SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 6/9


.

WEBINARIO DI JOHN CURTIN – 6/9

.

john-curtin(La seguente è la traduzione dall’originale di un Seminario di John Curtin, maestro di Reiki, sul Ho’oponopono. Il suo sito web è: http://www.sanacionysalud.com/ . Questo è il testo integrale della conferenza, che pubblicherò su questo sito, man mano che vado avanti con la sua traduzione in italiano. Sebastiano)

.


.

Domanda. Che dire  delle cose accadute prima che tu nascessi, di persone che sono più grandi di te, che cosa ha provocato questi problemi?

.

John Curtin: Non importa. Queste persone non hanno mai cessato di esistere, semplicemente ora non sono più in un corpo fisico, quindi è sempre lo stesso procedimento da seguire.

.

Domanda. No, voglio dire che, … mettiamo che queste persone sono ancora in vita, va bene? E hanno qualche trauma, l’effetto di una causa che è accaduta prima che tu nascessi, oppure che ha 40 anni più di te, o qualcosa del genere. Come puoi essere responsabile di un qualcosa, se tu ancora non esistevi?

.

John Curtin: Perché quella persona è ora nella tua realtà.

.

Domanda. Ma se questo è accaduto prima che tu nascessi … ?

.

John Curtin: Capisco … Però se quella persona è ora nella tua realtà …,  nomina, per esempio, una persona che ti viene in mente in questo momento.

.

Domanda. Mia madre.

.

John Curtin: Tu sei  cosciente di una persona che tu identifichi come tua madre, perché quella persona esiste nella tua realtà. Beh, e questo è tutto. Poiché quella persona è nella TUA realtà, e poiché qualsiasi persona che sta nella TUA realtà, forma parte della TUA realtà, di conseguenza, ogni persona che sta nella TUA realtà si comporta secondo le Tue aspettative riguardo quella persona. Che questo comportamento si sia verificato 40 anni fa o che accadrà entro 40 anni, è irrilevante, perché il tempo non esiste.

.

Domanda. Come possono influire le affermazioni positive che facciamo ogni giorno?

.

John Curtin: Le affermazioni positive che tu fai ogni giorno, sono molto utili per creare una tua realtà libera dalla spazzatura delle credenze erronee!

.

Domanda. Tutto è energia, quindi, in che cosa consiste il Subconscio? Immagino che sia anch’esso energia. Siamo energia in continua evoluzione.

.

John Curtin: Certo che lo è! Il Subconscio è energia, noi siamo energia, tutto è energia. Quali mutamenti ci possono essere  nell’energia? Il suo livello vibrazionale. E’ proprio questa energia che è in un continuo processo di trasformazione, ed è qui che noi possiamo avere un ruolo, in cui siamo in grado di poter dirigere questa trasformazione dell’energia. Questa energia si può trasformare in qualcosa che ritorni alla Fonte o la si può trasformare o modificare in qualcosa non armoniosa, e quest’ultima mediante un pensiero o una credenza erronea.

.

Realmente si tratta di una buona spiegazione, anzi, è una delle cose che più mi ha colpito, almeno fino a quando ho capito cosa voleva dire il dottor Len, quando diceva:”Noi, l’unico libero arbitrio che abbiamo è quello di scegliere se vogliamo che la Divinità scorra attraverso di noi o meno. Tutto il resto è PU, cioè spazzatura!” Mi piacque tanto questo concetto!

.

Domanda. Può il Subconscio chiedere alla Fonte che non ti guarisca, perché tu inconsciamente non vuoi guarire?

.

John Curtin: No, il Subconscio è un Bambino. Un Bambino vuole essere felice. Un Bambino non può essere felice con tutto quel peso di spazzatura che tu gli scarichi addosso. Un Bambino non si connette alla Fonte da solo, perché non sa come fare, ma un Bambino vuole essere felice. Hai mai conosciuto un Bambino che non vuole essere felice? Certo che no. Ogni Bambino vuole essere felice. Hai mai conosciuto un Bambino che deliberatamente cerca l’infelicità? Naturalmente no, anzi, al contrario. Quando un Bambino si sente a disagio, ti fa sapere rumorosamente che  desidera la felicità mediante  un pannolino pulito o il pancino pieno. Quindi ogni Bambino vuole essere felice. Ed il Subconscio mai eviterà di connettersi alla Fonte. Il Subconscio è come un Bambino.

.

Questa è la ragione per cui gli hawaiani hanno questo concetto, per cui  come pensa il tuo Subconscio così pensa  un Bambino. Un Bambino non si lascia coinvolgere più di tanto, un bambino non ha complicazioni, un bambino non gira la testa indietro  davanti alle  cose, un bambino vuole essere felice, punto e basta. E tutto ciò che dovete fare è insegnare al bambino come connettersi alla Divinità, affinché lo  faccia, perché  il Bambino non lo sa fare, ed è qui  che entra in gioco la tua Mente Cosciente. Chiedigli: “Bambino, per favore, connettiti con la Divinità”, e fra poco vedremo come.

.

Domanda. Come abbiamo visto nel corso per terapeuti di Reiki, noi come terapeuti non guariamo il paziente, ma solo aiutiamo  la persona nel suo processo di auto-guarigione. Stiamo perciò aiutando il paziente a connettersi  con il suo Bambino e quindi a connettersi con la Fonte?

.

John Curtin: No, tu lascia il paziente tranquillo. Fatti gli affari tuoi. Pensa a guarire il TUO Bambino. Noi non stiamo aiutando nessuno a connettersi con il suo Bambino e a connettersi con la Fonte. Questo deve essere  un atto volitivo della sua Mente Cosciente. Sappi, che in ogni caso, il paziente un giorno o l’altro si connetterà con il suo Bambino, e gli chiederà che la Divinità guarisca i suoi pensieri erronei su quel rompiballe di terapeuta Reiki che ha, okay? A te devono interessare i fatti tuoi. Lascia stare il Bambino del Paziente. Questo è un processo di auto-guarigione, perché quando tu ti guarisci, anche l’altra persona guarisce. OK?

.

Domanda. Ma allora perché esistono i pazienti e i terapeuti? Dal momento che tutti possono cercare di guarirsi da soli.

.

John Curtin: Sì, questo è il bello, ognuno può guarirsi da solo. Tu continua a fare quello che sai fare, perché ovviamente tu sei un terapeuta Reiki e lo fai ponendo le tue manine sulle persone, canalizzando un’energia. Anche io continuo a farlo. Non è che quando un paziente arriva da me per un consulto, io mi siedo da parte in un angolo. Che poi non sarebbe neanche una cattiva idea. Però no è così, io continuo a imporre le mani sui pazienti, continuo a canalizzare energia, e continuo a vedere un effetto sul paziente quando canalizzo un’energia.

.

Pongo le mani sul suo plesso solare e avviene  una liberazione energetica o emozionale. Metto le mani sul suo collo e si rilascia la tensione alla cervicale; cioè, io continuo a fare quello che ho sempre fatto fino ad oggi, ma a sua volta, applico anche  l’Ho’oponopono . E vedremo come si applica l’Ho’oponopono fra un attimo.

.

Domanda. Pertanto, tutto si può guarire, incluso rigenerare, basta cambiare la propria realtà?

.

John Curtin: Beh, in realtà, questo è ciò che se ne deduce dall’Ho’oponopono, ma non è solo l’Ho’oponopono che afferma questo concetto. Questo lo dicono anche Esther e Jerry Hicks, lo dice Sai Baba, lo dice Osho, ossia, tutte le culture ripetono questo: “Tu crea la tua realtà e tutto si può guarire e persino rigenerare”.

.

Domanda. Ho letto che quando si fa l’Ho’oponopono non si dovrebbe mai visualizzare il risultato desiderato.

.

John Curtin: Sì, non si deve visualizzare il risultato desiderato, perché, lo dico ancora una volta, visualizzare il risultato è solo una perdita di tempo e uno spreco di energie nervose, perché tu non sai ciò che sta accadendo, non si sa che cosa sta accadendo. Tu non sai cosa stai guarendo in quel momento. Tu soltanto stai liberandoti dei pensieri erronei verso la persona che ha un cancro. Ma non sai che cosa stai guarendo. Non sai se stai liberando i pensieri erronei su tua madre, o sul tuo vicino di casa del 5° piano. Il fatto è che tu non hai nemmeno l’idea, non sai proprio che cosa stia succedendo.

.

Domanda. Se vedo una persona brutta per strada, e voglio pulire i miei pensieri erronei su di lei, che faccio? vedo qualcosa di bello in essa per  cambiare la mia opinione?

.

John Curtin: No. In questo caso è possibile utilizzare l’Ho’oponopono, perché quando  utilizzi  l’Ho’oponopono tu liberi i tuoi pensieri erronei su quella persona.

.

Domanda.  Ma il Subconscio è un Bambino, o è un mucchio di spazzatura, o è un Bambino che vive nella spazzatura?

.

John Curtin: Questa è una questione fondamentale da risolvere, perchè, comprendere questa domanda significa aver capito come funziona l’Ho’oponopono. Ascoltami … Noi siamo tutti Esseri Perfetti di Luce. Tu sei un Essere Perfetto di Luce, e il processo di guarigione con l’Ho’oponopono riconosce questo. Tutto quello che tu sei è Perfetto, il tuo Sé Superiore è Perfetto. Il tuo Io intellettuale è Perfetto, e il tuo Bambino Interiore è Perfetto. Il tuo Bambino è parte di te, per cui il tuo Bambino è un Essere Perfetto di Luce, come tu sei un Perfetto Essere di Luce. Ma, che cosa è quindi successo, che non si vede questa Perfezione? E’ successo che nel corso dei millenni, di generazione in generazione, il Bambino ha cominciato ad accumulare tutta l’immondizia che noi gli abbiamo buttato addosso.

.

Oggi il Subconscio è un po’ così: come un Bambino che vive nella spazzatura. Però, sotto questo  enorme mucchio di immondizia, sotto questa discarica di spazzatura, c’è un Perfetto e Prezioso Essere di Luce,  che è il Bambino, che sei Tu, che sei l’Essere Cosciente, che sei il Sé Superiore. E quello che noi vogliamo e dobbiamo fare è di sbarazzarci di tutta questa spazzatura,  per raggiungere quella situazione ottimale in cui la Divinità scorre liberamente, senza blocchi o ostruzioni, attraverso tutto il nostro Essere. E quando la Divinità scorre attraverso di noi, tutto ciò che facciamo proviene da tale Fonte. OK?

.

Domanda. Tu dici che non si deve visualizzare il risultato desiderato. Allora, nella Legge di Attrazione, il cervello non fa distinzione tra reale e immaginario?

.

John Curtin: Si tratta di due concetti diversi, in quanto la Legge di Attrazione è ciò che tu visualizzi, o quello che tu crei da te e per te. Vuoi una macchina nuova? visualizzane una, semplice no? Infatti noi tutti lo abbiamo fatto, e per questo tutti noi abbiamo una fiammante BMW parcheggiata fuori. (hehehe! Ride).  Nell’Ho’oponopono non si tratta di questo. Nell’Ho’oponopono tu cerchi soltanto di liberare l’immondizia accumulata, e che hai dentro di te. Tuttavia, un’altra cosa che mi impressionò moltissimo, che ha detto il dottor Len durante il seminario, è che l’Ho’oponopono ha a che fare con la Legge di Attrazione.

.

Perché? Una delle cose che dicono Esther e Jerry Hicks  è che il concetto della Legge di Attrazione consiste essenzialmente in tre passi.  Il primo passo: tu chiedi. Il secondo passo: l’Universo risponde. Il terzo passo: Tu permetti che quello che hai chiesto, entri nella tua realtà. Nel primo passo sei tu che agisci. Nel secondo passo agisce l’Universo. Nel terzo passo tu  permetti …. Però, non tutto va per il verso giusto.

.

E qui sta la chiave di tutto, perché se tu hai un sacco di spazzatura in te, se hai un sacco di PU! Tu non permetti che l’Universo ti renda quello che hai manifestato, a causa della tua resistenza ad accettare quello che tu stesso hai chiesto. Mi spiego meglio. L’Universo ti ha detto: “Il tuo desiderio è la mia volontà”. Però sei TU che stai  impedendo che questo entri nella  tua realtà, a causa di  tutta quella spazzatura accumulata, che ti fa dire:  “Ah! Io non merito questo “, “Ah! questo è troppo bello per me”, “Ah! Io non posso avere questo!” Allora, qual è il problema? Sono i blocchi causati da questa spazzatura, per cui, ripulisciti prima di tutta la spazzatura che è in te, e poi la Legge di Attrazione funzionerà …. !

.

Sebastiano

.

Tutti gli articoli sul Seminario di John Curtin:

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 1/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 2/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 3/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 4/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 5/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 6/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 7/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 8/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 9/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 5/9


.

WEBINARIO DI JOHN CURTIN – 5/9

.

john-curtin(La seguente è la traduzione dall’originale di un Seminario di John Curtin, maestro di Reiki, sul Ho’oponopono. Il suo sito web è: http://www.sanacionysalud.com/ . Questo è il testo integrale della conferenza, che pubblicherò su questo sito, man mano che vado avanti con la sua traduzione in italiano. Sebastiano)

.

Domanda. Questo è esattamente ciò che penso che sia il libero arbitrio, cioè, sia che tu credi una cosa o non la credi, stai  creando la tua realtà.

.

John Curtin: In realtà, ciò che accade è quello che la maggior parte di noi crediamo, perché è qui che entra in gioco la Coscienza Collettiva. Quindi, se io chiedo a qualcuno che ha il cancro di tenersi il cancro, per entrare  nella mia realtà, quella persona di solito dice: “Va bene!”, e questo a causa della nostra Credenza Collettiva, a causa di questa spazzatura collettiva accumulata, questa PU!

.

Domanda. Quando si crea un rimedio per una malattia,  si ha creato anche la credenza nella guarigione?

.

John Curtin: Assolutamente sì,  mi ricordo negli anni ’80, ad esempio, l’epidemia di herpes. Ci fu una epidemia mondiale poco prima che  arrivasse l’AIDS. Dicevano che l’herpes era una piaga, che era una cosa terribile, che era una pandemia, qualcosa di molto serio, che non c’era cura per l’herpes, che era fatale, ma oggi, chi si occupa più dell’herpes? Pochissime persone, e perchè? perché è cambiata la credenza in quella malattia, e così  è diminuita la sua importanza. Con o senza la creazione di un farmaco per sostenere quella credenza.

.

Domanda. Emozioni e pensieri sono la stessa cosa?

.

John Curtin: No, le emozioni sono la risposta del corpo ai pensieri. Tu crei un pensiero e quel pensiero lo trasmetti al tuo corpo, e il tuo corpo vibra con quel pensiero. Chiediti cosa sono le emozioni: le emozioni sono vibrazioni di energia all’interno del tuo corpo. Si può fare una piccola ricerca su questo punto con il lavoro di Candace B. Pert. La Pert è un ricercatrice che, con l’Istituto Nazionale della Sanità nord-americano, negli anni ’80 scoprì i recettori cellulari dei neuropeptidi. In buona sostanza, ciò che lei dice è che, quando  senti un’emozione,  naturalmente la senti per tutto il corpo, ma tutto ciò che senti sono soltanto miliardi e miliardi di recettori cellulari che vibrano per attrarre i neuropeptidi adeguati. E allora? Che cosa è che  genera le emozioni? Il pensiero, ovviamente.

.

Ora, chi ha più forza: un impulso elettrico generato dal tuo cervello o tutto il tuo corpo vibrante per una emozione? L’emozione, naturalmente. Tutto il corpo vibra con miliardi di recettori, perché non dimentichiamo che il tuo fegato ha recettori, il piede destro ha  recettori per questi neuropeptidi … perciò quando  hai un’emozione, tutto il tuo corpo vibra con questa emozione; invece il tuo pensiero è una corrente elettrica che dura un millisecondo e  crea una rete neurale, ed è ovvio che l’emozione ha molto più potere dei tuoi pensieri.

.

Guardando il diagramma 3 del monitor, vi è descritto il modo con cui guarire con Ho’oponopono. La prima cosa da fare è che l’Intelletto deve contattare il Bambino Interiore. E questa è l’unica parte che ha l’intelletto nel processo di guarigione, ed è quando l’intelletto, ossia, il tuo essere cosciente, la tua  persona razionale, si mette in contatto con il Bambino Interiore. Questo deve essere un atto volitivo, l’espressione del tuo desiderio, così tu dici al Bambino Interiore: “Per favore Bambino, connettiti alla Fonte e chiedi la nostra guarigione. Il secondo passo è che il Bambino lo fa. Il Bambino va su e chiede alla Fonte: ” Per favore Fonte, aiutaci a guarire”. La Fonte ovviamente risponde, ed invia un flusso di guarigione attraverso il Sé Superiore, il subconscio e il Bambino, e l’energia fluisce attraverso tutte l’Essere.

.

Domanda. E qui mi chiedo: chi è questo Bambino Interiore? dove si trova? sei tu da piccolo? È’ il tuo Interiore? Che cosa è?

.

John Curtin: No, secondo  gli hawaiani esso ha una posizione energetica che si trova due dita sotto l’ombelico, che casualmente corrisponde con il secondo chakra, anche se gli hawaiani non utilizzano  i chakra. Allora, energeticamente parlando, il Bambino si trova in quel posto e in quella  parte del tuo corpo. Però il Bambino in realtà è quel cumulo di tutti i pensieri ripetitivi e di tutte le credenze dell’umanità sin dai tempi della sua creazione, da che i primi uomini sono apparsi sulla Terra.  Quindi il Bambino è quell’insieme di Credenza Collettiva, come la chiamò Carl Jung, per esempio, o anche più semplicemente il Subconscio.

.

Allora succede che l’energia proveniente dalla Fonte, scorrendo attraverso tutto l’essere,  compie la guarigione. Qual è il processo di guarigione? Liberare i pensieri erronei che hai rispetto a ciò che ti circonda e in particolare nei riguardi delle persone intorno a te.  Questo è il succo del processo di guarigione. La cosa interessante è, e questo è un punto molto importante, che mentre tu stai guarendo, che sta succedendo? L’energia della Fonte sta scorrendo attraverso di te. Ed è questo che è veramente importante, l’energia della Sorgente che fluisce attraverso di te. Durante il processo di guarigione, la Divinità ti riempie, e questo è uno degli incentivi più efficaci per guarire, perché mentre stai guarendo, l’energia della Sorgente fluisce attraverso di te.

.

Un altro aspetto importante di questo diagramma è che solo il Subconscio può guarire. Il Bambino Interiore è colui che compie il processo di guarigione, tu non puoi guarirti da solo, tu non puoi guarirti perché tu sei la mente intellettuale, la mente razionale, la mente cosciente. Cercare di guarirsi da soli è come cercare di bere la zuppa con una forchetta. Solo il Bambino Interiore può guarire. Tu, come Mente Cosciente,  puoi solo avviare il processo, tu puoi contattare il Bambino e dirgli: “Ehi, ti prego, guarisci questa credenza sbagliata, guarisci questi pensieri erronei. Poi è il Bambino che si connette con la Fonte, ed è il Bambino che chiede questo flusso di energia divina. Ma tu, personalmente, non puoi guarirti.

.

Domanda. Come puoi liberarti di grossi traumi che ti sono successi fin dall’infanzia? Cioè, dobbiamo regredire nel passato, nel momento in cui accadde il trauma per guarirlo?

.

John Curtin: Ho’oponopono non funziona in questo modo. Ho’oponopono non funziona  guardando il tuo trauma e i tuoi problemi. Ho’oponopono opera guardando il tuo modo di vedere le persone intorno a te, ed è la maniera di come tu vedi la gente intorno a te, ciò che sta causando il tuo trauma e tuoi problemi. Quindi, se ti guardi intorno e vedi la gente mediante i tuoi pensieri erronei, se vedi una persona brutta, se vedi una persona aggressiva, se vedi una persona triste, se vedi una persona depressa, il tuo modo di vedere queste persone si basa sul tuo modo di pensare erroneo, che sicuramente avrà a che  vedere con qualche tuo trauma passato, quindi ora tu utilizzi la gente intorno a te per compiere la tua guarigione.

.

Come lo fai? E’ molto  semplice: guardi intorno a te e tu vedi tutta la gente che non ti piace, tu vedi tutta la gente che ti sta antipatica, tu vedi tutte le persone che pensi che sono brutte, che sono antipatiche, e tutte queste persone si stanno comportando così a causa della spazzatura che hai dentro di te. Ora questo è il modo di guarire. Smetti di vedere le persone in questa maniera e tu guarisci.

.

Domanda. Quindi, supponendo che abbiamo sempre da lavorare su questo punto, cioè correggere le nostre vecchie credenze limitanti, e supponendo che noi siamo terapeuti: si deve parlare al Bambino Interiore del paziente e fargli capire che deve connettersi con la Fonte?

.

John Curtin: No, tu parli solo con il tuo Bambino.

.

Domanda. Ma come posso aiutare il paziente con questa tecnica, se parlo solo con il mio Bambino?

.

John Curtin: Perché è il TUO Bambino che sta creando la malattia del paziente. E’ il TUO Bambino. Tu, il Bambino del paziente lascialo tranquillo, che già ne ha abbastanza di suo. È il TUO Bambino che causa il problema, quindi, lascia il Bambino del paziente tranquillo. Tu concentrati sul TUO Bambino e rilascia i tuoi  pensieri erronei che stanno creando la malattia del paziente. Nel momento in cui tu ti liberi dei tuoi pensieri erronei, e non li hai più, inizia il vero processo di guarigione.

.

Domanda. Quindi, secondo tutto quello che si è detto, mi viene da  pensare: io come terapeuta voglio guarire la persona che mi sta di fronte, che io non conosco per nulla, per mezzo del mio Bambino Interiore, okay? Quindi,  che faccio? Avvicino questa persona al mio Bambino Interiore?

.

John Curtin: No, ho già spiegato all’inizio come  fa  il dottor Len. Per esempio: Il dottor Len, due settimane prima del seminario, con la sua abilità di  sciamano, come un hawaiano kahuna, si collegò con la lista dei partecipanti al Seminario, e si collegò con quello che egli aveva creato con i suoi pensieri erronei riguardo ai partecipanti al Seminario.    Ed è stato abbastanza sorprendente, perché di fronte a 25 persone, ha preso l’elenco dei partecipanti e cominciò a dire: “Be ‘, qui vedo abusi sessuali su un bambino, qui vedo un padre che ha abusato, qui vedo una tristezza per la morte di sua madre “, etc, etc, Egli guardava la lista, senza dire i nomi, per questione di privacy;  poi continuò con cose più lievi, dicendo: “Chi vorrebbe identificare questo? Un lutto di una nonna che morì quando quella persona aveva 9 anni”? E qualcuno alzò la mano. “Una caduta molto grave in bicicletta, per la quale è stato ricoverato in ospedale, all’età di 8 anni” e qualcun’altro alzò la mano.

.

E così andò avanti partecipante dopo partecipante, e quando sollevavano la mano, egli diceva: “Mi dispiace, io ti amo” (I’m sorry, I love you), e così si liberava di tutta la sua spazzatura che aveva creato quella caduta in bicicletta; della sua spazzatura che aveva creato il lutto per la morte di una persona cara; di quella sua  spazzatura che aveva creato gli abusi sessuali di quel partecipante. E questo è un po’ tornare indietro alla domanda sul passato, su qualcosa che è accaduta nel passato. Comunque a prescindere dal passato, presente o futuro, la spazzatura è sempre lì (nel Subconscio, o nell’Inconscio Collettivo, come si vuole chiamarlo). Ed è così che si fa per  guarire.

.

Sebastiano

.

Tutti gli articoli sul Seminario di John Curtin:

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 1/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 2/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 3/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 4/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 5/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 6/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 7/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 8/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 9/9

.

CRISTIANESIMO DINAMICO DI CONNY MENDEZ


.

METAFISICA PER TUTTI (2) –

CONNY MENDEZ

 

Conny Mendez

.

Il mondo ha bisogno di veri discepoli, di veri spiritualisti che vivano in accordo con le Leggi Divine, con la Scienza della Vita (Omraam Mikhael Aivanhov).

.

IL CRISTIANESIMO DINAMICO

.

Un candidato a svolgere un determinato compito, prima di iniziare il suo lavoro, riceve le istruzioni in merito e ne studia le modalità. Nonostante ciò, c’è qualcuno che intraprende il suo incarico totalmente alla cieca, senza istruzioni, senza tecnica, senza bussola, progetto o disegno, senza alcuna nozione rispetto a ciò che dovrà fare.

.

Costui è l’essere umano, che dalla nascita deve far fronte all’arduo compito di VIVERE. Senza neppure sapere cos’è la Vita, senza sapere perché alcune vite trascorrono tra l’opulenza e le soddisfazioni, mentre altre tra la miseria e le sofferenze. Alcune vite, pur iniziando con tutti i vantaggi che può dare una famiglia amorevole, sono poi perseguitate da varie sventure. Così l’essere umano si dibatte in un insieme di congetture, tutte errate, fino al giorno in cui arriverà l’ora di morire senza che abbia intuito, neppure lontanamente, la Verità riguardo lo scopo che si cela dietro tutto il suo travaglio.

.

Questa Verità, riguardante l’uomo e il suo destino, purtroppo non viene più insegnata dalle varie Chiese che sono sprofondate nel materialismo. Per poterla ritrovare dobbiamo rivolgerci alle antiche tradizioni: la Metafisica è una di queste. Se voi state studiando Metafisica in questa vita, significa che nelle vite precedenti avete frequentato a sufficienza le varie Scuole che insegnano in modo materialistico.

.

Le Sette Leggi Universali

.

Ciò che bisogna assolutamente conoscere è l’insieme di Leggi Universali, con cui Dio ha Creato il nostro Universo. Queste Leggi sono sempre in azione e rappresentano dei Prìncipi Immutabili. Sai cos’è un Principio? È una Legge Immutabile nel tempo e nello spazio; una Legge che non manca mai di funzionare e che non fa’ alcuna eccezione.

Per ottenere pienamente i benefici che racchiudono gli insegnamenti che ti verranno presentati è necessario che tu comprenda molto, molto bene, questi Principi o Leggi, che reggono il nostro universo. Vi sono Sette Leggi Fondamentali che stanno alla base di tutte le altre, esse sono: Creazione, Corrispondenza, Vibrazione, Polarità, Ritmo, Causa ed Effetto e Generazione.

.

Ricorda sempre che la divisione e la numerazione sono impiegate qui solamente per facilitare la comprensione; le Sette Leggi Universali in realtà, si intrecciano tra loro e agiscono congiuntamente, in ogni tempo, luogo o situazione.

1. Legge di Creazione: “Tutto ciò che esiste è null’altro che un’idea generata da una Mente”. Creare significa fare dal nulla; l’universo, ad esempio, è una creazione della Mente di Dio. Gli oggetti che noi utilizziamo, sono stati ideati dalla mente dell’uomo.

.

2. Legge di Corrispondenza: “Come in alto così in basso. Come in basso così in alto”.

3. Legge di Vibrazione: “Tutto è in movimento, tutto è in vibrazione”.

4. Legge di Polarità (o d’Attrazione/Repulsione): “Gli opposti si attirano e i simili si respingono”.

5. Legge del Ritmo o Armonia: “Tutto si muove come un pendolo; la misura del suo movimento verso destra è la stessa del suo movimento verso sinistra; il Ritmo è la compensazione tra le due oscillazioni”. Dio è Perfetta Armonia, ciò che appare disarmonico (miserie, sofferenze, ecc.), non sono una creazione di Dio, ma dell’uomo.

6. Legge di Causa ed Effetto (o legge del Karma): “Come uno semina, così raccoglierà”.

7. Legge di Generazione: “Tutto ha una polarità maschile e una femminile”. Generare significa “dar vita a un individuo della stessa specie”.

.

Queste Leggi Universali sono vere da tempo immemorabile e continueranno ad essere vere per altri miliardi di anni. Non cambieranno mai in nessun luogo. Non esiste il caso, non può esistere, perché non esiste la Legge di Casualità. Non esistono che Leggi Esatte, dette anche Principi per il fatto che sono immutabili.

.

La Legge della Creazione

.

Questa è la Legge più importante perché è quella che regge tutto il Creato. All’inizio del suo Vangelo l’apostolo Giovanni ci dice: “In principio era il Verbo, il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio” (Gv 1:1). Questo significa che ancor prima che esistesse l’universo vi era nella Mente di Dio l’idea (verbo) di come doveva essere.

L’Universo era un’idea, un pensiero che poi si è concretizzato durante i 7 periodi (detti anche giorni) della creazione. L’uomo, essendo stato Creato ad immagine e somiglianza di Dio, è anch’esso creatore, e anche i suoi pensieri prima o poi si manifestano nel suo corpo o nel mondo che lo circonda. È perciò necessario che tu apprenda una importantissima verità: ciò che si pensa, si manifesta.

.

Devi imparare a considerare i tuoi pensieri come oggetti reali. È l’insieme dei tuoi pensieri che determina tutto quello che ti accade e ti circonda. Sono i tuoi pensieri che vedi manifestati nel tuo corpo, nel tuo carattere e perfino all’esterno, nelle tue condizioni di vita e nelle persone che ti circondano. I pensieri sono oggetti reali e, continuando nella lettura, ne diverrai sempre più consapevole.

.

Come un uomo pensa nel suo cuore, così egli è (Lc 6:45)

.

Se hai l’abitudine di pensare che sei di sana costituzione, puoi fare qualunque cosa e resterai sano. Ma se cambi il tuo modo di pensare, e ti lasci intimorire dalla paura delle infermità, incomincerai ad ammalarti e perderai la salute. Se sei nato nella ricchezza è possibile che rimarrai sempre ricco, a meno che qualcuno ti dica esiste un destino con i suoi rovesci e ti convinca che il tuo possa cambiare e diventare miserevole. Se nella tua mente è radicata l’idea che gli incidenti stanno in agguato ad ogni passo, subirai incidenti. Se sei convinto di avere una buona sorte, le cose ti andranno bene.

.

Qualunque cosa trattieni nella tua mente, questo è quanto vedrai manifestarsi nella tua vita e in tutto ciò che farai. Sono infatti questi pensieri a creare ciò che viene chiamato “destino”.

.

Noi, non siamo mai coscienti delle idee che riempiono la nostra mente. Queste si vanno formando in accordo a ciò che ci insegnano o a quello che sentiamo dire. Siccome quasi tutto il mondo ignora la Legge della Creazione, che governa la vita, quasi tutti trascorrono la loro esistenza fabbricandosi condizioni contrarie, vedendo peggiorare ciò che prometteva bene, muovendosi alla cieca, senza bussola, timone, o progetti. Non solo, ma le varie disgrazie vengono attribuite ad un non meglio definito destino mentre le lezioni sono apprese con molte difficoltà. Oppure si attribuisce tutto alla Volontà di Dio, volontà che, comunque, resta fuori dalla nostra comprensione.

.

Da quanto hai potuto leggere fino a questo punto, ti sarai reso conto che l’essere umano non è quello che ti hanno fatto credere, ossia una povera creatura, sbattuta qua e là dalla circostanze della vita, come un turacciolo in un mare tempestoso. Niente di tutto questo! La sua vita, il suo mondo, le sue azioni, tutto ciò che lui è, e tutto ciò che gli succede, sono solo sue creazioni e di nessun altro. Lui è il Re del suo impero e se pensa di essere un turacciolo nella tempesta, sarà così perché il suo pensiero creerà e manterrà tale condizione.

Nascere con Libero Arbitrio, significa esercitare la capacità di scegliere liberamente. Scegliere cosa? Di pensare negativamente o positivamente, in modo pessimista od ottimista. Pensando il male e le disarmonie produrremo male e disarmonie, mentre pensando il buono e il bello produrremo il buono e il bello, sia nel nostro mondo esteriore che in quello interiore.

.

La Metafisica, insegna da sempre che le idee di cui siamo convinti passano nel Subconscio dove si stabiliscono, creando le condizioni per cui possono generarsi problemi e malattie. Queste condizioni, prima o poi, si manifesteranno nel nostro corpo, nell’ambiente o nelle situazioni della vita. Anche la Psicologia Moderna, con secoli di ritardo, sta scoprendo la verità di tale insegnamento. Si pensi, a tal proposito, che la medicina ufficiale considera almeno l’80 per cento delle malattie di origine psicosomatica, ovvero originate dall’influenza della mente (psiche) sul corpo (soma).

Quando l’essere umano si ritrova avvolto negli effetti della sua ignoranza, ossia, nelle calamità che lui stesso ha prodotto, si rivolge a Dio e lo supplica perché lo liberi dalla sofferenza. Ciò generalmente si verifica quando i familiari, consolandolo gli dicono: “Bisogna rassegnarsi alla Volontà di Dio”. Com’è possibile affermare che la volontà del Creatore è malvagia, quando da millenni la religione insegna che Dio è un Padre che ama le sue creature? Un Padre tutto Amore, Bontà e Misericordia, tutto Saggezza ed Eternità.

.

Ti stai rendendo conto di come non siano attribuibili a Dio le sofferenze e le malattie? Ti pare pensabile che un Padre tutto Amore e infinitamente saggio, possa esprimere una volontà malvagia verso i suoi figlioli? Noi stessi, padri e madri mortali, non saremmo mai capaci di tormentare i nostri figli con le miserie e le sofferenze che vediamo nel mondo e che vengono attribuite ai misteriosi disegni di Dio.

Noi non saremmo capaci di condannare al fuoco eterno una nostra creatura per un errore fatto nella sua condizione mortale, e consideriamo, invece, che Dio ne sia capace! Sarebbe come dire, senza rendercene chiaramente conto, che stiamo attribuendo a Dio un ruolo di regnante capriccioso, vendicativo, animato da cattive intenzioni, e attento ad ogni nostra più piccola infrazione per poterci punire con castighi molto pesanti. È comunque naturale questo modo di pensare perché nasciamo, viviamo e moriamo, ignorando le regole e le leggi basilari della vita.

Abbiamo già detto quali sono i motivi delle nostre calamità: sono i frutti del nostro pensiero. È proprio in questo che troviamo la nostra immagine e somiglianza con il Creatore. Noi stessi, infatti, siamo i creatori della nostra propria vita.

.

Perché talvolta Dio non risponde alle nostre preghiere?

.

Perché sembra che Dio, a volte risponda alle nostre preghiere e a volte no? Ascolta bene! La preghiera è il pensiero più alto e più puro che si possa immaginare. È il modo di polarizzare la mente al livello più positivo. Le vibrazioni spirituali, create con la preghiera, sono in grado di trasformare istantaneamente, in bellezza e perfezione, tutte le condizioni disarmoniche che ci circondano. Essa agisce come una lampada accesa portata in un’abitazione immersa nelle tenebre.

Se colui che sta pregando pensa e crede veramente che questo Dio, a cui si sta rivolgendo, sia un Padre Amorevole e desideroso di dare tutto il bene ai sui figli, otterrà una risposta. In questo caso Dio risponde sempre. Generalmente, però, l’umanità ha preso l’abitudine di chiedere in questo modo: “Oh, mio Dio, ti prego toglimi da questo guaio, anche se so già che non è conveniente che Tu mi dia questa grazia, probabilmente Tu desideri impormi questa prova!” In altre parole colui che chiede si nega da sé tutte le possibilità di ricevere.

.

Sembra che l’umanità abbia più fede in questo Dio capriccioso, vendicativo, animato da cattive intenzioni. Un Dio intento a spiarci, per poterci punire ogni volta che ci trova in errore! Chi Lo prega pensando in questo modo non riceverà altro che una risposta adeguata all’immagine di Dio che lui stesso si è creata. Non dimenticare mai che la posizione di Dio non è quella di giudice, né di poliziotto, né di carnefice, e neppure del tiranno che ti hanno fatto credere.

Egli ha Creato l’universo utilizzando delle leggi ben definite; Leggi che costituiscono i sette Princìpi che stanno alla base di tutto il Creato. Queste Leggi funzionano in ogni momento e in ogni cosa. Non conoscono sosta e servono per mantenere l’Ordine e l’Armonia in tutto l’Universo. Non occorre la polizia nei mondi dello Spirito e colui che non vive in accordo con la Legge castiga se stesso. Noi, in effetti, non siamo mai puniti per i nostri peccati ma dai nostri peccati. È sempre ciò che pensiamo che si manifesta; impara allora a pensare correttamente e in accordo con la Legge Divina affinché si manifesti tutto il Bene che Dio desidera per te.

.

Nella Bibbia sta scritto che Dio è più vicino a noi dei nostri piedi e delle nostre mani; ancora più vicino del nostro stesso respiro. Non è necessario gridare per farci sentire da Lui, è sufficiente pensare alla sua Presenza affinché inizi a ricomporsi il legame che ci sembrava interrotto. Dio ci ha creato e quindi ci conosce meglio di quanto possiamo conoscerci noi stessi. Lui sa perché agiamo in questo o in quel modo e non si aspetta affatto che noi ci comportiamo come Santi, mentre stiamo compiendo i primi passi lungo il lungo cammino spirituale.

.

Avvertenza importante

.

Arrivati a questo punto del nostro studio, ti prego di non credere a niente di tutto quello che ti sto dicendo senza prima metterlo alla prova. Questo è un tuo diritto divino e sovrano. Non fare più come hai fatto sinora: non accettare tutto quello che senti o vedi senza riservarti il diritto di discriminare tra ciò che percepisci come bene o male in tutta libertà.

.

Elaborazione a cura del Dr. Mario Rizzi.    Fonte  http://www.viveremeglio.org/

.

Visita il mio nuovo sito http://www.scuoladellasalute.it/

.

Sebastiano

.

Articoli correlati:

.

METAFISICA: CAMMINARE SUL SENTIERO

.

LA METAFISICA REALIZZATIVA: RICORDO DI CONNY MENDEZ

.

DOBBIAMO CAMBIARE NOI STESSI E IL MONDO INTERO – CONNY MENDEZ

.

IL DECRETO – CONNY MENDEZ

.

LE CONVINZIONI e COME ELIMINARLE – CONNY MENDEZ

.

LA MECCANICA DEL PENSIERO – CONNY MENDEZ

.

CRISTIANESIMO DINAMICO DI CONNY MENDEZ

.

METAFISICA PER TUTTI – CONNY MENDEZ

.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: