarà più soggetta a malattie.
Viceversa, esistono infiniti casi di persone malate che ritrovano la motivazione a vivere e guariscono.

.

Quindi, ciò che guarisce veramente sono queste forze vitali che operano sempre per la vita e si oppongono alla morte.

.

Qual è allora il ruolo di un medicinale o di una cura?

 .

Essi possono operare in armonia con queste forze, aiutandole nel loro lavoro. Se ad esempio c’è un’infezione, le Forze Vitali combattono i microrganismi responsabili, e se questi sono molto forti, il loro sforzo potrebbe non essere sufficiente. Allora, un medicinale che intervenga distruggendo i microrganismi sarebbe di grande aiuto e permetterebbe a queste forze di completare il proprio lavoro di guarigione.

Un medicinale quindi dovrebbe essere costruito con questo intento: aiutare le Forze Vitali.

.

Che dire invece di quella medicina, come ad esempio un antibiotico,

 .

che distrugge la flora intestinale e intossica il fegato e i reni?
Siamo qui di fronte ad una prodotto che se da un lato fa del bene uccidendo i batteri nocivi, dall’altro indebolisce grandemente il corpo e le sue forze vitali, creando forse una situazione peggiore di quella di partenza.
Allo stesso modo cure invasive come la chemioterapia e la radioterapie distruggono le Forze Vitali indebolendo il corpo e aprendo la strada ad un’infinità di problemi.

.

Purtroppo oggi la maggior parte delle medicine funzionano in questo modo, perché manca la visione del fatto che sono le Forze Vitali a guarire e non il medicinale che quindi non dovrebbe opporsi ad esse bensì aiutarle.
Manca cioè la fiducia nella natura e nel fatto che essa da sempre protegge le proprie creature, con l’esperienza di miliardi di anni di sperimentazione sul campo.

.

Fiducia nelle Forze Guaritrici

 .

Una volta un frutteto di mele, circondato dal bosco, richiedeva rare cure da parte dell’agricoltore, diversamente da oggi dove il bosco non esiste più e con esso è scomparsa anche la sua protezione naturale, tanto da richiedere una moltitudine di trattamenti a base di prodotti sempre più aggressivi.

.

Avere fiducia nella vita significa sapersi affidare a queste Forze Guaritrici, significa poterle conoscere in profondità e saper collaborare con loro.

.

Avvicinarsi ad un malato significa prima di tutto valutare le sue Forze Vitali residue e stimare la loro capacità di innescare una guarigione. Spesso, è sufficiente un riposo prolungato, un digiuno mirato, l’affetto delle persone vicine, e la guarigione inizia.
Nei casi più difficili, la somministrazione di farmaci atti a rafforzare le difese immunitarie sarà il passo decisivo verso la guarigione.

.

Rispetto per la vita e per le Forze Vitali

 .

In ogni caso, il profondo rispetto per la vita e per le Forze Vitali sarà l’atteggiamento giusto di partenza per operare in aiuto del malato e non contro di esso.

La vita opera per la vita e solo in casi estremi fallisce e si arrende alla morte.
Intossicare il corpo, portarlo oltre i suoi limiti fisiologici, mancare della giusta cura e del giusto rispetto per esso, sono tutti interventi umani che si oppongono all’operato delle Forze Vitali e possono condurre alla malattia grave e alla morte.
In assenza di questi, per la vita non è difficile mantenere sano un organismo umano che è stato progettato per vivere a lungo e in salute.

.

Noi possiamo fare molto per la nostra salute, con atteggiamenti e comportamenti in armonia con la natura e le leggi eterne della vita.

.

dott. Giacomo Bo

.

Fonte: www.riflessioni.it

.

Sebastiano.

.

DIO E’ AMORE: IL SEGRETO DELL’AUTOGUARIGIONE


.

Il mantra di base dell’Autoguarigione

 .

“Io Amo, sempre, comunque e dovunque”. “Io Amo tutti e tutto”.

.

 Altri semi di meditazione per l’Autoguarigione

.

1. La Legge Universale dell’Amore è l’Amore di Dio.

.

2. Dio è Amore Divino.

.

3. L’Amore Divino è Amore Incondizionato.

.

 In sintonia con l’Amore Divino e la Divinità che è in noi.

 .

4. Io Sono Amore.

.

5. L’Amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori.

.

6. Chi Ama è da Dio. Cioè in armonia col Progetto Divino.

.

Conseguenze dell’Amore 

 .

7. Il Frutto dello Spirito è Amore.

.

8. L’Amore guarisce.

.

9. L’Amore cancella le cicatrici delle ferite emotive.

.

10. L’Amore rimuove i blocchi emotivi dolorosi.

.

Conseguenze della mancanza d’Amore

.

11. Dove c’è un blocco emotivo doloroso, si crea un’ostruzione che impedirà il libero flusso dell’Energia Divina, e lì si formerà una malattia.

.

VALORE DI UN ABBRACCIO FRATERNO

 

.

12. Un Abbraccio è l’espressione visiva dell’Amore.

.

13. Nell’Abbraccio c’è una trasmissione fisica di una sentimento d’Amore.

.

14. L’Abbraccio è la naturale conseguenza di un saluto sotto l’impulso dell’Amore Divino.

.

Un Abbraccio trasmette Amore

 .

15. Il Contatto fisico avvolgente di un Abbraccio trasmette molto più Amore di una semplice stretta di mano.

.

16. Il calore di un Abbraccio sincero scioglie il gelo dell’indifferenza.

.

Visita il nuovo sito http://www.scuoladellasalute.it/

.

Sebastiano

.

Questo articolo può essere diffuso liberamente, purchè in maniera integrale, per uso non commerciale, e citando sempre la fonte:  https://scienzanewthought.wordpress.com/ . Compreso questo testo. Sebastiano.

*

COME AUTOGUARIRSI: AUTOGUARIGIONE IN 25 PUNTI


.

LA LEGGE DELLA GUARIGIONE

.

1. La Guarigione del corpo dipende dalla Guarigione della Mente.

.

2. La Legge della Guarigione è una Legge Naturale, ispirata dalla Legge Universale dell’Amore, e scritta in ogni cellula del nostro corpo.

.

3. La Legge Universale dell’Amore comprende l’Amore verso noi stessi ed il prossimo, il Perdono verso noi stessi ed il prossimo, l’Amore verso ogni forma di vita.

.

4. La sola comprensione della Legge dell’Amore  a livello cosciente non è sufficiente a produrre quel potere capace di guarire il nostro corpo.

.

Il farmaco migliore

.

5. L’Amore ed il Perdono sono il più potente Medicinale per guarire le nostre ferite emotive.

.

6. Le ferite emotive, che riceviamo fin dalla nascita, depositano la loro carica energetica dolorosa in qualche parte del corpo fisico, generando dei blocchi energetici che impediscono  il libero fluire dell’energia attraverso il corpo, e manifestandosi col tempo come malattie.

.

7. La rimozione di questi blocchi energetici dolorosi, manifesterà in cambio la guarigione del corpo.

.

8. La sola comprensione, con la Mente Cosciente, di questi principi di vita non è sufficiente a rimuovere i blocchi emotivi e manifestare la Guarigione.

.

Mente Cosciente e Subconscio

.

9. E’ necessario rimuovere prima dalla mente Cosciente, e poi dal Subconscio tutte le false credenze negative che sono la causa dei blocchi energetici.

.

10. I blocchi energetici impediscono all’energia di fluire liberamente per tutto il corpo, e questi impedimenti si manifestano in malattie.

.

11. Convinzioni erronee, come covare risentimenti, odio, gelosia, vendetta, dissolutezza, ed altri simili cose, sono la causa di dolorosi blocchi energetici in qualche parte del corpo, perché sono in opposizione alla Legge Universale dell’Amore.

.

12. Convinzioni  amorevoli, di perdono, di bontà e di gioia, sono in armonia con la Legge Universale, e lasciano le energie scorrere liberamente per il corpo portando con sé benessere e guarigione.

.

Ripulire il Subconscio

.

13. Ripulire il Subconscio di tutta la spazzature delle convinzioni negative si ottiene attraverso una costante meditazione sugli opposti: cioè Amore, Perdono, Generosità, Gratitudine, Dolcezza, Pace e Gioia.

.

14. La Meditazione va praticata fino a quando le nuove idee positive avranno sostituito completamente le vecchie credenze negative.

.

15. Le idee positive della Meditazione vanno messe in pratica giornalmente fino a quando entreranno a far pare del nostra natura, fino a quando avranno trasformato il nostro carattere.

.

16. E’ un lavoro doloroso ed anche piacevole allo stesso tempo.

.

17. Il nostro cuore potrebbe sanguinare ogni volta che strappiamo da esso una credenza erronea  negativa alla quale eravamo piacevolmente affezionati.

.

18. Il nostro cuore sarà invaso di pace e di gioia per la riconquista della salute e del benessere psico-fisico ogni qualvolta eserciteremo l’Amore ed il Perdono verso gli altri e verso noi stessi.

.

Dipende solo da noi

.

19. Niente si può ottenere senza un sincero sforzo per rimuovere dal Subconscio ogni tipo di credenza negativa.

.

20. Ultimo, non ci sono psico-terapeuti che possono fare questo lavoro al posto nostro.

.

21. Ogni Guarigione è un’auto-guarigione. Una vera Guarigione fisica è la conseguenza della Guarigione della nostra Mente e della nostra Anima, in pratica dalla pulizia delle memorie negative che giacciono registrate nel nostro Subconscio.

.

La Guarigione è Naturale

.

22. La Guarigione avviene naturalmente e gradualmente man mano che estirpiamo dal nostro Subconscio tutte quei pensieri e quelle convinzioni che non sono in armonia con la Legge Universale dell’Amore.

.

23. La Legge Universale dell’Amore è scritta in ogni cellula del nostro corpo, in ogni organo, in ogni pezzo di tessuto, nel nostro DNA.

.

24. Coloro che vivono in armonia con la Legge Divina sperimentano naturalmente nella loro vita Amore, Gratitudine, Gioia, Pazienza, Pace nel cuore, Mitezza, Bontà, Autocontrollo, e conseguentemente Salute e Benessere psicofisico.

.

25. Questa Guarigione è alla nostra portata, solo se la vogliamo, solo se siamo disposti a liberarci da tutte le nostre convinzioni negative.

.

Sebastiano.

*

Questo articolo può essere diffuso liberamente, purchè in maniera integrale, per uso non commerciale, e citando sempre la fonte:  https://scienzanewthought.wordpress.com/ . Compreso questo testo. Sebastiano.

*

Visitate il mio nuovo sito http://www.scuoladellasalute.it/

.

Argomenti Correlati:

.

I DOLORI CRONICI. TERAPIA DEL DOLORE. COMBATTERE IL DOLORE. RIDUZIONE DEL DOLORE.

IL CONTROLLO DEL DOLORE

COME STIMOLARE L’AUTOGUARIGIONE E GODERE DI OTTIMA SALUTE

AUTOGUARIGIONE E SUBCONSCIO

IL POTERE DI GUARIGIONE DELL’AMORE E DELLA GIOIA

FORZA VITALE E AUTOGUARIGIONE

L’AMORE GUARISCE

TERAPIE CONTRO IL DOLORE CRONICO

PNEI: Che cosa è la PsicoNeuroEndocrinoImmunologia

DIO E’ AMORE: IL SEGRETO DELL’AUTOGUARIGIONE

IL SUBCONSCIO CAUSA DI GUARIGIONE O DI MALATTIA

COSA POSSO FARE PER GUARIRE?

IL SORRISO CHE GUARISCE

AUTOGUARIGIONE: IL POTERE DELLE CREDENZE

Psiconeuroendocrinoim­munologia (PNEI): Il potere immunostimolante dell’Amore

GUARIGIONE NATURALE E AUTOGUARIGIONE

MEDITAZIONE SUL PERDONO

ECKHART TOLLE: RAFFORZARE IL SISTEMA IMMUNITARIO

MEDICINA OLISTICA: 40 CONSIGLI PER VIVERE MEGLIO

IL VALORE DEL PERDONO

IL SINTOMO E’ UNA MALATTIA?

.

.

GUARIGIONE NATURALE E AUTOGUARIGIONE


.

Comprendere la causa della malattia

.

Ogni malattia, esclusi gli incidenti traumatici, è di origine Psicosomatica, ed è la naturale conseguenza di uno squilibrio nella nostra Psiche o nel nostro Spirito. C’è una Legge Spirituale scritta nella nostra anima, ed è la Legge dell’Amore. Trasgredire questa Legge Divina equivale a crearsi una malattia. Riequilibrarsi con questa Legge Universale ha come risultato la Guarigione Naturale, o Guarigione Spontanea o meglio l’Autoguarigione.

.

Perché la malattia?

.

Purtroppo non ci rendiamo ancora conto  di essere noi stessi gli unici responsabili della nostra salute o della nostra malattia. Poiché Benessere e Malattia sono il risultato dei nostri pensieri, delle nostre  parole e delle nostre azioni, in proporzione con la carica di sentimenti ed emozioni che li accompagnano.  Molti di noi viviamo la malattia senza mai chiederci il motivo e l’origine della malattia. Ci affidiamo passivamente e completamente nelle mani dei dottori, i quali, neanche essi conoscono e neanche vogliono conoscere il perché si genera una malattia.

.

combattere la malattia col bisturi e con sostanze chimiche

.

Essi si limitano a combattere la malattia col bisturi e con sostanze chimiche, senza mai addentrarsi in un’indagine veramente scientifica nella ricerca delle vere cause che hanno provocato una malattia. La Scienza Medica è dedita ad individuare le cause della malattia in virus e batteri che aggrediscono il corpo umano, senza tenere in nessuna considerazione che esistono una miriade di altri agenti patogeni, che sono i nostri stessi pensieri negativi e le nostre emozioni negative, i quali sono capaci di scombussolare gli equilibri del nostro corpo, ridurre le nostre difese immunitarie, e, di conseguenza, generare ogni sorta di malattia.

.

Perciò, siamo noi stessi che creiamo la nostra malattia.

.

Pensare Positivo

.

Il Pensiero Positivo non ha risolto del tutto  le cause della malattia. E questo succede  perché il neofita del Pensiero Positivo, quando comincia ad applicare questa dottrina, crede  di vivere in modo del tutto positivo. Continua a  ripetersi nelle sue meditazioni di amare il prossimo e di amare se stesso, di amare ogni forma della creazione, e di essere grato per ogni cosa. Ma è veramente così? Siamo veramente riallineati alla Legge dell’Amore e del Perdono? Ogni volta che succede questo riallineamento noi otteniamo come risultato la Guarigione Naturale della malattia, ovvero la cessazione dello squilibrio psico-fisico. In questo caso l’Amore ed il Perdono hanno funzionato meglio dei più potenti Antibiotici e Vitamine per annullare la malattia e ristabilire la Salute.

.

Limiti del Pensiero Positivo

.

Ma molte volte il Pensiero Positivo non funziona così bene, e non per colpa del Pensiero Positivo. Proviamo ad interrogarci sinceramente, per vedere se i nostri pensieri positivi e le nostre parole positive, corrispondono ai nostri sentimenti ed alle nostre emozioni interiori, per verificare se il Pensiero Positivo che esprimiamo a livello cosciente trova la sua corrispondenza nel nostro Subconscio.

.

Esempio:io mi dico che perdono completamente e senza condizioni il Tizio ed il Caio, e mi sforzo di manifestarlo in parole, pensieri ed azioni. Ma nel profondo del mio Subconscio, come stanno veramente le cose? Sento che ho perdonato veramente il Tizio? oppure soltanto a ricordare il suo nome sorge  in me un senso di irritazione per una marea di ingiustizie subite nel passato? Amo veramente il mio prossimo di qualunque colore, religione o nazionalità possa essere, perché lo considero un essere umano come me, un’espressione vivente della Divinità? oppure lo considero come un qualcosa venuto nel mio paese per arrecarmi disturbo?

.

Non possiamo beffare il Subconscio

.

Noi potremmo darci da soli le risposte più gratificanti che vogliamo, ma nel nostro Subconscio è scritta la verità, non in parole ma in emozioni. Perciò non fidiamoci delle parole di amore o di perdono che pronunciamo, ma osserviamo le emozioni e i sentimenti che essi suscitano sia nella nostra coscienza che nel nostro Subconscio.

.

Se  esaminiamo i nostri pensieri, potremmo giudicare positivi i nostri comportamenti,  ma se osserviamo i sentimenti, le emozioni e le sensazioni che si trovano nella profondità del nostro cuore, ci accorgiamo  invece che molte volte ci stiamo ingannando da soli.

.

Distorsione tra pensieri coscienti e sentimenti inconsci

.

Le nostre parole apparentemente positive non hanno in realtà niente a che fare con un atteggiamento positivo nei confronti della vita, perché i nostri sentimenti, le nostre emozioni e le nostre sensazioni interiori gridano CONTRO il nostro prossimo. Per poterci riconoscere in profondità e scoprire quali sono veramente i nostri intenti, dobbiamo esaminare se anche il nostro dialogo interiore è positivo.

Nel nostro Subconscio si cela la verità. Quelle sensazioni e quei sentimenti  possiamo anche riuscire a soffocarli per un tempo, o a nasconderli inconsapevolmente. Ma se non abbiamo operato un vero Perdono, quei sentimenti negativi presto o tardi verranno a galla, portando i loro risultati. Perciò non illudiamoci di aver completato il nostro percorso di Amore e di Perdono, ma piuttosto continuiamo ad esaminarci e a metterci in discussione, per ripulirci da tutte le scorie negative.

.

Problemi irrisolti e malattia

.

Queste scorie di negatività, se non eliminate, continueranno a produrre inevitabilmente i loro risultati, consistenti in disturbi e malattie. Particolari fattori di disturbi o problemi irrisolti, rimangono presenti nel nostro Subconscio allo stato dormiente, pronti a risvegliarsi in qualsiasi momento in tutta la loro gravità. Dobbiamo affrontare e prendere coscienza di ogni problema irrisolto che abbiamo parcheggiato nel Subconscio, esaminarlo alla luce del Pensiero Positivo, e lasciarlo sciogliere fino a svanire.

.

Risoluzione dei problemi e Guarigione

.

Perciò portiamo a livello di coscienza ogni situazione di disagio, e domandiamoci: “Che cosa vuole dirmi il mio Subconscio dietro questo disagio o questa malattia”? Alfine arriverà la risposta interiore, insieme alla comprensione del problema. E quando comprendiamo la causa del disagio, individuata la causa, rimossa la causa, scompare anche la malattia. E questo non è un miracolo, ma è il realizzarsi della Legge Divina scritta nel nostro DNA. Sebastiano.

.

Visita il mio nuovo sito http://www.scuoladellasalute.it/

.

Sebastiano

.

Argomenti correlati

.

AUTOGUARIGIONE

COME CAMBIARE IL LAMENTO IN GIOIA

NONA LOVELL BROOKS – ORIGINI SCIENZA DIVINA

INTRODUZIONE ALLA SCIENZA DIVINA di W. JOHN MURRAY

DICHIARAZIONE DI FEDE DELLA SCIENZA DIVINA

MALINDA CRAMER, FONDATRICE DELLA SCIENZA DIVINA

VERITA’ ESSENZIALI DELLA SCIENZA DIVINA

ERNEST HOLMES: PRINCIPI DELLA SCIENZA RELIGIOSA

PENSARE POSITIVO – PENSIERO POSITIVO

LA SCIENZA DELLA MENTE – ERNEST HOLMES

PHINEAS PARKHURST QUIMBY – BIOGRAFIA

NEW THOUGHT e PENSIERO POSITIVO

IO SONO POSITIVO – MEDITAZIONE METAFISICA di RUBEN CEDEÑO

LA CHIAVE SUPREMA – THE MASTER KEY SYSTEM- CHARLES HAANEL

CHE COSA E’ LA SCIENZA DIVINA?

ORIGINI DEL NEW THOUGHT – NUOVO PENSIERO

IL PENSIERO POSITIVO DI LOUISE HAY

Perchè New Thought

*

Questo articolo può essere diffuso liberamente, purchè in maniera integrale, per uso non commerciale, e citando sempre la fonte:  https://scienzanewthought.wordpress.com/ . Compreso questo testo. Sebastiano.

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: