IL TRENO DELLA GUARIGIONE


.

 HO FATTO UN SOGNO

.

“UN TRENO CHIAMATO GUARIGIONE”

.

Stamattina ho fatto uno strano sogno: mi trovavo in stazione e dovevo prendere un treno, questo treno aveva un nome, si chiamava “Guarigione”, e correva su due binari, che anch’essi avevano un nome,  uno si chiamava “Perdono” e l’altro “Amore”. 

.

La destinazione era una città il cui nome era “Eden”. Sono salito su quel treno chiamato “Guarigione”, e mentre il treno andava io mi sentivo sempre meglio, avevo in mente pensieri sempre nuovi e positivi, pensieri di perdono e pensieri d’amore.

.

E più il treno procedeva, più mi sentivo bene, in pace con me stesso e con il mondo, pieno di gioia e di allegria. Ed il mio viso era pervaso da un sorriso sempre più incontenibile. Quando questo treno chiamato “Guarigione” arrivò nella città di Dio, chiamata “Eden”, lessi un grande cartello di benvenuto su cui era scritto “Dio è Amore”.

.

Tutto il mio essere era purificato, mi sentivo bene dappertutto, ogni dolore era sparito, ero guarito nel corpo e nello spirito. La pace sia con voi.

Sebastiano.

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 9/9


.

WEBINARIO DI JOHN CURTIN – 9/9

.

John Curtin Maestro Reiki

(La seguente è la traduzione dall’originale di un Seminario di John Curtin, maestro di Reiki, sul Ho’oponopono. Il suo sito web è: http://www.sanacionysalud.com/ . Questo è il testo integrale della conferenza, che pubblicherò su questo sito, man mano che vado avanti con la sua traduzione in italiano. Sebastiano).

.

.

.

.

Nona puntata

.

Il Seminario “Tutto Amore”

.

Continuiamo ora con “Tutto Amore”.  “Tutto Amore” è per me il modo in cui Hoóponopono funziona meglio.  Nel Seminario “Tutto Amore” che abbiamo già fatto, dove abbiamo utilizzato l’ Ho’oponopono, non solo per la guarigione del DNA, ma anche  con alcune nuove tecniche che io ho inserito, è veramente spettacolare; perché in “Tutto Amore”, accadono due cose che sono fondamentalmente Ho’oponopono, ma senza questo strano nome hawaiano: ti connetti con la Fonte da un lato, e dall’altro ti lasci trasportare al fine di poter guarire. Coloro che avete fatto “Tutto Amore”,  sapete già che guarire per mezzo di un processo cosciente è una perdita di tempo. Se tu entri in una meditazione di “Tutto Amore”, dicendo – “Voglio guarire una certa cosa”, è come se avessi detto ‘Voglio mezzo chilo di patate’, è inutile. In una meditazione con “Tutto Amore”, tu guarisci ciò che hai bisogno di guarire a livello inconscio, e non hai idea di cosa accadrà, ti lasci trasportare, e il tuo Subconscio guarisce ciò che hai bisogno di guarire, mediante la connessione con la Fonte.

.

Somiglianza di Ho’oponopono e “Tutto Amore”

.

E questo è impressionante. Non solo questo, ma è che abbiamo comprovato nei Seminari di “Tutto Amore”, che le persone che partecipano a un Seminario di “Tutto Amore”, e che   hanno ben poco a che fare direttamente una con l’altra. Coloro che hanno letto i mega-messaggi dei partecipanti dopo un workshop lo sanno bene. Il Venerdì sono dei perfetti sconosciuti, che non si conoscono per nulla ed poi il Lunedi sembrano avere un rapporto così intimo come se si conoscessero da diverse generazioni. Questo dimostra che quando tu partecipi ad un workshop di “Tutto Amore”, gli altri partecipanti al workshop sono essenziali per il tuo processo di guarigione.  Esattamente come in Ho’oponopono.

.

Non puoi guarirti da solo

.

Non puoi guarirti da solo. Tu con Ho’oponopono puoi guarire sulla base della spazzatura che ti senti verso gli altri, ed è  esattamente ciò che avviene con “Tutto Amore”. Lo abbiamo visto più volte, di persone che si sono sentite come aggredite, che hanno avuto qualche problema con gli altri partecipanti al seminario “Tutto Amore”, e che poi questi problemi con i partecipanti di “Tutto Amore” sono risultati essere una utile  dinamica di gruppo, una dinamica di coppia, che ha liberato o sciolto il problema emotivo che avevano. Io stesso, come insegnante, l’ho visto in molti comportamenti dei partecipanti verso di me, erano dei processi di guarigione della persona stessa e naturalmente anche di me; chissà, un giorno magari ve lo racconterò.

.

Quindi Ho’oponopono  si adatta perfettamente a “Tutto Amore”, ed infatti, le tecniche che ho introdotto in via sperimentale in quest’ultimo Seminario,  sono diventate fisse, in quanto i partecipanti mi ha detto che era praticamente uno degli esercizi più potente che avevano vissuto nel weekend .

.

L’esercizio consisteva in: immaginate una stanza con due file di sedie, e le persone a coppie una di fronte all’altra, allora la gente si faceva  Ho’oponopono a vicenda,   è stata …  una bomba!

.

Domanda. Il fatto che una persona incrocia la sua realtà con molte realtà come la tua, come quella degli altri, così come quella di terapeuti, significa che noi abbiamo molto di più da pulire? E che prendendoci la responsabilità, procediamo più rapidi verso la guarigione?

.

John Curtin: Penso che significa che tu hai più voglia di pulirti; perché se tu vai in una montagna, ti metti in una grotta e passi il resto della tua vita a contemplarti  l’ombelico, hai sicuramente ben poca voglia, di fatto nulla, e non solo di pulire! Capito? Per questo credo che le persone che stanno in contatto con molta gente e che si prendono un sacco di responsabilità, per esempio, hanno molta più voglia di pulire. Per intendersi, dicono che tutti gli psicologi si fanno psicologi per guarire se stessi.

.

Domanda. Quando esegui un trattamento di Reiki a distanza, è possibile utilizzare anche Ho’oponopono?

.

John Curtin: Naturalmente, un trattamento di Reiki a distanza equivale allo stesso di un trattamento di presenza, quindi sì.

.

Tornando a “Tutto Amore”, il processo della meditazione è esattamente quello che ho visto nel processo di Ho’oponopono. I nomi in hawaiano però sono diversi. Per loro la Divinità è il Padre, l’intelletto è la Madre e il Bambino è la Terra. Vi suona, a coloro che avete fatto una meditazione “Tutto Amore”? Voi sapete che è così, il Padre, l’Universo, la Madre e noi in mezzo. Quindi è chiaro! E questa è un’altra cosa che mi ha scioccato.

.

Ho’oponopono e la meditazione

.

Io adesso  sto facendo anche  Ho’oponopono ogni volta che medito, io sto includendo  il concetto di Ho’oponopono ogni volta che medito. Io personalmente, all’inizio della meditazione, quando mi concentro sul mio respiro, quando rilasso il mio corpo, quando entro in quello stato di quiete, mi connetto sempre con il mio Bambino Interiore con gli occhi interiori, e a volte mi do persino dei pizzicotti molto forti nella zona sotto l’ombelico, dove risiede il Bambino interiore. Allora, all’inizio della meditazione, come una disciplina, mi connetto col mio Bambino e  dico al Bambino: “Per favore, durante questa meditazione ti chiedo di connetterti con la Divinità per guarire in noi ciò che abbiamo bisogno di guarire” e basta. Quindi, come atto meditativo, lo faccio come standard.

.

Meditazioni sul Bambino Interiore

.

Sul sito Web www.medita.es , nella pagina del calendario delle meditazioni, puoi scaricarti la meditazione sul Bambino, che ho fatto di recente, appena tornato da Cork. Il Bambino ormai si è infilato  ovunque. Ho fatto una meditazione per la pace nel mondo, con il Bambino che gioca con il globo del mondo nel tuo cuore, oppure, il Bambino, sotto il tuo ombelico, che manda luce al globo del mondo nel tuo cuore.

.

Esercizi col tuo Bambino

.

Parla con il tuo Bambino, condividi la tua vita con il tuo Bambino, tutto ciò che tu vedi,  commentaglielo, è una cosa divertente. Un palloncino che vola per il cielo ed entra in casa, collegati col tuo Bambino e mostra il palloncino al tuo Bambino. Vedi un gelato bellissimo, e vedi che qualcuno lo mangia per la strada, digli: “Guarda Bambino, guarda che bel gelato”.   Dialoga con il tuo Bambino, mantieniti in contatto con il tuo Bambino, il tuo Bambino è stato ignorato per molti anni, da molti anni  vive in questa discarica comunale che tu gli hai creato sotto l’ombelico, portalo a passeggio un po’ e mostragli  i fiori, non solo la spazzatura. Quindi, crea e mantieni un dialogo con il tuo Bambino.

.

Reiki e Ho’oponopono

.

Io ho un mio altare dedicato al Reiki, e nel mio altare di Reiki ho un fiore che rappresenta il mio Bambino, e quando mi inginocchio davanti all’altare per caricare il mio mandala, dedico alcuni momenti per riconoscere il Bambino dentro di me. Converti il tuo dialogo con il tuo Bambino in una cosa quotidiana, perché oltre che molto utile è anche molto divertente.

.

E questa frase magica “Mi Dispiace, Ti Amo” è incredibilmente potente nel risolvere conflitti personali, ed ancora non riesco a credere quanto potente sia questa frase. Mentalmente, non hai bisogno di dirlo ad alta voce. Quando qualcuno ti aggredisce, quando sei in una situazione di conflitto, tu semplicemente dedicati ad ascoltare e dire: “Mi dispiace, ti amo, mi dispiace, ti amo, mi dispiace, ti amo”, e trasferisci le parole al tuo cuore, in modo che le parole risuonino nel tuo petto, e coloro che fate meditazione  sapete come fare. “Mi Dispiace, Ti Amo” È incredibile come una situazione tanto violenta e aggressiva, possa dissolversi in un … puff! Come togliere l’aria in un palloncino, si sgonfia e praticamente tutta la situazione non esiste più.

.

La percentuale di responsabilità

.

La percentuale di responsabilità che io mi prendo oggi, è il massimo che posso, ed è così semplice. Il mio desiderio è quello di assumere il 100% della responsabilità di tutto ciò che mi circonda e di tutte le persone intorno a me, perché se riesco a farlo,  sarà  un meraviglioso processo di guarigione  per me. Quindi il mio obiettivo è questo: assumermi il 100% della responsabilità.

.

Domanda. “Mentre stai facendo un trattamento di Reiki,  quanto tempo devi dedicare a recitare il mantra?

.

John Curtin: Fino a quando ti senti a tuo agio di farlo. Io di solito gli dedico i primi quindici minuti, però tu puoi continuare fino a quando ti senti comodo di fare così.

.

Domanda. Che cosa significa la parola Ho’oponopono?

.

John Curtin : Ho’oponopono significa raddrizzare ciò che è storto, in hawaiano.

Va bene così, vi ringrazio molto, buona notte …

 .

 Sebastiano.

.

Tutti gli articoli sul Seminario di John Curtin:

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 1/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 2/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 3/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 4/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 5/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 6/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 7/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 8/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 9/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 5/9


.

WEBINARIO DI JOHN CURTIN – 5/9

.

john-curtin(La seguente è la traduzione dall’originale di un Seminario di John Curtin, maestro di Reiki, sul Ho’oponopono. Il suo sito web è: http://www.sanacionysalud.com/ . Questo è il testo integrale della conferenza, che pubblicherò su questo sito, man mano che vado avanti con la sua traduzione in italiano. Sebastiano)

.

Domanda. Questo è esattamente ciò che penso che sia il libero arbitrio, cioè, sia che tu credi una cosa o non la credi, stai  creando la tua realtà.

.

John Curtin: In realtà, ciò che accade è quello che la maggior parte di noi crediamo, perché è qui che entra in gioco la Coscienza Collettiva. Quindi, se io chiedo a qualcuno che ha il cancro di tenersi il cancro, per entrare  nella mia realtà, quella persona di solito dice: “Va bene!”, e questo a causa della nostra Credenza Collettiva, a causa di questa spazzatura collettiva accumulata, questa PU!

.

Domanda. Quando si crea un rimedio per una malattia,  si ha creato anche la credenza nella guarigione?

.

John Curtin: Assolutamente sì,  mi ricordo negli anni ’80, ad esempio, l’epidemia di herpes. Ci fu una epidemia mondiale poco prima che  arrivasse l’AIDS. Dicevano che l’herpes era una piaga, che era una cosa terribile, che era una pandemia, qualcosa di molto serio, che non c’era cura per l’herpes, che era fatale, ma oggi, chi si occupa più dell’herpes? Pochissime persone, e perchè? perché è cambiata la credenza in quella malattia, e così  è diminuita la sua importanza. Con o senza la creazione di un farmaco per sostenere quella credenza.

.

Domanda. Emozioni e pensieri sono la stessa cosa?

.

John Curtin: No, le emozioni sono la risposta del corpo ai pensieri. Tu crei un pensiero e quel pensiero lo trasmetti al tuo corpo, e il tuo corpo vibra con quel pensiero. Chiediti cosa sono le emozioni: le emozioni sono vibrazioni di energia all’interno del tuo corpo. Si può fare una piccola ricerca su questo punto con il lavoro di Candace B. Pert. La Pert è un ricercatrice che, con l’Istituto Nazionale della Sanità nord-americano, negli anni ’80 scoprì i recettori cellulari dei neuropeptidi. In buona sostanza, ciò che lei dice è che, quando  senti un’emozione,  naturalmente la senti per tutto il corpo, ma tutto ciò che senti sono soltanto miliardi e miliardi di recettori cellulari che vibrano per attrarre i neuropeptidi adeguati. E allora? Che cosa è che  genera le emozioni? Il pensiero, ovviamente.

.

Ora, chi ha più forza: un impulso elettrico generato dal tuo cervello o tutto il tuo corpo vibrante per una emozione? L’emozione, naturalmente. Tutto il corpo vibra con miliardi di recettori, perché non dimentichiamo che il tuo fegato ha recettori, il piede destro ha  recettori per questi neuropeptidi … perciò quando  hai un’emozione, tutto il tuo corpo vibra con questa emozione; invece il tuo pensiero è una corrente elettrica che dura un millisecondo e  crea una rete neurale, ed è ovvio che l’emozione ha molto più potere dei tuoi pensieri.

.

Guardando il diagramma 3 del monitor, vi è descritto il modo con cui guarire con Ho’oponopono. La prima cosa da fare è che l’Intelletto deve contattare il Bambino Interiore. E questa è l’unica parte che ha l’intelletto nel processo di guarigione, ed è quando l’intelletto, ossia, il tuo essere cosciente, la tua  persona razionale, si mette in contatto con il Bambino Interiore. Questo deve essere un atto volitivo, l’espressione del tuo desiderio, così tu dici al Bambino Interiore: “Per favore Bambino, connettiti alla Fonte e chiedi la nostra guarigione. Il secondo passo è che il Bambino lo fa. Il Bambino va su e chiede alla Fonte: ” Per favore Fonte, aiutaci a guarire”. La Fonte ovviamente risponde, ed invia un flusso di guarigione attraverso il Sé Superiore, il subconscio e il Bambino, e l’energia fluisce attraverso tutte l’Essere.

.

Domanda. E qui mi chiedo: chi è questo Bambino Interiore? dove si trova? sei tu da piccolo? È’ il tuo Interiore? Che cosa è?

.

John Curtin: No, secondo  gli hawaiani esso ha una posizione energetica che si trova due dita sotto l’ombelico, che casualmente corrisponde con il secondo chakra, anche se gli hawaiani non utilizzano  i chakra. Allora, energeticamente parlando, il Bambino si trova in quel posto e in quella  parte del tuo corpo. Però il Bambino in realtà è quel cumulo di tutti i pensieri ripetitivi e di tutte le credenze dell’umanità sin dai tempi della sua creazione, da che i primi uomini sono apparsi sulla Terra.  Quindi il Bambino è quell’insieme di Credenza Collettiva, come la chiamò Carl Jung, per esempio, o anche più semplicemente il Subconscio.

.

Allora succede che l’energia proveniente dalla Fonte, scorrendo attraverso tutto l’essere,  compie la guarigione. Qual è il processo di guarigione? Liberare i pensieri erronei che hai rispetto a ciò che ti circonda e in particolare nei riguardi delle persone intorno a te.  Questo è il succo del processo di guarigione. La cosa interessante è, e questo è un punto molto importante, che mentre tu stai guarendo, che sta succedendo? L’energia della Fonte sta scorrendo attraverso di te. Ed è questo che è veramente importante, l’energia della Sorgente che fluisce attraverso di te. Durante il processo di guarigione, la Divinità ti riempie, e questo è uno degli incentivi più efficaci per guarire, perché mentre stai guarendo, l’energia della Sorgente fluisce attraverso di te.

.

Un altro aspetto importante di questo diagramma è che solo il Subconscio può guarire. Il Bambino Interiore è colui che compie il processo di guarigione, tu non puoi guarirti da solo, tu non puoi guarirti perché tu sei la mente intellettuale, la mente razionale, la mente cosciente. Cercare di guarirsi da soli è come cercare di bere la zuppa con una forchetta. Solo il Bambino Interiore può guarire. Tu, come Mente Cosciente,  puoi solo avviare il processo, tu puoi contattare il Bambino e dirgli: “Ehi, ti prego, guarisci questa credenza sbagliata, guarisci questi pensieri erronei. Poi è il Bambino che si connette con la Fonte, ed è il Bambino che chiede questo flusso di energia divina. Ma tu, personalmente, non puoi guarirti.

.

Domanda. Come puoi liberarti di grossi traumi che ti sono successi fin dall’infanzia? Cioè, dobbiamo regredire nel passato, nel momento in cui accadde il trauma per guarirlo?

.

John Curtin: Ho’oponopono non funziona in questo modo. Ho’oponopono non funziona  guardando il tuo trauma e i tuoi problemi. Ho’oponopono opera guardando il tuo modo di vedere le persone intorno a te, ed è la maniera di come tu vedi la gente intorno a te, ciò che sta causando il tuo trauma e tuoi problemi. Quindi, se ti guardi intorno e vedi la gente mediante i tuoi pensieri erronei, se vedi una persona brutta, se vedi una persona aggressiva, se vedi una persona triste, se vedi una persona depressa, il tuo modo di vedere queste persone si basa sul tuo modo di pensare erroneo, che sicuramente avrà a che  vedere con qualche tuo trauma passato, quindi ora tu utilizzi la gente intorno a te per compiere la tua guarigione.

.

Come lo fai? E’ molto  semplice: guardi intorno a te e tu vedi tutta la gente che non ti piace, tu vedi tutta la gente che ti sta antipatica, tu vedi tutte le persone che pensi che sono brutte, che sono antipatiche, e tutte queste persone si stanno comportando così a causa della spazzatura che hai dentro di te. Ora questo è il modo di guarire. Smetti di vedere le persone in questa maniera e tu guarisci.

.

Domanda. Quindi, supponendo che abbiamo sempre da lavorare su questo punto, cioè correggere le nostre vecchie credenze limitanti, e supponendo che noi siamo terapeuti: si deve parlare al Bambino Interiore del paziente e fargli capire che deve connettersi con la Fonte?

.

John Curtin: No, tu parli solo con il tuo Bambino.

.

Domanda. Ma come posso aiutare il paziente con questa tecnica, se parlo solo con il mio Bambino?

.

John Curtin: Perché è il TUO Bambino che sta creando la malattia del paziente. E’ il TUO Bambino. Tu, il Bambino del paziente lascialo tranquillo, che già ne ha abbastanza di suo. È il TUO Bambino che causa il problema, quindi, lascia il Bambino del paziente tranquillo. Tu concentrati sul TUO Bambino e rilascia i tuoi  pensieri erronei che stanno creando la malattia del paziente. Nel momento in cui tu ti liberi dei tuoi pensieri erronei, e non li hai più, inizia il vero processo di guarigione.

.

Domanda. Quindi, secondo tutto quello che si è detto, mi viene da  pensare: io come terapeuta voglio guarire la persona che mi sta di fronte, che io non conosco per nulla, per mezzo del mio Bambino Interiore, okay? Quindi,  che faccio? Avvicino questa persona al mio Bambino Interiore?

.

John Curtin: No, ho già spiegato all’inizio come  fa  il dottor Len. Per esempio: Il dottor Len, due settimane prima del seminario, con la sua abilità di  sciamano, come un hawaiano kahuna, si collegò con la lista dei partecipanti al Seminario, e si collegò con quello che egli aveva creato con i suoi pensieri erronei riguardo ai partecipanti al Seminario.    Ed è stato abbastanza sorprendente, perché di fronte a 25 persone, ha preso l’elenco dei partecipanti e cominciò a dire: “Be ‘, qui vedo abusi sessuali su un bambino, qui vedo un padre che ha abusato, qui vedo una tristezza per la morte di sua madre “, etc, etc, Egli guardava la lista, senza dire i nomi, per questione di privacy;  poi continuò con cose più lievi, dicendo: “Chi vorrebbe identificare questo? Un lutto di una nonna che morì quando quella persona aveva 9 anni”? E qualcuno alzò la mano. “Una caduta molto grave in bicicletta, per la quale è stato ricoverato in ospedale, all’età di 8 anni” e qualcun’altro alzò la mano.

.

E così andò avanti partecipante dopo partecipante, e quando sollevavano la mano, egli diceva: “Mi dispiace, io ti amo” (I’m sorry, I love you), e così si liberava di tutta la sua spazzatura che aveva creato quella caduta in bicicletta; della sua spazzatura che aveva creato il lutto per la morte di una persona cara; di quella sua  spazzatura che aveva creato gli abusi sessuali di quel partecipante. E questo è un po’ tornare indietro alla domanda sul passato, su qualcosa che è accaduta nel passato. Comunque a prescindere dal passato, presente o futuro, la spazzatura è sempre lì (nel Subconscio, o nell’Inconscio Collettivo, come si vuole chiamarlo). Ed è così che si fa per  guarire.

.

Sebastiano

.

Tutti gli articoli sul Seminario di John Curtin:

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 1/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 2/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 3/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 4/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 5/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 6/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 7/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 8/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 9/9

.

COME PARLARE AL SUBCONSCIO


.

Andrea ha detto,

Ciao Sebastiano. Ho trovato estremamente interessante il post sull’Esperimento di Ipnosi Online. Vorrei che tu procedessi a spiegare la tecnica che hai descritto alla fine, e cioè come dire alla mente inconscia quello che deve fare. Grazie.

.

***********************************************

.

Con questo post rispondo alla richiesta fattami da Andrea riguardo al post sull’ipnosi.

La domanda: “Come parlare alla Mente Interna (Subconscio) per farle operare una guarigione”?

Un breve preambolo. Ci sono diverse maniere di parlare al Subconscio, e hanno diverse potenzialità.

.

La Meditazione

.

La Meditazione è un esempio di parlare al proprio Subconscio. Tu quando mediti su un oggetto, che potrebbe anche essere la tua guarigione, stai trasmettendo alla tua Mente Interna dei consigli su quello che dovrebbe fare, cioè provocare la guarigione. E questo può dare dei risultati positivi.

.

L’Autoipnosi

.

Poi c’è l’autoipnosi, che è una sorta di meditazione potenziata, anche questa può dare dei risultati superiori alla semplice meditazione.

.

Etero-Ipnosi

.

Mentre l’etero-ipnosi, ciè l’ipnosi indotta dall’esterno, da un’altro operatore, è quella che oggettivamente può dare i migliori risultati.

.

Certo che è tutto relativo, perchè sono in gioco fattori diversi che non puoi controllare, come la diversa capacità di meditare tra una persona e l’altra, come anche la capacità di fare autoipnosi, come pure il soggetto da ipnotizzare e la capacità di colui che ipnotizza. Sono tutti parametri che non ci permettono di affermare matematicamente come possono andare le cose.

.

Comunque, parlando nel caso di tentare una guarigione, l’etero-ipnosi è il mezzo più potente per operare. Perchè nella meditazione e nell’autoipnosi, ci troviamo a svolgere contemporaneamente, per fare un esempio, il ruolo del meditante o dell’ipnotizzato, che deve abbandonarsi, spersonalizzarsi, distaccarsi il più possibile, e contemporaneamente il ruolo di guida. Un po’  difficile e complicato. Perciò giudico auspicabile e più potente l’etero-ipnosi. Anche se ciò non toglie che grandi successi possono essere ottenuti con la meditazione guidata, con l’autoipnosi, col training autogeno, o di altre tecniche similari. Ma andiamo sul vivo del nostro argomento.

.

Le tecniche

.

Bene! Teniamo presente che esistono le tecniche, ma esiste pure l’uomo che le usa. Le tecniche non sono degli attrezzi che ti garantiscono il successo per il solo fatto che tu le possa eseguire fedelmente. Non è come dare una ricetta di cucina, ed avere la quasi certezza di poterla riprodurre quasi uguale.

.

Parla al tuo Subconscio

.

Io adesso ti dico come “Parlare al tuo Subconscio” nella maniera più proficua, dopo aver indotto in noi stessi uno stato di leggera trance per mezzo dell’auto-ipnosi. L’esperimento d’ipnosi online è un esempio anche abbastanza elementare per dimostrare come la Mente Interna risponde fisicamente alle suggestioni. Nell’esperimento, se l’hai provato, ti accorgi che le tue braccia si muovono uno verso l’altro indipendentemente dalla tua volontà cosciente; ciò significa che la tua Mente Interna può intraprendere delle attività fisiche che le vengono suggerite o dall’esterno o dalla nostra stessa Mente Cosciente.

.

La Suggestione

.

Ora, per avere delle risposte positive dalla Mente Interna, è necessario che tu credi a livello cosciente alle Suggestioni che vuoi indurre alla Mente Interna, altrimenti si crea un contrasto, e la mente interna non accetta i suggerimenti. Perchè queste suggestioni continueranno a lavorare nel Subconscio anche, e soprattutto, dopo la seduta di auto-ipnosi.

.

Chiariamo con un esempio, il mio caso di guarigione dall’artrosi alle ginocchia. Se io non credo che il mio corpo ha tutte le potenzialità e tutta l’intelligenza, per guarire non solo un’artrosi, ma anche qualcosa di più grave, che secondo le attuali conoscenze mediche non è possibile; se io non credo che il mio corpo ha insite in se stesso una potenzialità di autoguarigione illimitata, è molto difficile che io possa ottenere un risultato positivo. Non farei altro che generare dei contrasti tra la Mente Cosciente ed il mio Subconscio, che non accetterà mai qualcosa di cui io non sia convinto, neanche sotto ipnosi.

.

L’esempio di Louise Hay

.

La signora Louise Hay, pioniere mondiale del pensiero positivo, ancora bella e affascinante alla sua età, è guarita di un tumore,  definitivamente, senza operazioni, senza farmaci e senza chemio-terapia. Solo che lei credeva che il tumore poteva regredire, fino a dissolversi, inviando messaggi di guarigione al suo Subconscio con tecniche psicologiche. Perciò credere che una tale cosa sia possibile sta alla base della tecnica con la quale operare. Perciò occorre determinazione e convinzione; non è come piantare un chiodo in un’asse di legno.

.

Lo strumento dell’Ipnosi

.

La Tecnica. Perchè ho scelto l’ipnosi? perchè con l’ipnosi vai diritto al Subconscio, by-passi letteralmente la Mente Cosciente con tecniche ipnotiche del tipo di quella descritta nell’esperimento online. Certo io non conosco il grado di conoscenza dell’argomento di chi mi legge, e neanche posso in un semplice post scrivere un corso rapido di ipnosi, perciò presumerò che chi mi legge sia in qualche maniera infarinato nell’argomento.

.

La fiducia del Subconscio

.

Bene! La tecnica serve per guadagnarsi la fiducia del Subconscio, fargli allentare le difese verso quello che gli viene suggerito, renderlo ricettivo a credere alle suggestioni che riceve. Ora tutto quello che il Subconscio può credere, lo trasforma in azione, cioè si attiva per realizzarlo, e per realizzarlo al meglio delle sue capacità.  Il Subconscio a questo punto non censura, non giudica le suggestioni che le vengono date, le prende per vere e le esegue.

.

AUTO-IPNOSI

.

Il primo passo consiste nell’indurre a noi stessi uno stato di auto-ipnosi, basta un leggero stato di trance, perchè bisogna rimanere anche vigili per dirigere le operazioni. Perciò è opportuno rilassarre al massimo il proprio corpo (consiglio disteso sul letto con un cuscino sotto la testa), dopo di che, ci si può autoindurre  un leggero stato di trance, magari usando in questa posizione coricata, la tecnica della levitazione della mano.

.

Sempre rimanendo quel tanto vigile da non addormentersi (è il rischio dell’auto-ipnosi, non perchè possa accadere qualcosa di negativo, anzi si scivola in un sonno ristoratore, ma senza portare a compimento il progetto), adesso possiamo darci le suggestioni opportune per il nostro caso personale, con convinzione e credendo a quello che pensiamo. Se non ci crediamo perdiamo soltanto tempo, e poi penseremo che non funziona.

.

Dare solo  Suggestioni Positive

.

Quali suggestioni dare? Io vi parlo secondo la mia esperienza, non è che ci siano formule magiche, quello che è importante è darle lentamente e che siano al cento per cento positive. Che vuol dire? Vuol dire che useremo soltanto un vocabolario positivo per le nostre suggestioni. Bisogna prepararsele prima, per non confondere la nostra Mente Interna. Per esempio: non suggerirete “adesso comincerai a non sentirti male”, ma tradurrete  così “adesso comincerò a sentirmi bene”. Capito come funziona? Non accennerete assolutamente a cose negative, non userete mai la parola “non”. Abituatevi a esprimervi in positivo. Perciò non parlerete mai, rivolgendovi al vostro Subconscio, con termini tipo “male”, “malattia”, “dolore”, e altre simile cose. Al Subconscio vanno dati sempre e solo suggerimenti positivi.

.

Un caso di Artrosi

.

Un esempio del mio caso personale contro l’artrosi: “La mia Mente Interna possiede un grande potere guaritore … ogni cellula del mio corpo è intelligente … le mie ginocchia sono intelligenti … la mia Mente Interna è capace di ripristinare la salute nelle mie ginocchia … il mio corpo sa cosa fare per guarire le mie ginocchia … la forza e la salute si stabiliscono nelle mie ginocchia … posso tornare in poco tempo a camminare normalmente … piacevolmente … correre … saltare … sento che le mie ginocchia si rinforzano … amo le mie ginocchia … sento circolare forza e salute nelle mie ginocchia … mi sento bene …  sto bene … sento forza e vigore nelle ginocchia … le mie ginocchia sono sani …,” etc. andando avanti di questa maniera, secondo il caso che volete risolvere. Cercate, per quanto potete, di fare corrispondere delle immagini e delle sensazioni alle suggestioni che date. Perciò se suggerite di correre e di saltare, immaginate di farlo. Quindi determinazione e perseveranza. I risultati non tarderanno ad arrivare.

.

Abbiamo dentro di noi stessi risorse illimitate

.

Questo potete anche farlo come una semplice meditazione, se ci credete, o come autoipnosi, o come etero-ipnosi. Ma i risultati migliori si ottengono con l’etero-ipnosi. Tutto questo non vuol dire che da oggi in poi facciamo dell’autoipnosi la nuova medicina. Vuol dire che possiamo anche aiutarci a combattere le malattie, collaborando fattivamente col nostro Medico Interiore(il nostro Sistema Immunitario) per accelerare la nostra guarigione, oltre ad uno stile di Alimentazione il più naturale possibile. Dobbiamo sempre ricordare che abbiamo dentro di noi stessi risorse illimitate, tali da realizzare anche l’impossibile, purchè  lo crediamo possibile.

.

 Ciao. Sebastiano.

.

10 MOTIVI PER MIGLIORARE LA NOSTRA VITA


 .

GUARIRE CON LA MENTE

 .

 

mente1 – I miei pensieri creano la mia realtà, i miei pensieri possono creare una nuova realtà: la mia guarigione.

.

2 – Il mio corpo possiede un potere illimitato di auto-rigenerazione, di auto-guarigione rapida, di auto-ringiovanimento.

 .

3 – Chi sono io? Io Sono l’Ego, sono il mio corpo, la Mente Cosciente, il SubConscio, il SuperConscio, la Fonte Divina, Dio in me, Io Sono sempre quell’Unico Io.

.

4 – I pensieri ripetitivi diventano convinzioni, le convinzioni ripetitive diventano credenze, le credenze ripetute per secoli e millenni diventano dogmi immutabili, i dogmi ripetitivi diventano Fede, questo tipo di Fede compie miracoli.

 .

5 – “Tutto è possibile a chi crede”. “Ti sia fatto come hai creduto”. (Gesù)

.

6 – La Potenza creatrice di un pensiero sta nella sua ripetizione, su questo principio si basa il potere dei Mantra.

 .

7 – I miei pensieri creano la mia realtà, i miei pensieri stanno creando la mia realtà, che cosa sto pensando in questo momento?

.

8 – Io sono l’autore dei miei pensieri, io sono il responsabile della  realtà che creano i miei pensieri, io posso modificare i miei pensieri, io posso cambiare la mia realtà.

 .

9 – La ripetività di un pensiero, o di una credenza, ha il potere di modificare persino il DNA.

.

10 – La Meditazione, o l’Affermazione propositiva di un pensiero, è l’applicazione di un pensiero ripetitivo per produrre volontariamente dei cambiamenti favorevoli nella nostra realtà. Medita sulla realtà che vorresti attuare.

 .

Sebastiano.

.

SE TU PUOI CREDERE, TUTTO E’ POSSIBILE A CHI CREDE


 .

IL POTERE DELLE CREDENZE

 .

Cosa posso credere? Avvengono delle cose straordinarie chiamati miracoli. Gente che guarisce miracolosamente e inspiegabilmente. Eppure una spiegazione dovrà pur esserci. In realtà, il processo di guarigione, ritenuta miracolosa, avviene all’interno del corpo umano. Ciò significa che, all’interno del complesso psico-fisico che è l’uomo, esistono delle Potenzialità, delle Capacità, e delle Energie Intelligenti, che vengono messe in moto dalle nostre credenze.

 .

Tradotto in parole semplici, il concetto è questo: “Ci accade quello che crediamo”.

 .

E le nostre credenze di oggi sono il bagaglio culturale di credenze che abbiamo accumulato dalla nascita sino ad oggi. Si tratta di credenze imposteci senza che abbiamo avuto la possibilità nè di vagliarle e nè di verificarle. Sono le credenze che abbiamo ricevuto in famiglia, dall’ambiente, dal luogo di nascita, a scuola dai maestri, etc.  E queste sono le credenze più forti e radicate perchè le abbiamo ricevute nei primi 10 anni di vita.

 .

Quindi, cosa significa il titolo di questo articolo: “Se tu puoi credere, tutto è possibile a chi crede”? Ricordo per inciso che queste parole furono una risposta che Gesù diede a un uomo che chiedeva una guarigione: “Se tu puoi credere, tutto è possibile a chi crede”.

 .

Significa principalmente che se possiamo cambiare le nostre Credenze, possiamo cambiare quello che ci accade, e in special modo lo stato della nostra salute e della nostra Guarigione.

 .

In effetti, il Miracolo,  per come viene comunemente inteso, cioè una deroga alle Leggi dell’Universo, un evento eccezionale, non esiste. Quello che noi oggi chiamiamo impropriamente Miracolo, rientra nel campo delle  Leggi Naturali dell’Universo, anche se ancora non le comprendiamo appieno. Ciò vuol dire che anche noi possiamo provocare un miracolo, se possiamo cambiare le nostre Credenze.

 .

 “Se tu puoi credere, tutto è possibile a chi crede”.

 .

Visita il mio nuovo sito http://www.scuoladellasalute.it/

.

Sebastiano

.

CHI SIAMO


.

LA SCUOLA DELLA SALUTE

.

Sebastiano Tringali

Blog senza scopo di lucro, dedicato allo studio di tutte quelle discipline naturali che non si servono né di diagnosi né di farmaci, ma che promuovono il meccanismo di Autoguarigione presente in ogni uomo. La mia passione è di condividere con voi il Potere dell’Auto-Guarigione del Corpo ed in special modo l’Igiene Naturale o meglio conosciuta come la Scienza della Salute.

.

Il nostro corpo è stato magnificamente progettato per vivere sani e in salute, tramite l’Auto-Guarigione spontanea del nostro organismo . Le nostre capacità di Auto-Guarigione sono incredibilmente potenti e sono sempre in attesa di essere coadiuvate con una corretta alimentazione ed un virtuoso stile di vita.

.

L’Auto-Guarigione è una forza innata e tenace, che cerca in ogni momento di arrivare rapidamente a guarirci. Purtroppo la nostra mente ed il nostro corpo sono ormai condizionati negativamente da anni e anni di abitudini malsane e da mala-informazione. Ed è triste vedere tanta gente soffrire per mancanza di una corretta informazione sull’innata capacità del corpo di guarire se stesso.

.

Ognuno di noi ha una mente e un corpo che hanno come prima priorità assoluta la sua auto-riparazione ed il suo riequilibrio, ed in ogni momento adempiono al meglio ai loro compiti, nonostante tanti fattori avversi che tentano di impedirglielo. 

.

  • LA SCUOLA DELLA SALUTE

    l’Igiene Naturale non è un movimento di gente che perseguono in modo maniacale l’igiene del corpo, o che si lavano frequentemente le mani, o che hanno una ossessione esagerata per la pulizia della casa. L’Igiene Naturale non è neanche una nuova branca della Medicina Alternativa, perchè non propone nessun tipo di cura alternativa, o di terapia farmacologica, o di rimedi naturali. Non è neanche in contrapposizione con la Medicina Ufficiale di Stato.

.

  • LA SCIENZA DELLA SALUTE

    L’Igiene Naturale, o Igienismo, è la Scienza della Salute, ed il corpo dei suoi Insegnamenti Salustici sono divulgati dalla Scuola della Salute. L’Igienismo non cura nessuna malattia e non guarisce nessuno. L’Igienismo non si arroga il titolo di guarire, perchè è sempre il corpo che guarisce se stesso. E’ il nostro Sistema Immunitario, il nostro Medico Interno, l’unico e vero Guaritore. L’Igienismo si propone di mettere il corpo nelle migliori condizioni possibili per AutoGuarirsi.

.

  • LA SCIENZA DELLA MALATTIA

    La nostra Medicina Ufficiale di Stato si può identificare come la Scienza della Malattia, e le loro Università come la Scuola della Malattia. Infatti il suo obiettivo è di scoprire sempre nuove malattie, e di conseguenza inventare sempre nuovi farmaci da mettere in commercio con lo scopo di debellare le nuove malattie. Le grandi Case Farmaceutiche sono contemporaneamente i maggiori sponsor della ricerca delle malattie ed anche i produttori dei nuovi farmaci. Il più colossale Monopolio legalizzato.

.

IL NEW THOUGHT

.

Il termine New Thought (in italiano Nuovo pensiero) designa un insieme eterogeneo di organizzazioni, chiese,  scrittori, filosofi e pensatori che condividono una base comune di idee circa la visione del divino e la guarigione.  La base teologica di molte di queste chiese (o organizzazioni) è cristiana.

.

La maggior parte di esse ha la propria sede e sono diffuse principalmente negli Stati Uniti, ma esistono cellule anche fuori dal continente americano. Le tre principali denominazioni sono: la Scienza Divina e la Unity Church (cristiane) e la Scienza Religiosa  (più eclettica). Anche il Pensiero Positivo moderno è una conseguenza e una rielaborazione del New Thought.

.

Riguardo l’Alimentazione Naturale più adatta per l’uomo, troviamo la massima espressione nell’ Igienismo o Igiene Naturale, conosciuta anche come “La Scienza della Salute”, una pratica di vita volta a recuperare la salute e il benessere in maniera naturale, senza avvalersi nè di farmaci nè di terapie esterne.

.

Sebastiano Tringali

.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: