HO’OPONOPONO: TESTIMONIANZA DI SERGIO RAGAINI


 .

HO’OPONOPONO: TESTIMONIANZA DI SERGIO RAGAINI

.

“Quando ho sentito parlare per la prima volta di Ho Oponopono avevo appena visto il film The Secret. Mi aveva indubbiamente colpito in positivo. D’altra parte, già lo sapevo che i nostri Pensieri attirano la nostra Realtà. Ma, credo, siano due cose differenti il saperlo ed il mentalizzarlo davvero, il farlo parte della propria vita.

Mi aveva molto colpito il fatto che, troppo spesso, pensiamo alle cose che non vogliamo. E queste si verificano. L’ho molto spesso verificato anche nella mia Vita: quello che non volevo si realizzasse, quello che maggiormente temevo, si è solitamente verificato. In qualche modo, mettendovi energia, e l’energia della Paura è molto forte, lo attraevo a me, facendo in modo che si verificasse.

.

Ho accettato di buon grado di scaricare il libro “Il Mondo è uno Specchio”. Che ho letto velocemente. Trovandolo, in ogni pagina, interessante e, sotto certi aspetti, originale. Visto che letteralmente “volavo” tra le pagine. Infatti, notavo che andava a riprendere la Legge dell’Attrazione. Anche qui si diceva che i nostri pensieri creano la nostra Realtà.

Ho però notato subito una differenza: qui non si visualizzavano i desideri che si volevano raggiungere. Infatti, questi venivano indicati come frutto della nostra Coscienza. La quale è spesso piena di problematiche da ripulire. E, quindi, se ci fidiamo di quello che la nostra Coscienza, oggi, desidera, desideriamo cose che non servono a migliorare la nostra Vita, ma piuttosto a peggiorarla.

.

Questo, dopo la visione di “The Secret”, dove invece veniva indicato chiaramente di “Chiedere” qualcosa, mi appariva davvero insolito e inusuale. Tuttavia, ripensandoci, ho capito cosa si voleva indicare.

Per me, che conosco la Pratica Buddhista, e che ho frequentato per alcuni anni la Tradizione Tibetana ed quella Zen Vietnamita di Thich Nhat Hanh, uno dei motivi principali era stato l’eliminazione dei desideri e degli attaccamenti. Questa proposta, quindi, mi sembrava in linea con quello che avevo conosciuto in questi Mondi Spirituali. La Legge d’Attrazione veniva salvaguardata, nel senso che veniva affermato che attraiamo noi la nostra Realtà. La differenza stava nel fatto che qui non si decideva “cosa” attrarre, ma ci si limitava a lavorare su di sé, per ripulire le memorie del passato.

.

In questo, si andava a liberarsi dai condizionamenti del passato, per iniziare una nuova Vita. Poi, non si desiderava nulla, ma ci si affidava. Ci si affidava alla nostra “Supercoscienza”, l’intelligenza Divina in noi,  Che sa quello che per noi serve. Facevo in questo senso un esempio: supponiamo che una persona desideri una macchina sportiva, veloce. Ma questa persona guida piuttosto male, e non saprebbe gestirne la guida. Tuttavia la desidera. Averla, e poterla guidare, peggiorerebbe la sua vita, e gli farebbe correre dei rischi.

Ancora, una persona potrebbe desiderare una donna dalla quale è fortemente attratto. Questa donna, però, potrebbe rendere la sua vita non sicuramente bella e luminosa. Se ci affidiamo alla pura Legge d’Attrazione, puntiamo verso quegli obiettivi. Ma questi non ci renderebbero felici.

.

Se, invece, ci limitiamo a ripulire quello che abbiamo dentro di noi, le memorie del passato, a lavorare su di noi, allora potremmo accorgerci che quella donna la desideriamo soltanto perché ci ricorda un modello che avevamo in noi, legato ad esperienze passate. E quella macchina sportiva la desideriamo soltanto per soddisfare un desiderio di apparire. Quando lavoriamo su di noi, potremmo accorgerci che apparire in quel modo non ci interessa più.

Se, invece, ci affidiamo alla nostra Supercoscienza, rinasciamo davvero rinnovati, e troveremo, sulla nostra strada, quelle cose e quelle persone che davvero miglioreranno la nostra vita.

.

In qualche modo, comunque, un desiderio potrebbe essere presente: quello del benessere interiore, della serenità e della gioia, E di provare sentimenti positivi e luminosi. Con questo, tutto verrà nel migliore dei modi, e lasceremo che l’Intelligenza Divina in noi non sia bloccata dalla Coscienza Limitante, ma che possa davvero librarsi nel cielo della consapevolezza. E se lasciamo fare alla nostra Supercoscienza, tutto apparirà davvero bellissimo.

Ho-Oponopono, quindi, lavora molto di più sull’interiorità che sull’esteriorità. Lavora su quello che siamo veramente, su quello che davvero è dentro di noi. Salvaguardando comunque tutto quanto la Legge d’Attrazione afferma. Ma se cancelliamo le memorie del Passato, anche il nostro Presente e Futuro saranno migliori.

.

Liberi, finalmente, da condizionamenti e da immagini limitanti, avremo nella nostra vita quello che davvero la renderà speciale ed irripetibile. E questo ci giungerà non perché l’avremo voluto con forza, ma semplicemente perché avremo ripulito quelle immagini che ci bloccavano, che ci rendevano legati a qualcosa che non ci apparteneva.

E tutto in noi sboccerà davvero come bellissimo fiore a nuova Vita. Le tecniche che venivano proposte erano semplici, immediate. Le ho subito provate, messe in pratica. Quando ho cominciato a ripetere le frasi indicate, ho sentito in me un calore, che proveniva dal petto (il chakra del Cuore). Come se qualcosa si stesse sciogliendo. Davvero una bella sensazione di dolcezza e di gioia, che sgorgava gentile e luminosa da me.

.

Ho insistito, continuando a ripeterle ancora ed ancora. Man mano che le ripetevo, sentivo la rabbia che diveniva pace e serenità. Sentivo tutto come più semplice, più dolce, più bello. Sentivo l’energia che fluiva in me. Ho poi stampato il Poster, in formato A4, che ho appeso sopra di me. L’ho osservato, ripetendo mentalmente le frasi. Ho percepito una bellissima energia che fluiva da me.

 I suoi colori attraggono, calamitano, come il volto sorridente del Dr. Len. Davvero un senso di benessere e di gioia si impadroniva di me.

.

Ho continuato a ripetere le frasi, nei giorni successivi. E vedevo che attorno a me cambiavano i colori, divenivano differenti. Dove prima c’era ansia, lentamente nasceva sicurezza ed energia. Dove c’era un atteggiamento non sicuro, la sicurezza nasceva come onde di bellezza che venivano verso di me. Tutto rifioriva.

Ora pratico queste tecniche in ogni momento in cui posso. Appena potrò berrò anche l’Acqua Solarizzata Blu. Per quanto riguarda la Respirazione “Ha”,  sinceramente devo vincere qualche resistenza, dovuta al fatto che il respiro viene trattenuto per sette secondi. E questo mi convince non molto. Ma imparerò a fidarmi anche di questa tecnica, che sicuramente aiuterà a liberare ulteriormente le mie memorie.

La bellezza di tecniche di questo tipo è che ci si preoccupa di ripulire, senza andare ad indagare più di tanto sulle cause che hanno provocato la memoria.

.

Infatti, quando c’è un problema a livello di sé, ci sono spesso due alternative: la prima è quella di trovarne le cause. Ma queste potrebbero essere mai reperite. Infatti, se consideriamo che siamo qui da sempre, ogni causa ne avrà un’altra, e poi un’altra ancora. Il lavoro potrebbe essere infinito. E non terminare mai.

Un’altra possibilità, che sinceramente vedo come più tangibile, è quella di considerare la Mente come una serie di programmi che sono inseriti. Il Computer è bellissimo, ma se i programmi inseriti non vanno bene, o se vi sono dei Virus, non funzionerà adeguatamente.

A questo punto, ci si può anche preoccupare di come questi programmi sono giunti nel Computer. Si può cercare di comprendere chi li ha inseriti, in quali remote circostanze, con quali modalità.

.

Tuttavia, questo non aiuta a cambiarli.

.

L’evidenza è che ci sono dei programmi che non vanno, ci sono dei virus, e tutto questo va ripulito, per poter utilizzare il Computer in modo adeguato.

Per farlo, però, non ci interessa chi abbia inserito questi programmi, o da dove siano giunti. Può servire, questo è vero, per evitare che ancora ne entrino. Ma non è una cosa funzionale al fine di ripulire. Per ripulire occorre modificare le istruzioni dei programmi che non funzionano, sostituirli eventualmente con altri programmi funzionanti o comunque migliori e più adatti al Computer in questione, e ripulire il Computer da eventuali Virus.

.

A questo punto, se ci muniamo di un buon Antivirus, e di adeguati programmi di protezione, i Virus non ci minacceranno più. O se, addirittura, passiamo ad un Sistema Operativo che non è attaccabile da Virus, il problema non si porrà più.

Credo che la Via sia questa: perseguire la strada del ripulire e del sostituire i programmi che abbiamo dentro, invece che quella che porterebbe a cercarne le cause, che potrebbero non trovarsi (e, una volta trovate, non è detto che il problema si risolva!).

.

Quando un problema è ripulito, quando un programma è modificato o sostituito, il vecchio programma non ha più scopo e valore. E viene a svanire.Il tutto, poi, avviene in modo rapido, e si possono ritrovare risultati in un tempo davvero breve. E questo ho potuto sperimentarlo personalmente.

Credo che la Via sia questa. E Ho–Oponopono la percorre in modo dolce e gentile, davvero in un modo “Spirituale”. Essendo noi Campi di Energia (la Fisica Moderna lo afferma con chiarezza) la nostra Realtà è nelle nostre mani.

Ed il modo migliore per avere quello che davvero ci serve dalla Vita per la nostra felicità interiore è affidarsi all’Intelligenza Divina, a quella Supercoscienza che è la parte più vera del nostro Sé.

.

E la nostra Vita comincerà a rifiorire.” Sergio Ragaini.

 .

Fonte: http://www.cerchiamo.net/blog/2009/12/07/sergio-ragaini-la-mia-testimonianza-su-ho-oponopono/

.

 

Sebastiano

.

HO’OPONOPONO: COME FARE E CAPIRE LA TECNICA


.

IL METODO DI GUARIGIONE HO’OPONOPONO – 8

.

Analizzando il Processo

.

Bisogna partire dal presupposto che noi intesi come Ego, Io Pensante o Mente Cosciente, non abbiamo veramente il totale controllo della situazione. Il vero totale controllo lo assumiamo quando l’Io si fa Sé in tutte e tre le sue componenti, allineate e centrate fra loro; quando subentra la totale fiducia in ciò che si trova dentro di noi, la nostra Parte Divina in costante contatto con l’intelligenza Divina.

.

HO’OPONOPONO: CORREGGERE GLI ERRORI

.

Attraverso l’ Ho-oponopono siamo in grado di fare in modo che questo contatto si manifesti e si mantenga costante. Ho-oponopono significa “correggere un errore” o “fare la cosa corretta” nella lingua originale hawaiana. Benché fino ad ora non molto conosciuto in Italia, Ho-oponopono fa parte dei metodi di guarigione dell’antica filosofia Huna.

.

Huna è il nome che l’esploratore americano Max Freedom Long diede all’antica filosofia spirituale delle Hawai. Nel sistema Huna La tecnica di guarigione Ho-oponopono è multipersonale, richiede la partecipazione di tutti al processo di riconciliazione, di soluzione di problemi.

.

Questo nuovo Ho-oponopono, è Ho-oponopono dell’ Identità del Sè

.

Sei tu stesso in comunicazione diretta con la Divinità. Fu sviluppato da Kahuna Morrnah Nalamaku Simeona che lo insegnò al Dr. Ihaleakala Hew Len. E’ ormai chiaro che l’intelletto da solo non dispone delle risorse per risolvere i problemi, da solo può affrontarli, ma non risolverli definitivamente.

.

Affrontare i problemi non significa risolverli. Facendo Ho-oponopono tu chiedi a Dio, alla Divinità, che pulisca, e purifichi l’origine di questi problemi che è data dai ricordi, dalle memorie. Così tu neutralizzi l’energia che associ a determinate persone, posti o cose che ti procurano dei problemi. Nel processo Ho-oponopono questa energia viene liberata e trasmutata in Pura Luce attraverso l’intervento della Divinità. E dentro di te, lo spazio occupato dalle memorie cancellate, viene liberato è riempito dalla Luce della Divinità.

.

E’ per questo motivo che nel Ho-oponopono non c’è colpa, non è necessario rivivere nessuna sofferenza, non importa sapere il perché del problema, né la sua origine. Il concetto di colpa e di  peccato sono convinzioni culturali prettamente occidentali.

.

Nel momento in cui tu noti dentro di te qualcosa di scomodo in relazione ad una persona, un posto, un avvenimento , inizi il processo di pulizia, chiedendo a Dio: “Cancella in me quello che sta contribuendo a manifestare questo problema usando queste parole: “Lo sento molto “. “Perdonami”. “Ti amo”. “Grazie”, e ripetile più e più volte.

.

Lascia che sia la tua ispirazione a guidarti

.

Quando dici “Mi dispiace” tu accetti che qualcosa, non importa che tu sappia cosa, si è inserito nel tuo sistema corpo/mente. Tu vuoi il perdono interiore per quello che ha provocato il problema a cui ti riferisci.

.

Dicendo “Perdonami” tu non stai chiedendo a Dio che ti perdoni, tu stai chiedendo a Dio che ti aiuti a far sì che tu ti perdoni.

.

“Ti amo” trasmuta l’energia bloccata, che è il problema, in energia fluida, che torna ad unirsi al Divino.

.

“Grazie” o “Sono grato” è la tua espressione di gratitudine, la tua fiducia nel fatto che tutto si risolverà nel modo migliore per tutte le persone coinvolte dal problema, e la tua dichiarazione di gratitudine a te stesso per tutto ciò che di buono hai fatto finora, anzi più in profondità, per tutto ciò che hai fatto fin’ora perché anche ciò che non sembra buono in realtà non è altro che un opportunità di crescita e di ulteriore pulizia.

.

Da questo punto in poi quello che succede è determinato dalla Divinità, tu puoi essere ispirato a compiere qualche azione oppure no.

.

L’ERRORE DEGLI ALTRI E’ IL MIO ERRORE

.

Se continui ad avere dei dubbi devi continuare nel processo di pulizia, quando sarai perfettamente pulito riceverai tutte le risposte. Bisogna sempre ricordare che anche quando vediamo qualcosa di sbagliato negli altri, quell’errore esiste dentro di noi. Poiché tutto è Uno, chi cura viene curato, e se io miglioro, il mondo migliora. Bisogna assumersi questa responsabilità. Non è necessario che nessun’altro segua questo processo, è sufficiente che lo faccia io, e tutta la mia realtà sarà perfetta.

.

Non esiste nessuna regola in relazione all’ordine delle frasi Usa la sequenza con la quale ti trovi meglio, qualunque sia, l’importante è che sia in sintonia con te e con il momento che stai vivendo. Puoi usare una o due o tutte e quattro le parole, ma generalmente anche solo “Ti amo” “risolve le situazioni.

.

RAPPORTARCI CON LA MENTE INCONSCIA

.

La cosa principale è che stiamo imparando rapportarci con la nostra Mente Inconscia. Essa è la responsabile delle memorie, le riceve e le immagazzina. E’ quel bambino interiore che dobbiamo imparare ad amare, chiedendo perdono per la mancanza di considerazione e comunicazione che fin’ora gli abbiamo riservato.

.

Esistono dettagli sulle caratteristiche della Mente Subcosciente che non è importante specificare qui. La cosa importante è sapere che ci rapportiamo con la nostra Mente Inconscia, chiedendo alla Divinità che ripulisca le memorie che si ripetono e che generano i conflitti, i problemi, i blocchi di energia che portano ad inconvenienti e malattie sia psichiche che fisiche.

.

RIPETERE CONTINUAMENTE IL MANTRA

.

Se ripeti continuamente queste frasi durante la tua giornata, anche il più spesso possibile, anche non in relazione ad un problema specifico, otterrai il risultato di mantenere un atteggiamento vibrante di benessere e comprensione, in relazione a qualunque cosa si manifesti nella tua realtà. Prima di uscire di casa, chiedi a Dio che: “Pulisca quello che c’è in te che potrebbe essere la causa di qualche conflitto o problema durante il tragitto da casa al lavoro”, (per esempio).

.

Durante la tua giornata, per ogni piccolo fastidio o inconveniente che ti capita chiedi a Dio che pulisca le memorie che lo stanno generando.

.

Una frase molto utile è: “Credenze io vi Amo! Sono grato per l’opportunità di Liberarvi dell’energia negativa!” Ripeti questa frase per qualche tempo e vedrai che noterai dei bei cambiamenti.

.

In situazioni difficili, dove tu puoi sentirti abbandonato, quando le tue emozioni ti portano uno squilibrio ed i pensieri fluiscono disordinatamente generando sentimenti negativi, fai il discorso di Morrnah; un discorso che abbraccia tutto e tutti, in un vero balsamo spirituale.

.

Questo report è liberamente distribuibile a condizione di non modificare in nessuna parte il contenuto e citando sempre la fonte.  © www.ho-oponopono.info

.

Visita il mio nuovo sito http://www.scuoladellasalute.it/


.

Argomenti Correlati:

.

HO’OPONOPONO: CHI E’ IL RESPONSABILE?

COME FARE HO’OPONOPONO

HO’OPONOPONO: LE ASPETTATIVE DELLA MENTE COSCIENTE

HO’OPONOPONO PORTA PACE NEL CUORE

HO’OPONOPONO: IL SEGRETO OLTRE THE SECRET

HO-OPONOPONO DELL’IDENTITA’ DEL SE’

HO’OPONOPONO: OLTRE LA LEGGE DI ATTRAZIONE

CARO AMICO TI SCRIVO – HO’OPONOPONO

COSA POSSO FARE PER GUARIRE?

HO’OPONOPONO: ALOHA, LA PERSONIFICAZIONE DEL DIVINO

HO’OPONOPONO: GUARIRE SE STESSI PER GUARIRE GLI ALTRI

HO’OPONOPONO: L’INSEGNAMENTO

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 1/9

HO’PONOPONO IN PRATICA

HO’OPONOPONO: METODO DI GUARIGIONE COMPLETA PSICO-FISICA

CHIARIMENTI SUL H0′OPONOPONO

HO’OPONOPONO: COME CANCELLARE LE MEMORIE

HO’OPONOPONO: COME CANCELLARE LE MEMORIE

CHIARIMENTI SULLA TECNICA HO’OPONOPONO “TI AMO”

HO’OPONOPONO: SOLUZIONI FACILI

PROCEDIMENTO BREVE HO’OPONOPONO

HO’OPONOPONO: METODI, ESPERIENZE, RISULTATI

IL MANTRA HO’OPONOPONO: MI DISPIACE, PERDONAMI, GRAZIE, TI AMO

HO’OPONOPONO: COME FARE E CAPIRE LA TECNICA

HO’OPONOPONO di JOE VITALE

IL CONTROLLO DEL DOLORE

.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: