LEGGE D’ATTRAZIONE: MITI E INGANNI 2/10


.

La Legge d’Attrazione è molto chiara

.

secret1-300x154nel precisare che l’essere umano attrae verso se stesso tutto ciò che forma parte della sua esistenza, e lo fa continuamente, non importa se questo è il risultato di uno sforzo cosciente o no. Si è scritto molto su ciò che possiamo fare per vivere una vita piena di successi, sfruttare al massimo il nostro potenziale, attrarre ricchezza e felicità e amore; tuttavia, molti di noi sperimentiamo nelle nostre vite mancanze e insuccessi non certo desiderati, come se tutti i principi per ottenere il successo, noti già da oltre tremila anni, fossero dei misteri esoterici noti a pochi iniziati.

.

COSA FARE?

.

Domanda: “Cosa possiamo fare per approfittare delle informazioni veramente preziose nascoste in questa Sapienza Antica”? Ormai, si è capito chiaramente che il Segreto di Rhonda Byrne è stato un grosso successo commerciale che niente aggiunge a quanto già si sapeva. La Sapienza è proprietà di tutti, se riusciamo ad appropriarci di essa, ad utilizzarla nella giusta maniera nella nostra vita fino ad integrarla nel nostro modo di pensare ed agire, allora potremo raccogliere i frutti della Sapienza nelle nostre vite.

.

Da sempre l’uomo ha cercato la conoscenza dei poteri della mente, e la parte che gioca la mente nel conseguimento dei nostri obiettivi. Ma, tristemente, nei nostri affannosi combattimenti per raggiungere il successo e la felicità, ci ritroviamo a cercare fuori di noi ciò che si è sempre trovato dentro di noi: il vero segreto per vivere una vita felice e piena.

.

Tutti desideriamo essere felici e aver successo nella vita, tutti vogliamo conoscere il segreto che ci permetta di essere felici, però non crediamo minimamente che siamo già padroni di questo prezioso segreto, al punto che continuiamo a cercare fuori noi un qualcosa che è dentro di noi e che fa parte della nostra stessa essenza. In buona sostanza, ciò che abbiamo bisogno per vivere una vita felice si trova già dentro ognuno di noi.

.

UNA LEZIONE DI BASE

.

La lezione fondamentale che dobbiamo apprendere è che i pensieri e le immagini mentali che manteniamo con più insistenza nella nostra Mente Cosciente andranno a incrostarsi nella nostra Mente Interna (o Subconscio), e da li cercheranno sempre di manifestarsi come realtà nel nostro mondo esteriore.

.

Il pessimista vive in un mondo negativo e deprimente, mentre l’ottimista ha scelto di vivere in un mondo positivo e pieno di opportunità. La nota curiosa è che si tratta dello stesso identico mondo. Le differenze che entrambi possono vedere sono soltanto il risultato dei loro pensieri dominanti. La stessa cosa succede con tutti noi.

.

LA BUONA NOTIZIA

.

La buona notizia è questa: se in questo momento non siamo soddisfatti del tipo di vita che stiamo vivendo, possiamo, se lo vogliamo, crearci una nuova vita cambiando il tipo di informazioni con le quali alimentiamo la nostra mente. I nostri pensieri sono la causa di ciò che succederà nella nostra vita, e noi e soltanto noi siamo i responsabili dei nostri pensieri. Noi possiamo continuare ad alimentarci di pensieri tipo “tutto il mondo è marcio”, o “mi va tutto a rotoli”, e questo sarà il futuro che ci potremo aspettare.

.

L’essere umano diventa letteralmente ciò che pensa. Ognuno di noi ci costruiamo le nostre condizioni, il nostro successo, i nostri affari, e perfino il nostro destino, come conseguenza dei pensieri e delle immagini mentali che scegliamo di conservare gelosamente nella nostra mente. Così che tutti noi possiamo dichiarare in verità di essere “gli architetti del nostro destino”, uno dei segreti più conosciuti e meno praticati.

.

Riaffermiamolo ancora una volta,  affinchè si possa imprimere nella nostra mente: “Gli uomini costruiscono il proprio destino in accordo con i pensieri e lei mmagini mentali che scelgono di conservare nella propria mente”. In questa maniera creiamo il nostro carattere, le nostre abitudini, attiriamo persone e circostanze, costruiamo il nostro destino. Il nostro carattere è la somma di tutti i nostri pensieri, però noi da adesso possiamo selezionare i nostri pensieri. Questa è l’essenza della Legge d’Attrazione, ma conoscendola abbiamo l’opzione di effettuare un cambio radicale nella nostra vita, ignorandola continueremo a raccogliere quello che avremo seminato: frutti dolci o frutti amari in accordo a ciò che abbiamo seminato. Perciò siamo i padroni del nostro destino perchè abbiamo il potere di controllare i nostri pensieri.

.

CONCLUSIONE

.

Una persona non può scegliere direttamente le sue circostanze, questo sia chiaro, ma scegliendo i suoi pensieri, indirettamente crea le circostanze della sua vita. L’Universo si prende cura di permettere che ogni persona attragga a se i risultati dei suoi pensieri dominanti, e di presentarle le opportunità che trasformeranno in realtà nella maniera più rapida possibile, tanto i pensieri costruttivi che quelli distruttivi. Conclusione: “Tutto ciò che l’essere umano ottiene, o non ottiene, è il risultato diretto dei suoi pensieri”. Questa è in sostanza la Legge d’Attrazione, continueremo nei prossimi post la nostra indagine, cercando di separare la verità dal mito, dalle esagerazioni e dagli inganni. Una cosa voglio anticipare per rendere l’idea in quanto a mistificazioni e inganni. Per esempio, se hai cinquanta anni, non ti illudere che con la Legge d’Attrazione potrai vincere le Olimpiadi nella corsa dei cento metri, è letteralmente impossibile, ma puoi certamente sperare di migliorare di tantissimo le tue prestazioni personali anche senza vincere la medaglia d’oro alle Olimpiadi. Sebastiano.

.

MENTE COSCIENTE E SUBCONSCIO


.

ELEMENTI DI MEDICINA PSICOSOMATICA

.computer

L’uomo dispone di una Mente Cosciente con la quale pensa, ragiona e prende le sue decisioni. Dispone inoltre di un’altra mente, detta Mente Inconscia, o semplicemente Subconscio, la quale presiede a tutte le funzioni involontarie del corpo, come per esempio la digestione, la circolazione del sangue, il funzionamento di organi come i reni e il fegato, e quant’altro che avviene nel corpo, e che noi crediamo che avvenga in maniera automatica.

.

Correlazione tra Mente Cosciente e Subconscio

.

Qui vorrei parlarvi della correlazione tra Mente Cosciente e Subconscio, cioè come le due menti interagiscono tra di loro a nostra insaputa, e quali mezzi usano per interagire. Per cercare di definire dei concetti astratti su entità non visibili come l’inconscio, ci serviremo come esempio del computer, un apparecchio ormai entrato a far parte della vita comune, e quindi più facilmente comprensibile.

.

Mi perdonino i professori di Medicina Psicosomatica, ma nell’era di internet e del computer, mi sembra molto appropriato paragonare l’inconscio ad un computer, affinchè anche i non addetti ai lavori possano comprendere a grandi linee cosa è l’inconscio, e come funziona.

.

IL SUBCONSCIO E’ COME UN COMPUTER

.

La Mente Inconscia, o meglio detta Subconscio, può essere paragonata a un computer, con il suo sistema operativo di base, tipo Windows XP, già installato. La Mente Inconscia si comporta perfettamente come un computer, cioè esegue le istruzioni dei programmi che in esso sono installati, cioè il suo sistema operativo.

.

Così il Subconscio-computer è già stato programmato  dal suo Fabbricante al momento di essere immesso nel mercato. Così il Subconscio, con la precisione di un computer, esegue tutte le istruzioni contenute nel suo sistema operativo. Egli automaticamente svolge tutte quelle funzioni del corpo che non sono di competenza della mente cosciente.

.

Il Subconscio presiede dunque alla circolazione del sangue, alla digestione, al funzionamento di tutte le ghiandole del corpo, all’assimilazione dei cibi, etc. In pratica tutte quelle funzioni che noi chiamiamo automatiche, tipo una ferita che si rimargina da sola.

.

E proprio come un computer il Subconscio accetta installazioni di programmi da parte di un altro operatore interno tipo la nostra Mente Cosciente, e anche da parte di operatori esterni, cioè le Menti altrui. Ed è a questo punto che sorgono i problemi. La Programmazione Originale del Computer-Subconscio è stata fatta per ottenere sempre e comunque l’Autoguarigione, detta anche Istinto di Sopravvivenza, oppure “Difese Immunitarie”.

I successivi programmi installati dall’esterno possono essere positivi o negativi. Possono fare del bene o del male al nostro corpo.

.

SUBCONSCIO E VIRUS

.

Come avviene l’installazione di un nuovo programma nel nostro Subconscio-computer? Nel 99,9% dei casi avviene involontariamente, a nostra insaputa, come un virus che si installa in un computer e lo manomette, impedendone il corretto funzionamento. E la cosa più grave è che i portatori di questi virus siamo noi stessi, con la nostra Mente Cosciente, e non lo sappiamo.

.

Chiariamo il concetto. Ogni nostro pensiero, ogni nostro desiderio, ogni nostra ambizione, ogni nostra aspirazione, ogni nostro sogno, insomma qualsiasi idea che staziona con insistenza nella nostra mente, viene recepita dal nostro Subconscio, viene decodificata, cioè, interpretata, come un programma da attuare, e da quel momento il Subconscio si darà da fare a modo suo per realizzare quelli che sono i pensieri della nostra mente.

Soltanto che il Subconscio, proprio come un computer, interpreta alla lettera quello che è il contenuto della Mente Cosciente. Un semplice esempio prima di andare avanti:

.

Un esempio calzante

.

Una buona madre di famiglia, che viene sistematicamente trattata male dal marito, si troverà spesso a pronunciare frasi di questo tipo: “Devo ingoiare questi “bocconi amari” per amore dei miei figli”.

.

Questo è un classico esempio di una risposta “sbagliata” del nostro Subconscio-computer al pensiero “Devo ingoiare questi bocconi amari per amore dei miei figli”. La frase chiaramente ha un significato allegorico, ma il Subconscio-computer la interpreta alla lettera, perchè questo è il suo modo di operare, e quindi comincia a secernere succhi gastrici nello stomaco come se dovesse digerire dei “bocconi amari” veri e propri.

.

Chiaramente, perdurando questa situazione, questa donna comincerà ad accusare prima acidità di stomaco a causa dell’abbondanza di succhi gastrici nello stomaco  in assenza di cibo, poi sopravviene la gastrite, e se non si pone il giusto rimedio, se non cambia la situazione familiare della donna, la malattia si evolverà in un ulcera incurabile, con il bisturi come ultima spiaggia.

.

Le pastiglie non risolvono i conflitti mentali

.

Niente può fare il medico per fermare questa malattia, se non con dei palliativi sotto forma di inutili pastiglie, perchè non ha conosciuto qual’era la causa della malattia, e nemmeno ha provato a conoscerla.

.

Il medico si limita a curare i sintomi esteriori, che sono le conseguenze di un conflitto psichico interiore. Il medico considera la persona un insieme di carne, ossa e liquidi vari; non considerando che l’uomo oltre al corpo, possiede una mente, un cuore e dei sentimenti che interagiscono tra di loro. Questa è la triste situazione della nostra Medicina Ufficiale fino ad oggi. E questo caso portato a mo’ di esempio è applicabile in ogni tipo di malattia, escluse quelle dovute a traumi e incidenti.

.

Il cane di Pavlov

IL CANE DI PAVLOV

.

Ecco qui un esperimento effettuato circa cento anni fa, che dimostra l’influenza del pensiero sul corpo, cioè come il pensiero può provocare delle vere e proprie modificazioni sul corpo.

.

Ivan Pavlov fu un famoso fisiologo russo che poco più di cento anni fa, studiando la corteccia cerebrale, fece un esperimento rimasto negli annali della scienza.

.

Comprendendo bene i meccanismi della digestione (per cui nel 1904 si meritò il premio Nobel ) e conoscendo gli stimoli che provocano la salivazione alla vista del pasto ( la cosiddetta acquolina in bocca), fece il seguente  esperimento con un cane.

Egli chiamava a se il suo cane, quindi faceva suonare una campanella, e immediatamente dopo gli somministrava il cibo. Come era naturale, alla vista del cibo il cane aumentava la salivazione disponendosi così a consumare il suo pasto.

.

Fece questo per più giorni, faceva suonare una campanella e subito dopo gli presentava la scodella del cibo.

Dopo introdusse una variante nell’esperimento: dopo il suono della campanella, non le dava più la scodella del cibo. A questo punto  si accorse che il cane ormai reagiva con la salivazione (la tipica acquolina in bocca) al semplice suono della campanella, anche in assenza del pasto.

.

Il cane inconsciamente aveva accoppiato nella sua mente il suono della campanella con la scodella del cibo, e la sua bocca cominciava a secernere saliva come se avesse davanti il suo cibo e fosse sul punto di mangiare. Ma chiaramente non c’era nessun cibo da digerire. Il cane aveva sviluppato un riflesso inconscio che fu chiamato “riflesso condizionato”.

.

CONCLUSIONE

.

La stessa cosa accade all’uomo. La madre di famiglia della quale abbiamo parlato reagiva alla stessa maniera del cane di Pavlov, secerneva succhi gastrici inconsciamente per ingoiare i suoi astratti “bocconi amari”. E questo la portava ad avere una vera e propria gastrite cronica, con tutte le sue conseguenze.

.

Auspichiamo che la Medicina Ufficiale possa presto considerare l’uomo nella sua interezza di Corpo, Mente e Anima(intesa come sentimenti ed emozioni), e possa riconoscere le vere cause che generano le innumerevoli malattie moderne, cioè l’influenza della mente sul corpo nel creare la malattia o la guarigione.

.

Sebastiano.

.

COME AUTOGUARIRSI: AUTOGUARIGIONE IN 25 PUNTI


.

LA LEGGE DELLA GUARIGIONE

.

1. La Guarigione del corpo dipende dalla Guarigione della Mente.

.

2. La Legge della Guarigione è una Legge Naturale, ispirata dalla Legge Universale dell’Amore, e scritta in ogni cellula del nostro corpo.

.

3. La Legge Universale dell’Amore comprende l’Amore verso noi stessi ed il prossimo, il Perdono verso noi stessi ed il prossimo, l’Amore verso ogni forma di vita.

.

4. La sola comprensione della Legge dell’Amore  a livello cosciente non è sufficiente a produrre quel potere capace di guarire il nostro corpo.

.

Il farmaco migliore

.

5. L’Amore ed il Perdono sono il più potente Medicinale per guarire le nostre ferite emotive.

.

6. Le ferite emotive, che riceviamo fin dalla nascita, depositano la loro carica energetica dolorosa in qualche parte del corpo fisico, generando dei blocchi energetici che impediscono  il libero fluire dell’energia attraverso il corpo, e manifestandosi col tempo come malattie.

.

7. La rimozione di questi blocchi energetici dolorosi, manifesterà in cambio la guarigione del corpo.

.

8. La sola comprensione, con la Mente Cosciente, di questi principi di vita non è sufficiente a rimuovere i blocchi emotivi e manifestare la Guarigione.

.

Mente Cosciente e Subconscio

.

9. E’ necessario rimuovere prima dalla mente Cosciente, e poi dal Subconscio tutte le false credenze negative che sono la causa dei blocchi energetici.

.

10. I blocchi energetici impediscono all’energia di fluire liberamente per tutto il corpo, e questi impedimenti si manifestano in malattie.

.

11. Convinzioni erronee, come covare risentimenti, odio, gelosia, vendetta, dissolutezza, ed altri simili cose, sono la causa di dolorosi blocchi energetici in qualche parte del corpo, perché sono in opposizione alla Legge Universale dell’Amore.

.

12. Convinzioni  amorevoli, di perdono, di bontà e di gioia, sono in armonia con la Legge Universale, e lasciano le energie scorrere liberamente per il corpo portando con sé benessere e guarigione.

.

Ripulire il Subconscio

.

13. Ripulire il Subconscio di tutta la spazzature delle convinzioni negative si ottiene attraverso una costante meditazione sugli opposti: cioè Amore, Perdono, Generosità, Gratitudine, Dolcezza, Pace e Gioia.

.

14. La Meditazione va praticata fino a quando le nuove idee positive avranno sostituito completamente le vecchie credenze negative.

.

15. Le idee positive della Meditazione vanno messe in pratica giornalmente fino a quando entreranno a far pare del nostra natura, fino a quando avranno trasformato il nostro carattere.

.

16. E’ un lavoro doloroso ed anche piacevole allo stesso tempo.

.

17. Il nostro cuore potrebbe sanguinare ogni volta che strappiamo da esso una credenza erronea  negativa alla quale eravamo piacevolmente affezionati.

.

18. Il nostro cuore sarà invaso di pace e di gioia per la riconquista della salute e del benessere psico-fisico ogni qualvolta eserciteremo l’Amore ed il Perdono verso gli altri e verso noi stessi.

.

Dipende solo da noi

.

19. Niente si può ottenere senza un sincero sforzo per rimuovere dal Subconscio ogni tipo di credenza negativa.

.

20. Ultimo, non ci sono psico-terapeuti che possono fare questo lavoro al posto nostro.

.

21. Ogni Guarigione è un’auto-guarigione. Una vera Guarigione fisica è la conseguenza della Guarigione della nostra Mente e della nostra Anima, in pratica dalla pulizia delle memorie negative che giacciono registrate nel nostro Subconscio.

.

La Guarigione è Naturale

.

22. La Guarigione avviene naturalmente e gradualmente man mano che estirpiamo dal nostro Subconscio tutte quei pensieri e quelle convinzioni che non sono in armonia con la Legge Universale dell’Amore.

.

23. La Legge Universale dell’Amore è scritta in ogni cellula del nostro corpo, in ogni organo, in ogni pezzo di tessuto, nel nostro DNA.

.

24. Coloro che vivono in armonia con la Legge Divina sperimentano naturalmente nella loro vita Amore, Gratitudine, Gioia, Pazienza, Pace nel cuore, Mitezza, Bontà, Autocontrollo, e conseguentemente Salute e Benessere psicofisico.

.

25. Questa Guarigione è alla nostra portata, solo se la vogliamo, solo se siamo disposti a liberarci da tutte le nostre convinzioni negative.

.

Sebastiano.

*

Questo articolo può essere diffuso liberamente, purchè in maniera integrale, per uso non commerciale, e citando sempre la fonte:  https://scienzanewthought.wordpress.com/ . Compreso questo testo. Sebastiano.

*

Visitate il mio nuovo sito http://www.scuoladellasalute.it/

.

Argomenti Correlati:

.

I DOLORI CRONICI. TERAPIA DEL DOLORE. COMBATTERE IL DOLORE. RIDUZIONE DEL DOLORE.

IL CONTROLLO DEL DOLORE

COME STIMOLARE L’AUTOGUARIGIONE E GODERE DI OTTIMA SALUTE

AUTOGUARIGIONE E SUBCONSCIO

IL POTERE DI GUARIGIONE DELL’AMORE E DELLA GIOIA

FORZA VITALE E AUTOGUARIGIONE

L’AMORE GUARISCE

TERAPIE CONTRO IL DOLORE CRONICO

PNEI: Che cosa è la PsicoNeuroEndocrinoImmunologia

DIO E’ AMORE: IL SEGRETO DELL’AUTOGUARIGIONE

IL SUBCONSCIO CAUSA DI GUARIGIONE O DI MALATTIA

COSA POSSO FARE PER GUARIRE?

IL SORRISO CHE GUARISCE

AUTOGUARIGIONE: IL POTERE DELLE CREDENZE

Psiconeuroendocrinoim­munologia (PNEI): Il potere immunostimolante dell’Amore

GUARIGIONE NATURALE E AUTOGUARIGIONE

MEDITAZIONE SUL PERDONO

ECKHART TOLLE: RAFFORZARE IL SISTEMA IMMUNITARIO

MEDICINA OLISTICA: 40 CONSIGLI PER VIVERE MEGLIO

IL VALORE DEL PERDONO

IL SINTOMO E’ UNA MALATTIA?

.

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 7/9


.

WEBINARIO DI JOHN CURTIN – 7/9

.

john-curtin(La seguente è la traduzione dall’originale di un Seminario di John Curtin, maestro di Reiki, sul Ho’oponopono. Il suo sito web è: http://www.sanacionysalud.com/ . Questo è il testo integrale della conferenza, che pubblicherò su questo sito, man mano che vado avanti con la sua traduzione in italiano. Sebastiano)

.

Domanda. Perché noi dovremmo buttarci addosso la spazzatura?

.

John Curtin: Questa, stranamente, è la domanda che io feci al dottor Len, e la sua risposta fu tremendamente profonda: “I don’t know”, “Io non lo so”, che in un idioma cristiano significa proprio “Io non lo so”, e dopo mi ignorò completamente,  per cui io farò lo stesso con voi … “Non lo so”, “I don’t know”, …  hahaha. (Ride) Comunque, ci sono molte teorie in proposito, ma egli fu del tutto onesto, disse soltanto: “Non lo so”, “Io so solo quello che facciamo”. Quello che io insegno nei miei corsi di Reiki è che noi stiamo utilizzando dei comportamenti primordiali, che ci hanno aiutato quando  vivevano nelle caverne. Questi comportamenti erano: “Lottare o fuggire”, ma che ora, sono ormai del tutto obsoleti, perché quando il tuo capo ti sgrida, non è un comportamento adeguato trafiggerlo con la tua lancia, anche se lo vorresti.

.

Perché ormai non si vive più nelle caverne, e non si è più minacciati di morte dal proprio capo, però il tuo corpo continua a reagire in quel vecchio modo. Non ti liberi più questa energia primordiale, per cui questa energia ti rimane accumulata sottoforma di spazzatura. Prova a ripetere quelle situazioni milioni e milioni di volte, nel corso delle generazioni, per millenni e millenni, ed ecco come si è accumulata la tua PU, ovvero la tua spazzatura! Ma come ho già detto, questa è solo una teoria. Comunque, abbiamo già imparato un po’ come guarirci, vero?

.

L’assunzione del 100% della responsabilità

.

Il tuo Sé intellettuale, quella parte di te stesso che è presente in questa sala, almeno lo spero, si connette con il Bambino Interiore (il Subconscio) e il Bambino dice alla Divinità: “Per favore, guariscici”, e la Divinità invia un flusso di energia attraverso il tuo Essere. Ora esaminiamo questa famosa frase, che ho ripetuto per tutta questa sera, che è “Assumersi il 100% di responsabilità”. Ma che cosa succede in realtà? Torniamo al caso del malato di cancro. Tu sei un terapeuta di Reiki, oppure sei un medico, o qualcos’altro di simile, e davanti a te hai un malato di cancro. Nei riguardi di questo paziente, tu hai creato la sua malattia. “Certamente, per poter essere terapeuta, per poter essere un medico, o qualcos’altro di simile”.

.

La mia domanda al dottor Len era stata: “Sì, però questo paziente ha una madre, e se  la madre lo vede con un cancro? Allora anche la madre ha creato il suo cancro; e se la paziente ha poi un marito e il marito ha un ‘idea che sua moglie si va ad ammalare di cancro,  non si ammalerebbe? E se  a sua volta  la paziente ha un fratello e ha degli amici, quindi un insieme di persone, e tutte che hanno una nozione che questa persona ha il cancro, giusto”? Allora dissi: “Io, come terapeuta, come posso guarire questa persona con il cancro, liberando semplicemente i miei pensieri  erronei? Perché rimangono i pensieri erronei della madre, rimangono i pensieri sbagliati del marito, rimangono i pensieri erronei del fratello e degli amici.

.

Questo è quello che non riesco ancora a capire, però, occhio! Perché Ho’oponopono funziona, funziona  perché io l’ho visto e utilizzato, anche se non riesco a capirlo “. E lui disse: “Perché tu sei disposto ad assumerti il 100% della responsabilità su quei pensieri erronei, e questa è l’unica ragione per cui tu solo  puoi fare si che quella persona guarisca”.

.

Il Mahatma Gandhi

.

Poi ha cominciato a fare degli esempi. Uno degli esempi è stato quello di Gandhi. Gandhi era un solo uomo, e per di più era bassino, calvo e anche un po’ brutto, senza appoggi politici, senza potere economico, senza tanti amici, senza alcuna affiliazione ad un partito politico, però quest’uomo, riuscì da solo ad abbattere un impero potentissimo, che dominava in India da 200 anni, e che considerava l’India come “Il gioiello della Corona”. Se  vai alla Torre di Londra, potrai vedere che al centro della Corona della Regina c’è un diamante, chiamato ‘La Stella dell’India’, ed è il simbolo che l’India è stata  la più importante colonia dell’impero britannico. Eppure Gandhi, da solo,  riuscì a scacciare l’impero britannico dall’India. Perché? Perché si assunse il 100% di responsabilità per il fatto che la Gran Bretagna stava dominando l’India. Egli si assunse il 100% di responsabilità sulla possibilità che si potevano cacciare via gli inglesi, e lo fece, e ci riuscì.

.

Quindi, se tu riesci a prenderti il 100% della responsabilità sui tuoi pensieri erronei nei confronti di una persona, anche se quella persona ha una madre, o un fratello, solo tu puoi fare in modo che questa persona guarisca, perché tu sei disposto ad assumerti il 100% della responsabilità. E cosa c’è di buono nel fare questo? E se tu ti assumi il 100% della responsabilità, che cosa guarisci? Guarisci il 100% della tua spazzatura, perché quanta più spazzatura ammetti che è tua, tanto più tu puoi guarire, perché non devi dimenticare che è tutta spazzatura tua.

.

Gesù Cristo e i peccati dell’umanità

.

E il dottor Len nominò molte altre persone. E citò, ad esempio, Gesù Cristo quando disse: “Sono venuto in questo mondo per lavare i peccati degli uomini.” Sostituisci così: stava prendendosi il 100% della responsabilità dei peccati degli uomini. Egli da solo ha preso il 100% della spazzatura di tutta l’umanità, e guarda cosa fece! Non male per un ragazzo single! E Gandhi? non male per un uomo solo. E Nelson Mandela? pure lui.

.

Nelson Mandela

.

Nelson Mandela, dalla prigione dove trascorse 23 anni, solo in una cella, riuscì a togliere il potere alla razza bianca in Sud Africa, dopo 300 anni di dominazione; senza amici, senza potere economico, senza potenti interessi sociali, da solo, in una cella . Perché? Perché si assunse il 100% della responsabilità. E’ così che funziona Ho’oponopono. E lo fa veramente.  E questa è la ragione per cui un terapeuta Reiki, per esempio, utilizzando l’Ho’oponopono, può liberare i suoi pensieri erronei su una persona con il cancro, fino al punto in cui tale persona guarisce. Perché se quel terapeuta Reiki, per esempio, o  il medico, è disposto ad assumersi la responsabilità del 100% , quella persona  guarisce.

.

Domanda. L’assumersi la responsabilità, è un atto cosciente o no?

.

John Curtin: No, niente di quello che noi facciamo per guarire può essere un atto cosciente. La guarigione si può realizzare solo mediante il Bambino Interiore. E’ il Bambino colui che deve assumersi il 100% della responsabilità.

.

Domanda. L’altro giorno nel Forum,  non so se ti ricordi,  Angel ha parlato proprio dell’atto cosciente. Quindi, una persona che si assume il 100% della responsabilità, secondo te  non sarebbe un atto cosciente … però Gandhi fu pienamente consapevole, Gesù fu assolutamente consapevole , e Mandela anche,  ed il fatto che tu ti ponga davanti una persona che ha un cancro cercando di guarirla, guarendo te stesso, è anche questo un atto cosciente,  di responsabilità, perché inoltre tu eserciti una professione o hai scelto un tuo percorso diverso, e questo perché? perché sei responsabile e sei  cosciente di quello che vuoi fare.

.

John Curtin: Io non credo che  né Gandhi, né Nelson Mandela e nemmeno tutti quei grandi uomini che hanno cambiato il mondo, io non credo proprio che essi abbiano agito mediante un atto cosciente; credo piuttosto che essi agivano nel modo in cui ci si comporta  quando si è in uno stato di Illuminazione. E’ una questione di logica. Tu non  puoi né creare e né mettere in atto dei cambiamenti così impressionanti, se non hai la forza della Divinità che scorre attraverso di te. Quando  hai la forza della Divinità che scorre attraverso di te, quello che tu fai non è mai un tuo atto cosciente, ma è un atto sospinto e guidato dalla Fonte Creatrice. Invece tutti gli atti consapevoli si basano sulla … PU! Cioè sulla … merda, … immondizia, … spazzatura. Gli atti coscienti si basano sempre sulla Pu! Tu entri  nella merda, ne trai qualcosa e ci lavori con esso. Tutti i nostri atti coscienti si basano sulla spazzatura, perché questo è tutto quello che può fare l’intelletto.

.

Intelletto e Subconscio

.

L’intelletto funziona solo traendo spazzatura dal Subconscio. Vi ricordate dell’esempio che feci di una persona con una lesione cerebrale, che non sapeva aprire una porta, perché non ne aveva mai visto una? Beh, è così, questo è l’unico modo in cui funziona l’intelletto: Traendo materiale dal Subconscio, quindi tutto quello che fai con un atto cosciente si basa sulla tua spazzatura. E questo è l’unico modo che hai di agire mediante la Mente Cosciente,  lavorando con la tua spazzatura, oppure, devi permettere che l’energia della Fonte fluisca attraverso di te.

.

Quando fluisce l’energia dalla Fonte Divina …

.

Quindi, se dipingi un quadro meraviglioso che commuove la gente che lo osserva, non sei tu che hai dipinto il quadro, è la forza della Divinità che scorre attraverso di te che lo ha dipinto; se  scrivi un libro che riesce a cambiare il mondo, non sei tu che hai scritto il libro, ma è la forza della Divinità che scorre attraverso di te. Se tu abbatti da solo un potente impero, che domina un paese di 250 milioni di persone, non sei tu che lo hai fatto, lo ha fatto la forza della Divinità che scorre attraverso di te, perché il tuo ego cosciente può lavorare solo con … PU! Cioè spazzatura … immondizia.

.

Domanda. I modelli di comportamento sono ereditati? E’ difficile essere responsabile se la maggioranza di noi non riusciamo ad  identificarli, allora, come faccimo a saperlo?

.

John Curtin: Bene, poiché ogni  tuo comportamento è  basato su tali modelli, pertanto tu sei responsabile al 100% dei tuoi pensieri erronei. A prescindere da chi li abbia creati, questo non importa, ciò che conta è che tu vivi la tua vita basata su di essi. E ‘un po’ come prendere una pistola, sparare a qualcuno, e dire: – Ehi! Io non ho fatto niente di male, è stato quello che ha inventato la pistola! – Invece no, sei  tu il responsabile e non i creatori della pistola. E’ così che funziona l’Ho’oponopono.

.

Così, quando ti capita di incontrare qualcuno, che cosa pensi, come ti comporti? Ci sono molteplici modi per valutare una situazione, molti modi per farlo, ma il più semplice per me è il migliore. Come tu dicevi poco fa: Tu vedi qualcuno e questo  ti suscita antipatia, tu vedi  qualcuno per la strada e pensi: – Oh, quant’è brutto! E immediatamente dovresti renderti conto che questa  bruttezza è frutto della tua creazione. Tu hai chiesto a quella persona: “Per favore, puoi essere brutto, per incastrarti alla perfezione con il mio concetto che ci sono persone brutte in questo mondo?”. E’così,  ridi pure, ma lo è. Quella persona che tu vedi per strada, e dici: “Oh, che brutta”, “Oh, che capelli incolti”, “Oh, che vestito orrendo, e che colori stravaganti”, e cose di questo genere; quella persona sta nella tua realtà soltanto per compiacere al tuo concetto che in questo mondo ci sono persone brutte.

 .

 Sebastiano.

.

Tutti gli articoli sul Seminario di John Curtin:

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 1/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 2/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 3/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 4/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 5/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 6/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 7/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 8/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 9/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 6/9


.

WEBINARIO DI JOHN CURTIN – 6/9

.

john-curtin(La seguente è la traduzione dall’originale di un Seminario di John Curtin, maestro di Reiki, sul Ho’oponopono. Il suo sito web è: http://www.sanacionysalud.com/ . Questo è il testo integrale della conferenza, che pubblicherò su questo sito, man mano che vado avanti con la sua traduzione in italiano. Sebastiano)

.


.

Domanda. Che dire  delle cose accadute prima che tu nascessi, di persone che sono più grandi di te, che cosa ha provocato questi problemi?

.

John Curtin: Non importa. Queste persone non hanno mai cessato di esistere, semplicemente ora non sono più in un corpo fisico, quindi è sempre lo stesso procedimento da seguire.

.

Domanda. No, voglio dire che, … mettiamo che queste persone sono ancora in vita, va bene? E hanno qualche trauma, l’effetto di una causa che è accaduta prima che tu nascessi, oppure che ha 40 anni più di te, o qualcosa del genere. Come puoi essere responsabile di un qualcosa, se tu ancora non esistevi?

.

John Curtin: Perché quella persona è ora nella tua realtà.

.

Domanda. Ma se questo è accaduto prima che tu nascessi … ?

.

John Curtin: Capisco … Però se quella persona è ora nella tua realtà …,  nomina, per esempio, una persona che ti viene in mente in questo momento.

.

Domanda. Mia madre.

.

John Curtin: Tu sei  cosciente di una persona che tu identifichi come tua madre, perché quella persona esiste nella tua realtà. Beh, e questo è tutto. Poiché quella persona è nella TUA realtà, e poiché qualsiasi persona che sta nella TUA realtà, forma parte della TUA realtà, di conseguenza, ogni persona che sta nella TUA realtà si comporta secondo le Tue aspettative riguardo quella persona. Che questo comportamento si sia verificato 40 anni fa o che accadrà entro 40 anni, è irrilevante, perché il tempo non esiste.

.

Domanda. Come possono influire le affermazioni positive che facciamo ogni giorno?

.

John Curtin: Le affermazioni positive che tu fai ogni giorno, sono molto utili per creare una tua realtà libera dalla spazzatura delle credenze erronee!

.

Domanda. Tutto è energia, quindi, in che cosa consiste il Subconscio? Immagino che sia anch’esso energia. Siamo energia in continua evoluzione.

.

John Curtin: Certo che lo è! Il Subconscio è energia, noi siamo energia, tutto è energia. Quali mutamenti ci possono essere  nell’energia? Il suo livello vibrazionale. E’ proprio questa energia che è in un continuo processo di trasformazione, ed è qui che noi possiamo avere un ruolo, in cui siamo in grado di poter dirigere questa trasformazione dell’energia. Questa energia si può trasformare in qualcosa che ritorni alla Fonte o la si può trasformare o modificare in qualcosa non armoniosa, e quest’ultima mediante un pensiero o una credenza erronea.

.

Realmente si tratta di una buona spiegazione, anzi, è una delle cose che più mi ha colpito, almeno fino a quando ho capito cosa voleva dire il dottor Len, quando diceva:”Noi, l’unico libero arbitrio che abbiamo è quello di scegliere se vogliamo che la Divinità scorra attraverso di noi o meno. Tutto il resto è PU, cioè spazzatura!” Mi piacque tanto questo concetto!

.

Domanda. Può il Subconscio chiedere alla Fonte che non ti guarisca, perché tu inconsciamente non vuoi guarire?

.

John Curtin: No, il Subconscio è un Bambino. Un Bambino vuole essere felice. Un Bambino non può essere felice con tutto quel peso di spazzatura che tu gli scarichi addosso. Un Bambino non si connette alla Fonte da solo, perché non sa come fare, ma un Bambino vuole essere felice. Hai mai conosciuto un Bambino che non vuole essere felice? Certo che no. Ogni Bambino vuole essere felice. Hai mai conosciuto un Bambino che deliberatamente cerca l’infelicità? Naturalmente no, anzi, al contrario. Quando un Bambino si sente a disagio, ti fa sapere rumorosamente che  desidera la felicità mediante  un pannolino pulito o il pancino pieno. Quindi ogni Bambino vuole essere felice. Ed il Subconscio mai eviterà di connettersi alla Fonte. Il Subconscio è come un Bambino.

.

Questa è la ragione per cui gli hawaiani hanno questo concetto, per cui  come pensa il tuo Subconscio così pensa  un Bambino. Un Bambino non si lascia coinvolgere più di tanto, un bambino non ha complicazioni, un bambino non gira la testa indietro  davanti alle  cose, un bambino vuole essere felice, punto e basta. E tutto ciò che dovete fare è insegnare al bambino come connettersi alla Divinità, affinché lo  faccia, perché  il Bambino non lo sa fare, ed è qui  che entra in gioco la tua Mente Cosciente. Chiedigli: “Bambino, per favore, connettiti con la Divinità”, e fra poco vedremo come.

.

Domanda. Come abbiamo visto nel corso per terapeuti di Reiki, noi come terapeuti non guariamo il paziente, ma solo aiutiamo  la persona nel suo processo di auto-guarigione. Stiamo perciò aiutando il paziente a connettersi  con il suo Bambino e quindi a connettersi con la Fonte?

.

John Curtin: No, tu lascia il paziente tranquillo. Fatti gli affari tuoi. Pensa a guarire il TUO Bambino. Noi non stiamo aiutando nessuno a connettersi con il suo Bambino e a connettersi con la Fonte. Questo deve essere  un atto volitivo della sua Mente Cosciente. Sappi, che in ogni caso, il paziente un giorno o l’altro si connetterà con il suo Bambino, e gli chiederà che la Divinità guarisca i suoi pensieri erronei su quel rompiballe di terapeuta Reiki che ha, okay? A te devono interessare i fatti tuoi. Lascia stare il Bambino del Paziente. Questo è un processo di auto-guarigione, perché quando tu ti guarisci, anche l’altra persona guarisce. OK?

.

Domanda. Ma allora perché esistono i pazienti e i terapeuti? Dal momento che tutti possono cercare di guarirsi da soli.

.

John Curtin: Sì, questo è il bello, ognuno può guarirsi da solo. Tu continua a fare quello che sai fare, perché ovviamente tu sei un terapeuta Reiki e lo fai ponendo le tue manine sulle persone, canalizzando un’energia. Anche io continuo a farlo. Non è che quando un paziente arriva da me per un consulto, io mi siedo da parte in un angolo. Che poi non sarebbe neanche una cattiva idea. Però no è così, io continuo a imporre le mani sui pazienti, continuo a canalizzare energia, e continuo a vedere un effetto sul paziente quando canalizzo un’energia.

.

Pongo le mani sul suo plesso solare e avviene  una liberazione energetica o emozionale. Metto le mani sul suo collo e si rilascia la tensione alla cervicale; cioè, io continuo a fare quello che ho sempre fatto fino ad oggi, ma a sua volta, applico anche  l’Ho’oponopono . E vedremo come si applica l’Ho’oponopono fra un attimo.

.

Domanda. Pertanto, tutto si può guarire, incluso rigenerare, basta cambiare la propria realtà?

.

John Curtin: Beh, in realtà, questo è ciò che se ne deduce dall’Ho’oponopono, ma non è solo l’Ho’oponopono che afferma questo concetto. Questo lo dicono anche Esther e Jerry Hicks, lo dice Sai Baba, lo dice Osho, ossia, tutte le culture ripetono questo: “Tu crea la tua realtà e tutto si può guarire e persino rigenerare”.

.

Domanda. Ho letto che quando si fa l’Ho’oponopono non si dovrebbe mai visualizzare il risultato desiderato.

.

John Curtin: Sì, non si deve visualizzare il risultato desiderato, perché, lo dico ancora una volta, visualizzare il risultato è solo una perdita di tempo e uno spreco di energie nervose, perché tu non sai ciò che sta accadendo, non si sa che cosa sta accadendo. Tu non sai cosa stai guarendo in quel momento. Tu soltanto stai liberandoti dei pensieri erronei verso la persona che ha un cancro. Ma non sai che cosa stai guarendo. Non sai se stai liberando i pensieri erronei su tua madre, o sul tuo vicino di casa del 5° piano. Il fatto è che tu non hai nemmeno l’idea, non sai proprio che cosa stia succedendo.

.

Domanda. Se vedo una persona brutta per strada, e voglio pulire i miei pensieri erronei su di lei, che faccio? vedo qualcosa di bello in essa per  cambiare la mia opinione?

.

John Curtin: No. In questo caso è possibile utilizzare l’Ho’oponopono, perché quando  utilizzi  l’Ho’oponopono tu liberi i tuoi pensieri erronei su quella persona.

.

Domanda.  Ma il Subconscio è un Bambino, o è un mucchio di spazzatura, o è un Bambino che vive nella spazzatura?

.

John Curtin: Questa è una questione fondamentale da risolvere, perchè, comprendere questa domanda significa aver capito come funziona l’Ho’oponopono. Ascoltami … Noi siamo tutti Esseri Perfetti di Luce. Tu sei un Essere Perfetto di Luce, e il processo di guarigione con l’Ho’oponopono riconosce questo. Tutto quello che tu sei è Perfetto, il tuo Sé Superiore è Perfetto. Il tuo Io intellettuale è Perfetto, e il tuo Bambino Interiore è Perfetto. Il tuo Bambino è parte di te, per cui il tuo Bambino è un Essere Perfetto di Luce, come tu sei un Perfetto Essere di Luce. Ma, che cosa è quindi successo, che non si vede questa Perfezione? E’ successo che nel corso dei millenni, di generazione in generazione, il Bambino ha cominciato ad accumulare tutta l’immondizia che noi gli abbiamo buttato addosso.

.

Oggi il Subconscio è un po’ così: come un Bambino che vive nella spazzatura. Però, sotto questo  enorme mucchio di immondizia, sotto questa discarica di spazzatura, c’è un Perfetto e Prezioso Essere di Luce,  che è il Bambino, che sei Tu, che sei l’Essere Cosciente, che sei il Sé Superiore. E quello che noi vogliamo e dobbiamo fare è di sbarazzarci di tutta questa spazzatura,  per raggiungere quella situazione ottimale in cui la Divinità scorre liberamente, senza blocchi o ostruzioni, attraverso tutto il nostro Essere. E quando la Divinità scorre attraverso di noi, tutto ciò che facciamo proviene da tale Fonte. OK?

.

Domanda. Tu dici che non si deve visualizzare il risultato desiderato. Allora, nella Legge di Attrazione, il cervello non fa distinzione tra reale e immaginario?

.

John Curtin: Si tratta di due concetti diversi, in quanto la Legge di Attrazione è ciò che tu visualizzi, o quello che tu crei da te e per te. Vuoi una macchina nuova? visualizzane una, semplice no? Infatti noi tutti lo abbiamo fatto, e per questo tutti noi abbiamo una fiammante BMW parcheggiata fuori. (hehehe! Ride).  Nell’Ho’oponopono non si tratta di questo. Nell’Ho’oponopono tu cerchi soltanto di liberare l’immondizia accumulata, e che hai dentro di te. Tuttavia, un’altra cosa che mi impressionò moltissimo, che ha detto il dottor Len durante il seminario, è che l’Ho’oponopono ha a che fare con la Legge di Attrazione.

.

Perché? Una delle cose che dicono Esther e Jerry Hicks  è che il concetto della Legge di Attrazione consiste essenzialmente in tre passi.  Il primo passo: tu chiedi. Il secondo passo: l’Universo risponde. Il terzo passo: Tu permetti che quello che hai chiesto, entri nella tua realtà. Nel primo passo sei tu che agisci. Nel secondo passo agisce l’Universo. Nel terzo passo tu  permetti …. Però, non tutto va per il verso giusto.

.

E qui sta la chiave di tutto, perché se tu hai un sacco di spazzatura in te, se hai un sacco di PU! Tu non permetti che l’Universo ti renda quello che hai manifestato, a causa della tua resistenza ad accettare quello che tu stesso hai chiesto. Mi spiego meglio. L’Universo ti ha detto: “Il tuo desiderio è la mia volontà”. Però sei TU che stai  impedendo che questo entri nella  tua realtà, a causa di  tutta quella spazzatura accumulata, che ti fa dire:  “Ah! Io non merito questo “, “Ah! questo è troppo bello per me”, “Ah! Io non posso avere questo!” Allora, qual è il problema? Sono i blocchi causati da questa spazzatura, per cui, ripulisciti prima di tutta la spazzatura che è in te, e poi la Legge di Attrazione funzionerà …. !

.

Sebastiano

.

Tutti gli articoli sul Seminario di John Curtin:

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 1/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 2/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 3/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 4/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 5/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 6/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 7/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 8/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 9/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 5/9


.

WEBINARIO DI JOHN CURTIN – 5/9

.

john-curtin(La seguente è la traduzione dall’originale di un Seminario di John Curtin, maestro di Reiki, sul Ho’oponopono. Il suo sito web è: http://www.sanacionysalud.com/ . Questo è il testo integrale della conferenza, che pubblicherò su questo sito, man mano che vado avanti con la sua traduzione in italiano. Sebastiano)

.

Domanda. Questo è esattamente ciò che penso che sia il libero arbitrio, cioè, sia che tu credi una cosa o non la credi, stai  creando la tua realtà.

.

John Curtin: In realtà, ciò che accade è quello che la maggior parte di noi crediamo, perché è qui che entra in gioco la Coscienza Collettiva. Quindi, se io chiedo a qualcuno che ha il cancro di tenersi il cancro, per entrare  nella mia realtà, quella persona di solito dice: “Va bene!”, e questo a causa della nostra Credenza Collettiva, a causa di questa spazzatura collettiva accumulata, questa PU!

.

Domanda. Quando si crea un rimedio per una malattia,  si ha creato anche la credenza nella guarigione?

.

John Curtin: Assolutamente sì,  mi ricordo negli anni ’80, ad esempio, l’epidemia di herpes. Ci fu una epidemia mondiale poco prima che  arrivasse l’AIDS. Dicevano che l’herpes era una piaga, che era una cosa terribile, che era una pandemia, qualcosa di molto serio, che non c’era cura per l’herpes, che era fatale, ma oggi, chi si occupa più dell’herpes? Pochissime persone, e perchè? perché è cambiata la credenza in quella malattia, e così  è diminuita la sua importanza. Con o senza la creazione di un farmaco per sostenere quella credenza.

.

Domanda. Emozioni e pensieri sono la stessa cosa?

.

John Curtin: No, le emozioni sono la risposta del corpo ai pensieri. Tu crei un pensiero e quel pensiero lo trasmetti al tuo corpo, e il tuo corpo vibra con quel pensiero. Chiediti cosa sono le emozioni: le emozioni sono vibrazioni di energia all’interno del tuo corpo. Si può fare una piccola ricerca su questo punto con il lavoro di Candace B. Pert. La Pert è un ricercatrice che, con l’Istituto Nazionale della Sanità nord-americano, negli anni ’80 scoprì i recettori cellulari dei neuropeptidi. In buona sostanza, ciò che lei dice è che, quando  senti un’emozione,  naturalmente la senti per tutto il corpo, ma tutto ciò che senti sono soltanto miliardi e miliardi di recettori cellulari che vibrano per attrarre i neuropeptidi adeguati. E allora? Che cosa è che  genera le emozioni? Il pensiero, ovviamente.

.

Ora, chi ha più forza: un impulso elettrico generato dal tuo cervello o tutto il tuo corpo vibrante per una emozione? L’emozione, naturalmente. Tutto il corpo vibra con miliardi di recettori, perché non dimentichiamo che il tuo fegato ha recettori, il piede destro ha  recettori per questi neuropeptidi … perciò quando  hai un’emozione, tutto il tuo corpo vibra con questa emozione; invece il tuo pensiero è una corrente elettrica che dura un millisecondo e  crea una rete neurale, ed è ovvio che l’emozione ha molto più potere dei tuoi pensieri.

.

Guardando il diagramma 3 del monitor, vi è descritto il modo con cui guarire con Ho’oponopono. La prima cosa da fare è che l’Intelletto deve contattare il Bambino Interiore. E questa è l’unica parte che ha l’intelletto nel processo di guarigione, ed è quando l’intelletto, ossia, il tuo essere cosciente, la tua  persona razionale, si mette in contatto con il Bambino Interiore. Questo deve essere un atto volitivo, l’espressione del tuo desiderio, così tu dici al Bambino Interiore: “Per favore Bambino, connettiti alla Fonte e chiedi la nostra guarigione. Il secondo passo è che il Bambino lo fa. Il Bambino va su e chiede alla Fonte: ” Per favore Fonte, aiutaci a guarire”. La Fonte ovviamente risponde, ed invia un flusso di guarigione attraverso il Sé Superiore, il subconscio e il Bambino, e l’energia fluisce attraverso tutte l’Essere.

.

Domanda. E qui mi chiedo: chi è questo Bambino Interiore? dove si trova? sei tu da piccolo? È’ il tuo Interiore? Che cosa è?

.

John Curtin: No, secondo  gli hawaiani esso ha una posizione energetica che si trova due dita sotto l’ombelico, che casualmente corrisponde con il secondo chakra, anche se gli hawaiani non utilizzano  i chakra. Allora, energeticamente parlando, il Bambino si trova in quel posto e in quella  parte del tuo corpo. Però il Bambino in realtà è quel cumulo di tutti i pensieri ripetitivi e di tutte le credenze dell’umanità sin dai tempi della sua creazione, da che i primi uomini sono apparsi sulla Terra.  Quindi il Bambino è quell’insieme di Credenza Collettiva, come la chiamò Carl Jung, per esempio, o anche più semplicemente il Subconscio.

.

Allora succede che l’energia proveniente dalla Fonte, scorrendo attraverso tutto l’essere,  compie la guarigione. Qual è il processo di guarigione? Liberare i pensieri erronei che hai rispetto a ciò che ti circonda e in particolare nei riguardi delle persone intorno a te.  Questo è il succo del processo di guarigione. La cosa interessante è, e questo è un punto molto importante, che mentre tu stai guarendo, che sta succedendo? L’energia della Fonte sta scorrendo attraverso di te. Ed è questo che è veramente importante, l’energia della Sorgente che fluisce attraverso di te. Durante il processo di guarigione, la Divinità ti riempie, e questo è uno degli incentivi più efficaci per guarire, perché mentre stai guarendo, l’energia della Sorgente fluisce attraverso di te.

.

Un altro aspetto importante di questo diagramma è che solo il Subconscio può guarire. Il Bambino Interiore è colui che compie il processo di guarigione, tu non puoi guarirti da solo, tu non puoi guarirti perché tu sei la mente intellettuale, la mente razionale, la mente cosciente. Cercare di guarirsi da soli è come cercare di bere la zuppa con una forchetta. Solo il Bambino Interiore può guarire. Tu, come Mente Cosciente,  puoi solo avviare il processo, tu puoi contattare il Bambino e dirgli: “Ehi, ti prego, guarisci questa credenza sbagliata, guarisci questi pensieri erronei. Poi è il Bambino che si connette con la Fonte, ed è il Bambino che chiede questo flusso di energia divina. Ma tu, personalmente, non puoi guarirti.

.

Domanda. Come puoi liberarti di grossi traumi che ti sono successi fin dall’infanzia? Cioè, dobbiamo regredire nel passato, nel momento in cui accadde il trauma per guarirlo?

.

John Curtin: Ho’oponopono non funziona in questo modo. Ho’oponopono non funziona  guardando il tuo trauma e i tuoi problemi. Ho’oponopono opera guardando il tuo modo di vedere le persone intorno a te, ed è la maniera di come tu vedi la gente intorno a te, ciò che sta causando il tuo trauma e tuoi problemi. Quindi, se ti guardi intorno e vedi la gente mediante i tuoi pensieri erronei, se vedi una persona brutta, se vedi una persona aggressiva, se vedi una persona triste, se vedi una persona depressa, il tuo modo di vedere queste persone si basa sul tuo modo di pensare erroneo, che sicuramente avrà a che  vedere con qualche tuo trauma passato, quindi ora tu utilizzi la gente intorno a te per compiere la tua guarigione.

.

Come lo fai? E’ molto  semplice: guardi intorno a te e tu vedi tutta la gente che non ti piace, tu vedi tutta la gente che ti sta antipatica, tu vedi tutte le persone che pensi che sono brutte, che sono antipatiche, e tutte queste persone si stanno comportando così a causa della spazzatura che hai dentro di te. Ora questo è il modo di guarire. Smetti di vedere le persone in questa maniera e tu guarisci.

.

Domanda. Quindi, supponendo che abbiamo sempre da lavorare su questo punto, cioè correggere le nostre vecchie credenze limitanti, e supponendo che noi siamo terapeuti: si deve parlare al Bambino Interiore del paziente e fargli capire che deve connettersi con la Fonte?

.

John Curtin: No, tu parli solo con il tuo Bambino.

.

Domanda. Ma come posso aiutare il paziente con questa tecnica, se parlo solo con il mio Bambino?

.

John Curtin: Perché è il TUO Bambino che sta creando la malattia del paziente. E’ il TUO Bambino. Tu, il Bambino del paziente lascialo tranquillo, che già ne ha abbastanza di suo. È il TUO Bambino che causa il problema, quindi, lascia il Bambino del paziente tranquillo. Tu concentrati sul TUO Bambino e rilascia i tuoi  pensieri erronei che stanno creando la malattia del paziente. Nel momento in cui tu ti liberi dei tuoi pensieri erronei, e non li hai più, inizia il vero processo di guarigione.

.

Domanda. Quindi, secondo tutto quello che si è detto, mi viene da  pensare: io come terapeuta voglio guarire la persona che mi sta di fronte, che io non conosco per nulla, per mezzo del mio Bambino Interiore, okay? Quindi,  che faccio? Avvicino questa persona al mio Bambino Interiore?

.

John Curtin: No, ho già spiegato all’inizio come  fa  il dottor Len. Per esempio: Il dottor Len, due settimane prima del seminario, con la sua abilità di  sciamano, come un hawaiano kahuna, si collegò con la lista dei partecipanti al Seminario, e si collegò con quello che egli aveva creato con i suoi pensieri erronei riguardo ai partecipanti al Seminario.    Ed è stato abbastanza sorprendente, perché di fronte a 25 persone, ha preso l’elenco dei partecipanti e cominciò a dire: “Be ‘, qui vedo abusi sessuali su un bambino, qui vedo un padre che ha abusato, qui vedo una tristezza per la morte di sua madre “, etc, etc, Egli guardava la lista, senza dire i nomi, per questione di privacy;  poi continuò con cose più lievi, dicendo: “Chi vorrebbe identificare questo? Un lutto di una nonna che morì quando quella persona aveva 9 anni”? E qualcuno alzò la mano. “Una caduta molto grave in bicicletta, per la quale è stato ricoverato in ospedale, all’età di 8 anni” e qualcun’altro alzò la mano.

.

E così andò avanti partecipante dopo partecipante, e quando sollevavano la mano, egli diceva: “Mi dispiace, io ti amo” (I’m sorry, I love you), e così si liberava di tutta la sua spazzatura che aveva creato quella caduta in bicicletta; della sua spazzatura che aveva creato il lutto per la morte di una persona cara; di quella sua  spazzatura che aveva creato gli abusi sessuali di quel partecipante. E questo è un po’ tornare indietro alla domanda sul passato, su qualcosa che è accaduta nel passato. Comunque a prescindere dal passato, presente o futuro, la spazzatura è sempre lì (nel Subconscio, o nell’Inconscio Collettivo, come si vuole chiamarlo). Ed è così che si fa per  guarire.

.

Sebastiano

.

Tutti gli articoli sul Seminario di John Curtin:

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 1/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 2/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 3/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 4/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 5/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 6/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 7/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 8/9

.

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 9/9

.

ARTE DELLA VISUALIZZAZIONE: VISUALIZZARE LA GUARIGIONE


.

Tutto è possibile a Dio

Tutto è possibile a chi crede

Ti sia fatto come hai creduto

 .

Diventiamo ciò che pensiamo

 .

Noi diventiamo ciò che pensiamo. Le cellule del nostro corpo sono intelligenti, posseggono una loro mente. Esse si adeguano al pensiero della nostra Mente Cosciente. Se nella nostra Mente Cosciente predominano pensieri e immagini di guarigione, ogni cellula del corpo recepirà questi pensieri e immagini, come ordini da eseguire.

.

Mente Cosciente e Subconscio

 .

La Mente Cosciente  è quella mente che ci permette di eseguire tutte quelle funzioni volontarie e tutte le nostre scelte e decisioni. Mentre la Mente Subcosciente, o Subconscio, si occupa di tutte quelle funzioni dette automatiche o involontarie, come la digestione, la crescita, l’assimilazione dei cibi, la circolazione del sangue, etc.

.

Quando si dice che l’uomo usa al massimo un 10% delle sue potenzialità, si vuole intendere che adopera a malapena la Mente Cosciente, che corrisponde ad un 10%, e non è in grado di utilizzare l’altro 90% che corrisponde al Subconscio. Ricordiamoci che il Subconscio è instancabile, è in attività 24 ore su 24, non ha bisogno di riposo, anche quando noi riposiamo, o dormiamo, tuttavia il Subconscio non dorme, è sempre al lavoro per garantire il buon funzionamento del nostro corpo. E guai se così non fosse!

.

Usare il Subconscio

 .

Eppure in qualche modo il Subconscio, che è il più grande potenziale dell’uomo, può essere utilizzato volontariamente dall’uomo. In pratica il Subconscio, che lo riconosciamo o no, è sempre influenzato dalla Mente Cosciente. Il Subconscio è influenzato principalmente da quei pensieri, sentimenti e immagini mentali che sono più persistenti e più marcati nel nostro cervello. Da qui la necessità della visualizzazione volontaria per realizzare la guarigione.

.

LA VISUALIZZAZIONE

 .

Visualizzare significa creare immagini mentali, quanto più nette e nitide possibili, di ciò che vorremmo manifestare nel nostro mondo reale. La visualizzazione ci consente di trasferire nel mondo reale,tramite il Subconscio, quello che visualizziamo nel nostro mondo mentale.

.

Studiare tanti libri non è sufficiente. La realizzazione dei nostri desideri passa per l’arte della visualizzazione. Perciò è necessario esercitarsi per imparare a visualizzare. Senza alcuno sforzo non si ottiene nulla. Si può imparare a visualizzare solo con l’esercizio costante.

.

La nostra Mente Subconscia si lascia influenzare più dalle immagini che dai pensieri e dalle parole. E’ vero che pensieri e immagini sono tra loro collegati, ma è anche vero che più i nostri pensieri evocheranno immagini nitide, più il nostro Subconscio farà il possibile per realizzarle.

.

IL SUBCONSCIO

 .

Il subconscio è al servizio della Mente Cosciente. Ogni desiderio della Mente Cosciente è un ordine per il Subconscio. Ma è necessario che l’ordine sia chiaro e che non dia adito ad equivoci. Per esempio, “Non voglio essere ammalato” è un ordine equivocato per il Subconscio, perchè esso gli trasmette l’idea della malattia. Il Subconscio più che al significato letterale dell’ordine reagisce all’immagine  che evoca questo ordine.

.

La frase “Non voglio essere ammalato” immancabilmente evocherà nel Subconscio immagini collegate alle parole “essere ammalato”, cioè immagini di malattia, di stare male, di dottori in camice bianco, di medicinali, di ospedali, di punture, di operazioni chirurgiche, di odori di alcool, etc.

.

Se invece diremo: “Voglio essere sano”, questa frase evocherà immagini di benessere, di sport, di salute, di movimento, di gioia, di una gita all’aria aperta, etc. Perciò concentriamoci su ciò che veramente vogliamo, non su ciò che non vogliamo.

.

RALPH VALDO EMERSON E THOMAS CARLYLE

 .

Emerson e Carlyle furono due grandi filosofi, oltre che psicologi. Ambedue volevano realizzare un’etica felice della vita. Emerson diceva: “Amo fare il bene”, mentre Carlyle diceva: “Odio ogni forma di male”. All’apparenza sembra che ambedue affermino la stessa cosa. Ma Emerson fu un uomo che visse nella gioia e nella felicità, mentre Carlyle, invecchiando, diventava sempre più tetro e più triste.

.

PERSEVERANZA

 .

Concludendo: se vogliamo ottenere la nostra guarigione, di qualunque tipo essa sia, è necessario perseverare nel concentrarci su immagini di guarigione. La rapidità della nostra guarigione dipenderà in massima parte dalla nostra perseveranza nel credere fermamente che il nostro Subconscio possiede un potenziale illimitato per provocare la nostra guarigione senza aiuto di farmaci, e soprattutto dalla nitidezza delle immagini che riusciamo a visualizzare. Quanto più chiaramente riusciremo a visualizzare, tanto più rapida sarà la nostra guarigione. L’arte della visualizzazione è il vero segreto del nostro successo.  Sebastiano.

 

 .

 Sebastiano.

.

COME PARLARE AL SUBCONSCIO


.

Andrea ha detto,

Ciao Sebastiano. Ho trovato estremamente interessante il post sull’Esperimento di Ipnosi Online. Vorrei che tu procedessi a spiegare la tecnica che hai descritto alla fine, e cioè come dire alla mente inconscia quello che deve fare. Grazie.

.

***********************************************

.

Con questo post rispondo alla richiesta fattami da Andrea riguardo al post sull’ipnosi.

La domanda: “Come parlare alla Mente Interna (Subconscio) per farle operare una guarigione”?

Un breve preambolo. Ci sono diverse maniere di parlare al Subconscio, e hanno diverse potenzialità.

.

La Meditazione

.

La Meditazione è un esempio di parlare al proprio Subconscio. Tu quando mediti su un oggetto, che potrebbe anche essere la tua guarigione, stai trasmettendo alla tua Mente Interna dei consigli su quello che dovrebbe fare, cioè provocare la guarigione. E questo può dare dei risultati positivi.

.

L’Autoipnosi

.

Poi c’è l’autoipnosi, che è una sorta di meditazione potenziata, anche questa può dare dei risultati superiori alla semplice meditazione.

.

Etero-Ipnosi

.

Mentre l’etero-ipnosi, ciè l’ipnosi indotta dall’esterno, da un’altro operatore, è quella che oggettivamente può dare i migliori risultati.

.

Certo che è tutto relativo, perchè sono in gioco fattori diversi che non puoi controllare, come la diversa capacità di meditare tra una persona e l’altra, come anche la capacità di fare autoipnosi, come pure il soggetto da ipnotizzare e la capacità di colui che ipnotizza. Sono tutti parametri che non ci permettono di affermare matematicamente come possono andare le cose.

.

Comunque, parlando nel caso di tentare una guarigione, l’etero-ipnosi è il mezzo più potente per operare. Perchè nella meditazione e nell’autoipnosi, ci troviamo a svolgere contemporaneamente, per fare un esempio, il ruolo del meditante o dell’ipnotizzato, che deve abbandonarsi, spersonalizzarsi, distaccarsi il più possibile, e contemporaneamente il ruolo di guida. Un po’  difficile e complicato. Perciò giudico auspicabile e più potente l’etero-ipnosi. Anche se ciò non toglie che grandi successi possono essere ottenuti con la meditazione guidata, con l’autoipnosi, col training autogeno, o di altre tecniche similari. Ma andiamo sul vivo del nostro argomento.

.

Le tecniche

.

Bene! Teniamo presente che esistono le tecniche, ma esiste pure l’uomo che le usa. Le tecniche non sono degli attrezzi che ti garantiscono il successo per il solo fatto che tu le possa eseguire fedelmente. Non è come dare una ricetta di cucina, ed avere la quasi certezza di poterla riprodurre quasi uguale.

.

Parla al tuo Subconscio

.

Io adesso ti dico come “Parlare al tuo Subconscio” nella maniera più proficua, dopo aver indotto in noi stessi uno stato di leggera trance per mezzo dell’auto-ipnosi. L’esperimento d’ipnosi online è un esempio anche abbastanza elementare per dimostrare come la Mente Interna risponde fisicamente alle suggestioni. Nell’esperimento, se l’hai provato, ti accorgi che le tue braccia si muovono uno verso l’altro indipendentemente dalla tua volontà cosciente; ciò significa che la tua Mente Interna può intraprendere delle attività fisiche che le vengono suggerite o dall’esterno o dalla nostra stessa Mente Cosciente.

.

La Suggestione

.

Ora, per avere delle risposte positive dalla Mente Interna, è necessario che tu credi a livello cosciente alle Suggestioni che vuoi indurre alla Mente Interna, altrimenti si crea un contrasto, e la mente interna non accetta i suggerimenti. Perchè queste suggestioni continueranno a lavorare nel Subconscio anche, e soprattutto, dopo la seduta di auto-ipnosi.

.

Chiariamo con un esempio, il mio caso di guarigione dall’artrosi alle ginocchia. Se io non credo che il mio corpo ha tutte le potenzialità e tutta l’intelligenza, per guarire non solo un’artrosi, ma anche qualcosa di più grave, che secondo le attuali conoscenze mediche non è possibile; se io non credo che il mio corpo ha insite in se stesso una potenzialità di autoguarigione illimitata, è molto difficile che io possa ottenere un risultato positivo. Non farei altro che generare dei contrasti tra la Mente Cosciente ed il mio Subconscio, che non accetterà mai qualcosa di cui io non sia convinto, neanche sotto ipnosi.

.

L’esempio di Louise Hay

.

La signora Louise Hay, pioniere mondiale del pensiero positivo, ancora bella e affascinante alla sua età, è guarita di un tumore,  definitivamente, senza operazioni, senza farmaci e senza chemio-terapia. Solo che lei credeva che il tumore poteva regredire, fino a dissolversi, inviando messaggi di guarigione al suo Subconscio con tecniche psicologiche. Perciò credere che una tale cosa sia possibile sta alla base della tecnica con la quale operare. Perciò occorre determinazione e convinzione; non è come piantare un chiodo in un’asse di legno.

.

Lo strumento dell’Ipnosi

.

La Tecnica. Perchè ho scelto l’ipnosi? perchè con l’ipnosi vai diritto al Subconscio, by-passi letteralmente la Mente Cosciente con tecniche ipnotiche del tipo di quella descritta nell’esperimento online. Certo io non conosco il grado di conoscenza dell’argomento di chi mi legge, e neanche posso in un semplice post scrivere un corso rapido di ipnosi, perciò presumerò che chi mi legge sia in qualche maniera infarinato nell’argomento.

.

La fiducia del Subconscio

.

Bene! La tecnica serve per guadagnarsi la fiducia del Subconscio, fargli allentare le difese verso quello che gli viene suggerito, renderlo ricettivo a credere alle suggestioni che riceve. Ora tutto quello che il Subconscio può credere, lo trasforma in azione, cioè si attiva per realizzarlo, e per realizzarlo al meglio delle sue capacità.  Il Subconscio a questo punto non censura, non giudica le suggestioni che le vengono date, le prende per vere e le esegue.

.

AUTO-IPNOSI

.

Il primo passo consiste nell’indurre a noi stessi uno stato di auto-ipnosi, basta un leggero stato di trance, perchè bisogna rimanere anche vigili per dirigere le operazioni. Perciò è opportuno rilassarre al massimo il proprio corpo (consiglio disteso sul letto con un cuscino sotto la testa), dopo di che, ci si può autoindurre  un leggero stato di trance, magari usando in questa posizione coricata, la tecnica della levitazione della mano.

.

Sempre rimanendo quel tanto vigile da non addormentersi (è il rischio dell’auto-ipnosi, non perchè possa accadere qualcosa di negativo, anzi si scivola in un sonno ristoratore, ma senza portare a compimento il progetto), adesso possiamo darci le suggestioni opportune per il nostro caso personale, con convinzione e credendo a quello che pensiamo. Se non ci crediamo perdiamo soltanto tempo, e poi penseremo che non funziona.

.

Dare solo  Suggestioni Positive

.

Quali suggestioni dare? Io vi parlo secondo la mia esperienza, non è che ci siano formule magiche, quello che è importante è darle lentamente e che siano al cento per cento positive. Che vuol dire? Vuol dire che useremo soltanto un vocabolario positivo per le nostre suggestioni. Bisogna prepararsele prima, per non confondere la nostra Mente Interna. Per esempio: non suggerirete “adesso comincerai a non sentirti male”, ma tradurrete  così “adesso comincerò a sentirmi bene”. Capito come funziona? Non accennerete assolutamente a cose negative, non userete mai la parola “non”. Abituatevi a esprimervi in positivo. Perciò non parlerete mai, rivolgendovi al vostro Subconscio, con termini tipo “male”, “malattia”, “dolore”, e altre simile cose. Al Subconscio vanno dati sempre e solo suggerimenti positivi.

.

Un caso di Artrosi

.

Un esempio del mio caso personale contro l’artrosi: “La mia Mente Interna possiede un grande potere guaritore … ogni cellula del mio corpo è intelligente … le mie ginocchia sono intelligenti … la mia Mente Interna è capace di ripristinare la salute nelle mie ginocchia … il mio corpo sa cosa fare per guarire le mie ginocchia … la forza e la salute si stabiliscono nelle mie ginocchia … posso tornare in poco tempo a camminare normalmente … piacevolmente … correre … saltare … sento che le mie ginocchia si rinforzano … amo le mie ginocchia … sento circolare forza e salute nelle mie ginocchia … mi sento bene …  sto bene … sento forza e vigore nelle ginocchia … le mie ginocchia sono sani …,” etc. andando avanti di questa maniera, secondo il caso che volete risolvere. Cercate, per quanto potete, di fare corrispondere delle immagini e delle sensazioni alle suggestioni che date. Perciò se suggerite di correre e di saltare, immaginate di farlo. Quindi determinazione e perseveranza. I risultati non tarderanno ad arrivare.

.

Abbiamo dentro di noi stessi risorse illimitate

.

Questo potete anche farlo come una semplice meditazione, se ci credete, o come autoipnosi, o come etero-ipnosi. Ma i risultati migliori si ottengono con l’etero-ipnosi. Tutto questo non vuol dire che da oggi in poi facciamo dell’autoipnosi la nuova medicina. Vuol dire che possiamo anche aiutarci a combattere le malattie, collaborando fattivamente col nostro Medico Interiore(il nostro Sistema Immunitario) per accelerare la nostra guarigione, oltre ad uno stile di Alimentazione il più naturale possibile. Dobbiamo sempre ricordare che abbiamo dentro di noi stessi risorse illimitate, tali da realizzare anche l’impossibile, purchè  lo crediamo possibile.

.

 Ciao. Sebastiano.

.

IPNOSI CLINICA, AUTOIPNOSI, IPNOTERAPIA


.

GUARIGIONE  NATURALE E AUTOGUARIGIONE

.

Lo scopo dell’Esperimento di ipnosi nel post precedente  era finalizzato alla comprensione degli effetti della parola sul corpo, o meglio degli effetti della Mente Cosciente sulla Mente Interna, o Subconscio. Ora in questo sito non siamo interessati all’ipnosi da teatro; il nostro scopo è di esaminare l’utilità dell’ipnosi per la guarigione di patologie psico-fisiche, chiamata anche Ipnoterapia o Ipnosi Clinica. A chi comincia a seguirci da questo post, consiglio di dare un’occhiata all’Esperimento di Ipnosi e possibilmente sottoporsi al Test.

.

IPNOTERAPIA

.

Vediamo adesso l’utilizzo dell’Ipnosi per la Guarigione di alcune patologie che resistono alla Medicina Ufficiale. A mio parere l’Ipnoterapia è sempre utile sia come coadiuvante alle normali terapie mediche, e soprattutto è determinante nei casi in cui la Medicina Ufficiale si dichiara impotente. Partiamo dal presupposto che ogni Guarigione è sempre un’Autoguarigione, cioè che è sempre la Mente Interna (Subconscio), quella che effettua la Guarigione. Quindi sotto questo aspetto abbiamo sempre da fare con una Autoguarigione, o Guarigione Naturale.

.

Il compito delle Terapie Mediche o di quelle Complementari o di quelle Alternative consiste nel far recuperare al nostro corpo le sue capacità di Autoguarigione.  E a questo scopo credo che l’Ipnosi Clinica, o Ipnoterapia, come pure l’Autoipnosi possano svolgere un ruolo importantissimo. Ora io vorrei presentare una forma di Terapia sulla base dell’Ipnosi, ma usando un vocabolario alla portata anche dei non addetti ai lavori, un frasario il più possibile privo di termini scientifici e troppo incomprensibili per i profani. Cercherò di far capire come usare l’Ipnosi per ottenere l’Autoguarigione.

.

Io per prima cosa cancellerei dal vocabolario medico il termine Ipnosi, perchè è un vocabolo che evoca negativamente nell’immaginario popolare più gli ipnotisti da spettacolo che un serio dottore in camice bianco specializzato in Ipnosi Clinica. Io personalmente non parlo mai di Ipnosi, ma preferisco usare immagini come “Il Potere delle Parole” o “Il Potere della Suggestione”. Ogni parola evoca immagini nella Mente interna, immagini che la Mente Interna esegue alla lettera, non importa se possano essere illogiche o irrazionali. Lo scopo delle tecniche ipnotiche consiste proprio nell’”imbrogliare” la Mente Interna, facendogli credere cose che razionalmente sono illogiche e perciò inaccettabili.

.

L’ESPERIMENTO DI IPNOSI ONLINE

.

Esaminiamo quella Tecnica Ipnotica che io ho usata per l’Esperimento di Ipnosi. E’ una tecnica semplice ma che funziona nel 99% dei casi con estrema facilità. Vi prego di rivedere quel post. Quando io dico che tra le vostre braccia stese c’è un campo di attrazione magnetico, è una asserzione che anche a livello cosciente si può accettare senza rigettarla a priori, perchè effettivamente siamo immersi in campi magnetici dapertutto, l’aria che respiriamo è piena di magnetismo, anche il polo Nord ha il suo magnetismo, anche il corpo umano emette deboli cariche elettromagnetiche.

.

Detto questo, anche l’idea che la mia mano posta tra le vostre possa aumentare questo campo magnetico non la si può rifiutare a priori, al massimo si può rimanere in attesa di verificarla, ma senza respingerla per preconcetto. Quindi due idee accettabili si sono insinuate nella vostra mente. Ora se io vi dico che questa forza di attrazione fra le vostre mani sta cominciando a tirare le vostre braccia uno verso l’altro,  voi potreste anche essere scettici che ciò possa accadere. Ma poi, appenna sentite come uno strappo improvviso che attira le vostre braccia l’uno all’altro, dovrete convenire con me che c’è effettivamente una forza che indipendentemente dalla vostra volontà cosciente attrae le vostre braccia l’uno vero l’altro, e questo fino a toccarsi.

.

E’ UTILE L’IPNOSI?

.

Detto così, voi potreste dire: “E quale sarebbe l’utilità dell’Ipnosi”? L’utilità è questa, che noi tramite delle semplici parole, abbiamo attivato la Mente Interna a compiere un’azione, al di fuori del controllo della nostra Volontà Cosciente. Spero che mi abbiate seguito sin qui. Ora forse è il caso di fare un esempio dell’utilità dell’Ipnosi, in questo caso di AutoIpnosi. Partendo da quanto abbiamo detto,  5 anni fa, io ho applicato a me stesso l’Autoipnosi per guarire di  un artrosi ad entrambe le ginocchia.

.

Vedo che l’articolo si fa lungo, ma vorrei chiarire i concetti che ho espresso in questa sede. Sappiamo che l’artrosi alle ginocchia dipende dalla degenerazione delle cartilagini del ginocchio. La Medicina riesce in qualche maniera a tamponare o alleviare il decorso di questa patologia, ma non è in grado nè di guarirla e neanche di arrestarla.

.

Dopo aver seguito le normali procedure mediche, antinfiammatori, ginocchiere elastiche del Dr. Gibaut, e non riscontrando miglioramenti apprezzabili ho deciso di fare da me con le mie conoscenze nel campo della Psiche.

.

Postulato N.1, “Ogni guarigione è sempre una AutoGuarigione”.

.

Postulato N.2 “La Mente Interna (Subconscio) è quella che opera ogni Guarigione”.

.

La Mente interna è quella che crea ogni giorno milioni di nuove cellule, tanto per fare un esempio. La Mente Interna può ricreare la Cartilagine delle ginocchia. Possibile? Certo che è possibile. Solo bisogna trovare la maniera di mettersi in contatto con la Mente Interna, e quindi fargli capire quello che deve fare, in questo caso ricreare la cartilagine che sembra non si possa più riprodurre secondo il parere della Scienza Medica (Mi perdonino i dottori se pecco di presunzione).

.

L’IPNOSI E’ FANTASCIENZA?

.

Fantascienza? No! Sto parlando di fatti vissuti in prima persona. Adesso sono passati cinque anni, ed io non soffro più di alcun dolore alle ginocchia, non prendo antinfiammatori, e non porto nessuna ginocchiera neanche d’inverno, neanche con il freddo di questi giorni di Gennaio. Il post adesso si è fatto abbastanza lungo per descrivervi la tecnica di AutoIpnosi che ho adoperato. Vi prometto che ve la descriverò in maniera chiara e dettagliata senza tralasciare nessun segreto.

.

Un’ultima cosa, se siete interessati ad approfondire questo argomento fatemelo sapere con un vostro commento. In caso contrario, se questo discorso non interessa a nessuno, forse non è il caso che mi ci impegni tanto. Ultimissima e chiudo: a coloro che hanno letto il post sull’Esperimento di Ipnosi e hanno fatto il test chiedo di lasciare un commento con le loro impressioni, a coloro che hanno letto il post sull’Esperimento di Ipnosi e non hanno fatto il test, se sono interessati veramente, li invito a fare il test e scrivere le loro impressioni. Grazie. Sebastiano.

.

 

10 MOTIVI PER MIGLIORARE LA NOSTRA VITA


 .

GUARIRE CON LA MENTE

 .

 

mente1 – I miei pensieri creano la mia realtà, i miei pensieri possono creare una nuova realtà: la mia guarigione.

.

2 – Il mio corpo possiede un potere illimitato di auto-rigenerazione, di auto-guarigione rapida, di auto-ringiovanimento.

 .

3 – Chi sono io? Io Sono l’Ego, sono il mio corpo, la Mente Cosciente, il SubConscio, il SuperConscio, la Fonte Divina, Dio in me, Io Sono sempre quell’Unico Io.

.

4 – I pensieri ripetitivi diventano convinzioni, le convinzioni ripetitive diventano credenze, le credenze ripetute per secoli e millenni diventano dogmi immutabili, i dogmi ripetitivi diventano Fede, questo tipo di Fede compie miracoli.

 .

5 – “Tutto è possibile a chi crede”. “Ti sia fatto come hai creduto”. (Gesù)

.

6 – La Potenza creatrice di un pensiero sta nella sua ripetizione, su questo principio si basa il potere dei Mantra.

 .

7 – I miei pensieri creano la mia realtà, i miei pensieri stanno creando la mia realtà, che cosa sto pensando in questo momento?

.

8 – Io sono l’autore dei miei pensieri, io sono il responsabile della  realtà che creano i miei pensieri, io posso modificare i miei pensieri, io posso cambiare la mia realtà.

 .

9 – La ripetività di un pensiero, o di una credenza, ha il potere di modificare persino il DNA.

.

10 – La Meditazione, o l’Affermazione propositiva di un pensiero, è l’applicazione di un pensiero ripetitivo per produrre volontariamente dei cambiamenti favorevoli nella nostra realtà. Medita sulla realtà che vorresti attuare.

 .

Sebastiano.

.

HO’OPONOPONO: SOLUZIONI FACILI


.

HO’OPONOPONO: SEMPLICE, RAPIDO ED EFFICACE

.

Mi piace enormemente l’Ho’oponopono per la sua  semplicità, la sua efficacia, e per i risultati rapidi che si possono ottenere. Non è una Fede religiosa, non ci sono Dogmi da accettare, non ci sono guru da seguire ciecamente, il lavoro va fatto esclusivamente da soli, da noi stessi e su noi stessi. L’unica cosa richiesta è la sua applicazione costante, “incessante” diceva il dr. Len. Del resto, se il gioco vale la candela, vale anche  la pena di impegnarsi a fondo.

.

NOI CREIAMO LA NOSTRA REALTA’

.

Come sappiamo, noi creiamo la nostra realtà con le nostre convinzioni, le nostre credenze, i nostri ricordi e i nostri pensieri. Lungo tutte le nostre esistenze precedenti  fino ad oggi, abbiamo accumulato una quantità immensa di condizionamenti, creati quando si pensa alla stessa cosa molte e  molte  volte, fino a che quel pensiero giunge a  cristallizzarsi, fino a diventare una verità infallibile, un dogma, una fede.

.

I pensieri ripetitivi finiscono per diventare convinzioni profonde, e le convinzioni a loro volta diventano le nostre credenze, che, consciamente o inconsciamente, creano la nostra realtà. E’ importante tenere a mente quanto detto, cioè di renderci conto che noi manifestiamo oggettivamente tutto ciò in cui crediamo. E perciò, tutto ciò che sperimentiamo nella nostra realtà è solo frutto della nostra creazione mentale.

.

ECCO COME CREIAMO LA NOSTRA REALTA’

.

Una donna molto attiva ed  efficiente, viveva lamentandosi costantemente del fatto  che attirava sempre gente estremamente lenta nel lavorare, persone che non riuscivano a tenere il suo ritmo di lavoro, e questo la irritava profondamente, perché  finiva sempre a non riuscire a portare a compimento il lavoro che si era programmato, e per cui le rimanevano sempre delle cose arretrate da completare e che si accumulavano. Ella gemeva per questa situazione, come se il problema fosse stato quella gente. Inoltre credeva di trovare conforto raccontandolo a tutte le sue amiche, pensava che alla fine si sarebbe sentita più sollevata, ma invece non faceva altro che rinforzare le sue credenze, e quindi finiva per attirare sempre più a se quel tipo di persone lente a lavorare.

.

LE MEMORIE RIPETITIVE

.

Quante e quante volte noi passiamo attraverso le stesse situazioni, senza riuscire a  capirne il motivo,  con persone diverse, con circostanze diverse, ma il risultato è sempre lo stesso. Restiamo sempre bloccati negli stessi punti.  Come mai? In primo luogo si preferisce dare la colpa sempre agli altri,  alla vita  o qualsiasi altra cosa che ci esima dal prenderci qualsiasi responsabilità. Però, quando progrediamo un pochino nel sentiero dell’auto-conoscenza, allora scopriamo che quello che accade al di fuori di noi è solo un riflesso di ciò che abbiamo dentro; e comprendiamo che non possiamo ottenere una soluzione efficace pulendo lo specchio dove ci specchiamo, perché lo specchio mostra solo il nostro riflesso. E’ come se volessimo pulirci il viso, pulendo la nostra immagine riflessa nello specchio.

.

NON GIUDICATE

.

Tutte le pecche che vediamo sugli altri, in realtà sono delle nostre proiezioni, quei difetti esistono già dentro di noi, per questo ho bisogno di guarire su me stesso per guarire anche gli altri.  Se ho una credenza, conscia o inconscia di persone, che sempre continuano ad agire in un certo modo nei miei confronti, attirerò sempre quel tipo di persone che agiranno esattamente come mi aspetto che agiscano. E questo avverrà fino a quando io non mi sarò ripulito di tutti quei pensieri che hanno creato quella convinzione. Comprendendo così, cioè che siamo noi che creiamo la nostra realtà, possiamo anche assumerci il 100% di responsabilità di tutto quello che ci accade. Ciò che potrebbe sembrare un enorme peso, in realtà è la chiave per la nostra libertà, poiché noi possiamo soltanto cambiare noi stessi, non gli altri . Ma in tal modo, cambieremo anche il mondo intorno a noi.

.

COME PRATICARE L’HO’OPONOPONO

.

L’ Ho’oponopono è uno strumento fantastico per la pulizia di tutta quella  spazzatura di credenze  accumulata nel tempo, e che conserviamo gelosamente nel nostro Subconscio, e che decidono del nostro destino, determinando le nostre decisioni e le nostre azioni,  giorno dopo giorno. E non solo questo, ma anche non possiamo essere liberi e non siamo in grado di lasciare  esprimere il Sacro, la Divinità che è in noi, Fino a quando rimaniamo sottoposti a questo inutile peso di immondizia, che ci costringe a rimanere bloccati sempre intorno agli stessi problemi.

.

Noi umani siamo Esseri perfetti di Luce; ed è nostro diritto  vivere questa perfezione. Una delle chiavi del Ho’oponopono è quella di assumerti il 100% della responsabilità di tutto ciò che hai creato e che stai continuando a  creare ogni giorno nella tua realtà. Un’altra è quella di dedicarsi a ripulire queste tue creazioni, che si sono formate partendo dai pregiudizi, dai pensieri sbagliati su persone, situazioni o malattie. Tutto questo, che  all’inizio può sembrare molto difficile, cioè assumersi tante responsabilità, ripulire tanta spazzatura mentale, in realtà con  Ho’oponopono può essere risolto in maniera molto semplice. E questa è la cosa più straordinaria.

.

PRIMI PASSI NEL’ HO’OPONOPONO

.

Alcune cose da sapere  prima di cominciare a  praticare l’Ho’oponopono. Per gli antichi sciamani Hawaiani, l’essere umano è composto da tre io:

.

a) L’io Subconscio, la Mente inconscia, dove archiviamo tutti i modelli di vita che abbiamo accumulato nel corso di tutte le nostre esistenze. Esso è condiviso da tutti gli uomini. Come l’idea dell’Inconscio Collettivo di Carl Jung.

.

b) L’io Cosciente, la Mente Cosciente, la Mente razionale ed intellettuale, l’Ego,  ciò che vediamo, sentiamo e pensiamo.

.

c) L’io SuperCosciente, il Sé Superiore, la Mente Supecosciente, la  Divinità, Dio in noi, o come meglio ci piaccia chiamarlo.

.

La Mente Cosciente può operare solo con il materiale che trova nel Subconscio, essa non ha nulla di proprio. Non ha nulla su cui basarsi. Memorie e ricordi risiedono nel Subconscio.  Solamente il Subconscio può  comunicare con il Sé Superiore, il Divino. Infatti, nel Ho’oponopono il processo di soluzione di un problema o di guarigione, non avviene mai per mezzo di un atto cosciente o un atto mentale. Chi guarisce, o risolve, è sempre e soltanto la Divinità,  e questa  guarigione avviene quando chiediamo al Subcosciente di connettersi alla Fonte Divina, all’Universo, per guarirci, ripulendoci da tutte le credenze erronee, quindi consentendo al Divino di fluire attraverso di noi.

.

Il Subconscio è, anche nella moderna psicologia, identificato col Bambino Interiore (non stiamo a spiegare in questa sede il motivo), e per connetterci con lui, il Bambino Interiore, possiamo immaginare che si trova, energicamente parlando, nella regione proprio  sotto l’ombelico.

.

Quindi,  quando qualcuno entra nella tua realtà e ti porta qualche “problema”,  puoi risolverlo assumendoti il 100% della responsabilità  per i pensieri erronei che hanno creato questa situazione, e pulendo o eliminando questi pensieri pregiudizievoli.

.

COME RIPULIRSI DAI PENSIERI ERRONEI

.

Ti connetti con il Bambino Interiore dicendo: “Bambino Interiore, per favore chiedi alla Divinità che pulisca in noi tutti quei pensieri erronei che ci fanno vedere quella persona come qualcosa che non sia un Essere di Luce”.

.

Quindi ripeti mentalmente: “Grazie,ti sono grato per avermi fatto capire che in me c’è qualcosa di erroneo che sta contribuendo a creare questo problema. Grazie” immaginando di parlare a quella persona.

.

Poi, sempre mentalmente, ripeti: “Mi dispiace tanto, per favore perdonami, perché c’è un qualcosa in me che sta contribuendo a creare questo problema. Mi dispiace, Perdonami”.

.

E per finire, sempre immaginando di parlare a quella persona, ripet mentalmente: “Ti amo, ti voglio tanto bene, sono dispiaciuto del fatto che qualcosa in me sta contribuendo a creare questo problema, Ti amo, ti voglio tanto bene”.

.

E questo per tante volte quante reputi che sia necessario, ovvero fino a quando vedi che il problema comincia a dissolversi, e che stai guarendo. I risultati comincerai a vederli da subito. Provare per credere. Sebastiano.

.

PROCEDIMENTO BREVE HO’OPONOPONO


.

PROMEMORIA PER UN’EFFICACE HO’OPONOPONO

.

Do una mia interpretazione pratica sul modo di iniziare e portare avanti efficacemente e con successo un procedimento Ho’oponopono. Naturalmente questo breve promemoria vale solo per coloro che abbiano già compreso almeno a grandi linee quali sono i principi basi del Metodo  Ho’oponopono, e primo fra tutti, mi piace ricordarlo, il Principio della Responsabilità.

.

IL PRINCIPIO DELLA RESPONSABILITA’

.

Una breve spiegazione del Principio della Responsabilità. Esso  significa che noi siamo responsabili di TUTTO ciò che ci accade, ma proprio di TUTTO. Sia in maniera volontaria che involontaria. Noi siamo responsabili di tutte le situazioni in cui siamo direttamente o indirettamente coinvolti, buone o cattive che siano, anche di quelle che dipendono dagli altri.

.

Meglio fare qualche esempio molto illuminante, perchè questa visione contrasta molto con il nostro normale punto di vista. Rapporti interpersonali: incomprensioni e conflitti in famiglia, tra genitori e figli, tra parenti, tra amici, sul posto di lavoro con i colleghi o con i capi, problemi di salute, mancanza di lavoro, povertà, etc. Il Principio Ho’oponopono della Responsabilità recita a chiare lettere che IO SONO l’unico responsabile di tutto ciò che mi accade, perche sono io con le mie vecchie credenze, i miei pensieri e le mie memorie passate, immagazzinate nel mio Subconscio, che attiro tutte le situazioni in cui vengo coinvolto. Non è questo un Principio  trattabile o modificabile, nemmeno di una virgola; questo è il Principio Fondamentale del Ho’oponopono, se non lo accetti integralmente, significa che non sei ancora pronto per praticare l’Ho’oponopono.

.

SIAMO RESPONSABILI DI TUTTO QUELLO CHE CI ACCADE

.

Mettiamo meglio a fuoco gli esempi di prima, e sono sicuro che saremo più disposti ad accettarlo, e soprattutto ci ritroveremo in mano un prezioso strumento che ci risolverà rapidamente tante situazioni difficili che abbiamo sempre creduto irrisolvibili. Un esempio non molto raro è la vita  in famiglia: le incomprensioni e i conflitti tra genitori e figli: è un campo di battaglia, un combattimento infinito e irrisolvibile tra genitori e figli.

.

La filosofia Ho’oponopono dice: “Io sono il responsabile della situazione, ci sono in me Pensieri Limitanti, False Credenze e Memorie Erronee, accumulate nel mio Subconscio dalla nascita (e anche prima) che impediscono che io abbia un ottimo rapporto con i miei figli (E questo ragionamento è valido anche con il coniuge, i parenti, gli amici, i colleghi di lavoro, gli estranei, questioni di salute, e qualsiasi altra cosa).”

.

Questa ammissione di responsabilità è come una luce che si accende nella nostra Mente Cosciente, e che ci fa cambiare immediatamente atteggiamento nei confronti dei problemi della vita. Con la pratica di Ho’oponopono smetteremo con i vecchi comportamenti e le vecchie reazioni, e rifletteremo in questa maniera:”Mi rendo conto che ci sono in me dei condizionamenti dovuti a vecchie Memorie Erronee, delle quali non sono consapevole, e che, involontariamente mi attirano queste situazioni.”

.

Qual’è la soluzione? Riconoscere sempre e comunque la propria resonsabilità, anche se al momento non ce ne rendiamo conto, ed iniziare a fare Ho’oponopono.

.

UNA SESSIONE PRATICA DI HO’OPONOPONO

.

Presento adesso una sessione breve che faccia da Promemoria per coloro che già conoscono la filosofia Ho’oponopono:

L’intero procedimento si compone di una Invocazione iniziale nel quale viene enunciato il problema da risovere (potrebbe essere di rapporti sociali o di salute, o di altro, il procedimento è sempre lo stesso). E dopo l’invocazione,  un Mantra composto da quattro brevi frasi: Mi Dispiace, Perdonami, Ti Amo, Grazie. Tutto qui.

.

INVOCAZIONE

.

O Eterno (Dio, Universo, Fonte di Vita, etc. come ritenete più adatto al vostro sentire), ti prego di cancellare tutti i miei pensieri limitanti, le mie false credenze, e le Memorie Erronee che impediscono che io abbia:  … un bel rapporto con i miei figli, (o con il mio coniuge, o una corretta circolazione del sangue, un corretto funzionamento dello stomaco, o che abbia un impiego migliore, o che abbia un atteggiamento positivo verso la vita, etc.). Sono da evitare le frasi negative. per esempio: … che io non abbia conflitti con i figli, … che io cambi questo lavoro strssante, … che mi passi la gastrite .. o altro, che venga fuori dalla depressione. etc.

.

MI DISPIACE

.

Mi rendo conto che c’è qualcosa in me che sta dando luogo a questo problema.

.

PERDONAMI

.

Aiutami, o Eterno, ad imparare a perdonarmi per i problemi che io stesso mi creo involontariamente e inconsciamente.

.

TI AMO

.

Trasmuta, o Eterno, l’energia erronea cancellata in Energia Divina che aggiusta ogni cosa.

.

GRAZIE

.

Ti ringrazio, o Eterno, perchè il processo di riparazione è già iniziato ed il problema sta andando a risolversi nel migliore dei modi per tutti.

.

Ultima cosa: Ripetere il Mantra “Mi Dispiace, Perdonami, Ti Amo, Grazie” senza prima averne compreso perfettamente il senso, potrebbe  risultare improduttivo, cioè, potrebbe privare il Mantra di gran parte del suo potere. Consiglio agli inizi, fino a quando non si avrà chiaro il significato dell’Invocazione e del Mantra, di ripetere per intero sia l’Invocazione che il Mantra. Dopo si può continuare a recitare soltanto  le quattro frasi del Mantra fino al conseguimento del risultato.

.

Sebastiano.

.

 

HO’OPONOPONO: LE ASPETTATIVE DELLA MENTE COSCIENTE


 .

IL METODO DI GUARIGIONE HO’OPONOPONO – 9

 .

Cercando un risultato

 .

Arriviamo ora alla contraddizione generata dalla necessità dell’Ego, della Mente Cosciente di avere il costante controllo delle situazioni. La necessità di poter controllare, indirizzare ed ottenere dei risultati, a partire dalla pianificazione di obiettivi specifici.

Qui entriamo nella questione del merito o meno, del Potere della Mente, delle affermazioni, del Pensiero Positivo, e così via. Questa è la differenza basilare rispetto alla tradizione originale. La differenza tra Ho-oponopono Huna e Ho-oponopono dell’Identità del Sè.

Il Dr. Len fece queste osservazioni:

.

NON VISUALIZZARE IL RISULTATO

.

“Pulire visualizzando un risultato non funziona. Ma pulendo con il solo scopo di pulire, porterà delle piacevoli sorprese. Bisogna fidarsi della Divinità, permettere che il Divino scelga cosa è meglio per noi senza suggerimenti o consigli da parte nostra. Questo atteggiamento libera la Mente Cosciente dall’incombenza di dover decidere specificatamente cosa deve essere pulito e cosa no.”

Spesso le memorie sono condivise, quando noi chiediamo al Divino di cancellare le memorie che ci causano dei problemi, (ricordi di eventi spiacevoli, di dissapori, di conflitti, tutti i ricordi che ci provocano emozioni negative) le neutralizziamo in noi ma le neutralizziamo anche negli altri, in coloro che le condividono con noi.

.

 MEMORIA COLLETTIVA

.

Con Ho-oponopono ci assumiamo la responsabilità di tutte le memorie che condividiamo con altre persone. L’intelletto non ha la capacità di assimilare e stimare tutte le informazioni che gli si presentano in relazione a qualunque problema, pertanto non sappiamo quello che realmente sta succedendo in ogni momento .

Quando diciamo alla Divinità “Sta succedendo qualcosa in me che sta facendo vivere certe persone in un determinato modo, io voglio cancellare le memorie che lo provocano “, sciogliendo certe credenze, noi cambiamo il nostro mondo interno, e questo fa in modo che il mondo intero cambi.

.

 ASSUMERSI LA RESPONSABILITA’ AL 100%

.

Il Dr. Len afferma: “Accettare di essere responsabili al 100% è una strada difficile da percorrere, perché l’intelletto fa fatica ad adeguarsi. Quando un problema ci appare, l’intelletto cerca sempre qualcuno o qualcosa su cui scaricare la colpa. Così continuiamo a cercare fuori di noi, l’origine dei nostri problemi. Facciamo davvero molta fatica ad accettare che l’origine dei problemi sia sempre dentro noi.”

La Guida del Dr. Len, Morrnah Simeona, diceva che: “Noi stiamo qui solamente per portare pace nella nostra vita, e se portiamo pace nella nostra stessa vita, tutto intorno a noi trova il suo posto adeguato, il suo ritmo e la sua pace”, e questo è tutto quello che è Ho-oponopono.

Allora, via via, praticando il processo Ho-oponopono, stiamo cancellando le memorie nella nostra Mente Inconscia dicendo al Divino: “Non so perché sto vivendo questo, ma dato che ho un problema in comune con queste persone, mi piacerebbe eliminarlo.”

Ancora il dr Len sostiene:

.

 NON PREFISSATEVI METE

.

“Ho-oponopono è arrendersi e fidarsi, perché i risultati non dipendono dall’intelletto. Le aspettative sono solamente memorie che si ripetono, e niente nella vita succede per caso. È la Divinità quella che sta orchestrando gli eventi, ed il nostro compito è quello di stare sereni.”

“Se insistiamo nel prefissare mete dobbiamo continuamente ripulirci per permettere che la nostra vita segua la giusta via.”

“Se siamo inflessibili, ed abbiamo già definito nella nostra mente conscia una specifica meta, perderemo le molte opportunità (ispirazioni) che provengono dal Divino.”

.

Questo report è liberamente distribuibile a condizione di non modificare in nessuna parte il contenuto e citando sempre la fonte.E© www.ho-oponopono.info

Visita il mio nuovo sito  http://www.scuoladellasalute.it/

.

Sebastiano

.

HO’OPONOPONO: COME FARE E CAPIRE LA TECNICA


.

IL METODO DI GUARIGIONE HO’OPONOPONO – 8

.

Analizzando il Processo

.

Bisogna partire dal presupposto che noi intesi come Ego, Io Pensante o Mente Cosciente, non abbiamo veramente il totale controllo della situazione. Il vero totale controllo lo assumiamo quando l’Io si fa Sé in tutte e tre le sue componenti, allineate e centrate fra loro; quando subentra la totale fiducia in ciò che si trova dentro di noi, la nostra Parte Divina in costante contatto con l’intelligenza Divina.

.

HO’OPONOPONO: CORREGGERE GLI ERRORI

.

Attraverso l’ Ho-oponopono siamo in grado di fare in modo che questo contatto si manifesti e si mantenga costante. Ho-oponopono significa “correggere un errore” o “fare la cosa corretta” nella lingua originale hawaiana. Benché fino ad ora non molto conosciuto in Italia, Ho-oponopono fa parte dei metodi di guarigione dell’antica filosofia Huna.

.

Huna è il nome che l’esploratore americano Max Freedom Long diede all’antica filosofia spirituale delle Hawai. Nel sistema Huna La tecnica di guarigione Ho-oponopono è multipersonale, richiede la partecipazione di tutti al processo di riconciliazione, di soluzione di problemi.

.

Questo nuovo Ho-oponopono, è Ho-oponopono dell’ Identità del Sè

.

Sei tu stesso in comunicazione diretta con la Divinità. Fu sviluppato da Kahuna Morrnah Nalamaku Simeona che lo insegnò al Dr. Ihaleakala Hew Len. E’ ormai chiaro che l’intelletto da solo non dispone delle risorse per risolvere i problemi, da solo può affrontarli, ma non risolverli definitivamente.

.

Affrontare i problemi non significa risolverli. Facendo Ho-oponopono tu chiedi a Dio, alla Divinità, che pulisca, e purifichi l’origine di questi problemi che è data dai ricordi, dalle memorie. Così tu neutralizzi l’energia che associ a determinate persone, posti o cose che ti procurano dei problemi. Nel processo Ho-oponopono questa energia viene liberata e trasmutata in Pura Luce attraverso l’intervento della Divinità. E dentro di te, lo spazio occupato dalle memorie cancellate, viene liberato è riempito dalla Luce della Divinità.

.

E’ per questo motivo che nel Ho-oponopono non c’è colpa, non è necessario rivivere nessuna sofferenza, non importa sapere il perché del problema, né la sua origine. Il concetto di colpa e di  peccato sono convinzioni culturali prettamente occidentali.

.

Nel momento in cui tu noti dentro di te qualcosa di scomodo in relazione ad una persona, un posto, un avvenimento , inizi il processo di pulizia, chiedendo a Dio: “Cancella in me quello che sta contribuendo a manifestare questo problema usando queste parole: “Lo sento molto “. “Perdonami”. “Ti amo”. “Grazie”, e ripetile più e più volte.

.

Lascia che sia la tua ispirazione a guidarti

.

Quando dici “Mi dispiace” tu accetti che qualcosa, non importa che tu sappia cosa, si è inserito nel tuo sistema corpo/mente. Tu vuoi il perdono interiore per quello che ha provocato il problema a cui ti riferisci.

.

Dicendo “Perdonami” tu non stai chiedendo a Dio che ti perdoni, tu stai chiedendo a Dio che ti aiuti a far sì che tu ti perdoni.

.

“Ti amo” trasmuta l’energia bloccata, che è il problema, in energia fluida, che torna ad unirsi al Divino.

.

“Grazie” o “Sono grato” è la tua espressione di gratitudine, la tua fiducia nel fatto che tutto si risolverà nel modo migliore per tutte le persone coinvolte dal problema, e la tua dichiarazione di gratitudine a te stesso per tutto ciò che di buono hai fatto finora, anzi più in profondità, per tutto ciò che hai fatto fin’ora perché anche ciò che non sembra buono in realtà non è altro che un opportunità di crescita e di ulteriore pulizia.

.

Da questo punto in poi quello che succede è determinato dalla Divinità, tu puoi essere ispirato a compiere qualche azione oppure no.

.

L’ERRORE DEGLI ALTRI E’ IL MIO ERRORE

.

Se continui ad avere dei dubbi devi continuare nel processo di pulizia, quando sarai perfettamente pulito riceverai tutte le risposte. Bisogna sempre ricordare che anche quando vediamo qualcosa di sbagliato negli altri, quell’errore esiste dentro di noi. Poiché tutto è Uno, chi cura viene curato, e se io miglioro, il mondo migliora. Bisogna assumersi questa responsabilità. Non è necessario che nessun’altro segua questo processo, è sufficiente che lo faccia io, e tutta la mia realtà sarà perfetta.

.

Non esiste nessuna regola in relazione all’ordine delle frasi Usa la sequenza con la quale ti trovi meglio, qualunque sia, l’importante è che sia in sintonia con te e con il momento che stai vivendo. Puoi usare una o due o tutte e quattro le parole, ma generalmente anche solo “Ti amo” “risolve le situazioni.

.

RAPPORTARCI CON LA MENTE INCONSCIA

.

La cosa principale è che stiamo imparando rapportarci con la nostra Mente Inconscia. Essa è la responsabile delle memorie, le riceve e le immagazzina. E’ quel bambino interiore che dobbiamo imparare ad amare, chiedendo perdono per la mancanza di considerazione e comunicazione che fin’ora gli abbiamo riservato.

.

Esistono dettagli sulle caratteristiche della Mente Subcosciente che non è importante specificare qui. La cosa importante è sapere che ci rapportiamo con la nostra Mente Inconscia, chiedendo alla Divinità che ripulisca le memorie che si ripetono e che generano i conflitti, i problemi, i blocchi di energia che portano ad inconvenienti e malattie sia psichiche che fisiche.

.

RIPETERE CONTINUAMENTE IL MANTRA

.

Se ripeti continuamente queste frasi durante la tua giornata, anche il più spesso possibile, anche non in relazione ad un problema specifico, otterrai il risultato di mantenere un atteggiamento vibrante di benessere e comprensione, in relazione a qualunque cosa si manifesti nella tua realtà. Prima di uscire di casa, chiedi a Dio che: “Pulisca quello che c’è in te che potrebbe essere la causa di qualche conflitto o problema durante il tragitto da casa al lavoro”, (per esempio).

.

Durante la tua giornata, per ogni piccolo fastidio o inconveniente che ti capita chiedi a Dio che pulisca le memorie che lo stanno generando.

.

Una frase molto utile è: “Credenze io vi Amo! Sono grato per l’opportunità di Liberarvi dell’energia negativa!” Ripeti questa frase per qualche tempo e vedrai che noterai dei bei cambiamenti.

.

In situazioni difficili, dove tu puoi sentirti abbandonato, quando le tue emozioni ti portano uno squilibrio ed i pensieri fluiscono disordinatamente generando sentimenti negativi, fai il discorso di Morrnah; un discorso che abbraccia tutto e tutti, in un vero balsamo spirituale.

.

Questo report è liberamente distribuibile a condizione di non modificare in nessuna parte il contenuto e citando sempre la fonte.  © www.ho-oponopono.info

.

Visita il mio nuovo sito http://www.scuoladellasalute.it/


.

Argomenti Correlati:

.

HO’OPONOPONO: CHI E’ IL RESPONSABILE?

COME FARE HO’OPONOPONO

HO’OPONOPONO: LE ASPETTATIVE DELLA MENTE COSCIENTE

HO’OPONOPONO PORTA PACE NEL CUORE

HO’OPONOPONO: IL SEGRETO OLTRE THE SECRET

HO-OPONOPONO DELL’IDENTITA’ DEL SE’

HO’OPONOPONO: OLTRE LA LEGGE DI ATTRAZIONE

CARO AMICO TI SCRIVO – HO’OPONOPONO

COSA POSSO FARE PER GUARIRE?

HO’OPONOPONO: ALOHA, LA PERSONIFICAZIONE DEL DIVINO

HO’OPONOPONO: GUARIRE SE STESSI PER GUARIRE GLI ALTRI

HO’OPONOPONO: L’INSEGNAMENTO

SEMINARIO DI HO’OPONOPONO DAL VIVO – 1/9

HO’PONOPONO IN PRATICA

HO’OPONOPONO: METODO DI GUARIGIONE COMPLETA PSICO-FISICA

CHIARIMENTI SUL H0′OPONOPONO

HO’OPONOPONO: COME CANCELLARE LE MEMORIE

HO’OPONOPONO: COME CANCELLARE LE MEMORIE

CHIARIMENTI SULLA TECNICA HO’OPONOPONO “TI AMO”

HO’OPONOPONO: SOLUZIONI FACILI

PROCEDIMENTO BREVE HO’OPONOPONO

HO’OPONOPONO: METODI, ESPERIENZE, RISULTATI

IL MANTRA HO’OPONOPONO: MI DISPIACE, PERDONAMI, GRAZIE, TI AMO

HO’OPONOPONO: COME FARE E CAPIRE LA TECNICA

HO’OPONOPONO di JOE VITALE

IL CONTROLLO DEL DOLORE

.


IL PENSIERO POSITIVO PUO’ CAMBIARE IL MONDO


.

IL PENSIERO POSITIVO PUO’

CAMBIARE IL NOSTRO MONDO

.

ogni difficoltà è un’opportunità

.

Un’infermità può essere un ostacolo per il corpo, ma non per la mente e per a sua capacità di formulare Pensieri Positivi. Di fronte ad ogni problema, pensa che sei capace di risolverlo. Ripeti a te stesso che risolverai felicemente il tuo problema, e la soluzione arriverà. Pensa che ogni difficoltà è un’opportunità che la vita ti offre per il tuo Sviluppo Personale. Se sei disposto ad accettare questo punto di vista, ogni difficoltà sarà superata facilmente, e la tua crescita personale sarà sempre più rapida.

.

esprimi gratitudine per la vita

.

Quando ti prepari per ottenere il meglio dalla tua vita, le tue forze interiori collaborano con te oltre quanto tu possa sperare, affinchè tu possa realizzare oltre quel meglio che tu avessi potuto concepire. Fin dal mattino, al risveglio, esprimi gratitudine per vivere questo nuovo giorno. Pensa e credi che oggi sarà un bel giorno, e che domani lo sarà ancora di più. Guardati allo specchio e sorriditi, lasciati riempire dalla gioia di vivere, fallo ogni mattina.

.

IL PENSIERO CREA LA NOSTRA REALTA’

.

Non esistono altri limiti oltre a quelli che tu imponi a te stesso

.

Immagina che oggi le cose andranno meglio, proprio come tu vorresti. Immagina che il tuo lavoro oggi andrà meglio, proprio come piacerebbe a te. Immagina che la tua vita in famiglia diventa sempre più felice. Fai così ogni giorno. I tuoi Pensieri Positivi sono molto più potenti di quanto tu possa immaginare. Se sino ad ora non li hai saputi usare per il tuo Benessere, non importa, puoi cominciare fin da adesso. Se perseveri e sei costante nel vivere con Pensieri Positivi, realizzerai tutti i tuoi obiettivi, perchè ne sei capace, se lo vuoi. Non esistono altri limiti oltre a quelli che tu imponi a te stesso, perchè il Pensiero crea la nostra realtà.  Amplia  ogni veduta ristretta, allarga i tuoi limiti ogni giorno di più.

.

Prepara oggi il tuo domani felice

.

Se vivi in un mondo negativo, prendi la decisione di trasformarlo in un Mondo Positivo, in un mondo di pace, d’amore, di gioia e di abbondanza. Prepara il tuo domani felice, pensando Positivo oggi. Dentro di te c’è una Mente Cosciente Poderosa, che è la fonte di ogni pensiero. Solo tu puoi maneggiarla. Dentro di te c’è anche una Mente Subcosciente, cento volte più potente della Mente Cosciente. Ma tu puoi imparare a dirigerla e programmarla a tuo beneficio.

.

Usa il Pensiero Positivo Cosciente, e diventerai il miglior programmatore del tuo Subconscio. Usa questo immenso Potere del Subconscio per rendere migliore la tua vita, quella della tua famiglia, quella di coloro che vivono a contatto con te. Usa questo tuo potere per contribuire a cambiare in meglio questo nostro mondo.

.

Visita il mio nuovo sito http://www.scuoladellasalute.it/

.

 Sebastiano

.

Articoli correlati:

.

RICONCILIARSI COL CORPO – GIUDITTA DEMBECH

COME CAMBIARE IL LAMENTO IN GIOIA

NONA LOVELL BROOKS – ORIGINI SCIENZA DIVINA

INTRODUZIONE ALLA SCIENZA DIVINA di W. JOHN MURRAY

DICHIARAZIONE DI FEDE DELLA SCIENZA DIVINA

MALINDA CRAMER, FONDATRICE DELLA SCIENZA DIVINA

VERITA’ ESSENZIALI DELLA SCIENZA DIVINA

ERNEST HOLMES: PRINCIPI DELLA SCIENZA RELIGIOSA

PENSARE POSITIVO – PENSIERO POSITIVO

LA SCIENZA DELLA MENTE – ERNEST HOLMES

PHINEAS PARKHURST QUIMBY – BIOGRAFIA

NEW THOUGHT e PENSIERO POSITIVO

IO SONO POSITIVO – MEDITAZIONE METAFISICA di RUBEN CEDEÑO

LA CHIAVE SUPREMA – THE MASTER KEY SYSTEM- CHARLES HAANEL

CHE COSA E’ LA SCIENZA DIVINA?

ORIGINI DEL NEW THOUGHT – NUOVO PENSIERO

IL PENSIERO POSITIVO DI LOUISE HAY

Perchè New Thought

.

IPNOSI: IL SUBCONSCIO E’ COME UN COMPUTER


.

LA BUONA NOTIZIA

.

La buona notizia è perciò che possiamo stabilire una forma di contatto, un dialogo diretto col nostro Subconscio, per indirizzarlo per fini terapeutici. Ma la notizia più sensazionale è un’altra: Noi non abbiamo in realtà alcun bisogno di stabilire nessun contatto col Subconscio, perchè il contatto c’è già, e c’è sempre stato. Soltanto che noi non ce ne rendiamo conto a livello cosciente. In pratica, Mente cosciente e Subconscio lavorano insieme a contatto di gomiti. Effettivamente non possiamo dire che esistano due menti separate. L’uomo è una unità individuale e unica, nella sua essenza. Ma per convenzione, continuiamo a parlare di Mente Cosciente e Subconscio.

.

IL PADRONE DI CASA E IL MAGGIORDOMO

.

A questo punto conviene riportare un esempio per meglio comprendere le funzioni del   Subconscio e della Mente cosciente. Userò a questo scopo una parabola. E’ vero che il nostro Subconscio sembra gestire in maniera indipendente il nostro corpo, ma in pratica il ruolo del Subconscio potrebbe benissimo essere equiparato a quello di un perfetto e diligente Maggiordomo, al quale il Padrone di casa abbia delegato con piena fiducia il governo della propria casa. La Mente cosciente occupa il ruolo del Padrone di casa.

.

FIDUCIA ILLIMITATA AL SUBCONSCIO

.

Ora il Padrone di casa, ovvero la Mente cosciente, ha dato pieni poteri al Maggiordomo-Subconscio, al punto di non interessarsi più del suo operato, al punto di dimenticarsene, al punto di non ricordarsi più di essere il Solo e Vero Padrone di casa, al punto di pensare che ci siano due Padroni di casa che si sono divisi il governo di questa casa.

.

IL SUBCONSCIO E’ UN MAGGIORDOMO FEDELE

.

Per fortuna il Maggiordomo-subconscio, benchè non riceva più ordini diretti dal suo Padrone, continua a svolgere diligentemente il suo lavoro. Il Maggiordomo, benchè ignorato dal Padrone, benchè non riceva ormai da tempo ordini diretti, tuttavia egli è rimasto fedele alla sua missione di servirlo con tutto se stesso, con tutte le sue forze, con tutto il suo amore, fino alla fine.

.

IL MAGGIORDOMO VUOLE SODDISFARE I DESIDERI DEL PADRONE

.

Allora questo fedele Maggiordomo cosa fa? Osserva senza sosta il suo Padrone, cosa fa, cosa dice, cosa pensa, e cerca di interpretare a modo suo i desideri inespressi del suo Padrone, per renderlo felice. Ma proprio a questo punto iniziano i guai per il Padrone, cioè per noi, proprio quando il Maggiordomo, per eccesso di zelo, prende iniziative non richieste, credendo di rendere un prezioso servizio al suo padrone.

.

IL MAGGIORDOMO E’ PERFETTO, MA STUPIDO

.

Sembrerebbe un controsenso. E’ vero che il nostro Maggiordomo è un servitore fedele, instancabile, preciso, metodico e quasi perfetto. Ma è anche vero che è tanto perfetto quanto stupido. Cosa voglio dire? Proprio quello che ho detto: Il Maggiordomo-subconscio è per sua propria natura estremamente perfetto ed estremamente stupido nello stesso tempo. Avete presente un computer? Ecco, il Maggiordomo-subconscio si comporta esattamente come un computer.

.

IL SUBCONSCIO E’ COME UN COMPUTER

.

Un computer è in grado di svolgere perfettamente compiti impossibili per la nostra povera Mente cosciente, e senza stancarsi minimamente. Ma se l’operatore preme erroneamente un tasto sbagliato, esso è capace di bloccarsi di colpo, o di ripetere indefinitivamente una partcolare operazione. Cioè, il perfetto computer non è in grado di riconoscere l’errore dell’operatore, (ed è giusto che sia così, trattandosi di una macchina). Grosso modo il Maggiordomo-subconscio si comporta in una maniera simile.

.

 Sebastiano

.

IPNOSI CLINICA E TERAPIA DELL’IPNOSI


.

IPNOTERAPIA

.

In questo articolo non mi occuperò di ipnosi da spettacolo. Diremo soltanto che questo tipo di ipnosi contribuisce grandemente a svalutare e svilire agli occhi della gente comune il valore terapeutico dell’ipnosi. A differenza della PsicoAnalisi, che di solito richiede anni di trattamento, l’ipnosi terapeutica ottiene solitamente i suoi risultati fin dalla prima seduta, e si conclude al massimo nell’arco di un mese.

.

IL COMPITO DELL’IPNOSI

.

Il compito dell’ipnosi è quello di favorire il paziente a stabilire un contatto tra la sua Mente cosciente ed i suo Subconscio, allo scopo di trasmettere delle direttive terapeutiche al subconscio. Prima di proseguire, credo sia il caso per i non addetti, di chiarire in breve i concetti di mente cosciente e subconscio, almeno per quello che riguarda questo lavoro.

.

MENTE COSCIENTE E SUBCONCIO

.

Con mente cosciente si intende chiaramente il nostro “io” mentale, cioè la nostra mente come comunemente la intendiamo, tramite la quale prendiamo le nostre decisioni, valutiamo un particolare problema, o muoviamo un braccio, o altre azioni volontarie  di questo tipo. Il subconscio, o mente inconscia, è invece la nostra mente interiore preposta al governo di tutte le funzioni involontarie, dette anche automatiche, del corpo umano.

.

Le funzioni involontarie del corpo possiamo facilmente identificarle nel battito del cuore, nella circolazione del sangue, nella respirazione, nella digestione, nell’assimilazione dei cibi, sul controllo della crescita, sul funzionamento di tutte le varie ghiandole interne del corpo, etc. In pratica il subconscio controlla tutte quelle funzioni del corpo che non dipendono dalla nostra volontà. Il Suconscio lavora incessantemente senza pause  e senza mai riposarsi 24 ore al giorno, e questo per l’intera durata della vita di un uomo.

.

NOI USIAMO SOLO IL 10% DEL NOSTRO POTENZIALE

.

Detto questo, possiamo tranquillamente affermare che la mente inconscia rappresenta oltre il 90% del potenziale mentale dell’uomo, e che perciò è corretto dire che l’uomo, a livello cosciente, non usa nemmeno il 10% delle sue potenzialità, e questo nel migliore dei casi. Al nostro subconscio è affidato per oltre il 90% la responsabilità della nostra salute, del nostro benessere psico-fisico, praricamente della nostra felicità.

.

Ma noi non ne facciamo stima alcuna delle potenzialità del nostro subconscio, semplicemente le ignoriamo. Noi deleghiamo interamente la nostra salute nelle mani dei dottori. In pratica noi non abbiamo a livello cosciente nè alcuna possibiltà e nemmeno il potere di prenderci cura della nostra salute. Ma le cose stanno veramente così?

.

UN’ORCHESTRA ARMONIOSA

.

Sembrerebbe proprio di si, visto che ci affidiamo ad occhi chiusi nelle mani della Medicina Tradizionale, e non teniamo minimamente in conto il fatto che dentro di noi, ognuno di noi, abbiamo un’armoniosa orchestra diretta da un sapiente direttore d’orchestra (il nostro subconscio). Il subconscio è quel meraviglioso potere intelligente in noi, che conosce a menadito ogni organo, ogni molecola, ogni cellula e ogni atomo del nostro corpo; che provvede in moto autonomo a combattere contro ogni malattia per ristabilire la salute.

.

Ebbene, questo prezioso potere subconscio non viene preso in considerazione dalla maggior parte della moderna Scienza Medica. La Medicina Tradizionale, la Medicina di Stato, non fa stima alcuna del subconscio nel trattamento della malattia. Ma questo è un’altro discorso. Torniamo al nostro tema.

.

SIAMO INERMI?

.

Ma è proprio vero che noi non abbiamo nessuna possibiltà di stabilire un contatto col nostro subconscio? Ma è proprio vero che il subconscio lavori in modo del tutto indipendente nella gestione delle funzioni involontarie del nostro corpo? Ma è proprio vero che noi a livello cosciente non possiamo interferire in alcun modo nei confronti di questo macchinario automatico?

.

UNA BUONA NOTIZIA

.

C’è una buona notizia, ed è questa: Noi possiamo non solo stabilire un contatto col nostro subconscio, ma possiamo addirittura influenzarne il suo comportamento.

.

Chiudo al momento qui questo articolo che si compone di almeno quattro parti. Invito gli interessati di questa appassionante materia a tenersi pronti, perchè conto alla fine di questo articolo di eseguire una dimostrazione sperimentale di quanto abbiamo detto. In pratica, proporrò un esperimento dimostrativo online, affinche ci si possa rendere conto personalmente di quanto è stato detto fin quì e dell’utilità che ci può venire dalla conoscenza di noi stessi e delle nostre strutture mentali.

.

Visita il mio nuovo sito

.

http://www.scuoladellasalute.it/

.

Sebastiano

.

Articoli correlati:

.

COME PARLARE AL SUBCONSCIO

.

IPNOSI CLINICA, AUTOIPNOSI, IPNOTERAPIA

.

MAGNETISMO ANIMALE: ESPERIMENTO DI IPNOSI ONLINE

.

AUTOMATISMI NEGATIVI DEL SUBCONSCIO

.

IPNOSI E AUTOIPNOSI: CONOSCI IL TUO SUBCONSCIO

.

IPNOSI: IL SUBCONSCIO E’ COME UN COMPUTER

.

IPNOSI CLINICA E TERAPIA DELL’IPNOSI

.

IPNOSI, AUTOIPNOSI, IPNOTERAPIA, MESMER, FREUD, MILTON

.

METODO DI GUARIGIONE CON LE AFFERMAZIONI POSITIVE


.

METODO di  GUARIGIONE DELLE  PRIORITA’

.

Propongo un Metodo di Guarigione mediante le Affermazioni Positive. Un Metodo semplice ma efficace, purchè eseguito correttamente e seriamente. Si basa su quattro semplici punti da applicare fedelmente. Il Metodo della Priorità può essere applicato non solo per recuperare la propria Salute e per Guarire, ma anche in vari altri campi: Relazioni Sociali, Incoprensioni in famiglia, sul Lavoro, Dipendenze alcool-fumo-droghe-scommesse-giochi d’azzardo, Obesità, etc.

.

Questi sono i 4 Punti del Metodo delle Priorità:

.

1. Priorità Assoluta.

2. Decisione.

3. Volere.

4. Progressione.


.

La Priorità Assoluta è il primo passo del Metodo. Se l’Obiettivo che vuoi realizzare non è per te una Priorità Assoluta, la prima cosa di cui hai veramente e urgentemente bisogno, senza la quale non puoi andare avanti in questo modo, questo metodo potrebbe non essere adatto per te. Per una vera riuscita del Metodo è necessario che tu abbia una Priorità Assoluta, o quanto meno le dedichi la Priorità Assoluta. Che significa questo? Significa che tanti Metodi di Guarigione mediante il Pensiero Positivo falliscono miseramente perchè si prendono alla leggera, perchè dietro non vi è una vera e forte motivazione a guarire. La vera Priorità Assoluta è quella che ti permette di dedicare a questo Metodo di Guarigione, non gli scarti del tuo tempo, ma il tuo tempo migliore.

.

Non puoi applicare questo Metodo come un semplice passatempo per vedere se funziona. Il Metodo funziona se tu gli dai la Priorità Assoluta, ma se non trovi il tempo da dedicare a questo Metodo così importante, è perchè non hai in realtà un prolema veramente importante da risolvere. Se sei d’accordo su quanto detto, e vuoi sperimentare il Metodo, devi soltanto stabilire il tuo Obiettivo. Supponiamo che hai bisogno di Guarigione, non importa di quale tipo sia, l’importante che hai stabilito il tuo Obiettivo.

.

(Nota Bene: Questo Metodo non vuole sostituirsi al tuo Dottore, o alle cure mediche che hai in corso. Il Metodo non si occupa di malattie, il Metodo mira a recuperare la Salute in modo naturale, senza interferire con la tue normali cure mediche che hai in corso. Questo Metodo interviene solo a livello di Pensiero. Se volete provarlo, provatelo, ma continuate regolarmente le vostre cure mediche.   Spero di essere stato molto chiaro su questo punto.)

.


Le Risorse Divine sono quelle che operano la Guarigione. Le Risorse Divine  sono già dentro di ognuno di noi, fuori di noi, e dapertutto. Le Risorse Divine possiamo incanalarle in noi mediante il Pensiero Positivo. Esse provengono da un Fonte Inesauribile di Energia. Sono Energie Divine, Perfette, Intelligenti, Buone e piene d’Amore.

.

ISTRUZIONI PER L’USO

.

Le quattro Affermazioni vanno ripetute mentalmente e lentamente, riflettendo sul loro significato, preferibilmente in uno stato di rilassamento o raccoglimento o di meditazione, almeno 5 volte ciascuna per ogni ciclo. Si possono fare durante il giorno tutt i i cicli che si vogliono, in qualunque posto possiate trovarvi. Se vi è possibile almeno tre volte al giorno. Il momento più importante è al risveglio mattutino, dedicarvi 15′ proprio appene desti, senza neanche alzarvi dal letto. Vi trovate nello stato migliore affinchè il vostro Subconscio possa  recepire al massimo le Affermazioni.

.

LE QUATTRO AFFERMAZIONI

.

1. La mia PRIORITA’ ASSOLUTA  è MIGLIORARE  il mio stato di Salute. (ripeti 5 volte)


.

(L’OBIETTIVO deve essere generale, lo scopo è di ripristinare la Salute in generale. Bisogna lasciare l’obiettivo di guarigione sul generale, in modo da dare libertà di scelta al Subconscio di ripristinare la Salute come ritiene meglio. Viene usato il verbo “MIGLIORARE”, perchè esso può essere accettato senza contrasti sia dalla Mente Cosciente che dal Subconscio. Infatti non c’è nessun azzardo nel dichiarare che la nostra salute possa migliorare, si può accettare razionamente una miglioria della propria salute, qualunque possa essere la gravità della malattia.)

.

2. HO DECISO che la mia Salute MIGLIORA di giorno in giorno, di Bene in Meglio. (ripeti 5 volte)


.

(Nella seconda Affermazione si dichiara la propria decisione fatta riguardo la propria Salute. Viene usato il verbo Migliorare nel tempo presente, per indicare un’azione in corso, che sta avendo luogo. Nella seconda parte dell’Affermazione “di giorno in giorno” e “di Bene in Meglio”, viene indicata la gradualità del miglioramento della Salute. L’affermazione può essere accettata dal Subconscio senza creare nessun contrasto con la logica della Mente Cosciente. Non viene suggerita una scadenza precisa che potrebbe turbare la persona, ma viene suggerito positivamente che  “di giorno in giorno” e “di Bene in Meglio” la Salute sta Migliorando.

.

3. VOGLIO che la mia Salute MIGLIORA  di giorno in giorno, di Bene in Meglio. (ripeti 5 volte)


.

(In questa Affermazione entra in gioco il Volere e la Volontà. Anche questa Affermazione è armoniosa e non crea contrasti col Subconscio. Infatti chiunque vorrebbe Migliorare il proprio Stato di Salute, non c’è niente di strano in ciò.  Ma a questo punto subentra L’immaginazione. L’Immaginazione è più potente della Forza di Volontà, e se le due forze sono in accordo(come nel nostro caso), addirittura la loro Potenza viene non raddoppiata, ma moltplicata. Perciò quando si pronuncia mentalmente o sottovoce questa Affermazione, bisogna immaginare che la Salute stia migliorando, accompagnando la riflessione sul significato delle parole con immagini di miglioramento secondo il tipo di infermità. Rivolgendo l’attenzione alla parte malata, e immaginando che va a riaquistare le sue piene  funzionalità.)

.

4. La mia Salute sta MIGLIORANDO di giorno in giorno, di Bene in Meglio. (ripeti 5 volte)


.

(Questa Affermazione è una frase progressiva, ed esprime la Progressione della Guarigione. E’ una constatazione che rafforza e sveltice il ripristino della Salute. Qui agisce l’immaginazione riguardo la Salute che va Migliorando. Perciò, per fare un esempio,  una persona impossibilitata di camminare o di alzarsi dal letto, mentre dichiara mentalmente  “La mia Salute sta MIGLIORANDO di giorno in giorno, di Bene in Meglio”, immaginerà mentalmente che comincia ad alzarsi dal letto, e che comincia a muovere i primi passi. Cioè si raffigurerà mentalmente le immagini del suo miglioramento.)

.

Questo il Metodo delle Priorità, è completo  nella sua semplicità e facilità d’uso. In esso sono fuse alcune tecniche scientifiche del Pensiero Positivo , e  la famosa formula di Emile Couè: “Ogni giorno, sotto ogni punto di vista, vado sempre meglio”. Nei prossimi articoli, in questa stessa sezione, esporremo argomenti nuovi sui quali applicare il Metodo delle Priorità.

.

Visita il mio nuovo sito http://www.scuoladellasalute.it/

.

 Sebastiano

.

COME FORMULARE AFFERMAZIONI POSITIVE, CREATIVE ED EFFICACI


.

AFFERMAZIONI POSITIVE

.

Se il classico metodo delle affermazioni ripetitive ti ha stancato, ti ha deluso, ti ha parecchio annoiato,  e non ti ha portato i risultati sperati, oppure non vi trovi più piacere a ripetere interminabili rosari, non riesci a essere costante nella pratica, e stai pensando di lasciare stare, sei ormai sfiduciato, prova quest’altro metodo. L’Affermazione Positiva  non si basa più su una frase ad effetto che determina l’obiettivo che si vuole raggiungere, e nemmeno su immani sforzi per visualizare l’obiettivo come se fosse già raggiunto.  Questa è una tecnica per addetti ai lavori già esperti in materia, già esperti nell’arte della meditazione e della visualizzazione. Diciamolo pure che a volte diventa stressante e triste l’impegno di ripetere centinaia di volte al giorno una frase magica. E’ necessario rendere piacevole  ed efficace il metodo, per poter andare avanti con entusiasmo e gioia, e soprattutto realizzando i propri obiettivi.

.

AFFERMAZIONI POSITIVE: COME FARE

.

Punto 1. Innanzitutto non devi formulare una frase ad effetto che descriva con precisione il tuo obiettivo. Ma solo Una  parola, una semplice parola astratta, che rappresenta quello che vuoi ottenere. Per esempio: Salute, Benessere, Guarigione, Bellezza, Ricchezza, Prosperità, Amore, Gioia, Allegria, Entusiasmo, Ottimismo, Peso-Forma, Pensiero-Positivo, Gratitudine, Simpatia, etc.

.

Punto 2. Gradualità nel conseguimento dell’obiettivo.

.

Facciamo subito una prova che vale più di mille parole, vi prometto che funziona, perchè è una prova verificabile matematicamente, con i numeri, o meglio, con la bilancia. Quando il Pensiero diventa una Scienza. Mettiamo caso che sei un po’ obeso, oppure che vorresti toglierti qualche chilo di troppo. E vorresti realizzare tutto ciò felicemente, senza sofferenze e senza privazioni. Ecco il metodo:

.

LA PAROLA CHIAVE

.

Scegli la Parola Chiave che è il fulcro della tua Affermazione Positiva, in questo caso Peso-Forma. In cosa consiste la tecnica?  Quanto pesi in questo momento? Supponiamo che sei una persona che pesa 85 kg.. Quanto dovrebbe essere il tuo Peso-Forma in base alla tua altezza ed alla tua corporatura? supponiamo che il peso adatto a te sia di 75  kg., ciò significa che sei 10 kg. in sovrappeso. Ok, ora dobbiamo cercare di arrivare  a 75 kg. , ma gradatamente e sicuramente. Non dovrete ripetere fino alla morte “Peso 75 k … peso 75 k …  peso 75 k … fino allo sfinimento.

.

Se pesi 85 k e continui a ripetere “Peso 75 k”, ma chi vuoi che ti creda? Non ti crede neanche  il tuo Subconscio, e sai perchè?  perchè non ci crede neanche la tua Mente Cosciente, cioè tu. Alla fine mollerai tutto, più deluso e disperato di prima e concluderai che le Affermazioni Positive sono solo delle frottole e delle inutili perdite di tempo e di energie nervose. Comunque tu non devi fare niente di tutto questo. Vediamo come perdere i 10 k di sovrappeso dell’esempio che stiamo considerando.

.

SCENDIAMO DI PESO

.

Ti ho detto di procedere gradualmente. Stai partendo da 10 k da smaltire. Cominciamo a smaltire il 30%  dei 10 k in eccesso, cioè 3 kg.  Quindi 85 k  è il peso attuale, 3k il peso che vuoi cominciare a perdere,  il primo obiettivo da raggiungere è 82 k. Allora come sarà formulata l’affermazione?  in questa maniera, dirai: “Sarebbe fantastico se pesassi 82 k”. Tutto qui? no, c’è dell’altro. Intanto l’Affermazione Positiva   “Sarebbe fantastico se pesassi 82 k” non crea nessun contrasto nè con la Mente Cosciente e tantomeno col Subconscio. Intanto si tratta solo di tre kili, e poi tu non stai affermando “Io peso 82 kg.”, cosa che sarebbe in contrasto con la realtà, ma stai solo dicendo: “Sarebbe fantastico se pesassi 82 k”.

.

Quindi tu stesso a livello cosciente non stai dicendo un qualcosa che ti sembra una bugia. Quante volte ci capita di dire “Mi piacerebbe quell’auto, o mi piacerebbe fare quella tal cosa”, niente di strano, ormai fa parte del parlare popolare. Però la tua Mente Inconscia ha già recepito il messaggio, e penserà: “Gli piacerebbe pesare 82 k, ma vuole veramente pesare 82 k? aspettiamo, se continua a farmi questa richiesta, vuol dire che ci tiene veramente a pesare 82 k , allora dovrò per forza  aiutarlo a raggiungere questo suo obiettivo”.

.

“Sarebbe fantastico se … “

.

Ma quel  “Sarebbe fantastico se pesassi 82 k”, e solo l’inizio di un piacevole dialogo col Subconscio. Qui, come ti ho detto, non hai bisogno di fare noiose ripetizioni, e neanche visualizzazioni forzate, e neanche devi immaginare come se il tuo obiettivo fosse già realizzato. Devi solo dare libero sfogo alla tua creatività, ruotando sempre intorno allo stesso argomento, ma con parole ed espressioni diverse. Non c’è limite alla tua creatività positiva. Allora, comincerai col dire, o meglio pensare, o meglio riflettere, come in meditazione per una quindicina di minuti, o almeno fino a quando hai piacere di farlo. Passiamo ad una Meditazione tipo per perdere peso:

.

“Sarebbe fantastico se pesassi 82 k”, “Che bello se pesassi 82 k, chissà come mi sentirei. Sarebbe proprio stupendo se pesassi 82 k. Chissa come sarei più agile se pesassi 82 k.  Sicuramente farei meno fatica a salire le scale se pesassi 82 k. Sarei felice se pesassi 82 k, potrei indossare facilmente quel pantalone (o quella gonna) che non riesco più a indossare. Sarebbe proprio fantastico se pesassi 82 k, mi sentirei anche più simpatico a me stesso, mi piacerei di più. Mi ricordo come era bello quando pesavo qualche kilo in meno, riuscivo a fare delle lunghe camminate senza affaticarmi più di tanto”. E via di questo passo, senza dare freno alla tua creatività.

.

LA PAROLA CREA

.

Cosa succederà dal momento che hai iniziato a formulare le tue Affermazioni Positive e Creative? Ti succederà questo. Appena ti metterai a tavola e vedrai i cibi, ti risuonerà nella mente una delle  tue affermazioni tipo “Sarebbe fantastico se pesassi 82 k”, questo ti metterà in allarme, e ti verrà automatico cercare di ridurre la quantità dei cibi ingeriti, quantomeno ti asterrai dall’ingoiare cibi in eccesso. Poi, se avevi una di quelle abitudini così care agli obesi, di continuare a mangiare in qualsiasi orario, specialmente davanti alla televisione, anche se hai già consumato un bel pasto, nel momento che ti avvicinerai al frigorifero per tirare fuori qualcosa da ingoiare, ancora ti risuonerà nella mente quella famosa affermazione che ti frenerà dal continuare a mangiare inutilmente: “Sarebbe fantastico se pesassi 82 k”.

.

Quando senti nella tua mente questo avvertimento, il tuo Subconscio ti darà anche la forza per metterlo in pratica. E questa forza si rafforzerà ogni qualvolta che tu ubbidirai alla tua Affermazione. Pesati pure ogni giorno, oppure ogni due o tre, oppure una volta alla settimana. Il constatare che il peso sta scendendo, ti darà ulteriore determinazione per continuare con successo.

.

La variante per arrivare dagli 85 k iniziali , ai 75 k programmati, è questa: quando il tuo peso da 85 arriva a 83 o 83.5 circa, invece di continuare ad affermare  “Sarebbe fantastico se pesassi 82 k”, comincerai a togliere 1 k dalla tua affermazione e dirai:  “Sarebbe fantastico se pesassi 81 k”. E così andrai avanti, scalando 1 k alla volta,  fino a quando peserai 77 k e diraiSarebbe fantastico se pesassi 75 k”. Tutto questo deve avvenire senza diete particolari, o digiuni.

.

Il tuo Subconscio ti guiderà a diminuire gradatamente la quantità di cibi da ingerire. Il tutto senza sacrifici, mangiando di tutto o quasi. Il quasi lo riservo per i dolci e i gelati. Se sei goloso/a per natura allora devi dare un taglio ai dolciumi in genere, se ci tieni al tuo peso forma. Non perchè i dolci non si possono mangiare per l’elevato carico di calorie, ma perchè i dolci creano una dipendenza al pari dell’alcool, delle sigarette, e del caffè.

.

Comunque il procedimento delle Affermazioni Positive, Creative ed  Efficaci,  è in linea di massima quello che ti ho detto. Naturalmente si può variare in base a quale possa essere il tuo bisogno, sia esso il Peso-Forma o la Guarigione, Bellezza, Prosperità, Lavoro, etc o qualità morali. Sebastiano.

*

Visita Il mio nuovo sito http://www.scuoladellasalute.it/

.

IL POTERE DELLE AFFERMAZIONI POSITIVE


.

IL POTERE DELLE PAROLE

.

In cosa risiede il Potere delle Affermazioni Positive? Nel numero di ripetizioni? si, forse un po’, certamente un po’.  Ma perchè di solito vi  stancate di continuare a ripetere sterilmente? perchè  vedete così scarsi risultati? Perchè non è sufficiente dire che ogni pensiero e ogni parola possiedono una potenza creatrice.

.

Questa Potenza rimane allo stato latente. Il Potere di un’affermazione positiva non è proporzionale aritmeticamente al numero delle sue ripetizioni. Il Potere che si ricava da una Affermazione Positiva è invece direttamente proporzionale a quanto tu credi in questa Affermazione Positiva. E’ questa l’Energia che fa compiere il salto di qualità alla tua Affermazione.

.

Perciò,  non ti dico fai cento ripetizioni al giorno di questa potente Affermazione, e tu otterrai il risultato promesso entro tre settimane. Io ti dico: “Scegliti con cura, responsabilmente,  l’Affermazione che vuoi realizzare nella tua vita, non importa il contenuto quale esso sia, quanto azzardato esso possa essere. Io solo ti chiedo: “Quanto credi in questa tua Affermazione Positiva, che tu stesso hai formulato”?

.

Credere è Potere

.

Ecco, il Potere di una Affermazione Positiva è proporzionale a quanto tu credi che questa affermazione possa veramente realizzarsi. Perciò scegli con cura l’obiettivo dalla tua Affermazione. Ascoltalo nella tua mente con calma. Osserva  che la tua Mente Inconscia sia d’accordo con la tua Mente Cosciente. Se non c’è alcun contrasto tra la Mente Cosciente e il Subconscio, allora hai oltrepassato la soglia, allora la tua Affermazione è fattibile e può avere successo. Una Affermazione Positiva può esplodere in un Miracolo straordinario, dipende solo da quanto tu credi in questa Affermazione.

.

COSA E’ IL CREDERE?


.

Il Credere determina la Potenza dell’Affermazione. Ora vi sono tanti gradi del Credere, o meglio dell’uso che si fa della parola credere.  Dai vari significati che attribuiremo alla parola credere, da questi modi di credere scaturisce il grado di Potere di una Affermazione Positiva. Posso dirti fin da adesso che il numero delle ripetizioni di una Affermazione conta quasi niente, se queste affermazioni sono prive di un minimo grado di “Credere”. Vediamo quanti sono i gradi di “Credere”: Essi sono sette, ma solo il settimo grado è il Credere Scientifico, cioè il Credere che realizza pienamente quello che dice. Procediamo dal basso verso l’alto nella Scala del Credere:

.

1. INFORMAZIONE. Vuol dire che sei  nel grado più basso del Credere. Ti è pervenuta una notizia sulle Affermazioni Positive, e vuoi  fare una prova. In questo caso non c’è niente da perdere, ma anche ben poco da guadagnare.

.

2. OPINIONE. Hai saputo sul Pensiero Positivo e di quello che può fare.  Ti sei  fatta una tua opinione, e pensi che val la pena provarci.

.

4. CREDENZA. Ti ha entusiasmato la letteratura sul Pensiero Positivo e sulla Potenza delle Affermazioni. In cuor tuo dici: “Ci credo”. Ma lo dici soltanto, o magari pensi di crederlo.

.

5. CONVINZIONE. Hai fatto delle esperienze personali sulla realtà del Pensiero Positivo e sulla Potenza delle Affermazioni.

.

6. CERTEZZA. Sei andato avanti con le tue ricerche e i tuoi esperimenti. Hai acquisito la certezza personale che il Pensiero Positivo può realizzare dei traguardi inimmaginabili.

.

7. FEDE. Se pensi di essere arrivato ad aver Fede sul significato della tua Affermazione, allora sei arrivato sul gradino giusto da dove effettuare con successo le tue affermazioni.

.

MA COSA è LA FEDE?

.

Cosa è la Fede? Cosa ha la Fede in più rispetto agli altri gradi di incerto credere? La Fede è Certezza, la Fede è Certezza con Dimostrazione. Una illuminante definizione di cosa sia la  Fede completa ce la lascio l’Apostolo S.Paolo: “La Fede è Certezza di cose che si sperano, Dimostrazione di cose che non si vedono”. Ho sottolineato la parola sperano, cioè sperare, la speranza. Sempre S.Paolo ebbe a dire: “Ora tre cose durano: La Fede, la Speranza e l’Amore”. L’Amore è la caratteristica principale del Divino, essenza del Divino e di tutta la Creazione visibile e invisibile, ed è anche essenza dell’uomo. Ora l’Affermazione Positiva potenziata al massimo livello presuppone l’impiego pieno della Fede, dell’Amore e della Speranza.

.

Della Fede perche essa è la dinamite dell’Affermazazione, dell’Amore perchè ci prefiggiamo obiettivi in sintonia, in allineamento con il cuore del Divino. Speranza, perchè, come potrei raggiungere un obiettivo se nel mio cuore non ho la Speranza di poterlo raggiungere? Quando si perde la Speranza non rimane niente su cui possiamo appoggiarci. L a Speranza è quella che  sostiene, quella che  sussurra al cuore e alla mente: “E’ possibile”. Guai perdere la Speranza in qualsiasi cosa che si fa.

.

Questa è la Legge delle Affermazioni Positive.

.

“TU PUOI, SOLO SE CREDI DI POTERE”.

*


Visita il mio nuovo sito

.

http://www.scuoladellasalute.it/

.

Sebastiano.

.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: