HALLELUJIAH DIET – LA DIETA ALLELUIA DEL REV. GEORGE MALKMUS


.

.

IL REV. GEORGE MALKMUS RACCONTA LA DIETA ALLELUIA

.

Rev. George Malkmus

 .

L’INIZIO

 .

Nel 1976, avevo 42 anni ed ero Pastore della Greater The  Glens Falls Bible Baptist Church in Hudson Falls, New York, una chiesa che avevo fondato nel 1970. Avevo cominciato con la sola  mia famiglia di sei persone e fu con un semplice annuncio sul giornale locale che diedi vita a una nuova chiesa.

.

Un successo stupefacente

.

Nel 1976 la chiesa aveva raggiunto una adesione di oltre 600 membri, una Scuola Cristiana con oltre 100 allievi, una programmazione per un Istituto Biblico, una trasmissione radiofonica settimanale dal titolo “L’America ha bisogno di Cristo” in onda su diverse stazioni radio, e oltre una dozzina di giovani che studiavano per prepararsi al ministero della Dieta Alleluia. La benedizione di Dio era sicuramente su quel ministero!

.

Un cancro al colon

.

Poi, nel gennaio 1976, in mezzo a tutta questa benedizione, ho iniziato a sperimentare un sanguinamento rettale(feci miste a sangue) e un tumore della dimensione di una palla di baseball fu scoperto sotto la mia gabbia toracica a sinistra. Poi è arrivata la diagnosi definitiva: “cancro del colon”.

.

Chemioterapia, Radioterapia ed operazioni chirurgiche: Torture inutili.

.

Appena prima di ascoltare quelle parole devastanti avevo perso mia madre, una infermiera, anche lei con  cancro del colon. Lei aveva scelto il percorso medico per il suo trattamento, anche se fu tutto inutile. Al momento della morte  di mia madre ero convinto che lei non era morta a causa del cancro, ma piuttosto come conseguenza dei barbari trattamenti a cui era stata sottoposta: Chemioterapia, Radioterapia ed operazioni chirurgiche. A causa della brutta esperienza vissuta da mia madre, sono andato alla ricerca di un modo alternativo per trattare  il mio cancro.

.

 Il Pastore Lester Roloff

.

Nella mia ricerca, mi allungò la mano  un mio amico evangelista del Texas, Il Pastore Lester Roloff. A quel tempo, molti nella comunità cristiana consideravamo il Pastore Roloff un tipo stravagante ed eravamo severamente critici sul suo Messaggio Cristiano basato biblicamente sulla salute.

.

Ma  la critica non mi ha impedito di ascoltare e di seguire i suoi consigli, anche quando mi  sconsigliò di andare per via medica per curare il mio cancro. Lui mi  incoraggiò a smettere di mangiare secondo la Dieta Standard Americana, basata su un alto consumo di carne e zuccheri, (Diet American Standard – SAD), che secondo lui è stata la causa del mio cancro.

.

Il cibo dell’Eden

.

Al posto della Dieta Standard Americana SAD, il Fratello Lester Roloff  mi  incoraggiò a mangiare solo i cibi che Dio  disse ad Adamo ed Eva di mangiare nel giardino dell’Eden, in Genesi 1:29, insieme con un sacco di ortaggi freschi.

.

Il Libro della Genesi al capitolo 1, versetto 29, dice:

 .

“E Dio disse: ‘Ecco, io vi do ogni erba che fa seme sulla superficie di tutta la terra, ed ogni albero fruttifero che fa seme; questo vi servirà di nutrimento’.”

.

Cambio dieta e guarigione completa del cancro! 

.

Ho fatto il cambiamento della dieta quello stesso giorno e non passò molto tempo  che il sanguinamento rettale si era fermato.

 .

Entro un anno dal cambiamento di dieta, il mio tumore (così anche tutti i sintomi del cancro) era sparito,  senza alcun intervento medico, senza chemioterapia e senza radioterapia. Durante quel primo anno, non solo il mio cancro era sparito, ma anche tutti gli altri problemi fisici che mi avevano afflitto prima di effettuare il cambiamento di dieta erano scomparsi.

 .

Riesamino la Bibbia

 .

Quell’esperienza sconvolgente di guarigione mi spinse, sia in qualità di Pastore e come fervente studioso della Bibbia, a riesaminare le Scritture per vedere se riuscivo a trovare ulteriori consigli da parte di Dio relativi alla dieta, alla salute, alla corretta nutrizione, ad uno stile salutistico di vita, ecc.  Ero alla ricerca di informazioni che avrebbero potuto gettare ulteriore luce sul quello che sembrava essere un recupero  miracoloso.

 .

Quella ricerca biblica mi ha portato a numerosi altri versi oltre alla Genesi 1:29 ed ai  versi che il Fratello Roloff  mi aveva fornito.Versi come 3 Giovanni 2:1, dove leggiamo: “Carissimo, mi auguro che in tutto tu stia bene e sia in BUONA SALUTE, come sta bene la tua anima.”

 .

 Scrivo il mio primo libro “Perché i cristiani si ammalano”

 .

Nel 1988, la mia miracolosa guarigione dal cancro, insieme con i numerosi versi della Bibbia che avevo trovato, hanno ispirato la scrittura del mio primo libro “Perché i cristiani si ammalano”. Questo libro è stato originariamente auto-pubblicato e poi pubblicato dalla  Destiny Image, una Casa Editrice Cristiana.

 .

Più di un milione di copie di questo libro sono state stampate ed il libro è stato tradotto in diverse lingue. Il libro contiene oltre 100  versi della Scrittura che avevo trovato relativi alla dieta, alla salute, alla nutrizione, allo stile di vita, ecc.  Questo libro continua a raccogliere pareri più positivi rispetto a qualsiasi altro dei cinque libri che ho scritto.

 .

Conosco Rhonda Jean, la mia futura moglie e collaboratrice 

 .

Nel 1991, prima del debutto ufficiale di  Acres Hallelujah, ho tenuto un seminario a Rogersville, Tennessee, dove  parteciparono solo poche persone. Una giovane donna di nome Rhonda Jean era presente. La sua auto era stata investita da un treno merci nel 1981. A seguito di tale incidente, l’artrite si era insediata in quasi tutte le articolazioni del suo corpo e lei non poteva muoversi.

 .

Straordinaria guarigione di Rhonda Jean

 .

Rhonda  adottò la Hallelujah Diet, come lei stessa disse, “per dimostrare che essa non avrebbe potuto essere di  aiuto per la mia condizione artritica, che nemmeno i medici non erano stati in grado di aiutare nel corso degli ultimi dieci anni.” Nel giro di un anno dal cambiamento di dieta, l’artrite era sparita ed aveva perso oltre 38 kg. di peso. Mi piace dire alla gente che “Dopo aver ricostruito il suo corpo l’ho sposata!”

 .

Nasce l’Acres Hallelujah, un ministero cristiano

 .

Il 12 febbraio 1992, a causa di tutto ciò che veniva appreso e sperimentato personalmente, Rhonda ed io fondammo L’Acres Hallelujah, un ministero cristiano! Questo ministero fu istituito allo scopo di insegnare come stare in salute da una prospettiva Biblica. Acres Hallelujah era il nostro umile sforzo per ripristinare la salute di una comunità cristiana anch’essa molto malata, una comunità che era messa altrettanto male fisicamente  come i non-cristiani, a dispetto delle abbondanti preghiere di guarigione che venivano innalzate a Dio.

 .

Apriamo un piccolo ristorantino vegetariano di 16 posti

 .

Il ministero ha cominciato con un piccolo ristorantino vegetariano di 16 posti,  e un negozio di alimentari salutistici sulla via principale nella piccola città di Rogersville, Tennessee. Pochi frequentavano il nostro ristorante in quei primi giorni,  cioè fino a quando io ho iniziato ad offrire un seminario gratuito su  “Come eliminare la malattia”, ogni sabato mattina.

 .

Come la gente ha iniziato l’ascolto e l’applicazione di ciò che veniva insegnato, ci sono arrivate a raffica testimonianze di guarigioni miracolose da una miriade di problemi fisici,  dai tumori al diabete, a incredibili  perdite di peso.

 .

Testimonianze di guarigioni a raffica

 .

Un uomo, dopo soli sei mesi di dieta, ha riportato una perdita di circa 30 chili di peso, così come la scomparsa di 28 diversi problemi fisici. Ma questo era solo l’inizio. Da allora,  decine di migliaia di persone hanno scritto per dirmi che dopo l’adozione della dieta Hallelujah hanno recuperato la salute per oltre 170 diversi problemi fisici, inclusi i tumori terminali.

 .

 

Tutti vogliono conoscere la dieta Alleluia

 .

 

Non passò molto tempo che Pastori provenienti da tutta l’America mi  chiedevano di tenere seminari sulla dieta Hallelujah nelle loro chiese. Nella metà degli anni 1990, Pat Robertson mi invitò a comparire sul Club 700, una celebre televisione cristiana.

 .

Fu un’intervista di soli 9 minuti sulla dieta Hallelujah, ma quell’intervista  generò una risposta di consensi che mai avevo  sperimentato in precedenza. Da allora, ebbi apparizioni sul Trinity Broadcasting, il Jim Bakker Show, ABC Nightline, NBC, CBS, insieme a numerose apparizioni su Fox News e The Food Network, e tutta questa pubblicità contribuì in modo determinante a far conoscere il Messaggio della dieta Hallelujah a milioni di persone.

 .

Una rivista e un sito web

 .

Nel 1993, Acres Hallelujah ha iniziato a pubblicare una rivista cartacea gratuita che viene spedita  a oltre mezzo milione di lettori. Nel 1997 abbiamo istituito un sito meraviglioso che contiene centinaia di ore di informazioni nutrizionali da una prospettiva biblica.

 .

Inoltre, dal 1997, ho personalmente scritto un programma informatico free “Hallelujah Health Tip”, attualmente inviato per email ogni settimana ad oltre 40.000 case in tutto il mondo.

 .

Hallelujah Acres oggi

 .

Oggi, Hallelujah Acres si estende su 20 acri  di terreno paesaggistico alla periferia di Shelby, North Carolina (popolazione 21.000 ab.), situato tra Charlotte e le bellissime montagne del North Carolina. La vista sulle montagne è comune in questa zona in gran parte collinare, e il clima è dei migliori: inverni miti, meravigliose primavere e autunni, e le incredibili  estati non così calde come quelle che ho vissuto a New York.

 .

10.000 Ministri della Salute

 .

Con un organico attuale di 46 persone, il nostro Messaggio Biblico della Salute sta portando speranza e guarigione a milioni di persone in tutto il mondo, e ad oggi abbiamo formato più di 10.000 Ministri della Salute per aiutarci a portare questo messaggio a tutto il mondo.

 .

Incluso in quei 10.000 e più ministri della Salute ci sono 63 medici, 75 chiropratici, oltre 300 infermieri professionali ed oltre 900 pastori che condividono queste informazioni nelle loro chiese. Queste Ministri della Salute della  Acres Hallelujah sono  addestrati  attualmente  in ogni stato degli Stati Uniti così come in altri 49 paesi stranieri.

 .

Attività del Ministero Acres Hallelujah

 .

I nostri call center ricevono circa 500 chiamate  al giorno e i nostri  magazzini spediscono anche più di 500 pacchi al giorno, non solo  in America, ma anche in 139 paesi stranieri. Gli utili derivanti dalla vendita dei prodotti sono impiegati per sostenere il Ministero Acres HallelujahCosì ogni volta che qualcuno acquista qualcosa da Acres Hallelujah,  ci sta aiutando a raggiungere più persone con il Messaggio della Salute di Dio.

 .

L’Hallelujah Acres  in Canada

 .

Nel 1998 abbiamo istituito l”Hallelujah Acres Canada” e attualmente ci sono  centinaia di Ministri della Salute qualificati sparsi in tutte le province canadesi.  Spediamo anche  una versione canadese della nostra pubblicazione cartacea a migliaia di persone in tutto il Canada a costo zero.

 .

I Lifestyle Center

 .

Nel 2003 abbiamo aperto il nostro primo Hallelujah Acres Lifestyle Center a Lake Lure, Carolina del Nord, poi un secondo in Plant City, Florida, e un altro a Branson, Missouri. Questi Lifestyle Center  sono nelle case di Ministri della Salute qualificati che accolgono le persone nelle loro case per una settimana o due per insegnare loro come implementare la dieta Hallelujah nella loro famiglia. Diversi altri centri Lifestyle sono ancora in progetto.

 .

In questi Centri di Stile di Vita le persone imparano a conoscere la dieta Alleluia e ricevono i manuali di istruzione  del nostro programma, nonché  contribuiscono alla preparazione e poi alla degustazione delle delizie della gastronomia della Hallelujah Diet. Questi Centri Stile di vita sono diventati incredibilmente popolari e  utili per facilitare le persone ad introdurre la dieta Hallelujah come parte integrante della loro vita quotidiana.

 .

Dal 2006, Acres Hallelujah si è ritrovata a corto di spazio. Noi non volevamo  trasferirci, cosa fare era diventato un problema enorme. Ma proprio come Dio aveva fatto di volta in volta nel passato, quando era sorta una necessità, anche questa volta Egli ha risposto rendendoci disponibili  300 ettari di terreno situati direttamente dall’altra parte della strada di Acres Hallelujah.

 .

I Villaggi di Acres Hallelujah

 .

Adesso noi teniamo d’occhio le nostre finanze per attuare un progetto per 72-camera d’albergo ed un Ristorante di 250 posti su quella terra, ci siamo mossi in anticipo con lo sviluppo dei “I Villaggi di Acres Hallelujah”, prima comunità della nazione per uno stile di vita sano. La costruzione dei villaggi è iniziata   il 29 febbraio 2008, l’infrastruttura è stata già completata entro il 2010. Tutte le utenze, comprese le fognature, acqua, luce, gas naturale, telefono, cavo  internet ad alta velocità, sono interrate e già disponibili.

 .

Tre case sono già state costruite nei villaggi, una è la residenza per me e Rhonda, alla quale ci siamo spostati il 3 novembre 2009. Eravamo molto eccitati di essere i primi abitanti dei villaggi.

 .

I Villaggi avranno alla fine circa 600 abitazioni tra cui 190 (di una, due o tre camere da letto). Un certo numero di case sono già state vendute o prenotate, mentre molte famiglie si sono spostate in zona in attesa del completamento del nostro condominio.

 .

I siti web dell’HALLELUJIAH  DIET

 .

Internet è diventato sempre più importante per la nostra crescita negli ultimi anni, e quest’anno  abbiamo rinnovato completamente il nostro sito web www.hacres.com , il nostro sito web Villages, e il nostro nuovo sito  Hallelujah Lifestyle Acres.

 .

Che cosa riserva il futuro per Acres Hallelujah?

 .

Solo Dio lo sa! Ma è emozionante vedere quanto Acres Hallelujah è già diventato perché Dio mi ha dato una visione, nel 1988, che ho condiviso nell’ultimo capitolo del mio primo libro“Perché i cristiani si ammalano”.  aQui di seguito trascrivo le parole che ho scritto più di 20 anni fa, sul futuro di un Ministero che allora, al momento della scrittura, era solo un sogno:

 .

La visione del Rev. George Malkmus:

 .

“Il mio obiettivo è quello di trasformare Acres Hallelujah in un moderno giardino dell’Eden, gestito secondo le vie naturali di Dio per la salute e la guarigione, a cui potranno affluire i cristiani di tutto il mondo. Mi immagino Acres Hallelujah come un luogo dove i cristiani possano venire per partecipare a seminari, in cui impareranno a conoscere, preparare e servire il cibo come Dio comanda.  Verranno insegnate nutrizione e cura del corpo, e poi questi cristiani potranno tornare alle loro rispettive aree di influenza per condividere questa conoscenza con gli altri. Personalmente credo che il popolo americano, e soprattutto i cristiani, siano completamente delusi dei mezzi attualmente disponibili dalla Medicina Convenzionale per trattare le malattie e stanno solo aspettando che qualcuno  mostri loro un modo migliore per vivere sani. Io voglio e sono disposto e pronto a fare tutto il possibile affinchè questo accada. Mi aiuterai? Il lavoro è sconcertante, ma le ricompense potenziali possono essere favolosamente eccitanti “.

 .

Collaboratori cercasi

 .

“Per quanto riguarda il futuro, mi immagino Chiese Cristiane di tutto il mondo come luoghi in cui le richieste di preghiera per malattia sono ormai un ricordo del passato, e il popolo di Dio trasuda del benessere che Dio ha progettato per la Sua creazione umana. Se Gesù tarda a tornare e con il vostro aiuto, credo che questo sia un obiettivo raggiungibile. Caro lettore, ti vuoi unire a noi mentre continuiamo i nostri sforzi per raggiungere  sempre più cristiani, e tutti coloro che vorranno ascoltare  il Messaggio Biblico della Salute che Dio ci ha affidato? Con corpi più forti e più sani, saremo maggiormente in grado di adempiere alla Grande Commissione che Gesù ci ha affidato – che è la seguente: (Marco 16:15): “Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo ad ogni creatura “.

 .

Concludo ripetendo alcune parole aggiuntive che ho scritto più di 20 anni fa: “Vuoi aiutarmi? Il lavoro è sconcertante, ma i potenziali benefici possono essere favolosamente eccitanti “.

 .

Ti unirai a noi qui ad Acres Hallelujah e ci aiuterai a portare il Messaggio di Dio per la Salute a moltitudini di cristiani in tutto il mondo che sono malati, così come a chiunque altro che vuole ascoltarci?

 .

Il fallimento della Medicina Ufficiale

 .

“L’assistenza sanitaria universale” non è la soluzione alla  crisi della nostra assistenza sanitaria nazionale, perché ci costringe tutti in un sistema che ha già dimostrato di essere un fallimento. Tuttavia,  qui a Acres Hallelujah abbiamo trovato la soluzione, è la soluzione sta nella volontà di  Dio, e si articola nella Parola di Dio.

 .

Unitevi a noi, perché insieme e con l’aiuto di Dio, possiamo portare la salute e la guarigione a una società che è malata e muore anzitempo. Il mio sogno è quello di vedere  Chiese che non hanno più la necessità di passare la maggior parte del tempo della preghiera per pregare per gli ammalati, ma che possano dedicare questo tempo per pregare per le anime di coloro che ancora non conoscono Gesù e dove i nostri soldi non vanno più sprecati inutilmente per la cura dei malati.

 .

“Carissimo, mi auguro che in tutto tu stia bene e sia in BUONA SALUTE, come sta bene la tua anima.”

(III Epistola di Giovanni cap. 2, verso 1)

 .

 

Rev. George Malkmus.

.

TUMORE, CANCRO, CARCINOMA, METASTASI, CHEMIOTERAPIA, RADIOTERAPIA


.

TUMORE AL SENO, ASPORTAZIONE E RADIOTERAPIA

.

Dr. Valdo Vaccaro

 .

LETTERA A VALDO VACCARO

.

Il mio nuovo stile di vita fruttariano

.

Buonasera Maestro, sono Cinzia da Roma. Le ho già scritto la mia storia in una mail precedente, sia a questo indirizzo che a quello di facebook. Da circa 20 giorni seguo uno stile di vita fruttariano. Mattina 4 arance, spremute alle 6 e 30, un kiwi alle 8, altra spremuta di agrumi alle 11, una banana alle 13, preceduta da terrina di insalata mista, e una mela alle 16. La sera insalata con rape e rucola, seguita da un piatto di cereali o di legumi cotti con metodo conservativo.

.

Cosa mai significa in situ e in bozzolo? Cosa significa tumore e cosa cancro?

.

Mi sono davvero rotta con la radioterapia e i farmaci. Nel 2009 sono stata operata al seno per un carcinoma in situ, quindi, da come ho capito, ancora nel suo bozzolo. Ma, in questo caso, si definisce cancro? Ho fatto 45 sedute di radioterapia, ed in più mi hanno mandata in menopausa farmacologica con il Decapeptil, una fiala ogni 3 mesi, e il Nolvadex, una pasticca tutte le sere. Da circa 3 giorni ho tolto il Nolvadex, all’insaputa dei miei familiari, e il 21 Gennaio dovrò fare la puntura. Ma non ho intenzione di andare all’appuntamento, perché penso che il mio sistema immunitario abbia tutto ciò che serve per non avere una recidiva.

.

Sono circondata più da avversari che da incoraggiatori

.

Le persone accanto mi prendono per pazza, dicendo che, quando non sarò più coperta e monitorata dalla medicina, mi verrà di nuovo, magari all’altro seno. Ho fatto una scelta, ma vorrei tanto che lei mi rispondesse, anche solo per capirne di più, per distinguere se il carcinoma era di tipo ormonale, o era forse passato da tumore a carcinoma. Sarò felice ed onorata di vedere la mia testimonianza tra le sue tesine pubbliche che non mi stancherò mai di leggere. Grazie di tutto quello che fa per gli altri. Le voglio bene. Cinzia.

 .

*********************************

 .

RISPOSTA di VALDO VACCARO

 .

Il diritto di essere informati e di poter scegliere liberamente

.

Ciao Cinzia, le mie vedute sono di tipo igienistico-naturale e, a corredo di esse, ti allego alcune tesine specifiche sull’argomento. Troverai grosse difformità con quanto la medicina ti ha finora insegnato, e questo non deve sorprendere, essendo il percorso igienistico non solo alternativo, ma spesso diametralmente opposto a quello della medicina corrente. Ti fornisco pertanto queste informazioni che tu potrai utilizzare in tutta libertà nelle tue scelte terapeutiche. Hai tutto il diritto di informarti e di poter scegliere sul da farsi.

.

Le classificazioni sono funzionali agli interessi di una vorace sanità mondiale

.

Ti consiglio di non prendere con eccessiva serietà le tante classificazioni che si fanno sui vari tipi di tumori e cancri. Troppe le discordanze e le accezioni di comodo che vengono date ai fenomeni patologici in questione. In America, proprio al fine di rendere ogni minima sciocchezza operabile e quindi economicamente significativa per il voracissimo sistema sanitario statunitense, la medicina ha deciso di chiamare carcinoma e cancro ogni piccola neoformazione che appare sui tessuti, sui nervi, sul derma, negli organi e nel sangue.

.

La chiesa medica mondiale di Atlanta

.

L’unica zona umana non ancora caratterizzata da un suo cancro operabile è l’anima. Non perché non esista tale cancro, ma solo perché il bisturi ancora non ci arriva. Il resto del mondo segue ovviamente, senza discutere e senza fiatare, tutto quello che viene indicato dal paese-guida. La medicina ha capito prima degli altri che l’unione fa la forza. Se ogni ministero della sanità andasse per conto suo, sai che caos. Con la bacchetta in mano all’OMS, ai NIH e alla FDA, tutti rigano dritto, con la divisa verdognola degli alunni obbedienti e medicalizzati, e nessuno fiata.

.

Igienismo Naturale e Medicina corrente sono agli antipodi

.

Igienismo e Medicina corrente vanno raramente d’accordo, per cui è sensato che ognuno prenda posizione e faccia le sue scelte optando per una delle due scuole, ed evitando l’errore di tenere un piede nel mondo medico e l’altro in quello igienistico. Si tratta di fare una scelta di campo, netta e chiara. Nessuna concorrenza e nessun dualismo, vista la grande diversità di approccio filosofico e terapeutico.

.

Perchè il tumore? Il tumore è opera logica e coerente del sistema immunitario

.

Per l’Igienismo il tumore, nei vari punti e nelle varie forme, è sempre un ultimo segnale utile per fare un serio cambio di direzione. Tumore inteso come ricettacolo difensivo di veleni che il corpo non riesce più a trattenere o a gestire, e che quindi va ad incapsulare su un punto particolare del corpo, prescelto in genere tra quelli più deboli e tartassati del nostro organismo. Tumore inteso come opera protettiva di emergenza, creata dal sistema immunitario a salvaguardia del corpo e non certo per fare dispetto.

 .

Digiuno igienista e digiuno ehretiano contro i tumori

 .

Per l’Igienismo non c’è nulla da curare. Siamo per la cura della non cura e della non interferenza con la volontà imperscrutabile del sistema immunitario. Per tutti i sintomi chiamati malattie, ed anche per il tumore, che è per l’appunto sintomo di massima toxemia corporale, non si devono fare trattamenti e tanto meno asportazioni, ma soltanto digiuni, seguiti da diete vagane tendenzialmente crudiste. In pochi giorni di digiuno igienistico ad acqua distillata o leggera, o di digiuno ehretiano ad acqua e limone, un tumore grosso come una palla da golf diventa una nocciolina, si autolide e si disintegra. Non è fantascienza ma pratica corrente e di successo, in uso da oltre mezzo secolo. 

.

Digiuno come tavola chirurgica senza bisturi

.

Fin quando il tumore è attraversato da un regolare flusso di sangue che nutra e ripulisca regolarmente le sue cellule aggiuntive (non cancerogene ma solo aggiuntive, nota bene), il tumore rimane entità vivente, organismo addizionale ma sano. Se non si va al più presto a chiudere il rubinetto dei veleni che ha causato il suo insorgere (rubinetto alimentare, rubinetto farmacologico, rubinetto emotivo), il tumore tende a crescere. Chiusi i rubinetti tossici il tumore si mantiene. Per farlo regredire e poi scomparire c’è un solo modo. Oltre a serrare le fonti di inquinamento, occorre affiancargli la cura riduttiva e disintegrativa del digiuno, che funge in questi casi da tavola operatoria della natura, da chirurgo senza anestesie e senza bisturi.

 .

L’autodissoluzione del tumore

 .

In pochi giorni di riposo corporale assoluto (niente cibo, niente bevande diverse dall’acqua, niente farmaci, niente pensieri, niente giornali o tv, niente preoccupazioni), sorseggiando acqua in continuazione, il tumore si svuota dei suoi veleni e finisce per scomparire nel medesimo modo in cui è arrivato. Dal digiuno si passa a tre giorni di semidigiuno crudista fruttariano o tuberiano (carote-rape-bietole-zenzero-sedano-topinambur-patate) e quindi alla normalità della dieta stabile, che per l’igienismo è la dieta vegana tendenzialmente crudista. 

 .

Nessun problema proteico. Chi tira in ballo le proteine mente da sempre.

 .

Più cruda è la dieta, più perfetta è. Più cruda è, più proteica e mineralvitaminica è. Col solo rischio di metter dentro insufficienti calorie, rispetto a quante ne consumiamo. Crisi proteica mai, nemmeno volendolo. La quota di 20 grammi igienistici/al giorno, o anche quella di 34 grammi/al giorno raccomandata dalla FAO, si raggiunge con qualsiasi dieta al mondo, anche la più sguarnita.

 .

Cibi semplici, deliziosi e digeribili, per una salute di ferro

 .

Chi pratica il veganismo deve mangiare “tanto di poco” e non più di uno-due bicchieri d’acqua, e non “poco di tutto” e due-tre litri d’acqua, come prescritto dalla diseducazone nutrizionistica medica. Tanto di poco significa buoni quantitativi di determinati cibi sani ed innocenti, senza troppe mescole. Le variazioni si fanno tra un pasto e l’altro, e tra un giorno e l’altro, ma non all’interno del medesimo piatto, con tanti stomachevoli pasticci e tanti trucchi cuocheschi. Il sistema igienistico è basato su cibi semplici, sani, digeribili, riconoscibili, non manipolati, non strapazzati, non salati, non zuccherati, possibilmente non cotti.

 .

Il five-per-day fruttariano e l’uno-due verduriano di pranzo e cena

 .

E’ basato, se vogliamo, sul five-per-day di frutta lontano dai pasti, che significa 5 pasti sazianti di sola frutta, e sulla compensazione verduriana-crudista di pranzo e cena, dove il primo piatto è sempre una terrina di insalata verde, o di cavoli e carota grattugiati, o di carciofi e finocchi, o di cicoria e ravanelli, o di lattuga e pomodori. Sempre con dei germogli e dell’avocado. Se arriva il compromesso cotto e quindi concentrato, utile a caricare a volte più calorie, come nel caso di chi consuma molto e ha qualche difficoltà a bilanciare il tutto, tale compromesso non va al di là di patate e legumi non stracotti, oppure al di là di un piatto di cereali integrali, oppure al di là di pasta integrale con diverse verdure, oppure al di là di una pizzetta vegana all’avocado e ananas, più funghi, peperoni, cipolle e rucola, oppure al di là del gazpacho di verdure crudo o semicotto con crostini di pane integrale, oppure al di là dei panini integrali vegani, con tante verdure, crema di olive, pomodoro secco e noci o pinoli.

 .

L’incattivimento del tumore in direzione cancerogena

 .

Tornando al tumore, i guai peggiori che gli possono capitare sono due: i trattamenti medici e il blocco circolatorio. L’asportazione del tumore è una menomazione invasiva e inconcludente. Si asporta il sintomo e si lascia al suo posto la causa tumorale. Ecco il motivo del continuo risorgere dei tumori, e del loro incattivirsi. Quando le operazioni vanno bene e non c’è riproduzione significa solo che il tumore asportato non era vero ricettacolo tumorale ma solo innocente escrescenza provvisoria, priva di funzioni immunitarie, cosa che succede molto spesso in sala operatoria.

 .

Putrefazione e cachessia

 .

Il blocco circolatorio si ha quando il tumore cresce troppo e finisce per strozzare le vie circolatorie che lo alimentano e lo ripuliscono. In questi casi si ha degenerazione del tumore in cancro, col materiale interno che va in putrefazione e cachessia, diventando bomba tossica che si disintegra all’interno e produce metastasi in ogni parte del corpo. Una condizione da cui è assai difficile tornare indietro.

 .

Quando si supera la soglia della cachessia, il Sistema Immunitario spinge verso il decesso

 .

Al punto che lo stesso sistema immunitario, lasciato lavorare al meglio con dieta crudista vegana in fase terminale, tende ad accorciare la sopravvivenza ed anche a minimizzare la soglia del dolore, in una sorta di auto-eutanasia naturale. Non a caso, le cliniche igienistiche americane rifiutano questo tipo di pazienti, per non compromettere i loro record di alta-guaribilità. Il dr Max Gerson divenne famoso in America per alcuni casi clamorosi di recupero pazienti terminali, mediante dieta puramente fruttariana.

 .

Una ribellione in corso d’opera

 .

Detto questo, torniamo al tuo caso specifico, cara Cinzia. Sei stata operata e hai subito la tua bella quota di invasività medica, al pari della mia amica milanese Annamaria, di cui ti segnalo l’email. E qui, a metà strada, sorge la tua ribellione alle cure sanitarie in corso. I vantaggi insiti in una scelta vegana-crudista, e in una contemporanea interruzione (graduale o risoluta) delle cure farmacologiche, sono sicuramente consistenti.

 .

C’è bisogno di armonia e di serenità

 .

Il lato negativo di questa tua vicenda è l’essere circondata da persone che remano contro, che ti spingono in senso contrario, mentre hai grande bisogno di relax, di armonia e si serenità interiore.
Quel che è stato è stato. Voltare pagina, detossificarti, superare con coraggio le inevitabili crisi eliminative, faranno di te un’altra persona, più tenace e coraggiosa, ed anche più cosciente del proprio corpo. Alla fine ti ritroverai padrona di te stessa, medico-igienista di te stessa, e non più schiava di una pesante dipendenza medico-farmacologica. Questo è l’augurio che mi sento di farti, oltre quello di guarire presto e perfettamente.

 .

Valdo Vaccaro – Direzione Tecncica AVA-Roma e ABIN-Bergamo

 .

PUBBLICATO DA VALDO VACCARO  http://valdovaccaro.blogspot.it/

.

FORZA VITALE E AUTOGUARIGIONE


LA VERA GUARIGIONE

Dott. Giacomo Bo

.

Dr Giacomo Bo

Dr Giacomo Bo

Che cosa guarisce?

 .

Quando una persona guarisce da una malattia ci dovremmo chiedere: “Che cosa lo ha guarito?”
E’ la medicina, la cura, la sua forza interiore, un miracolo?

Normalmente siamo così felici di essere guariti che ci dimentichiamo di studiare cosa ci abbia guarito. Ringraziamo il medico e riprendiamo la nostra vita ordinaria.
Sarebbe saggio invece fermarsi un attimo a riflettere, per comprendere quale meccanismo abbia agito per la nostra guarigione.

.

Di solito, si ritiene che siano i medicinali a guarire le malattie.

.

Difatti, per ogni malattia esiste una medicina corrispondente.
Però, se analizziamo più a fondo la questione, ci accorgiamo che persone con la medesima malattia (e la stessa medicina) non guariscono allo stesso modo, e a volte non guariscono per nulla.

Ad un livello più profondo, scopriamo che non è una medicina né una cura a produrre una guarigione, ma qualcosa che agisce in sinergia con queste.

.

La Forza Vitale

 .

Ciò che tiene vivo un corpo, lo ripara e lo guarisce se necessario è la Forza Vitale, la vita stessa di quel corpo.
La materia vivente ha come unico scopo la sopravvivenza e quindi reagisce ad ogni minaccia. La sua forza proviene direttamente dalla vita che permea tutto l’universo, quella stessa vita che anima ogni essere vivente e che è uguale per tutti.

.

Questa Forza Vitale anima il corpo, la mente e l’anima della persona. Senza di essa la materia è morta e inerme, tant’è che qualunque agente nocivo la distrugge facilmente. Gli stessi batteri che non riescono ad intaccare una persona viva, la distruggono in pochi giorni quando questa è morta.

.

Esistono quindi delle Forze Profonde di Guarigione, in opera costantemente nel corpo e nell’animo umano.

.

Quando infatti parliamo di malattia, includiamo anche ciò che agisce a livello mentale e a livello dell’anima, perché una persona può star bene fisicamente ma sentirsi ‘malato’ dentro.

.

Quando una persona perde l’amore per la vita – ad esempio per la morte di un proprio caro – le Forze Vitali diminuiscono ed ella sarà più soggetta a malattie.
Viceversa, esistono infiniti casi di persone malate che ritrovano la motivazione a vivere e guariscono.

.

Quindi, ciò che guarisce veramente sono queste forze vitali che operano sempre per la vita e si oppongono alla morte.

.

Qual è allora il ruolo di un medicinale o di una cura?

 .

Essi possono operare in armonia con queste forze, aiutandole nel loro lavoro. Se ad esempio c’è un’infezione, le Forze Vitali combattono i microrganismi responsabili, e se questi sono molto forti, il loro sforzo potrebbe non essere sufficiente. Allora, un medicinale che intervenga distruggendo i microrganismi sarebbe di grande aiuto e permetterebbe a queste forze di completare il proprio lavoro di guarigione.

Un medicinale quindi dovrebbe essere costruito con questo intento: aiutare le Forze Vitali.

.

Che dire invece di quella medicina, come ad esempio un antibiotico,

 .

che distrugge la flora intestinale e intossica il fegato e i reni?
Siamo qui di fronte ad una prodotto che se da un lato fa del bene uccidendo i batteri nocivi, dall’altro indebolisce grandemente il corpo e le sue forze vitali, creando forse una situazione peggiore di quella di partenza.
Allo stesso modo cure invasive come la chemioterapia e la radioterapie distruggono le Forze Vitali indebolendo il corpo e aprendo la strada ad un’infinità di problemi.

.

Purtroppo oggi la maggior parte delle medicine funzionano in questo modo, perché manca la visione del fatto che sono le Forze Vitali a guarire e non il medicinale che quindi non dovrebbe opporsi ad esse bensì aiutarle.
Manca cioè la fiducia nella natura e nel fatto che essa da sempre protegge le proprie creature, con l’esperienza di miliardi di anni di sperimentazione sul campo.

.

Fiducia nelle Forze Guaritrici

 .

Una volta un frutteto di mele, circondato dal bosco, richiedeva rare cure da parte dell’agricoltore, diversamente da oggi dove il bosco non esiste più e con esso è scomparsa anche la sua protezione naturale, tanto da richiedere una moltitudine di trattamenti a base di prodotti sempre più aggressivi.

.

Avere fiducia nella vita significa sapersi affidare a queste Forze Guaritrici, significa poterle conoscere in profondità e saper collaborare con loro.

.

Avvicinarsi ad un malato significa prima di tutto valutare le sue Forze Vitali residue e stimare la loro capacità di innescare una guarigione. Spesso, è sufficiente un riposo prolungato, un digiuno mirato, l’affetto delle persone vicine, e la guarigione inizia.
Nei casi più difficili, la somministrazione di farmaci atti a rafforzare le difese immunitarie sarà il passo decisivo verso la guarigione.

.

Rispetto per la vita e per le Forze Vitali

 .

In ogni caso, il profondo rispetto per la vita e per le Forze Vitali sarà l’atteggiamento giusto di partenza per operare in aiuto del malato e non contro di esso.

La vita opera per la vita e solo in casi estremi fallisce e si arrende alla morte.
Intossicare il corpo, portarlo oltre i suoi limiti fisiologici, mancare della giusta cura e del giusto rispetto per esso, sono tutti interventi umani che si oppongono all’operato delle Forze Vitali e possono condurre alla malattia grave e alla morte.
In assenza di questi, per la vita non è difficile mantenere sano un organismo umano che è stato progettato per vivere a lungo e in salute.

.

Noi possiamo fare molto per la nostra salute, con atteggiamenti e comportamenti in armonia con la natura e le leggi eterne della vita.

.

dott. Giacomo Bo

.

Fonte: www.riflessioni.it

.

Sebastiano.

.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: