SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 8/9


.

WEBINARIO DI JOHN CURTIN – 8/9

.

(La seguente è la traduzione dall’originale di un Seminario di John Curtin, maestro di Reiki, sul Ho’oponopono. Il suo sito web è: http://www.sanacionysalud.com/ . Questo è il testo integrale della conferenza, che pubblicherò su questo sito, man mano che vado avanti con la sua traduzione in italiano. Sebastiano).

.

.

.

Il Metodo Ho’oponopono

.

Il metodo Ho’oponopono più semplice è quello di dire “MI DISPIACE, TI AMO”. Okay? Quindi la cosa più facile è questa: “MI DISPIACE, TI AMO”.  Andiamo a dare un’occhiata per vedere cosa stai effettivamente  dicendo, al di là delle parole “MI DISPIACE, TI AMO”.

.

Tu stai dicendo “Ti chiedo perdono, perché i miei pensieri erronei stanno facendo in modo che io ti vedo come un qualcosa che non è un ESSERE PERFETTO di LUCE”, okay? E poiché tu stai vedendo questa persona come una persona brutta,  questa persona è realmente brutta nella tua realtà, perché tu la stai vedendo  così, ma dietro di quella cattiveria che tu hai creato, c’è un Essere Perfetto di Luce .

.

Noi tutti siamo Esseri Perfetti di Luce

.

Allora tu dici: “Ti chiedo perdono per i miei pensieri erronei, che fanno in modo che io ti vedo come un qualcosa che non è un Perfetto Essere di Luce,  TI AMO”. “MI DISPIACE, TI AMO”.  Poi è possibile alternare tra queste due cose, ma comunque  tu gli stai chiedendo perdono per i tuoi pensieri erronei, che ti fanno vedere in lui un qualcosa che non è un Essere Perfetto di Luce.

.

Non dire mai che la vedi come una persona con un cancro, perché forse il problema non è un cancro, forse il problema è la rabbia accumulata, perchè come sappiamo dal corso di terapeuta, il cancro è  tanta rabbia repressa e accumulata, perciò  non ti complicare la vita più di tanto. Dici semplicemente che tu lo vedi come un qualcosa che non è un Essere Perfetto di Luce, e gli chiedi perdono.

.

Assumersi la responsabilità

.

Puoi anche dire che ti assumi il 100% della responsabilità per i tuoi pensieri erronei, che ti fanno vedere questa persona come un  qualcosa che non è un Essere Perfetto di Luce. Questa è un’altra cosa che puoi fare: Assumerti il 100% della responsabilità dei tuoi pensieri erronei.

.

CONNETTERTI CON IL TUO BAMBINO INTERIORE

.

Ma prima di tutto questo, devi fare qualcosa di molto più importante: CONNETTERTI CON IL TUO BAMBINO INTERIORE, perché non bisogna dimenticare che il Bambino è in realtà colui che realizza il processo di guarigione. Tutto quello che tu dici, in realtà  lo stai dicendo in nome del tuo Bambino.

.

Adesso ti dico quello che io faccio quando sto dando Reiki, per esempio, o quando vedo una persona brutta per la strada : GUARDO NEL MIO INTERNO, COME PER ENTRARE DENTRO UNO SPAZIO PROPRIO SOTTO L’OMBELICO, DOVE STA IL MIO BAMBINO INTERIORE, E DICO: “ASCOLTAMI Bambino, per favore, PUOI connetterti con la Fonte, così possiamo guarirci? (E naturalmente io so che il mio Bambino  dice “siiiii!” Lui è contento di togliersi un po’ di spazzatura). E ancora dico al Bambino: “PER FAVORE, BAMBINO, chiedi  ALLA FONTE CHE GUARISCA I NOSTRI PENSIERI ERRONEI, CHE CI FANNO VEDERE  QUESTA PERSONA COME UN QUALCOSA CHE NON E’ UN PERFETTO ESSERE DI LUCE,  MI DISPIACE, TI AMO”.  Poi mi rivolgo  alla persona mentalmente e gli dico: “MI DISPIACE, TI AMO”.

.

Domanda. Ci si può curare una malattia da soli, usando Ho’oponopono?

.

John Curtin: Sì, qualcuno lo aveva già chiesto  nel corso del Seminario Ho’oponopono in Irlanda, e il dottor Len disse “Sì, la prima cosa che devi fare è AMARE LA TUA INFERMITA’, PERCHE’ LA TUA INFERMITA’ TI STA DICENDO CHE C’E’ IN TE QUALCOSA CHE DEVI GUARIRE. Nello stesso modo in cui tu dici a qualcuno “MI DISPIACE, TI AMO”, tu dici alla tua infermità TI AMO. Tu dici: “GRAZIE INFERMITA’ per mostrarmi la spazzatura che devo guarire”, perché, che cosa è una malattia? L’effetto di PU!

.

Una malattia è l’effetto dell’ immondizia, sia la tua o di altri, è l’effetto dell’immondizia che rende  la tua malattia meravigliosa, perché  ti sta dicendo che hai qualcosa da guarire. Immaginati se questa malattia non ci fosse, tu non  avresti la minima idea che hai  qualcosa da guarire, e tu saresti solo un povero infelice, senza sapere il perché. Così questa malattia ti sta dando una meravigliosa opportunità per curare qualcosa, per cui tu ami la tua malattia.

.

‘Amare la propria malattia’

.

E questo per me fu molto scioccante, perché avevo già  sentito questo fatto  di ‘Amare la propria malattia’ molte volte, ma mi era sempre sembrata una stronzata.  Perché io vedo spesso i miei pazienti, e quando un paziente  ha una depressione da cavallo, e sta imbottito di farmaci fino alle sopracciglia, ed è ridotto come uno zombi, prova a dire a questa persona ‘ama la tua malattia’,  se non ti da un cazzotto sui denti,  è solo perché sono brava gente.

.

‘Ama la tua depressione’, sì, sì …  sembra uno scherzo di pessimo gusto.   Ma ora ho capito, perché la malattia,  ti sta effettivamente indicando che c’è in te qualcosa da guarire, per cui, sii grato alla tua malattia, perché ti sta mostrando che hai qualcosa da guarire. E siccome con Ho’oponopono non hai bisogno di sapere che cosa devi guarire, e in realtà sarebbe anche  impossibile sapere cosa guarire, vi ricordate di una possibilità  su 11 milioni? Non  puoi sapere che cosa stai guarendo, non si può sapere qual è il problema. Perciò non complicarti ulteriormente la vita!

.

Reiki ed Ho’oponopono

.

Semplicemente, connettiti con il tuo Bambino Interiore, e digli: “Per favore, Bambino, connettiti con la Fonte e chiedi alla Divinità che fluisca attraverso di noi, per guarire la causa di questa malattia. Grazie infermità, ti amo.”. Come vi suona questo? Questo è Reiki di II livello: guarire la causa. Hai bisogno di conoscere la causa nel Reiki, quando guarisci? No! Lo guarisci, punto e basta. E questa è un’altra cosa che mi ha scioccato, perché il dottor Len non ha mai partecipato ai miei corsi di Reiki di II livello, haha. (Ride). Quindi, in pratica è così che funziona l’Ho’oponopono, ed è estremamente semplice. Quindi, quello che vi ho detto fino ad adesso, è ciò che è l’Ho’oponopono.

.

Domanda. Quando vedi una persona per la strada, e cominci a pensare: “Attento! devo guarire questa persona, perché vedo che è una persona brutta …”

.

John Curtin: Sì, tu vedi  una persona brutta per la strada, ma tu devi dire così: “Io devo guarire dentro di me quel qualcosa che mi fa vedere brutta questa persona.” 

.

Domanda. Perciò io debbo guarire me stessa, perchè lei è brutta …

.

 

John Curtin: Tu devi guarire la causa dell’effetto di vedere questa persona in quanto brutta, l’effetto, naturalmente lo vedi, ed é che davanti a te  vedi una persona brutta, ma possono esserci altri mille motivi.

.

Domanda. E se il tuo capo ti sgrida, tu riconosci che egli sta nella tua realtà, ma la causa …

.

John Curtin: Il tuo capo che ti urla, questo è l’effetto … , e la causa? Non ne ho idea, e neanche tu hai bisogno di saperlo, e neanche lo puoi.  Potrebbero essere 11 milioni di cause e non puoi sapere quale, non ti basterebbe una vita per scoprirlo. La sola cosa che devi fare è di assumerti il 100%  della responsabilità.

.

Domanda. E se si raggiunge l’illuminazione, non abbiamo più spazzatura?

.

John Curtin: Si, infatti, se hai raggiunto l’illuminazione non c’è più spazzatura in te, hai rilasciato tutti i tuoi rifiuti in relazione al mondo.

.

Domanda. Si può realizzare questo stato di illuminazione? È possibile? oppure si possono avere solo dei momenti di illuminazione saltuari?

.

John Curtin: Questo è quello che ho detto prima.  Quando stai guarendo, la Divinità  scorre attraverso di te, se guardi intorno a ciò che  stai guarendo, ti ritrovi in uno stato di illuminazione, perché la Divinità sta scorrendo attraverso di te ed in questo momento ti ha liberato da tutta la tua spazzatura, non sei più in contatto con questa spazzatura, in questa condizione si che puoi.

.

Domanda. Per fare quello che ha fatto Gandhi  bisogna che la Fonte scorra attraverso di te, ma per guarire i pazienti è necessario che il terapeuta sia così tanto illuminato, o questo si rende  necessario solo per i pazienti con malattie molto più gravi?

.

John Curtin: Esattamente questo è il problema. La tua efficacia come terapeuta dipende dalla percentuale di responsabilità che sei disposto ad assumerti. Ripeto: la tua efficacia come terapeuta dipende dalla percentuale di responsabilità che sei disposto ad assumerti.

.

Se tu sei in grado di assumerti il 100%  di responsabilità, un paziente con un cancro in fase terminale, quando viene da te per un tuo consulto, si siede e tu gli dici mentalmente: – ” Grazie, e così continuando … Mi dispiace … Ti amo”.  E’ così semplice.

.

Come guariva Gesù Cristo

.

Ed è così che  faceva Gesù. Gesù Cristo si assumeva il 100% della responsabilità  dei peccati dell’uomo, e occhio! Se leggete nel Vangelo, Gesù non faceva distinzione tra malattia e peccato, e questo è un  qualcosa di molto, molto, molto importante. Perché egli non diceva “Io ti ho guarito”. Lui diceva “Ti ho liberato dai tuoi peccati”. Quando i lebbrosi guarivano. Egli non diceva, “Ti ho guarito dalla lebbra”, Egli  diceva “Ti ho purificato dei tuoi peccati”. E questo è molto importante.

.

Perciò, a Gesù Cristo, bastava toccargli la tunica per guarirti, perché egli si assumeva il 100% della responsabilità dei tuoi peccati. Quindi la tua capacità di assumerti la responsabilità equivale alla tua  efficacia come terapeuta, quando  utilizzi l’Ho’oponopono.

.

Combinazione dell’Ho’oponopono con altre tecniche di guarigione

.

Okay, infine, per concludere, perché mi sto stancando, vediamo come si può utilizzare  al meglio l’Ho’oponopono,  riesaminiamo come combinarlo con le altre cose che facciamo, a cominciare con il Reiki. Con il Reiki, io sono con il mio paziente, sto canalizzando Reiki, e di solito uso i primi momenti della sessione  con la Mente Cosciente, e sono collegato alla Fonte, perché io sto canalizzando Reiki, per cui il primo passo è già fatto: sono collegato alla Fonte e sto canalizzando, e siccome sono collegato alla Fonte, ne approfitto e dico al mio Bambino: – “Ascoltami, Bambino, per favore, ti puoi collegare con questa Fonte che scorre attraverso di noi e chiedere di guarire le false credenze che abbiamo su questo paziente, che ce lo fanno vedere come un qualcosa che non è un Perfetto Essere di Luce? E  converso con il Bambino, parlo un po ‘con lui, in una forma amichevole, amorevole, perché di solito noi ignoriamo   il nostro Bambino, poverino! Va bene fin qui?

.

E subito dopo dico al paziente mentalmente: “Ti chiedo perdono per i miei pensieri erronei che  fanno che io ti veda come un qualcosa che non è un Essere Perfetto di Luce,  Ti Amo.” E mi alterno un poco tra queste due modalità, tra il parlare con il mio Bambino Interiore chiedendogli di connettersi con la Fonte per chiedere la guarigione e di chiedere scusa al paziente per la malattia che io ho gli creato, tenendo sempre conto che il mio scopo, quando do Reiki, è di guarire me stesso, va bene?

.

Ripeto: il mio scopo quando do Reiki a un paziente è di guarire me stesso. Questo è il mio obiettivo. Perché se io guarisco, anche il mio paziente guarisce, e come dicono i nord-americani: “Io sono OK, tu sei OK”, “Tu stai bene e io sto bene.”

.

Domanda: Non è necessario il consenso della persona?

.

John Curtin: Il fatto che questo paziente è sdraiato sul tuo lettino è più o meno equivalente alla domanda che Gesù faceva : “Credi che io posso guarirti?” Il fatto che qualcuno è venuto a casa tua, e ti ha pagato per un  consulto, ed si è sdraiato sul tuo lettino, dedicandoti del tempo, questo è l’equivalente della domanda di Gesù, cioè l’atto consapevole di desiderare il processo di guarigione.

.

Sebastiano

.

Tutti gli articoli sul Seminario di John Curtin:

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 1/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 2/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 3/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 4/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 5/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 6/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 7/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 8/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 9/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 7/9


.

WEBINARIO DI JOHN CURTIN – 7/9

.

john-curtin(La seguente è la traduzione dall’originale di un Seminario di John Curtin, maestro di Reiki, sul Ho’oponopono. Il suo sito web è: http://www.sanacionysalud.com/ . Questo è il testo integrale della conferenza, che pubblicherò su questo sito, man mano che vado avanti con la sua traduzione in italiano. Sebastiano)

.

Domanda. Perché noi dovremmo buttarci addosso la spazzatura?

.

John Curtin: Questa, stranamente, è la domanda che io feci al dottor Len, e la sua risposta fu tremendamente profonda: “I don’t know”, “Io non lo so”, che in un idioma cristiano significa proprio “Io non lo so”, e dopo mi ignorò completamente,  per cui io farò lo stesso con voi … “Non lo so”, “I don’t know”, …  hahaha. (Ride) Comunque, ci sono molte teorie in proposito, ma egli fu del tutto onesto, disse soltanto: “Non lo so”, “Io so solo quello che facciamo”. Quello che io insegno nei miei corsi di Reiki è che noi stiamo utilizzando dei comportamenti primordiali, che ci hanno aiutato quando  vivevano nelle caverne. Questi comportamenti erano: “Lottare o fuggire”, ma che ora, sono ormai del tutto obsoleti, perché quando il tuo capo ti sgrida, non è un comportamento adeguato trafiggerlo con la tua lancia, anche se lo vorresti.

.

Perché ormai non si vive più nelle caverne, e non si è più minacciati di morte dal proprio capo, però il tuo corpo continua a reagire in quel vecchio modo. Non ti liberi più questa energia primordiale, per cui questa energia ti rimane accumulata sottoforma di spazzatura. Prova a ripetere quelle situazioni milioni e milioni di volte, nel corso delle generazioni, per millenni e millenni, ed ecco come si è accumulata la tua PU, ovvero la tua spazzatura! Ma come ho già detto, questa è solo una teoria. Comunque, abbiamo già imparato un po’ come guarirci, vero?

.

L’assunzione del 100% della responsabilità

.

Il tuo Sé intellettuale, quella parte di te stesso che è presente in questa sala, almeno lo spero, si connette con il Bambino Interiore (il Subconscio) e il Bambino dice alla Divinità: “Per favore, guariscici”, e la Divinità invia un flusso di energia attraverso il tuo Essere. Ora esaminiamo questa famosa frase, che ho ripetuto per tutta questa sera, che è “Assumersi il 100% di responsabilità”. Ma che cosa succede in realtà? Torniamo al caso del malato di cancro. Tu sei un terapeuta di Reiki, oppure sei un medico, o qualcos’altro di simile, e davanti a te hai un malato di cancro. Nei riguardi di questo paziente, tu hai creato la sua malattia. “Certamente, per poter essere terapeuta, per poter essere un medico, o qualcos’altro di simile”.

.

La mia domanda al dottor Len era stata: “Sì, però questo paziente ha una madre, e se  la madre lo vede con un cancro? Allora anche la madre ha creato il suo cancro; e se la paziente ha poi un marito e il marito ha un ‘idea che sua moglie si va ad ammalare di cancro,  non si ammalerebbe? E se  a sua volta  la paziente ha un fratello e ha degli amici, quindi un insieme di persone, e tutte che hanno una nozione che questa persona ha il cancro, giusto”? Allora dissi: “Io, come terapeuta, come posso guarire questa persona con il cancro, liberando semplicemente i miei pensieri  erronei? Perché rimangono i pensieri erronei della madre, rimangono i pensieri sbagliati del marito, rimangono i pensieri erronei del fratello e degli amici.

.

Questo è quello che non riesco ancora a capire, però, occhio! Perché Ho’oponopono funziona, funziona  perché io l’ho visto e utilizzato, anche se non riesco a capirlo “. E lui disse: “Perché tu sei disposto ad assumerti il 100% della responsabilità su quei pensieri erronei, e questa è l’unica ragione per cui tu solo  puoi fare si che quella persona guarisca”.

.

Il Mahatma Gandhi

.

Poi ha cominciato a fare degli esempi. Uno degli esempi è stato quello di Gandhi. Gandhi era un solo uomo, e per di più era bassino, calvo e anche un po’ brutto, senza appoggi politici, senza potere economico, senza tanti amici, senza alcuna affiliazione ad un partito politico, però quest’uomo, riuscì da solo ad abbattere un impero potentissimo, che dominava in India da 200 anni, e che considerava l’India come “Il gioiello della Corona”. Se  vai alla Torre di Londra, potrai vedere che al centro della Corona della Regina c’è un diamante, chiamato ‘La Stella dell’India’, ed è il simbolo che l’India è stata  la più importante colonia dell’impero britannico. Eppure Gandhi, da solo,  riuscì a scacciare l’impero britannico dall’India. Perché? Perché si assunse il 100% di responsabilità per il fatto che la Gran Bretagna stava dominando l’India. Egli si assunse il 100% di responsabilità sulla possibilità che si potevano cacciare via gli inglesi, e lo fece, e ci riuscì.

.

Quindi, se tu riesci a prenderti il 100% della responsabilità sui tuoi pensieri erronei nei confronti di una persona, anche se quella persona ha una madre, o un fratello, solo tu puoi fare in modo che questa persona guarisca, perché tu sei disposto ad assumerti il 100% della responsabilità. E cosa c’è di buono nel fare questo? E se tu ti assumi il 100% della responsabilità, che cosa guarisci? Guarisci il 100% della tua spazzatura, perché quanta più spazzatura ammetti che è tua, tanto più tu puoi guarire, perché non devi dimenticare che è tutta spazzatura tua.

.

Gesù Cristo e i peccati dell’umanità

.

E il dottor Len nominò molte altre persone. E citò, ad esempio, Gesù Cristo quando disse: “Sono venuto in questo mondo per lavare i peccati degli uomini.” Sostituisci così: stava prendendosi il 100% della responsabilità dei peccati degli uomini. Egli da solo ha preso il 100% della spazzatura di tutta l’umanità, e guarda cosa fece! Non male per un ragazzo single! E Gandhi? non male per un uomo solo. E Nelson Mandela? pure lui.

.

Nelson Mandela

.

Nelson Mandela, dalla prigione dove trascorse 23 anni, solo in una cella, riuscì a togliere il potere alla razza bianca in Sud Africa, dopo 300 anni di dominazione; senza amici, senza potere economico, senza potenti interessi sociali, da solo, in una cella . Perché? Perché si assunse il 100% della responsabilità. E’ così che funziona Ho’oponopono. E lo fa veramente.  E questa è la ragione per cui un terapeuta Reiki, per esempio, utilizzando l’Ho’oponopono, può liberare i suoi pensieri erronei su una persona con il cancro, fino al punto in cui tale persona guarisce. Perché se quel terapeuta Reiki, per esempio, o  il medico, è disposto ad assumersi la responsabilità del 100% , quella persona  guarisce.

.

Domanda. L’assumersi la responsabilità, è un atto cosciente o no?

.

John Curtin: No, niente di quello che noi facciamo per guarire può essere un atto cosciente. La guarigione si può realizzare solo mediante il Bambino Interiore. E’ il Bambino colui che deve assumersi il 100% della responsabilità.

.

Domanda. L’altro giorno nel Forum,  non so se ti ricordi,  Angel ha parlato proprio dell’atto cosciente. Quindi, una persona che si assume il 100% della responsabilità, secondo te  non sarebbe un atto cosciente … però Gandhi fu pienamente consapevole, Gesù fu assolutamente consapevole , e Mandela anche,  ed il fatto che tu ti ponga davanti una persona che ha un cancro cercando di guarirla, guarendo te stesso, è anche questo un atto cosciente,  di responsabilità, perché inoltre tu eserciti una professione o hai scelto un tuo percorso diverso, e questo perché? perché sei responsabile e sei  cosciente di quello che vuoi fare.

.

John Curtin: Io non credo che  né Gandhi, né Nelson Mandela e nemmeno tutti quei grandi uomini che hanno cambiato il mondo, io non credo proprio che essi abbiano agito mediante un atto cosciente; credo piuttosto che essi agivano nel modo in cui ci si comporta  quando si è in uno stato di Illuminazione. E’ una questione di logica. Tu non  puoi né creare e né mettere in atto dei cambiamenti così impressionanti, se non hai la forza della Divinità che scorre attraverso di te. Quando  hai la forza della Divinità che scorre attraverso di te, quello che tu fai non è mai un tuo atto cosciente, ma è un atto sospinto e guidato dalla Fonte Creatrice. Invece tutti gli atti consapevoli si basano sulla … PU! Cioè sulla … merda, … immondizia, … spazzatura. Gli atti coscienti si basano sempre sulla Pu! Tu entri  nella merda, ne trai qualcosa e ci lavori con esso. Tutti i nostri atti coscienti si basano sulla spazzatura, perché questo è tutto quello che può fare l’intelletto.

.

Intelletto e Subconscio

.

L’intelletto funziona solo traendo spazzatura dal Subconscio. Vi ricordate dell’esempio che feci di una persona con una lesione cerebrale, che non sapeva aprire una porta, perché non ne aveva mai visto una? Beh, è così, questo è l’unico modo in cui funziona l’intelletto: Traendo materiale dal Subconscio, quindi tutto quello che fai con un atto cosciente si basa sulla tua spazzatura. E questo è l’unico modo che hai di agire mediante la Mente Cosciente,  lavorando con la tua spazzatura, oppure, devi permettere che l’energia della Fonte fluisca attraverso di te.

.

Quando fluisce l’energia dalla Fonte Divina …

.

Quindi, se dipingi un quadro meraviglioso che commuove la gente che lo osserva, non sei tu che hai dipinto il quadro, è la forza della Divinità che scorre attraverso di te che lo ha dipinto; se  scrivi un libro che riesce a cambiare il mondo, non sei tu che hai scritto il libro, ma è la forza della Divinità che scorre attraverso di te. Se tu abbatti da solo un potente impero, che domina un paese di 250 milioni di persone, non sei tu che lo hai fatto, lo ha fatto la forza della Divinità che scorre attraverso di te, perché il tuo ego cosciente può lavorare solo con … PU! Cioè spazzatura … immondizia.

.

Domanda. I modelli di comportamento sono ereditati? E’ difficile essere responsabile se la maggioranza di noi non riusciamo ad  identificarli, allora, come faccimo a saperlo?

.

John Curtin: Bene, poiché ogni  tuo comportamento è  basato su tali modelli, pertanto tu sei responsabile al 100% dei tuoi pensieri erronei. A prescindere da chi li abbia creati, questo non importa, ciò che conta è che tu vivi la tua vita basata su di essi. E ‘un po’ come prendere una pistola, sparare a qualcuno, e dire: – Ehi! Io non ho fatto niente di male, è stato quello che ha inventato la pistola! – Invece no, sei  tu il responsabile e non i creatori della pistola. E’ così che funziona l’Ho’oponopono.

.

Così, quando ti capita di incontrare qualcuno, che cosa pensi, come ti comporti? Ci sono molteplici modi per valutare una situazione, molti modi per farlo, ma il più semplice per me è il migliore. Come tu dicevi poco fa: Tu vedi qualcuno e questo  ti suscita antipatia, tu vedi  qualcuno per la strada e pensi: – Oh, quant’è brutto! E immediatamente dovresti renderti conto che questa  bruttezza è frutto della tua creazione. Tu hai chiesto a quella persona: “Per favore, puoi essere brutto, per incastrarti alla perfezione con il mio concetto che ci sono persone brutte in questo mondo?”. E’così,  ridi pure, ma lo è. Quella persona che tu vedi per strada, e dici: “Oh, che brutta”, “Oh, che capelli incolti”, “Oh, che vestito orrendo, e che colori stravaganti”, e cose di questo genere; quella persona sta nella tua realtà soltanto per compiacere al tuo concetto che in questo mondo ci sono persone brutte.

 .

 Sebastiano.

.

Tutti gli articoli sul Seminario di John Curtin:

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 1/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 2/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 3/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 4/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 5/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 6/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 7/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 8/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 9/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 4/9


.

WEBINARIO DI JOHN CURTIN – 4/9

.

john-curtin(La seguente è la traduzione dall’originale di un Seminario di John Curtin, maestro di Reiki, sul Ho’oponopono. Il suo sito web è: http://www.sanacionysalud.com/ . Questo è il testo integrale della conferenza, che pubblicherò su questo sito, man mano che vado avanti con la sua traduzione in italiano. Sebastiano)

.

Nel nostro mondo, oggi, ci si concentra quasi esclusivamente sugli effetti e mai sulle cause. Un tumore è un effetto, una malattia è un effetto, una depressione è un effetto, il tuo capo che ti sgrida è un effetto. Ci concentriamo sugli effetti e non vediamo le cause. Ma qual è la causa? “PU”!, Come diceva il Dr. Len, immondizia, spazzatura, la tua spazzatura. Questa spazzatura che tu l’hai accumulata nel tuo Subconscio.

.

Questa è la causa, quindi, tutto quello che devi fare è risalire alla causa, per guarire la causa . Quando tu hai guarito la causa, l’effetto, cioè il tumore, la tua depressione, il capo che ti urla, o il tuo portinaio maleducato, sparisce, perché è solo un effetto. Rimossa la causa, l’effetto scompare.

.

Domanda: Potrebbe essere che i terapeuti hanno creato le infermità per attirare l’attenzione su di loro?

.

John Curtin: Sì, certo. Ma rimane sempre di ricercarne la causa, e in realtà non è tanto importante. Il punto è che si tratta di un pensiero erroneo, perché, creare una infermità per ottenere attenzione, soffrire per ottenere un risultato, soffrire per ottenere un effetto, è un pensiero erroneo, ma il nostro scopo e di rilasciare quei pensieri erronei che creano un comportamento, a prescindere dal tipo di comportamento.

.

Domanda: Le malattie, secondo Louise Hay, sono generate dalle emozioni. E’ la stessa cosa?

.

John Curtin: Sì, ed è una delle questioni che più mi ha colpito di tutto quello che ho sentito al Seminario di Cork.  Praticamente questo concetto del Ho’oponopono  si ricollega a tutto ciò che ho già studiato in altri tipi di percorsi: per esempio, Louise Hay, Tutto Amore, Meditazione, Reiki.

.

Quello che diceva  il dottor Len, in sostanza, è praticamente quello che dicevano altre terapie e altri percorsi provenienti da culture diverse come la cultura giapponese, quella indù, o la cultura tibetana, mentre qui stiamo parlando di hawaiani, sperduti dalla mano di Dio in un isola del Pacifico, che da 3.000 anni stanno dicendo le stesse cose degli indù. Beh, questa fu una delle cose che mi impressionò molto.

.

Domanda: Nel Subconscio non c’è solo il male, anche perché grazie a lui possiamo aprire una porta e fare tante altre cose … giusto?

.

John Curtin: No, perché è vero che sappiamo aprire una porta, ma sappiamo  aprire una porta stando male, e questo non è necessario. L’alternativa è lo stato di illuminazione. Perché quando tu permetti al Divino di fluire attraverso di te, quando permetti alla Fonte di fluire attraverso di te … ecco che le porte si aprono da sole, e non hai bisogno di questo sforzo tremendo di alzare il braccio, prendere la maniglia, ruotarla, spingere … Uh! Mi stanco solo a pensarci!

.

Ma quando il Divino  scorre attraverso di te, non hai bisogno dello sforzo fisico, e questa è una delle cose che ha detto il dottor Len e che mi ha shoccato, perché era esattamente quello che avevo letto durante il viaggio aereo a Cork, in un libro di Esther e Jerry Hicks, “Gli insegnamenti di Abraham”.  Essi dicevano esattamente quello che diceva il dottor Len, cioè che quando tu consenti al Divino di fluire attraverso di te, quando permetti alla Fonte di fluire attraverso di te,  TUTTO quello che fai, lo fai SENZA ALCUNO SFORZO. Puoi fare lo stesso, e anche di più.

.

Incontriamo questo concetto anche leggendo Deepak Chopra, o Wayne Dyer, sui diversi gradi di manifestazione … conosci i diversi gradi di manifestazione? Per esempio, “come ottenere un gelato al gusto di fragola”? No? Bene, vediamo di riassumerlo brevemente:

.

Come ottenere un gelato al gusto di fragola, secondo il tuo grado di capacità di manifestare un desiderio:

.

Grado di manifestazione  livello 1: (il più elementare).  Sei disteso a casa, sul tuo divano, e dici: “Vorrei un gelato al gusto di fragola”. Ti alzi, poi sali in macchina, vai al supermercato e lo compri. Hai reso manifesto il tuo desiderio, certo, lo hai creato e hai manifestato il tuo gelato.

.

Grado di manifestazione di livello II: (Per esseri “un po’ più avanzati”). Ti piacerebbe un gelato al gusto di fragola,  circuisci o minacci tuo figlio di prendere la sua bicicletta, andare al supermercato e comprarti un gelato al gusto di fragole. Così hai ottenuto che lo sforzo di un altro manifesti il tuo desiderio. In questo punto si trovano molte delle persone ricche e potenti di questo mondo, che sono in grado di far lavorare la gente nelle loro fabbriche e nelle loro aziende per manifestare i loro desideri.

.

Grado della manifestazione Livello III: Sei seduto sul tuo divano, ti piacerebbe  un gelato al gusto di fragola, e all’improvviso … Oops! suona il campanello e il tuo vicino di casa ti dice: “Ehi, guarda, sono appena tornato dal supermercato e mi sono sbagliato, ho comprato un gelato al gusto di fragole e a me non piacciono le fragole. Prendilo, te lo regalo” …

.

Grado di manifestazione Livello IV: Sei seduto sul tuo divano, desideri un gelato al gusto di fragola, apri la mano e ti appare il gelato col cucchiaino! Questo livello forse è riservato a gente chiamata Gesù Cristo, Sai Baba, Buddha, etc, etc, comunque, questa è la massima espressione della manifestazione. Questo accade quando il Divino scorre attraverso di te nella sua totalità. E’ così quando sei in uno stato di Illuminazione, quando il tuo desiderio diventa realtà senza alcuno sforzo fisico da parte tua.

.

Domanda: Parlando di effetto-causa, spesso ci risulta difficile identificare la nostra spazzatura, allora, come possiamo guarire quella causa che ci provoca un effetto?

.

John Curtin: È una domanda fantastica perché non è  “spesso”,  è MAI che riusciamo a identificare la nostra spazzatura. Secondo il dottor Len, come egli diceva: “Io non so che cosa sta accadendo e non ho idea di cosa succede”. Secondo lui, tu non saprai mai la causa di questo effetto. Tutto quello che puoi sapere è che è “Pu” (Spazzatura)! Tutto quello che sai è che è spazzatura. Ciò che devi fare è solo di mettere in moto il processo di guarigione di quella spazzatura.

.

Domanda: Mi pare che, in definitiva,  interagire con gli altri è un controsenso, perché se tutti quelli con i quali ci relazioniamo, ci stiamo creando malattie a vicenda, ci stiamo creando sentimenti negativi e cose di questo genere … non è  meglio andarsene a vivere da soli in un bosco?

.

JC: Così pensa l’essere umano, perché non si rende conto che è vero il contrario, che relazionarsi con l’umanità è meraviglioso, perché è un’opportunità incredibile di guarigione personale.

.

Domanda: Ma ritornando al fatto che i nostri pensieri creano, se tu non crei persone che stanno morendo di fame, nessuno morirà di fame, almeno nella tua realtà, ma il resto della stessa umanità continuerà a morire di fame, non ci staremmo forse ingannando da soli? Si può essere così ciechi di fronte a questa situazione da non vedere la realtà totale? Tu puoi generare la realtà che vuoi, ma a livello collettivo è un’altra cosa?

.

JC: Sto rispondendo a una domanda che si sta aggrovigliando sempre più  … scusami amore, mi dispiace, ti voglio bene … Ma comunque è una domanda molto interessante che ci fa ritornare al concetto della responsabilità al 100%, quindi  metto questa domanda in stand by perchè quanto prima vi ritornerò, e questo concetto diventerà chiaro.

.

Domanda: Allora potresti crearti la tua immortalità?

.

JC: Ma certamente! Certo che puoi creare la tua immortalità. Ci sono stati studi che dimostrano come il processo di invecchiamento può retrocedere. Per esempio, uno studio condotto negli Stati Uniti.  Un gruppo di pensionati  sono stati collocati in una città immaginaria negli anni ’50, e hanno vissuto per un mese in una città che perfettamente ricreava gli anni ’50. Esami biologici sono stati effettuati sulla struttura cellulare degli anziani ed è risultato che la struttura cellulare era  ringiovanita.

.

Ovvero,  non è che si sentivano più giovani, non è che improvvisamente cominciavano a ballare la salsa, è che la loro struttura cellulare era ringiovanita come risultato di tornare indietro nel tempo di 30 anni. Quindi, se ci piace, possiamo creare la nostra immortalità; a me personalmente questa idea mi terrorizza, perché già con i miei quaranta anni e passa sono mezzo annoiato, e credo che quando avrò ottanta anni sarò completamente stufo, quindi non mi piacerebbe restare qui ancora più a lungo. In ogni caso, qui tutti noi ci creiamo la nostra propria realtà.

.

Domanda: Io sulla questione di cui parlavamo prima nella chat, sono convintissima  che, a una persona alla quale si fa una diagnosi di morte imminente,  se questa persona è convintissima che non morirà in quel momento, anche se molte persone che sono intorno a lei stanno pensando il contrario, quella non muore.

.

JC: In effetti è così. Se quella persona decide di non assumere la realtà della gente intorno a lei, come tu dici, non muore. Infatti, Deepak Chopra in una delle sue conferenze presso la Università di Harvard, disse che i medici spesso emettono condanne a morte. Perché quando un medico dice a un paziente, “Ti rimangono ancora 6 mesi di vita,” non sta dando semplicemente  una diagnosi o una  prognosi. Sta emettendo una sentenza di morte, perché il paziente lo crede, e per far contento il medico, muore entro 6 mesi.

.

Questo articolo può essere diffuso liberamente, purchè in maniera integrale, per uso non commerciale, e citando sempre la fonte:   https://scienzanewthought.wordpress.com/ compreso questo testo.

 

.

Sebastiano

.

Tutti gli articoli sul Seminario di John Curtin:

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 1/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 2/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 3/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 4/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 5/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 6/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 7/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 8/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 9/9

.

LE CONVINZIONI e COME ELIMINARLE – CONNY MENDEZ


.

METAFISICA PER TUTTI (4) –

CONNY MENDEZ

 .

Conny Mendez


.

LE CONVINZIONI E COME ELIMINARLE

.

Quando farai tuo il punto di vista che nulla esiste che non sia parte di te, che nessuno esiste che non sia parte di te, che ogni tuo giudizio è un giudizio su te stesso, che ogni tua critica è una critica a te stesso, in quel momento, saggiamente, estenderai verso te stesso un amore incondizionato che porterà la luce nel tuo mondo (Harry Palmer).

.

Ogni mente umana contiene una gran quantità di opinioni, convinzioni e concetti contrari alla Verità e alle Leggi Universali che stanno alla base della Creazione. Dio, infatti, ha Creato solo cose buone, pace e armonia, tutto ciò che chiamano “male” non è altro che una distorsione del “bene” ad opera della mente umana. Solo Dio, infatti, è creatore.

.

Siccome la potenza del pensiero umano è assai grande, le cose in cui l’uomo crede, dette appunto convinzioni, fanno in modo che nel suo corpo appaiano malattie e nel mondo che lo circonda si manifestino infermità, incidenti, dolori, disarmonie, povertà, problemi, fallimenti e tutto ciò che amareggia la vita.

.

Comunque, tutte queste “brutte” cose non compaiono affatto nella natura profonda dell’uomo e del Creato; esse sono solo gli effetti dovute alle convinzioni (o idee) che ognuno di noi “ospita” nella parte più profonda della sua mente; la parte che gli psicologi chiamano “Subconscio”.

Fortunatamente, però, esiste il modo di cancellare e sostituire queste false convinzioni, non soltanto per produrre giuste condizioni e circostanze positive, ma soprattutto affinché, una volta ristabilita la Verità nel subconscio, non vi siano più delle false informazioni capaci di far apparire le cose negative nella nostra vita. Sostituendo le convinzioni negative con quelle positive la polarità del pensiero verrà cambiata e così pure le circostanze che noi attiriamo. In questo modo ci sarà assolutamente impossibile attrarre qualcosa che non sia giusto e salutare per noi.

.

Il modo infallibile per eliminare una vecchia convinzione è il seguente: ogni volta che ti succede qualcosa di indesiderabile, sia che ti ammali…, che ti succeda un incidente…, che ti rubino qualcosa…, che ti offendano…, che ti molestino…, che tu stesso abbia causato un danno verso te stesso o verso altri…, che ti senta afflitto per un difetto fisico, morale o del carattere…, che trovi spiacevole qualcuno…, che detesti qualcuno oppure lo ami troppo e soffri per questo…, che la gelosia ti tortura…, che sei vittima di un ingiustizia…, che un altro ti domini… (la lista è interminabile), devi prendere coscienza di ciò che crea la condizione che ti sta affliggendo, devi arrivare a conoscere la Verità. Comprendere che ciò che ti sta affliggendo è qualcosa di correlato alla tua condizione attuale, NON È e NON PUO’ ESSERE reale in assoluto.

.

Satana non può creare, può solo distorcere la Verità

.

Tutto ciò che è disarmonico, non è altro che una distorsione della Verità, il frutto di un’illusione creata dai nostri sensi. È qualcosa contrario alla Legge suprema dell’Armonia Perfetta, quindi è una menzogna essendo contraria alla Verità. È ciò che la Chiesa erroneamente definisce una creazione di Satana senza pensare che Satana non può creare, può solo distorcere la Verità e farci credere che ciò che ci sta di fronte è vero e reale.

.

Gesù Cristo, il più grande di tutti i Maestri di Metafisica, disse: “Conoscete la Verità, ed essa vi renderà liberi” (Gv 8:32). La vera Realtà è Verità ed è perfezione, armonia, bellezza, bontà, giustizia, libertà, salute totale, intelligenza, saggezza, amore e gioia. Tutto ciò che è disarmonico non è reale in assoluto, è soltanto il frutto di una illusione creata dai nostri sensi. È qualcosa contrario alla legge suprema dell’Armonia Perfetta, quindi è menzogna perché è contraria alla Verità.

.

Formula n. 1

.

Vi è una cosa fondamentale che devi sempre ricordare e ripetere più spesso che puoi, questa cosa è il fatto che: Dio è Tutto, Dio è Bene, perciò tutto è Bene.

.

Come sei realmente nella mente di Dio

.

La tua vera natura, quella spirituale (la scintilla divina in te), che la psicologia chiama “Sé Superiore”, è perfetta in questo momento ed è sempre stata perfetta; è stata creata ad immagine e somiglianza di Dio e come tale era, è, e sempre sarà vera e reale, inalterabile e immortale. Questa tua vera natura non può invecchiare, non può soffrire, non può temere, non può peccare, non ha necessità di lottare e tantomeno di mutare qualcosa. È perfetta, buona, amorevole, intelligente, saggia e gioiosa. Questa è la Verità sulla natura dell’uomo, la tua Verità, la mia e quella di tutti gli esseri umani, da sempre e ora, in questo preciso momento.

.

Non si deve pensare che l’essere umano sia Dio, così come non si pensa che una goccia del mare sia il mare. Nonostante ciò, la goccia contiene tutto ciò che costituisce il mare, seppure in grado infinitesimale. Nello stesso modo noi siamo parte di Dio e della sua perfezione, sta scritto: “In Lui noi siamo, viviamo e abbiamo il nostro essere”.

.

Qualsiasi cosa ti sia accaduta o che ti stia succedendo, se è contraria alla perfetta Armonia, è generata da una convinzione errata, che tu hai Creato e seppellito nel tuo subconscio; convinzione che, per la legge del “simile attira simile” sta attirando verso di te la situazione che ti disturba.

.

Maggiore è il numero di convinzioni nel subconscio di una persona e tanto più difficile è, per essa, vivere nel modo che desidera. Se, per esempio, si risveglia in lei la convinzione “se ho mal di pancia non vado a scuola”, sentirà dei dolori al ventre (di origine psicosomatica), per evitare di andare al lavoro dove l’aspetta un compito di alta responsabilità.

.

Il fatto di non rendersi conto di essere influenzati dalla vecchie convinzioni è responsabile dello stress e dell’auto-sabotaggio. È possibile trovare molte convinzioni dimenticate dietro una vita fallita, una relazione andata a male o una professione mancata. Questi fatti, comunque, per brutti che possano essere, non hanno nulla a che vedere con il nostro Sé Superiore che mantiene sempre la sua Perfezione e la sua condizione di pace e armonia.

.

Come sostituire le convinzioni negative

.

Formula n. 2

.

Se vuoi provvedere alla graduale sostituzione di tutte le convinzioni errate che hai accumulato nel tuo subconscio, ogni volta che ti trovi a fronteggiare una situazione negativa, devi innanzitutto ricordare che ciò che vedi è solo una distorsione della Verità e quindi affermare mentalmente o ad alta voce (come preferibile in quel momento): “Ciò che vedo non è la realtà delle cose, non mi piace e non la accetto”. Dillo con fermezza ma con molta dolcezza e autorità; il lavoro mentale non necessita forza fisica. Il pensiero non ha muscoli e tantomeno li ha lo Spirito. Dichiara la Verità dei fatti tranquillamente, ma con convinzione e fermezza, senza gridare, senza violenza, senza un movimento, senza asprezza. Ti è chiaro?

.

Dopo aver detto: “Non ti accetto …”, ricorda che il tuo Sé Superiore è perfetto, che le sue condizioni sono perfette e quindi afferma: “Dichiaro che la Verità di questo problema è (armonia, amore, intelligenza, giustizia, abbondanza, vita, salute, ecc.”. In poche parole afferma qualsiasi cosa che sia l’opposto della condizione negativa che ti appare in quel momento. Alla fine concludi dicendo: “Grazie Padre, per avermi ascoltato”.

.

Il Trattamento energetico

.

Attenzione! Non c’è alcun motivo perché tu debba credere ciecamente a quello che ti ho proposto; devi sperimentarlo tu stessa. Nel linguaggio metafisico questo modo di operare si chiama Trattamento energetico. Dopo ogni trattamento bisogna conservare un atteggiamento che sia coerente con quanto abbiamo dichiarato. Non si deve permettere che insorgano dubbi sul trattamento fatto e tantomeno si deve permettere alla nostra mente di tornare a pensare, o esprimere con parole le convinzioni errate che abbiamo negato. In effetti, se non stiamo attenti, corriamo il rischio di compromettere il risultato di ciò abbiamo fatto.

.

Lo scopo che si vuole ottenere da un trattamento è quello di rinnovare i concetti mentali che sono stati registrati nel subconscio, ovvero l’insieme di convinzioni (in maggior parte negative), con cui abbiamo vissuto finora. San Paolo disse: “Siete trasformati attraverso il rinnovamento della vostra mente” (Romani 12:2). Questo rinnovamento, si ottiene dichiarando falso ogni fatto o persona che si presenta in modo negativo e affermando come stanno realmente le cose in accordo con la Verità Spirituale.

.

Vi sono alcune convinzioni o credenze, che sono talmente radicate dentro di noi da poter essere considerate delle vere e proprie cristallizzazioni mentali, e la loro rimozione richiede più lavoro che non per le altre. Queste convinzioni sono diventate così familiari che sono state completamente dimenticate.

.

Una convinzione viene completamente dimenticata quando cambia la situazione in cui si era creata. Nei primi anni di vita, per esempio, la convinzione “quando piango ottengo ciò che voglio”, può essere preziosa ed efficace per raggiungere lo scopo di essere coccolato e curato dalla mamma. Un bimbo, infatti, la utilizza per ottenere quanto desiderato.

.

Non così per un adulto che ha altri scopi da raggiungere, diciamo, per esempio, far carriera o aumentare il suo conto in banca. In questo caso la convinzione primaria viene dimenticata ma non manca di creare degli effetti. Pertanto, una persona adulta può diventare triste (quando piango ottengo ciò che voglio) perché non riesce a raggiungere il suo scopo, sebbene la tristezza non le possa essere di nessun aiuto. È perciò importante ricordare che “se cambiano le situazioni si perde la consapevolezza delle proprie convinzioni”.

.

Ricorda, comunque, che ogni volta che neghi le cose non vere che si presentano ai tuoi occhi (malattie, miserie, ecc.), e “affermi” la Verità spirituale, cancellerai pian piano, le convinzioni nascoste e il loro pericoloso messaggio. Alla fine non resterà altro che la Verità. Se farai quanto ti ho insegnato vedrai che la tua vita migliorerà e così pure le persone che ti circondano e l’ambiente in cui ti trovi!

.

Ognuno di noi, nella sua vera natura (quella spirituale), non ha alcun difetto. Ciò che vedi in te e negli altri sono solo apparenza di difetti. Quelli che vedi come difetti morali o fisici hanno solo una realtà relativa e transitoria. Proseguendo con questo studio conoscerai sempre meglio la Verità sulla tua vera natura e sul tuo Cristo interiore. Diventerai sempre più consapevole di essere null’altro che una figlia di Dio fatta a sua immagine e somiglianza. Vedrai allora che ogni tua imperfezione fisica o problematica sociale comincerà a cancellarsi. È un fatto che potrai constatare personalmente e ogni studente di Metafisica cristiana lo può testimoniare.

.

Questa è la Grande Verità. Non lo dimenticare mai. Incomincia subito a praticarla. Più si pratica, più cose si realizzano e più si procede verso la Verità. Questo cammino ti farà sentire molto più realizzata e felice.

.

Ricordati, tu sei unica come le tue impronte digitali. Sei stata creata per un disegno unico, per un proposito speciale che non può compiere nessun altro. Hai impiegato moltissimo tempo per evolvere e raggiungere la tua posizione attuale. Le espressioni di Dio sono infinite; tu e io siamo soltanto due di queste infinite espressioni.

.

Inizia a parlare al tuo Cristo interiore

.

Nel profondo del tuo cuore vi è una particella del Cristo che ti ama e da secoli aspetta solo che tu riconosca la sua Presenza. Il momento è giunto. Parlagli, consultalo e aspetta le sue risposte. Ricorda che Egli soltanto è la tua vera e unica guida. È la luce che ti indica il sentiero che devi percorrere per tornare nella casa dal Padre Celeste.

.

Quando arriverai a comprendere, accettare e realizzare queste Verità, sarà giunto per te il momento in cui il tuo Cristo interiore potrà iniziare a crescere e manifestarsi. Il ritorno del Cristo indica infatti il momento in cui ogni uomo potrà incontrarLo in se stesso, nella sua stessa coscienza e nel suo cuore. Questo è quanto accaduto a Gesù di Nazareth 2000 anni fa; proprio per questo lo chiamarono “Gesù il Cristo”.

.

Elaborazione a cura del dr. Mario Rizzi    Fonte: www.viveremeglio.org

.

Visita il mio nuovo sito http://www.scuoladellasalute.it/

.

Sebastiano

.

Articoli correlati:

.

METAFISICA: CAMMINARE SUL SENTIERO

RUBEN CEDEÑO: BIOGRAFIA

LA METAFISICA REALIZZATIVA: RICORDO DI CONNY MENDEZ

RUBEN CEDEÑO: CHE COSA E’ LA METAFISICA

DOBBIAMO CAMBIARE NOI STESSI E IL MONDO INTERO – CONNY MENDEZ

IL CRISTO E L’AMORE – CONTE SAINT GERMAIN

IL DECRETO – CONNY MENDEZ

PERCHE’ SIAMO QUI, e CHE FACCIAMO QUI di RUBEN CEDEÑO

LE CONVINZIONI e COME ELIMINARLE – CONNY MENDEZ

LA RICERCA DELLA VERITA’

LA MECCANICA DEL PENSIERO – CONNY MENDEZ

INTRODUZIONE ALLA SCIENZA DIVINA di W. JOHN MURRAY

CRISTIANESIMO DINAMICO DI CONNY MENDEZ

UNA PASTIGLIA DI FELICITA’ – RUBEN CEDEÑO

METAFISICA PER TUTTI – CONNY MENDEZ

ERNEST HOLMES: PRINCIPI DELLA SCIENZA RELIGIOSA

LA SCIENZA DELLA MENTE – ERNEST HOLMES

PHINEAS PARKHURST QUIMBY – BIOGRAFIA

MAESTRI – CONTE SAINT GERMAIN

CHE COSA E’ LA SCIENZA DIVINA?

ORIGINI DEL NEW THOUGHT – NUOVO PENSIERO

.

METAFISICA PER TUTTI – CONNY MENDEZ


.

Conny Mendez

.

Conny Mendez

LA METAFISICA PER TUTTI (1) – CONNY MENDEZ

.

Un programma per la realizzazione personale

.

INTRODUZIONE

.


Il presente libretto è stato scritto con quelle che l’autrice definisce parole da un centesimo; ossia in termini semplici e comprensibili adatti a coloro che hanno bisogno di conoscere la Verità in parole semplici e chiare.

.

La parola “Metafisica” vuol dire “al di là di ciò che è fisico”, ed indica la scienza che tratta e studia tutto quello che non è percepibile dai sensi. Questa scienza dà una spiegazione logica a tutto quello che non comprendiamo, a tutto ciò che è misterioso e per il quale la scienza ufficiale non dà nessuna spiegazione valida. Avrai modo di verificarlo da solo continuando a leggere questo libretto.

.

Ogni volta che sentiamo o leggiamo qualcosa di nuovo, per noi sconosciuto, una parte della nostra mente si risveglia e, quando ci imbattiamo nuovamente in quell’idea, la comprendiamo un po’ meglio. Il nostro cervello comincia a elaborarla ed in poco tempo tutto è chiaro in noi e accettiamo quell’idea, l’adottiamo e la mettiamo in pratica automaticamente.

.

È in questo modo che ci svegliamo, evolviamo e miglioriamo. Non è necessario fare sforzi sovrumani per far entrare le cose in testa. È un processo naturale, anche se occorre molta buona volontà per rileggere, tornare a leggere e nuovamente rileggere fino a quando ciò che è stato appreso sarà anche stato assimilato.

.

Porta con te, nella tua cartella o nella tua borsa, una copia di questo libretto. Mettine un’altra sul tuo comodino. Rileggilo spesso, soprattutto quando ti si presenta un problema, oppure quando devi affrontare una situazione dolorosa o spiacevole, non importa di cosa si tratta.

.

Ti succederà qualcosa di meraviglioso: il libretto ti si aprirà alla pagina che più ti si addice e penserai: “Sembra che questo sia stato scritto proprio per me!”.

.

Gesù Cristo disse: “Nella casa di mio Padre ci sono molti posti” (Gv 14:2). La Metafisica, cioè lo studio delle leggi mentali e spirituali, è in uno di questi posti. Essa non si mescola con lo spiritismo, sebbene anche quest’ultimo sia una scienza della Casa del Padre.

.

Mi auguro che questa piccola opera ti porti tutta la pace e la prosperità che ha portato a tanti altri. Che il Signore ti accompagni e ti benedica.

.

Conny Mendez

.

Quando l’allievo è pronto appare il Maestro

.

Esiste una legge, la “legge di affinità”, per la quale chiunque è pronto per avanzare nella sua evoluzione spirituale sarà automaticamente avvicinato da chi lo può aiutare. Per questo motivo non è affatto produttivo andare in giro a fare del catechismo.

Non obbligare nessuno a ricevere lezioni sulla Verità, perché ti può succedere che coloro che tu credevi più predisposti si rivelino come i meno interessati a essa. Esiste una antica massima che dice: “quando il discepolo è pronto appare il Maestro”.

.

Elaborazione a cura del Dr. Mario Rizzi.    Fonte  http://www.viveremeglio.org/
.

Visita il mio nuovo sito http://www.scuoladellasalute.it/

.

Sebastiano

.

Articoli correlati:

.

METAFISICA: CAMMINARE SUL SENTIERO

.

LA METAFISICA REALIZZATIVA: RICORDO DI CONNY MENDEZ

.

DOBBIAMO CAMBIARE NOI STESSI E IL MONDO INTERO – CONNY MENDEZ

.

IL DECRETO – CONNY MENDEZ

.

LE CONVINZIONI e COME ELIMINARLE – CONNY MENDEZ

.

LA MECCANICA DEL PENSIERO – CONNY MENDEZ

.

CRISTIANESIMO DINAMICO DI CONNY MENDEZ

.

METAFISICA PER TUTTI – CONNY MENDEZ

.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: