LA DIETA ALLELUIA – THE HALLELUJAH DIET


.

STORIA DELLA DIETA ALLELUIA – 

HALLELUJAH DIET 

.

Rev. George Malkmus

La Comunità Cristiana Battista “Acres Hallelujah” è stata fondata nel 1992, ma la storia di come è cominciata risale al 1976, quando al Rev. George Malkmus, Pastore di una grande Chiesa Battista,  fu diagnosticato un cancro al colon.

 .

Un cancro al colon

 .

Nel 1976, il reverendo Malkmus era un pastore di grande successo di una grande Chiesa Cristiana Battista nello stato di New York quando gli fu diagnosticato un cancro al colon,  la stessa malattia che aveva colpito inesorabilmente sua madre, nonostante i trattamenti chemioterapici, le radiazioni e le operazioni chirurgiche.

 .

Un consiglio salutare

 .

Sentendo che il “trattamento” ricevuto dalla madre era stato più una minaccia e un’offesa alla sua persona che una vera cura, il Rev. Malkmus si rivolse a un suo amico evangelista, Lester Roloff, che gli  consigliò di non andare per vie mediche, ma di cambiare semplicemente la sua dieta in frutta fresca e verdura, e di bere  succo fresco di carota  in abbondanza. Il rev. Malkmus recepì completamente e fedelmente il consiglio del suo confratello, e lo mise in pratica. Lentamente, gradatamente,  ma inarrestabilmente  i sintomi del cancro cominciarono a dissiparsi  fino a scomparire del tutto nell’arco di dodici mesi.

 .

Dodici mesi di Alimentazione Naturale 

 .

Nel 1977, dopo un anno di vivere con questo nuovo stile di vita,  il tumore del rev. Malkmus, delle dimensioni di una palla di baseball, era completamente scomparso, come pure ogni altro problema fisico che stava vivendo. Il suo corpo era stato restaurato del tutto!

 .

Entusiasmo e voglia di capire

 .

Perfettamente guarito, sbalordito e pieno di entusiasmo  il Rev. Malkmus  si mise a studiare tutto quello che poteva su quello che le era accaduto, riguardo a questo miracoloso quanto semplice modo di mangiare, ed egli  trovò le risposte che stava cercando proprio nella Bibbia, nel libro della Genesi al capitolo 1, versetto 29, che dice:

 .

“E Dio disse: ‘Ecco, io vi do ogni erba che fa seme sulla superficie di tutta la terra, ed ogni albero fruttifero che fa seme; questo vi servirà di nutrimento’.”

 .

 

Diffondere questo Messaggio di Speranza e di Guarigione diventa lo scopo principale della sua vita. 

.

Questa guarigione straordinaria diede al Rev. Malkmus una nuova visione della vita e stimolò in lui un sacro impegno:  dire a tutto il mondo di quanto era successo nella sua vita, a cominciare dalla sua Comunità Cristiana Battista, poichè, essendo stato un pastore Evangelico Battista per 20 anni, si sentiva in obbligo di condividere queste informazioni salva-vita a cominciare dai  confratelli cristiani della sua comunità. 

 .

Tuttavia, la maggior parte dei suoi confratelli cristiani non  accolsero il messaggio del Rev. Malkmus.

 .

Deluso ma non arreso, nel 1989, il reverendo Malkmus  decide di scrivere il suo primo libro, “Why Christians Get Sick “(Perché i cristiani si ammalano), per condividere la sua conoscenza e la sua esperienza di guarigione con quante più persone possibile (questo libro è diventato un bestseller e ne sono stati venduti più di un milione di copie).

 .

 Poi egli ha cominciato a dimostrare come anche la moderna Scienza Medica è in buona parte d’accordo con la Saggezza della Dieta originale data all’umanità da Dio, come sta scritto in Genesi 1:29, che dice: “E Dio disse: ‘Ecco, io vi do ogni erba che fa seme sulla superficie di tutta la terra, ed ogni albero fruttifero che fa seme; questo vi servirà di nutrimento’.”

 .

Arrivano le prime testimonianze di Guarigione

 .

 Molti di coloro che lo hanno ascoltato e che hanno cambiato la loro dieta, hanno sperimentato loro stessi un netto miglioramento della loro salute e numerosissime guarigioni eccezionali. Ben presto sono cominciate ad arrivare al rev. Malkmus   testimonianze di potenti guarigioni, che avevano il potere di contagiare a macchia d’olio tante altre persone che le ascoltavano.

 .

La testimonianza di  Rhonda Jean

 .

Una grande testimonianza fu quella di  Rhonda Jean, che, circa un anno dopo l’adozione del messaggio del Rev. Malkmus ed il passaggio alla Dieta Alleluia, aveva perso oltre 38 chili, e la sua artrite era completamente sparita. Questo evento fece di Rhonda la prima entusiasta collaboratrice del rev. Makmus, e insieme furono ispirati condividere  insieme questa stupenda avventura. Il reverendo George Malkmus e Rhonda Jean si sono felicemente sposati nel 1992.

 .

Nasce la fattoria “Acres Hallelujah” 

 .

Quello stesso anno, George e Rhonda ampliarono la loro capacità di diffondere il messaggio dela Dieta Alleluia iniziando a tenere dei seminari  nella loro fattoria di 50 acri  in Eidson, TN,  che hanno chiamato “Acres Hallelujah”. Aprirono anche  un piccolo ristorantino con una capacità di accoglienza fino a 16 persone e un negozio di alimentari salutistici,  nella cittadina di Rogersville, TN.

 .

Iniziano i Seminari sulla Dieta Alleluia 

 .

Appena un anno dopo, la crescente popolarità delle ricette  di Rhonda a base di cibi naturali ed il Messaggio di speranza e di guarigione del rev. George Malkmus  richiesero l’ampliamento del ristorantino fino ad una capienza  di 56 persone. Ma poi, sentendo in cuor loro che avevano bisogno di dedicare più tempo alla diffusione del messaggio invece di  stare ad aspettare di servire la gente ai tavoli, chiusero il ristorante nel 1994 per concentrarsi interamente sulla realizzazione di Seminari sulla Dieta Alleluia nella loro fattoria.

 .

La Perfetta Via di Dio per la Salute

 .

Questa mossa diede anche  il tempo a George di scrivere il suo secondo libro nel 1995,  La Perfetta Via di Dio per la Salute. Nel frattempo, la coppia si dedicava con tutte le forze alla diffusione della Dieta Alleluia, col mettere insieme una newsletter chiamata Back to the Garden (che esiste ancora sotto il nome di Hallelujah Acres Health News – Notizie sulla Salute, Hallelujah Acres), con programmi radio e apparizioni televisive, con produzioni audio/video del loro messaggio, e lo sviluppo del Acres Hallelujah – Ministero della Salute(un programma per addestrare altri Ministri per collaborare a diffondere il messaggio).

 .

Acres Hallelujah trova la sua casa

 .

A questo punto, la semplice verità della Dieta Alleluia e la prospettiva di una  salute ottimale, cominciarono a prendere piede in maniera tanto sorprendente quanto rapida.  Il che significava che George e Rhonda avevano bisogno di più spazio e di altri nuovi collaboratori! Così, nel novembre 1997,  trasferirono la Acres Hallelujah (che è tuttora la sede  attuale), al 900 Post Road South in Shelby, NC, in un ex antico Collegio Biblico con intorno 17 meravigliosi ettari di terreno.

 .

La dieta Alleluia: un successo inarrestabile

 .

Da qui, decine di impiegati ora contribuiscono a diffondere il Messaggio della Dieta Alleluia che  George e Rhonda iniziarono nel 1992. La struttura vanta oggi un auditorium da 500 posti per accogliere il Rev.  George Malkmus ed i suoi ospiti una volta al mese, il sabato si tengono liberi Seminari  e  le lezioni sulla preparazione dei cibi da parte di Rhonda. Sempre qui si tengono Sessioni di addestramento per i nuovi Ministri della Salute,  i Congressi annuali dei Ministri della Salute, e  ritiri annuali per donne. Ci sono anche ampi spazi dedicati a uffici, e un grande magazzino strapieno di alimenti biologici prodotti nella fattoria Hallelujah Acres.

.

Rev. George Malkmus.

.

 

Vi terrò informati

 

Seguiranno altri articoli per spiegare nei dettagli la Dieta Alleluia, e verranno pubblicate alcune testimonianze eclatanti di persone guarite con la Dieta Alleluia. Sebastiano.

.

HALLELUJIAH DIET – LA DIETA ALLELUIA DEL REV. GEORGE MALKMUS


.

.

IL REV. GEORGE MALKMUS RACCONTA LA DIETA ALLELUIA

.

Rev. George Malkmus

 .

L’INIZIO

 .

Nel 1976, avevo 42 anni ed ero Pastore della Greater The  Glens Falls Bible Baptist Church in Hudson Falls, New York, una chiesa che avevo fondato nel 1970. Avevo cominciato con la sola  mia famiglia di sei persone e fu con un semplice annuncio sul giornale locale che diedi vita a una nuova chiesa.

.

Un successo stupefacente

.

Nel 1976 la chiesa aveva raggiunto una adesione di oltre 600 membri, una Scuola Cristiana con oltre 100 allievi, una programmazione per un Istituto Biblico, una trasmissione radiofonica settimanale dal titolo “L’America ha bisogno di Cristo” in onda su diverse stazioni radio, e oltre una dozzina di giovani che studiavano per prepararsi al ministero della Dieta Alleluia. La benedizione di Dio era sicuramente su quel ministero!

.

Un cancro al colon

.

Poi, nel gennaio 1976, in mezzo a tutta questa benedizione, ho iniziato a sperimentare un sanguinamento rettale(feci miste a sangue) e un tumore della dimensione di una palla di baseball fu scoperto sotto la mia gabbia toracica a sinistra. Poi è arrivata la diagnosi definitiva: “cancro del colon”.

.

Chemioterapia, Radioterapia ed operazioni chirurgiche: Torture inutili.

.

Appena prima di ascoltare quelle parole devastanti avevo perso mia madre, una infermiera, anche lei con  cancro del colon. Lei aveva scelto il percorso medico per il suo trattamento, anche se fu tutto inutile. Al momento della morte  di mia madre ero convinto che lei non era morta a causa del cancro, ma piuttosto come conseguenza dei barbari trattamenti a cui era stata sottoposta: Chemioterapia, Radioterapia ed operazioni chirurgiche. A causa della brutta esperienza vissuta da mia madre, sono andato alla ricerca di un modo alternativo per trattare  il mio cancro.

.

 Il Pastore Lester Roloff

.

Nella mia ricerca, mi allungò la mano  un mio amico evangelista del Texas, Il Pastore Lester Roloff. A quel tempo, molti nella comunità cristiana consideravamo il Pastore Roloff un tipo stravagante ed eravamo severamente critici sul suo Messaggio Cristiano basato biblicamente sulla salute.

.

Ma  la critica non mi ha impedito di ascoltare e di seguire i suoi consigli, anche quando mi  sconsigliò di andare per via medica per curare il mio cancro. Lui mi  incoraggiò a smettere di mangiare secondo la Dieta Standard Americana, basata su un alto consumo di carne e zuccheri, (Diet American Standard – SAD), che secondo lui è stata la causa del mio cancro.

.

Il cibo dell’Eden

.

Al posto della Dieta Standard Americana SAD, il Fratello Lester Roloff  mi  incoraggiò a mangiare solo i cibi che Dio  disse ad Adamo ed Eva di mangiare nel giardino dell’Eden, in Genesi 1:29, insieme con un sacco di ortaggi freschi.

.

Il Libro della Genesi al capitolo 1, versetto 29, dice:

 .

“E Dio disse: ‘Ecco, io vi do ogni erba che fa seme sulla superficie di tutta la terra, ed ogni albero fruttifero che fa seme; questo vi servirà di nutrimento’.”

.

Cambio dieta e guarigione completa del cancro! 

.

Ho fatto il cambiamento della dieta quello stesso giorno e non passò molto tempo  che il sanguinamento rettale si era fermato.

 .

Entro un anno dal cambiamento di dieta, il mio tumore (così anche tutti i sintomi del cancro) era sparito,  senza alcun intervento medico, senza chemioterapia e senza radioterapia. Durante quel primo anno, non solo il mio cancro era sparito, ma anche tutti gli altri problemi fisici che mi avevano afflitto prima di effettuare il cambiamento di dieta erano scomparsi.

 .

Riesamino la Bibbia

 .

Quell’esperienza sconvolgente di guarigione mi spinse, sia in qualità di Pastore e come fervente studioso della Bibbia, a riesaminare le Scritture per vedere se riuscivo a trovare ulteriori consigli da parte di Dio relativi alla dieta, alla salute, alla corretta nutrizione, ad uno stile salutistico di vita, ecc.  Ero alla ricerca di informazioni che avrebbero potuto gettare ulteriore luce sul quello che sembrava essere un recupero  miracoloso.

 .

Quella ricerca biblica mi ha portato a numerosi altri versi oltre alla Genesi 1:29 ed ai  versi che il Fratello Roloff  mi aveva fornito.Versi come 3 Giovanni 2:1, dove leggiamo: “Carissimo, mi auguro che in tutto tu stia bene e sia in BUONA SALUTE, come sta bene la tua anima.”

 .

 Scrivo il mio primo libro “Perché i cristiani si ammalano”

 .

Nel 1988, la mia miracolosa guarigione dal cancro, insieme con i numerosi versi della Bibbia che avevo trovato, hanno ispirato la scrittura del mio primo libro “Perché i cristiani si ammalano”. Questo libro è stato originariamente auto-pubblicato e poi pubblicato dalla  Destiny Image, una Casa Editrice Cristiana.

 .

Più di un milione di copie di questo libro sono state stampate ed il libro è stato tradotto in diverse lingue. Il libro contiene oltre 100  versi della Scrittura che avevo trovato relativi alla dieta, alla salute, alla nutrizione, allo stile di vita, ecc.  Questo libro continua a raccogliere pareri più positivi rispetto a qualsiasi altro dei cinque libri che ho scritto.

 .

Conosco Rhonda Jean, la mia futura moglie e collaboratrice 

 .

Nel 1991, prima del debutto ufficiale di  Acres Hallelujah, ho tenuto un seminario a Rogersville, Tennessee, dove  parteciparono solo poche persone. Una giovane donna di nome Rhonda Jean era presente. La sua auto era stata investita da un treno merci nel 1981. A seguito di tale incidente, l’artrite si era insediata in quasi tutte le articolazioni del suo corpo e lei non poteva muoversi.

 .

Straordinaria guarigione di Rhonda Jean

 .

Rhonda  adottò la Hallelujah Diet, come lei stessa disse, “per dimostrare che essa non avrebbe potuto essere di  aiuto per la mia condizione artritica, che nemmeno i medici non erano stati in grado di aiutare nel corso degli ultimi dieci anni.” Nel giro di un anno dal cambiamento di dieta, l’artrite era sparita ed aveva perso oltre 38 kg. di peso. Mi piace dire alla gente che “Dopo aver ricostruito il suo corpo l’ho sposata!”

 .

Nasce l’Acres Hallelujah, un ministero cristiano

 .

Il 12 febbraio 1992, a causa di tutto ciò che veniva appreso e sperimentato personalmente, Rhonda ed io fondammo L’Acres Hallelujah, un ministero cristiano! Questo ministero fu istituito allo scopo di insegnare come stare in salute da una prospettiva Biblica. Acres Hallelujah era il nostro umile sforzo per ripristinare la salute di una comunità cristiana anch’essa molto malata, una comunità che era messa altrettanto male fisicamente  come i non-cristiani, a dispetto delle abbondanti preghiere di guarigione che venivano innalzate a Dio.

 .

Apriamo un piccolo ristorantino vegetariano di 16 posti

 .

Il ministero ha cominciato con un piccolo ristorantino vegetariano di 16 posti,  e un negozio di alimentari salutistici sulla via principale nella piccola città di Rogersville, Tennessee. Pochi frequentavano il nostro ristorante in quei primi giorni,  cioè fino a quando io ho iniziato ad offrire un seminario gratuito su  “Come eliminare la malattia”, ogni sabato mattina.

 .

Come la gente ha iniziato l’ascolto e l’applicazione di ciò che veniva insegnato, ci sono arrivate a raffica testimonianze di guarigioni miracolose da una miriade di problemi fisici,  dai tumori al diabete, a incredibili  perdite di peso.

 .

Testimonianze di guarigioni a raffica

 .

Un uomo, dopo soli sei mesi di dieta, ha riportato una perdita di circa 30 chili di peso, così come la scomparsa di 28 diversi problemi fisici. Ma questo era solo l’inizio. Da allora,  decine di migliaia di persone hanno scritto per dirmi che dopo l’adozione della dieta Hallelujah hanno recuperato la salute per oltre 170 diversi problemi fisici, inclusi i tumori terminali.

 .

 

Tutti vogliono conoscere la dieta Alleluia

 .

 

Non passò molto tempo che Pastori provenienti da tutta l’America mi  chiedevano di tenere seminari sulla dieta Hallelujah nelle loro chiese. Nella metà degli anni 1990, Pat Robertson mi invitò a comparire sul Club 700, una celebre televisione cristiana.

 .

Fu un’intervista di soli 9 minuti sulla dieta Hallelujah, ma quell’intervista  generò una risposta di consensi che mai avevo  sperimentato in precedenza. Da allora, ebbi apparizioni sul Trinity Broadcasting, il Jim Bakker Show, ABC Nightline, NBC, CBS, insieme a numerose apparizioni su Fox News e The Food Network, e tutta questa pubblicità contribuì in modo determinante a far conoscere il Messaggio della dieta Hallelujah a milioni di persone.

 .

Una rivista e un sito web

 .

Nel 1993, Acres Hallelujah ha iniziato a pubblicare una rivista cartacea gratuita che viene spedita  a oltre mezzo milione di lettori. Nel 1997 abbiamo istituito un sito meraviglioso che contiene centinaia di ore di informazioni nutrizionali da una prospettiva biblica.

 .

Inoltre, dal 1997, ho personalmente scritto un programma informatico free “Hallelujah Health Tip”, attualmente inviato per email ogni settimana ad oltre 40.000 case in tutto il mondo.

 .

Hallelujah Acres oggi

 .

Oggi, Hallelujah Acres si estende su 20 acri  di terreno paesaggistico alla periferia di Shelby, North Carolina (popolazione 21.000 ab.), situato tra Charlotte e le bellissime montagne del North Carolina. La vista sulle montagne è comune in questa zona in gran parte collinare, e il clima è dei migliori: inverni miti, meravigliose primavere e autunni, e le incredibili  estati non così calde come quelle che ho vissuto a New York.

 .

10.000 Ministri della Salute

 .

Con un organico attuale di 46 persone, il nostro Messaggio Biblico della Salute sta portando speranza e guarigione a milioni di persone in tutto il mondo, e ad oggi abbiamo formato più di 10.000 Ministri della Salute per aiutarci a portare questo messaggio a tutto il mondo.

 .

Incluso in quei 10.000 e più ministri della Salute ci sono 63 medici, 75 chiropratici, oltre 300 infermieri professionali ed oltre 900 pastori che condividono queste informazioni nelle loro chiese. Queste Ministri della Salute della  Acres Hallelujah sono  addestrati  attualmente  in ogni stato degli Stati Uniti così come in altri 49 paesi stranieri.

 .

Attività del Ministero Acres Hallelujah

 .

I nostri call center ricevono circa 500 chiamate  al giorno e i nostri  magazzini spediscono anche più di 500 pacchi al giorno, non solo  in America, ma anche in 139 paesi stranieri. Gli utili derivanti dalla vendita dei prodotti sono impiegati per sostenere il Ministero Acres HallelujahCosì ogni volta che qualcuno acquista qualcosa da Acres Hallelujah,  ci sta aiutando a raggiungere più persone con il Messaggio della Salute di Dio.

 .

L’Hallelujah Acres  in Canada

 .

Nel 1998 abbiamo istituito l”Hallelujah Acres Canada” e attualmente ci sono  centinaia di Ministri della Salute qualificati sparsi in tutte le province canadesi.  Spediamo anche  una versione canadese della nostra pubblicazione cartacea a migliaia di persone in tutto il Canada a costo zero.

 .

I Lifestyle Center

 .

Nel 2003 abbiamo aperto il nostro primo Hallelujah Acres Lifestyle Center a Lake Lure, Carolina del Nord, poi un secondo in Plant City, Florida, e un altro a Branson, Missouri. Questi Lifestyle Center  sono nelle case di Ministri della Salute qualificati che accolgono le persone nelle loro case per una settimana o due per insegnare loro come implementare la dieta Hallelujah nella loro famiglia. Diversi altri centri Lifestyle sono ancora in progetto.

 .

In questi Centri di Stile di Vita le persone imparano a conoscere la dieta Alleluia e ricevono i manuali di istruzione  del nostro programma, nonché  contribuiscono alla preparazione e poi alla degustazione delle delizie della gastronomia della Hallelujah Diet. Questi Centri Stile di vita sono diventati incredibilmente popolari e  utili per facilitare le persone ad introdurre la dieta Hallelujah come parte integrante della loro vita quotidiana.

 .

Dal 2006, Acres Hallelujah si è ritrovata a corto di spazio. Noi non volevamo  trasferirci, cosa fare era diventato un problema enorme. Ma proprio come Dio aveva fatto di volta in volta nel passato, quando era sorta una necessità, anche questa volta Egli ha risposto rendendoci disponibili  300 ettari di terreno situati direttamente dall’altra parte della strada di Acres Hallelujah.

 .

I Villaggi di Acres Hallelujah

 .

Adesso noi teniamo d’occhio le nostre finanze per attuare un progetto per 72-camera d’albergo ed un Ristorante di 250 posti su quella terra, ci siamo mossi in anticipo con lo sviluppo dei “I Villaggi di Acres Hallelujah”, prima comunità della nazione per uno stile di vita sano. La costruzione dei villaggi è iniziata   il 29 febbraio 2008, l’infrastruttura è stata già completata entro il 2010. Tutte le utenze, comprese le fognature, acqua, luce, gas naturale, telefono, cavo  internet ad alta velocità, sono interrate e già disponibili.

 .

Tre case sono già state costruite nei villaggi, una è la residenza per me e Rhonda, alla quale ci siamo spostati il 3 novembre 2009. Eravamo molto eccitati di essere i primi abitanti dei villaggi.

 .

I Villaggi avranno alla fine circa 600 abitazioni tra cui 190 (di una, due o tre camere da letto). Un certo numero di case sono già state vendute o prenotate, mentre molte famiglie si sono spostate in zona in attesa del completamento del nostro condominio.

 .

I siti web dell’HALLELUJIAH  DIET

 .

Internet è diventato sempre più importante per la nostra crescita negli ultimi anni, e quest’anno  abbiamo rinnovato completamente il nostro sito web www.hacres.com , il nostro sito web Villages, e il nostro nuovo sito  Hallelujah Lifestyle Acres.

 .

Che cosa riserva il futuro per Acres Hallelujah?

 .

Solo Dio lo sa! Ma è emozionante vedere quanto Acres Hallelujah è già diventato perché Dio mi ha dato una visione, nel 1988, che ho condiviso nell’ultimo capitolo del mio primo libro“Perché i cristiani si ammalano”.  aQui di seguito trascrivo le parole che ho scritto più di 20 anni fa, sul futuro di un Ministero che allora, al momento della scrittura, era solo un sogno:

 .

La visione del Rev. George Malkmus:

 .

“Il mio obiettivo è quello di trasformare Acres Hallelujah in un moderno giardino dell’Eden, gestito secondo le vie naturali di Dio per la salute e la guarigione, a cui potranno affluire i cristiani di tutto il mondo. Mi immagino Acres Hallelujah come un luogo dove i cristiani possano venire per partecipare a seminari, in cui impareranno a conoscere, preparare e servire il cibo come Dio comanda.  Verranno insegnate nutrizione e cura del corpo, e poi questi cristiani potranno tornare alle loro rispettive aree di influenza per condividere questa conoscenza con gli altri. Personalmente credo che il popolo americano, e soprattutto i cristiani, siano completamente delusi dei mezzi attualmente disponibili dalla Medicina Convenzionale per trattare le malattie e stanno solo aspettando che qualcuno  mostri loro un modo migliore per vivere sani. Io voglio e sono disposto e pronto a fare tutto il possibile affinchè questo accada. Mi aiuterai? Il lavoro è sconcertante, ma le ricompense potenziali possono essere favolosamente eccitanti “.

 .

Collaboratori cercasi

 .

“Per quanto riguarda il futuro, mi immagino Chiese Cristiane di tutto il mondo come luoghi in cui le richieste di preghiera per malattia sono ormai un ricordo del passato, e il popolo di Dio trasuda del benessere che Dio ha progettato per la Sua creazione umana. Se Gesù tarda a tornare e con il vostro aiuto, credo che questo sia un obiettivo raggiungibile. Caro lettore, ti vuoi unire a noi mentre continuiamo i nostri sforzi per raggiungere  sempre più cristiani, e tutti coloro che vorranno ascoltare  il Messaggio Biblico della Salute che Dio ci ha affidato? Con corpi più forti e più sani, saremo maggiormente in grado di adempiere alla Grande Commissione che Gesù ci ha affidato – che è la seguente: (Marco 16:15): “Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo ad ogni creatura “.

 .

Concludo ripetendo alcune parole aggiuntive che ho scritto più di 20 anni fa: “Vuoi aiutarmi? Il lavoro è sconcertante, ma i potenziali benefici possono essere favolosamente eccitanti “.

 .

Ti unirai a noi qui ad Acres Hallelujah e ci aiuterai a portare il Messaggio di Dio per la Salute a moltitudini di cristiani in tutto il mondo che sono malati, così come a chiunque altro che vuole ascoltarci?

 .

Il fallimento della Medicina Ufficiale

 .

“L’assistenza sanitaria universale” non è la soluzione alla  crisi della nostra assistenza sanitaria nazionale, perché ci costringe tutti in un sistema che ha già dimostrato di essere un fallimento. Tuttavia,  qui a Acres Hallelujah abbiamo trovato la soluzione, è la soluzione sta nella volontà di  Dio, e si articola nella Parola di Dio.

 .

Unitevi a noi, perché insieme e con l’aiuto di Dio, possiamo portare la salute e la guarigione a una società che è malata e muore anzitempo. Il mio sogno è quello di vedere  Chiese che non hanno più la necessità di passare la maggior parte del tempo della preghiera per pregare per gli ammalati, ma che possano dedicare questo tempo per pregare per le anime di coloro che ancora non conoscono Gesù e dove i nostri soldi non vanno più sprecati inutilmente per la cura dei malati.

 .

“Carissimo, mi auguro che in tutto tu stia bene e sia in BUONA SALUTE, come sta bene la tua anima.”

(III Epistola di Giovanni cap. 2, verso 1)

 .

 

Rev. George Malkmus.

.

TOSSIEMIA e DISINTOSSICAZIONE DEL CORPO


.

POCHE REGOLE PER DISINTOSSICARE

IL CORPO E RIACQUISTARE 

VITALITA’ E PESO FORMA

.

 .

  LA TOSSIEMIA

 .

La Tossiemia è l’eccesso di tossine nel corpo. Giornalmente continuiamo ad introdurre tossine nel nostro corpo atttraverso una alimentazione scriteriata basata su cibi industriali e stracotti. Quando  l’accumulo  di tossine supera il livello di guardia, ciè la quantità che il nostro corpo riesce a gestire, o meglio a tollerare, esplode il fenomeno della Tossiemia. Ricordiamoci che la Tossiemia è la causa principale di ogni malattia.

 .

Sintomi della Tossiemia

.

La tossiemia si manifesta con un sangue tossico e denso che va ad intossicare tutti i tessuti del corpo e fa fatica a scorrere per i vasi sanguigni generando tutte le patologie della circolazione del sangue: flebite, pressione alta ed insufficiente rifornimento nutritivo delle cellule, diabete, colesterolo, etc.. Un corpo intossicato ha le difese immunitarie indebolite, come anche le sue forze autocurative.  La Tossiemia  può essere facilmente combattuta e debellata con una corretta alimentazione.

 .

Cibi ad alto impatto tossico    

.

Ci sono cibi che contribuiscono ad aumentare il livello di scorie nel corpo, e sono in genere tutti gli alimenti di provenienza animale, ed i loro derivati:

 .

1 – carne, salumi, pesce, uova, latte, formaggi, etc.

 .

2 – zucchero raffinato e di canna, sale minerale e marino, fritture in genere.

 .

3 – Pane bianco, pasta, farina bianca e suoi derivati.

 .

4 – Caffè, The, Coca cola, Bevande gassate, alcolici, Red Bull, etc.

 .

 

Cibi ad alto potere disgorgante

 .

I cibi che contribuiscono a ripulire il sangue e gli organi dalle tossine accumulate in eccesso, sono:

 .

1 – Frutta di ogni tipo, da mangiare cruda.

 .

2 – Verdure e ortaggi che si possono mangiare crudi.

 .

3 – Frutta secca: datteri, uva passa, fichi secchi, prugne secche, etc.

 .

4 – Frutta a guscio non tostata: Noci, mandorle, nocciole, semi, etc.

 .

 

E dove prendi le proteine??????????????

 .

 

Al contrario di una errata credenza popolare (inculcataci fin dalle scuole elementari), frutta e verdura contengono tutti gli elementi nutritivi richiesti dal corpo, in misura sufficiente, ma allo stato naturale, quindi facilmente assimilabili dal nostro organismo, e sono: proteine, carboidrati, zuccheri, sali, vitamine.

 .

Disintossicarsi è facile

 .

Bastano pochi mesi di Alimentazione Naturale per ripulirsi dagli scarti alimentari, sentirsi in forma e pieni di energia, e ritornare al proprio peso forma. Provare per credere.

 .

Sebastiano.

 .

LA FORZA DEL SORRISO


.


LA FORZA DEL SORRISO

.

Se non eserciti il tuo sorriso,

sei come un uomo con un milione di dollari in banca,

senza il libretto degli assegni|

 

 .

 

Il sorriso è più potente della spada

 .

 

Ci vogliono quaranta muscoli per corrugare la fronte, ma ne bastano solo quindici per sorridere. C’è una bella frase di William Shakespeare, che dice: “E’ più facile ottenere quello che vuoi con un sorriso, che con la punta della spada”.  Ti chiedo, caro lettore: “Hai mai cercato qualche volta, in maniera  cosciente, di alzarti dal letto al mattino e farti la promessa di cercare di sorridere a tutte le persone che incontri oggi lungo il tuo cammino”?

 .

 

Se lo hai già fatto, mi complimento con te, perché sicuramente ti sarai reso conto che quel  giorno fu molto diverso per te, che fu migliore in ogni senso, e che sia che tu abbia aiutato qualcuno o che qualcuno abbia aiutato te, tutto è andato per il verso giusto quel giorno, ricevesti maggiori e migliori attenzioni dagli altri, risposte più affabili,  e tutte le cose ti sono andate sempre meglio  e anche tu stesso ti sei sentito meglio emotivamente e fisicamente. Ma se non hai ancora fatto questa esperienza, ti invito a provarci subito,  e vedrai come cambierà subito in meglio la tua giornata.

 .

 

Solo gli sciocchi scelgono di non sorridere

 .

 

Come affermato dal celebre drammaturgo spagnolo Victor Ruiz Iriarte, “Il sorriso è il linguaggio  degli uomini intelligenti, solo gli sciocchi e i delinquenti scelgono di essere tristi”. E in verità, non ha nessun senso rinunciare a tutti i benefici che ha da offrire a tutti un bel sorriso, invece di corrugare la fronte e sprecare energie usando quei 40 famosi muscoli che non ci daranno alcun beneficio. 

 .

Resta inteso che non tutti i  santi giorni abbiamo l’umore migliore per sorridere a tutti e che gli lo shock della  vita molte volte ci obbligano ad essere infelici e   a  mantenere per ore un cipiglio duro e ostile, perché questo è, secondo noi, l’unico modo in cui possiamo essere coerenti con il dolore, l’angoscia, la rabbia e l’amarezza  del momento che stiamo vivendo. Ma questo non è un atteggiamento intelligente, senza alcun dubbio . Si deve continuare a sorridere nonostante tutto, anche quando il nostro sorriso fosse un sorriso triste, perché  più triste di un sorriso triste è la tristezza di non sapere sorridere.  

.

Il sorriso dei disabili

.

E rendiamoci conto che anche se le cose non ci girano nel modo migliore, per qualsiasi motivo, ci sono sempre altri che se la  passano molto peggio, eppure rendono grazie a Dio, con un gran sorriso, per aver vissuto un nuovo giorno di vita. Non c’e da guardare lontano per trovare di questi casi eclatanti, di questi maestri di vita, basta distogliere un attimo lo sguardo da noi stessi per vedere tanti esseri umani con una serie di limitazioni fisiche o psichiche, che li rendono praticamente inabili, senza mani o senza   gambe, o non vedenti, o con paralisi cerebrale, e che eppure, con le loro capacità sviluppate proprio partendo dalle loro disabilità, giorno dopo giorno ci danno tremende lezioni di vita  che  ci lasciano perplessi, e che, a differenza di molti “normali” come noi,   aprono il loro sorrisi spontanei colmi di gioia. 

 .

E un sorriso significa molto, perché arricchisce chi lo riceve senza impoverire chi lo ha offerto, e anche se spesso può durare soltanto un secondo, a volte il suo ricordo non verrà mai cancellato. Provate oggi a sorridere alle persone alle quali di solito non sorridete, o con le quali non avete il miglior rapporto, e vedrete il risultato che questa azione provocherà nella vostra vita, è un qualcosa di veramente sorprendente. 

 .

Il sorriso è innato

 .

Il sorriso è un qualcosa di innato in noi, non è qualcosa che si impara. E’ stato dimostrato che i bambini che sono nati ciechi, sorridono naturalmente come quelli che possono vedere, cioè, non hanno dovuto vedere il sorriso degli altri per impararlo e non sono stati sottoposti ad alcun processo di addestramento per farlo, come richiesto ad esempio, per imparare a parlare. Sicuramente noi tutti abbiamo visto sorridere i bambini naturalmente, compresi i neonati; è parte della nostra natura, ed è una capacità innata che non dovremmo mai perdere durante il corso della nostra esistenza. 

 .

Ma accade purtroppo frequentemente, che ciò che riceviamo per dotazione naturale, vale a dire, la grande capacità di essere felici e sorridere, la dimentichiamo durante la nostra vita e cessiamo di praticarla, ed quel che è peggio, impariamo a smettere di sorridere! Questo è molto triste, è un rinunciare volontariamente alla nostra più grande ricchezza interiore creatrice di felicità.

 .

 

Il sorriso è una vera forza  vitale

 .

Il sorriso è un potere grande, il solo  in grado di coinvolgere emotivamente  anche la più insensibile delle persone. Ha una forza che può  aiutare a diminuire o eliminare in alcuni casi gli effetti negativi di nostri errori o malintesi. Un sorriso agisce sin dal momento in cui si dà; se  ritieni che a te il sorriso degli altri  non ti dia nulla di buono, sii generoso e dai il tuo, perché nessuno ha tanto bisogno di un sorriso come colui che non conosce che cosa è un sorriso.    

 .

Il sorriso non è altro che una luce folgorante sul nostro viso, una luce che ci apre molte porte, che ci crea  nuovi atteggiamenti positivi e che ci  spiana la strada per conquistare la simpatia ed il cuore degli altri. Spesso un sorriso  è la chiave maestra che apre le serrature più arrugginite che possiamo incontrare sul nostro cammino. 

 .

 

Proviamoci!

 .

 

Proviamo ad iniziare e a finire il nostro giorno  con un sorriso e scopriremo piacevoli sorprese, oltre le nostre aspettative. Provaci, c’è tutto da guadagnare  senza rischiare nulla. Beh, ne vale sicuramente la pena … o non lo credi?

 .

Sebastiano.

.

IL NODULO AL SENO


.

IL CALVARIO FEMMINILE DEL NODULO AL SENO

 .

LETTERA A VALDO VACCARO

.

 

.

UN GRIDO D’AIUTO E LA SPERANZA PER UNA SOLUZIONE NATURALE

 .

Gentile dr Vaccaro, ho deciso finalmente di scrivere il mio grido d’aiuto. Vorrei farle tanti complimenti per quello che fa per NOI.  Ed anche perché lo fa gratuitamente. Trovo tutto questo meraviglioso. Non lo fa più nessuno, credo. Vorrei passare subito al problema, anche se sono emozionata e non so da dove incominciare. Chiedo scusa per eventuali errori, ma non sono italiana, e non è semplice per me. Ho scoperto il suo blog solo una settimana fa, frugando tra la rete e cercando una soluzione NATURALE per la mia salute.

 .

IL NODULO AL SENO E TRE MESI DI INENARRABILE ANGOSCIA, TRA MAMMOGRAFIE, ECOGRAFIE ED AGHI ASPIRATI

 .

A Settembre ho scoperto di avere un nodulo al seno, molto doloroso e di colore rosso. Il dolore era simile a quello che noi madri proviamo col seno pieno di latte, finchè il nostro bebè non ce lo svuota poppando. Mi sono precipitata in ospedale e mi hanno fatto fare mammografia, ecografia e 3 aghi aspirati. Non sto a dire tutto il mio dolore fisico e psicologico. I medici hanno subito pensato a un tumore, ma l’ago aspirato diceva che era solo materiale infiammatorio. Dopo tante lacrime, che sollievo!

 .

LA MASTITE, LA SENOLOGA, L’INCISIONE E IL PUS

 .

Hanno pensato a una mastite, perché nel frattempo l’infezione stava smaltendosi. Era doloroso, ma mi sentivo liberata dall’angoscia. Ho anche raccontato in ospedale dei cataplasmi di ricotta, alternati a cataplasmi di argilla, che avevo fatto a casa, ma i medici mi hanno sgridata per questo. Poi  ho incontrato una brava senologa che ha deciso di farmi una piccola incisione per incrementare la fuoriuscita del materiale. Sembrava che tutto andasse bene. Invece il pus continuava ad uscire, mentre il nodulo rimaneva al suo posto. Alla fine non si sa cosa io abbia veramente.

 .

DUBBI, RIPENSAMENTI, PRELIEVI, ESAMI ISTOLOGICI

 .

Mi sono ritrovata perfettamente in una delle sue mail dove scrive che i seni vengono maltrattati (tesina Cisti. Noduli, gozzi e tanti bei seni da preservare, del 22/6/10). Ho sofferto tanto perché, ogni volta che andavo in ospedale, mi affondavano le forbici dentro il seno senza tanti complimenti, senza anestesia, per far drenare il nodulo!  Siccome il nodulo stava sempre lì, la ferita era sempre aperta, e il pus usciva sempre di meno, i medici hanno pensato ad altre malattie e non hanno escluso più nemmeno il tumore.

 .

NIENTE TUMORE E NIENTE TUBERCOLOSI, MA UN NUOVO APPUNTAMENTO COL BATTICUORE PER IL 12 GENNAIO

 .

Di nuovo prelievi di tessuto per l’esame istologico e per la tubercolosi! La risposta finale dell’esame istologico è arrivata, confermando che non si tratta di tumore. L’esito dell’esame per la tubercolosi non è ancora arrivato. Ma le radiografie al torace, fatte nel frattempo, confermano che i miei polmoni sono sani. L’ultima sforbiciata l’ho subita mercoledì 22 dicembre. La dottoressa ha notato che il nodulo è ridotto, ma solo leggermente, cosa che avevo notato anch’io. Mi ha detto di ritornare il 12 gennaio. La ferita si sta intanto chiudendo. Ho anche preso 3 antibiotici in questo periodo. Ho il terrore solo a pensare che me la possano riaprire in tale occasione.

 .

HO GIA’ DECISO DENTRO DI ME DI VOLER GUARIRE DA SOLA

 .

Infatti ho già deciso, dopo tutta questa angosciante trafila, che voglio guarire da sola. La senologa mi ha sempre detto che sono giovane e che non vorrebbe sottopormi all’intervento. Ma, se non guarisce da solo, lo deve per forza fare.  Altri medici del team volevano togliere subito il nodulo.  Quindi ho apprezzato il suo tentativo di provare altre vie, per risparmiarmi l’operazione chirurgica.

 .

DA DUE SETTIMANE SONO VEGETARIANA, E HO GIA’ LA SENSAZIONE CHE IL NODO SI STIA SCIOGLIENDO

 .

Da due settimane non mangio carne, nonostante sia sempre stata una consumatrice di prodotti animali. Ho cominciato a farlo per motivi religiosi, provando a rispettare la mia religione ortodossa, che richiede di non mangiar carne prima di Natale. Poi ho scoperto il suo blog, e a Natale non ho toccato nulla di proibito. Non è stato poi così difficile. Basta volerlo. Mia madre ha cucinato tutte cose tradizionali che a me piacciono moltissimo. Nonostante ciò ho rinunciato ben volentieri e, da ieri 27 Dicembre, sto mangiando soltanto frutta, verdura e castagne. E anche un po’ di pane. Ho la sensazione che il nodo si stia pure sciogliendo.

.

CHE SIA SOLO UN ASCESSO?

.

Tornando all’ultima visita, nessuno ha saputo dirmi cos’è questo nodulo. La senologa ha detto che per lei è solo un ascesso. Anche lei pensa che si tratti solo di un ascesso? La prego di rispondermi. Oppure, se è troppo impegnato, la prego di darmi un link con la dieta che mi consiglia. Voglio provare. Non voglio più vedere quelle forbici maledette che entrano nel mio seno.

.

DALLA ROMANIA ALL’ITALIA, CON DIVERSI SEGNALI PERSI PER STRADA

.

Al mio paese si mangia tantissima carne. Quella di maiale in particolare. E’ da 10 anni che sto in Italia e devo dire che IL CIELO mi ha mandato tanti messaggi che io non ho ancora capito bene. Forse riuscirò a interpretarli questa volta. Nel 2003 ho fatto amicizia con una ragazza stupenda. Era vegetariana solo per amore verso gli animali. Ho cominciato a riflettere e ho subito rinunciato alla carne di coniglio, di agnello e di mucca, ricordandomi quanto erano belli e docili questi animali quando li vedevo da mia nonna in Romania, e davo loro il biberon d’inverno. E mi sono pure ricordata di quanto piangevano queste bestiole quando mio zio preparava gli attrezzi di macellazione, e loro capivano in anticipo che lui stava preparandosi alla loro uccisione. 

.

UN PROBLEMA DI CALCOLI ALLA COLICISTE IN FASE POST-PARTO

.

Nel 2006, un mese dopo il parto, ho avuto delle coliche molto dolorose. Si trattava di coliciste. I medici mi hanno detto che era piena di calcoli e che dovevo asportarla. Ho letto qua e là e ho capito che tutto dipendeva dall’alimentazione.
Avrei dovuto fare l’intervento all’istante perché le coliche sono rischiose, ma io volevo allattare mia figlia e ho rifiutato. Ho rinunciato a tutto quello che era grasso. Niente carne, niente olio, nemmeno quello di oliva, per non avere coliche e arrivare ad almeno 6 mesi di allattamento.

.

L’ALLATTAMENTO DELLA BAMBINA E L’ESPERIENZA VEGETARIANA

.

Quando mia figlia aveva 6 mesi, mi hanno tolto la coliciste. Ma avevo lasciato un bel po’ del mio latte nel biberon, e ho sperato tanto che al mio ritorno dall’operazione, mia figlia volesse ancora il latte mio. E così è stato. Quello era stato un altro segnale. A significare che si può stare benissimo senza carne, e che potevo avere un latte buono mangiando naturalmente quello che la terra offre. Ed ero anche dimagrita in modo positivo. Mia figlia ha preso poi il latte fino ai 2 anni e mezzo. In tutti questi anni ho sempre pensato agli animali, alle loro sofferenze, ma senza mai rinunciare totalmente alla loro carne. Spero che ora sia davvero la volta buona.

.

LE CHIEDO DI AIUTARMI A GUARIRE DA SOLA, SENZA INTERVENTI CHIRURGICI

.

Tornando al mio problema, la prego di darmi una soluzione. Vorrei tanto guarire da sola. Le mie paure non sono più così forti, grazie anche al pensiero positivo. Ho letto da qualche parte che i semi di lino possono far ridurre i noduli del seno. Lei cosa ne pensa? Non so cosa dirle ancora di me. So solo che ho tanta stima del suo lavoro, e non so come ringraziarla per quello che scrive. Vi ho anche trovato qualche soluzione valida per mia madre e la sua tiroide, ed anche per l’acne di mia sorella. Le auguro un anno stupendo e le mando un grande abbraccio! Nikol.

 .

**************************

 .

RISPOSTA DI VALDO VACCARO  

.

SONO CERTO CHE SAPRAI SUPERARE QUESTO BRUTTO MOMENTO

 .

Ciao Nikol, molto chiara e dettagliata la tua esposizione. Sono convinto che tu abbia la stoffa per guarire da sola. Non sei solo giovane, e pertanto reattiva, ma anche motivata. Chi più di una giovane madre ha buone ragioni per vivere sana e integra accanto alla sua creatura? Non ti manca poi un pizzico di cultura animalistica, e questo ha pure la sua importanza.

.

UN ANIMALISTA, O ANCHE UN BUON CRISTIANO, NON MANGIA CARNE, NE’ SOTTO NATALE NE’ MAI

.

Quello che ti è mancato finora è la coerenza. Ami gli animali. Li hai visti e li hai accarezzati. Li hai persino alimentati col biberon da ragazzina. Non puoi amarli ed ammazzarli contemporaneamente. Occorre fare scelte precise nella vita. 
Non puoi stare su entrambe le sponde del fiume. Prendi una decisione e sia solo quella.

 .

NON ESISTONO PUNTI DI INTESA E DI COMPROMESSO TRA L’IGIENISMO E LA MEDICINA ODIERNA.

 .

NESSUNA DIFFICOLTA’ INVECE CON IPPOCRATE, CON GALENO E LA SCUOLA MEDICA SALERNITANA.

 .

Anche in tema salutistico devi fare una scelta di campo netta e rigorosa. Se stai in campo medico, coi tempi che corrono, non puoi praticare nel contempo l’Igienismo. Troppo lontane le posizioni praticamente su tutto. Trovare oggi un compromesso coerente e armonizzato con la medicina sarebbe come pensare a una convivenza pacifica tra l’acqua e il fuoco. Se scegli l’igienismo devi dimenticarti di operazioni, visite, radiografie, mammografie, ospedali, senologhe, farmaci e vaccini, pensando invece a mettere assieme velocemente una adeguata cultura igienistica in alternativa a quella medica.

.

UNA CONTESTABILISSIMA ASPORTAZIONE DELLA CISTIFELLEA

.

Già hai pagato un pesante pedaggio alla medicina invasiva e violenta, quando ti hanno asportato da incompetenti la cistifellea. Non ho nessun timore ad usare il termine incompetenza, che mi pare anzi troppo diplomatico ed eufemistico. Il termine alternativo a incompetenti potrebbe essere solo quello di irresponsabili.
Se pensi che con un digiuno e un paio di settimane di dieta crudista ti saresti liberata dei calcoli e avresti mantenuto possesso del tuo sacro organo chiamato colicisti o cistifellea, ti verrà la voglia di mangiarti le dita. La cistifellea è un organo di straordinaria importanza al pari del fegato, e non certo qualcosa messa lì per sbaglio a fare la bella statuina. 

 .

SEI GIA’ PASSATA SOTTO I MUTILATORI DI REGIME, E NON TI SERVE ALCUNA REPLICA

 .

E’ vero che se asporti il fegato una persona defunge, mentre se le asporti la coliciste no. Nemmeno se le asporti un occhio o una gamba non muore.
Asportare la cistifellea significa inequivocabilmente togliere qualità e quantità alla vita di una persona. In pratica, cara Nikol, sei già passata sotto i mutilatori di regime. E qui ti mando alcune tesine sul sistema epatico: Fegato e cistifellea, nobili ghiandole vegane, del 26/11/10, Fegato, cistifellea e digestioni faticose, del 25/8/10, La disinvolta asportazione della cistifellea, del 21/8/10, e Calcoli alla cistifellea, del 21/9/10.

 .

LA CHIRURGIA NON E’ L’EVOLUZIONE MA IL FALLIMENTO DELLA MEDICINA

 .

La chirurgia mondiale si diverte a giocherellare con gli organi della gente in base al cosiddetto indice di asportabilità. Per anni, i medici hanno pensato a un grado di asportabilità 100% per le tonsille e per l’appendice, accorgendosi solo di recente che queste operazioni rappresentano una pericolosa menomazione del sistema immunitario. Gli interventi di asporto non sono operazioni ma menomazioni. Il dr Oliver Wendell Holmes (1809-1894), professore di anatomia ad Harvard e fondatore della Corte Suprema Americana, famoso per voler mandare in fondo al mare tutti i farmaci e tutta la materia medica, disse anche che La chirugia simboleggia non l’evoluzione ma il fallimento della medicina.

 .

LA SINERGIA DEL CORPO UMANO E’ UN TABU’ PER CERTI MEDIOCRI SPECIALISTI, IPNOTIZZATI DAL CONCETTO DI UN ORGANISMO SUDDIVISO IN TANTI COMPARTIMENTI STAGNI

 .

In questi ultimi anni, hanno preso di mira tiroide, ipofisi, timo, cistifellea e milza, pensando di fare il buono ed il cattivo tempo col corpo umano. I chirurghi, come tutti gli specialisti, non prendono mai in considerazione il funzionamento sinergico dell’organismo, dove tutte le parti hanno precise ed insostituibili funzioni e dove tutte le parti sono collegate ed armonizzate, per cui vanno religiosamente rispettate. Se la natura ha dotato il fegato di una ghiandola associata di nome cistifellea, lo ha fatto per buoni motivi, e non certo per errore o tanto per farlo.

 .

NON CONDIVIDO AFFATTO LE POSIZIONI DELLA TUA SENOLOGA

 .

Non sono d’accordo nemmeno con la senologa che ti sta curando, e col suo modo di ragionare, pur essendo lei di un piccolo gradino superiore ai colleghi che ti avrebbero bisturizzata seduta stante. Vuole salvarti il seno, ma se il nodulo non guarisce da solo ti manda sotto i ferri. E’ forse questo un modo logico di ragionare? Assolutamente no. Questa non è medicina intelligente ma terrorismo medicale.

.

ASCESSO O TUMORE, CHE DIFFERENZA FA? E’ SEMPRE OPERA LOGICA E SMONTABILE DEL SISTEMA IMMUNITARIO.

.

Mi chiedi se penso che si tratti di un ascesso, condividendo la sua opinione?
Potrebbe anche essere. Un ascesso è una raccolta di pus o di materiale puriforme in una cavità formatasi nei tessuti, accompagnata da infezione batterica. Ma in realtà che differenza fa? Tumore, ciste, ascesso, escrescenza, crosta. Trattasi sempre di formazioni sintomatologiche che nascono da qualcosa che sta a monte. Tutte innocenti e risolvibili con un processo di detossificazione chiamato digiuno.

.

Mi chiedi se i semi di lino riducono i noduli. Assolutamente no. Niente e nessuno riduce i noduli, all’infuori di un sistema immunitario da riattivare mediante una perfetta detossificazione, sostenuta da una coerente alimentazione vegana, inclusiva dei semi di lino, che troverai tra gli alimenti da me raccomandati in fondo a questa tesina.

.

LE DONNE VANNO AMATE E RISPETTATE, E NON RIDOTTE IN STRACCI

.

Già una leggera manipolazione del seno è pericolosa, figurarsi aprire un seno ed amputarne una parte, scive Herbert Shelton, su Tumori e cancri. Le operazioni al seno non sono così semplici e innocenti come la medicina vuol far credere. Comportano frequentemente conseguenze gravissime, e a volte anche la morte. Le donne così vengono ridotte in stracci di persone. Spesso i tumori sono poi recidivi. Se un seno viene asportato, compare un tumore anche nell’altro.

.

IL PARAOCCHI IN SALA OPERATORIA

.

I medici non pensano mai alle cause di questi tumori. Li trattano come fossero idiopatici (esistenti di per sé) e non sintomatici (causati da qualcosa), cripto-genetici e non medico-causati. Mai che un chirurgo si ponga la fatidica domanda Perché ha la ghiandola infiammata? Il fatto che la donna abbia mangiato per anni al di là delle proprie capacità digestive ed assimilative, e che sia rimasta avvelenata cronicamente da tale eccesso, non è di alcun interesse per i chirurghi.

.

Il fatto che ad ogni mestruazione i suoi seni fossero dolenti al tatto, e che tale stato abbia finito per diventare cronico, e che ne sia conseguito un indurimento, sfugge loro completamente. Il fatto che le abbiano tolto una ghiandola basilare come la coliciste, e che potrebbe essere intossicata proprio da questa menomazione, niente gli importa. Ciò che vedono è soltanto una enfiagione. Ciò che sanno è soltanto che bisogna tagliare.

.

SOLO I TUMORI PRIVI DI FLUSSO SANGUIGNO PORTANO A CACHESSIA E METASTASI

.

Il dr John Tilden (1851-1940), uno dei padri dell’igienismo ha espresso un concetto basilare di differenziazione tra tumore e cancro: Se il tumore non raggiunge quello stato d’indurimento che impedisce alla circolazione del sangue di raggiungere il suo centro, il tumore non ha ancora raggiunto lo stato canceroso.

.

Dunque, se il tumore non rimane isolato dal circuito sanguigno e non è ancora avvenuta in esso alcuna decomposizione, la salvezza è vicina, sempreché il caso venga trattato oculatamente (con digiuno ad acqua distillata, e con susseguente adozione di dieta virtuosa).

 .

LA CACHESSIA E’ DISPERAZIONE, ANCHE SE IL DR MAX GERSON RIPESCAVA DEI CASI ESTREMI CURANDOLI CON DIETA CENTO PER CENTO FRUTTARIANA

.

Quando invece il centro del tumore è colpito a morte, rimanendo isolato dal flusso del sangue, esso entra in decomposizione, venendo a mancare l’alimentazione e la pulizia da parte del sangue. Il passaggio della materia purulenta conseguente nel resto dell’organismo produce una rapida cachessia.
Ed è a questo stadio della malattia che le speranze svaniscono, in quanto c’è diffusione del pus e creazione di metastasi in diversi punti del corpo. La cachessia è disperazione. Ma la natura aveva abbondantemente messo sull’avviso il paziente. La natura non è avara di avvertimenti e di luci rosse.

 .

GONFIORI, ASCESSI E TUMORI SI AUTOLIDONO E SPARISCONO DA SOLI. BASTA CHOIUDERE IL RUBINETTO DEI VELENI E DETOSSIFICARE IL SANGUE.

 .

Tali gonfiori, o tumori, o qualsiasi cosa essi siano, spariscono da soli, senza bisogno di cure. La correzione drastica del modo di vivere pone fine alla tossiemia, all’avvelenamento del sangue, nonché all’intossicazione intestinale, ovvero ai fattori che hanno causato i gonfiori stessi. Dire invece a una donna che ha un cancro, significa sconvolgerla e distruggerla, angosciarla ed annientarla. 
Una persona terrorizzata può già morire di quello. Le può venire un vero cancro solo per quello.

.

CERCA DI ACQUISIRE IGIENISMO E DI PERDERE MEDICALISMO 

.

Ti posso intanto ricordare i miei due libri in circolazione, editi dal Gruppo Anima di Milano, e il http://www.valdovaccaro.blogspot.com, da cui prendo per l’occasione una trentina di tesine e te le mando in allegato.

.

DIGIUNO DI 3-5 GIORNI E SEMIDIGIUNO FRUTTARIANO

.

Posso anticiparti che devi semplicemente puntare a una detossificazione generale dell’organismo, partendo con un digiuno di almeno 3 giorni, preferibilmente 4-5 giorni, con riposo assoluto a letto e acqua leggera a volontà, oppure con acqua più spremuta di limone senza zucchero. Poi ti fai 3 giorni di alimentazione fruttariana, con agrumi di mattina, melograni o kaki a metà mattina, banane e ananas a pranzo, kiwi o uva nel pomeriggio, mele o pere a cena, con qualche mandorla o qualche noce volendo. Puoi anche assumere, al posto della frutta di metà mattina, un centrifugato di carote, sedano, ananas e zenzero, oppure di bietole e mele, oppure di rape, topinambur e mele.

.

I RISULTATI ARRIVERANNO RAPIDAMENTE

.

Alla fine di tale settimana detossificante, parti con una dieta vegana tendenzialmente crudista, tipo quella contenuta nella tesina Quando è il medico a chiedere aiuto, personalizzandola un po’ e adattando lo schema alle tue esigenze, alle tue possibilità e ai tuoi gusti, ma senza stravolgerla troppo. Già con queste mosse comincerai ad ottenere dei risultati. Se questo non bastasse, ovvero se tu avessi ancora dei problemi al seno, puoi rifare una seconda seduta di digiuno, identica alla prima, dopo uno o due mesi.

.

SOSTANZE CHE PROVOCANO I TUMORI E SOSTANZE CHE LI DISSOLVONO

.

Prendi nota comunque che per tutte le forme tumorali, per tutte le cisti, per tutti i noduli, per tutte le escrescenze di qualunque tipo ed origine esse siano, ci sono sostanze in grado di favorirle e di provocarle come le carni bianche e rosse, i latticini, il tabacco, il caffe, il sale, lo zucchero (non quello della frutta viva, che niente ha a che vedere con lo zucchero sintetico), le bevande gassate.

.

Ma ci sono anche sostanze in grado in grado di annientare ed esorcizzare i tumori. Le bevande fresche e vitali derivanti dalla frutta e dalle verdure crude, cariche di clorofilla, di glucosio vivo e mineralvitaminizzato rappresentano il massimo come cura antitumorale.

 .

ALTRI IMPORTANTI RIMEDI DELLA NATURA

 .

In particolare il succo d’uva fresco, specialmente quello da uva da vinificazione, ha poteri eccezionali contro ogni forma di tumore. Anche il succo di cavolo-patata-carota-zenzero ha grande reputazione. Esistono pure rimedi erboristici, come la salvia, la piantaggine (i conigli la consumano avidamente e non a caso sono sanissimi), l’aglio, la radice della fitolacca (specifica per il tumore al seno), il cavolo grattugiato e i ravanelli (e tutte le radici piccanti), e tutti i germogli.

 .

LA DIETA ANTI-CANCRO NON PUO’ CHE ESSERE BASSO-PROTEICA E BASSO-LIPIDICA, SULLA FALSARIGA DI QUANTO INDICATO DAL NOSTRO IMMENSO MAESTRO PITAGORA

 .

La dieta anticancro per eccellenza è la dieta fruttariana crudista, come ampiamente dimostrato anche fuori dal campo igienistico, col dr Max Bircher-Benner (1867-1939) e dal dr Max Gerson (1891-1959). E’ estremamente importante che la dieta sia di tipo basso-proteico, in conformità a quanto auspicava Pitagora. I semi di lino e di sesamo, ed anche il loro rispettivo olio, sono pure da includere tra i rimedi anti-tumore.

 .

Valdo Vaccaro – Direzione Tecnica AVA-Roma e ABIN-Bergamo

 .

PUBBLICATO DA VALDO VACCARO  http://valdovaccaro.blogspot.it/

.

RED CANZIAN DEI POOH HA SCELTO DI ESSERE VEGANO


.

RED CANZIAN DEI POOH

E LA SCELTA VEGANA

.

Red Canzian dei Pooh

.

.

Red Canzian, noto componente del gruppo musicale Pooh, risponde alle domande del Dott. Michele Riefoli e Simona Valesi dell’associazione “Coscienza e Salute” di Milano. Red argomenta punto per punto le motivazioni che lo hanno spinto ad adottare lo stile di vita vegano, quali siano i benefici positivi di tale scelta sulla salute dell’uomo, sull’impatto ambientale e sul rispetto verso il mondo animale.

 .

 

Red Canzian spiega con linguaggio semplice ma preciso quali sono i benefici positivi di tale scelta sulla salute dell’uomo, sull’ambiente e quale sia il coinvolgimento rispetto il mondo animale.

 .

“…penso sia giusto parlare delle cose belle che fai e quando ho capito che diventare vegano poteva essere importante non solo per me ma anche per riuscire a trasmettere in qualche maniera questo messaggio ho deciso di dire di si quando qualcuno mi chiede un’intervista….non si tratta di una dieta, è uno stile di vita, è un concetto, è affrontare la vita in maniera diversa.  sono stato per 15 anni vegetariano poi…”

 .

Red, insieme con la moglie Bea, da più di vent’anni porta avanti un progetto didattico-naturalistico con il quale trasferisce ai bambini delle elementari la passione ed il rispetto per la natura facendoli diventare i tutori di un alberello. Il progetto ha preso il nome “Un albero per la vita” ed in tutti questi anni sono stati regalati agli alunni oltre 25.500 piante.

 .

L’intervista è stata realizzata in collaborazione con la web-tv Veggie Channel, regia di Massimo Leopardi e montaggio di Julia Ovchinnikova:

 .

http://www.veggiechannel.com

.

AUTOINTOSSICAZIONE del COLON e DISINFORMAZIONE MEDICA


.

SALUTE E COLON

.

COLITE

.

Uno dei maggiori specialisti mondiali nel settore della gastroenterologia è sicuramente il dr Bernard Jensen, che nel suo Hidden Valley Health Ranch, a Escondido-California, ha ospitato negli anni scorsi malati di ogni parte del mondo, insegnando loro ad alimentarsi come si deve e a guarire dai loro problemi all’intestino e soprattutto al colon. Nel suo peregrinare intorno al mondo, Jensen si rese ben presto conto che nel colon sta la radice di tutte le malattie umane, ed anche la radice del benessere, quando tutto fila liscio.

 

 .

AUTOINTOSSICAZIONE

 .

Chi ha il colon a posto è una persona toccata dalla benevolenza divina, dalla salute, dalla vitalità, dal buonumore, dall’ottimismo a oltranza. Avere un corpo libero da tossine ti permette davvero di vivere in stato di invidiabile relax.

 .

L’autointossicazione è la fonte numero uno di miseria e decadimento fisico, una condizione che ci è dato spesso di vedere sotto i nostri occhi nella società odierna. L’autointossicazione deruba l’uomo della chiarezza di pensiero. Gli toglie la capacità di scelta e discriminazione, la capacità di giudicare con certezza. Gli porta disillusione, amarezza, caos finanziario e fallimento, oltre che mancanza di salute fisica. Sconfiggere l’autointossicazione può essere un compito lungo e difficile.

 .

 

I CINQUE CANALI DI ESCREZIONE

 .

Quando mangiamo cibi disintegrati, disidratati, devitalizzati, demineralizzati, devitaminizzati, de-enzimizzati, defibrati, decolorati, privi cioè delle loro caratteristiche naturali originarie e della loro acqua biologica, spalanchiamo l’uscio di casa nostra alle peggiori patologie, a problemi e a sofferenze. Essi non possiedono più la lubrificazione e l’umidità vitale necessaria a superare con disinvoltura ed efficacia il travagliato tratto intestinale.

 .

Nessun terapeuta e nessun medico al mondo dovrebbero azzardarsi a praticare la propria arte senza prima prendere cura maniacale dei nostri cinque canali di escrezione ed eliminazione che sono la pelle, il sistema linfatico, i reni, i polmoni e il colon.  

.

VIVERE CORRETTAMENTE

 .

 

Se vivessimo tutti correttamente, non staremmo qui a parlare di queste cose. Il problema è che viviamo nella maggioranza dei casi da imbecilli e da dissennati, da autolesionisti e irresponsabili. Non mangiamo i cibi giusti. Non facciamo gli esercizi appropriati. Non traiamo vantaggio dall’aria pura che respiriamo.

.

Non catturiamo i benefici raggi del sole le poche volte che c’è. Non pensiamo in positivo. Come possiamo pretendere, in tali condizioni, che la parte più preziosa del nostro corpo, ovvero il colon, funzioni a regola d’arte e non diventi un punto critico della nostra vita?

 .

Troppa gente con stili di vita stile zuccherino e caffè, stile hamburger e cola, finisce in ospedale, si fa curare e torna poi alle stesse ridicole abitudini… 

 .

Se vai in una clinica igienista, la prima cosa che pretendono è la lista delle cure e delle operazioni subite in precedenza, ovvero il curriculum medicale. Le prime cose citate sono le varie vaccinazioni, e un accenno alle demenziali abitudini di stoppare la nostra preziosa amica febbre.

.

Invariabilmente segue l’asportazione delle tonsille, l’organo cioè preposto ad eliminare il catarro, il muco e gli acidi, nelle parti più delicate del corpo. L’unica parte del sistema linfatico che funzioni esternamente e che elimina gli umori e i veleni che il corpo non può utilizzare. Il terzo report cita l’appendice, altro pezzo nobile del tessuto linfoide.

 .

E con questo, all’igienista si rizzano i capelli. Ma come! Qui siamo proprio alla demenza! Qui abbiamo deciso di trasformare il nostro corpo da un apparato perfetto ed autopulente in una autentica pattumiera ambulante a vita!

 .

 

DISINFORMAZIONE MEDICA

 .

 

Non si può poi pretendere di mettere buon cibo pulito all’interno di un corpo carico di vecchia immondizia, e aspettarci per giunta dei buoni risultati. 

 .

E’ importante rendersi conto che il colon ha la struttura nervosa più povera e scadente di tutti gli organi interni. Non avendo nervi a sufficienza, non è in grado di segnalarci prontamente e compiutamente quanto succede al suo interno. Quando ti accorgi di avere un problema al colon, sei già praticamente nei guai.

 .

Esistono testi medici universitari che sostengono cose assurde ed imbarazzanti, come quella per cui un movimento intestinale ogni 5 giorni può essere considerato nella norma. Chi scrive queste sconcezze è uno stitico che produce libri per studenti stitici.

 .

Chi divulga da una cattedra universitaria queste autentiche puttanate, è il medesimo che poi va a insegnare che i minerali delle acque potabili e imbottigliate sono utili per la salute.

.

E’ il medesimo che va poi a insegnare che il corpo umano ha bisogno di proteina nobile, di latticini carichi di buon calcio, di vitamina B12, di Omega-3 ittica, di ferro-eme, di cloruro di magnesio inorganico e di 2 litri di acqua al giorno, corredati da vaccini, farmaci, viagra e integratori, per funzionare al meglio.

 .

 

UN CORPO BOMBARDATO

 .

 

Quando le acque stagnanti e le tossine salate-zuccherate-caffeinizzate-nicotinizzate-cadaverinizzate-alcolizzate vengono depositate nel corpo ad un ritmo superiore alle nostre capacità organiche di tollerante resistenza e di auto-eliminazione, e quando uno dei citati cinque canali eliminativi lavora male e non a pieno regime, trouble lies ahead, come dicono gli inglesi, a significare che ci stiamo dando una martellata nei cosiddetti, e che davanti a noi ci attendono grosse insidie.

 .

E’ vero che abbiamo un corpo a prova di bomba, ma se lo bombardiamo in continuazione ne fiacchiamo ogni resistenza. Il nostro organismo può essere sopraffatto dall’accumulazione tossica in seguito a fatica traumatica, a scarsa circolazione, a diete sballate.

 .

Man mano che aumenta la tossiemia nel sangue e nel sistema linfatico, i tessuti e le cellule non vengono ossidati al meglio. Senza ossidazione perdiamo in potenza energetica e bio-chimica, si sviluppano radicali liberi, e il corpo sfiancato continua a lavorare in pena, col freno a mano tirato, in una spirale discendente. Non è in grado di eliminare le sue tossine.

 .

 

IL VIAGGIO DEL CIBO

 .

 

Il corpo in salute dipende da un colon pulito. La pulizia e l’efficienza del sangue, delle reni, dello stomaco, del cervello, delle ghiandole endocrine, dipende da quello che troviamo di giusto, o invece di imbarazzante, all’interno del colon. 

 .

Quando il cibo è passato dalla bocca all’esofago e allo stomaco, esso fa il suo ingresso nel tubo a spirale chiamatopiccolo intestino o intestino tenue. Ed è qui che avviene il 90% dell’assorbimento dei nutrienti, presi dal bolo liquido chiamato chimo. Siamo nella parte alta chiamata duodeno.

 .

Attraverso contrazioni ritmiche (12-16 al minuto), chiamate peristalsi intestinale, il chimo si mescola ai succhi digestivi intestinali (bicarbonati), a quelli pancreatici e a quelli epatico-biliari (veri e propri detergenti che emulsionano gli acidi grassi e i gliceridi, sminuzzandoli).

 .

La superficie villosa intestinale misura all’incirca 20 metri quadri. I villi, come tanti funghetti affamati, assorbono i nutrienti e, tramite la vena porta li affidano al fegato per una ulteriore riduzione e per la distribuzione a tutte le cellule dell’organismo.

 .

A 8-10 ore di distanza dal pasto, il cibo ha superato l’intestino tenue e ha quasi completato la sua digestione, passa l’ileo ed entranell’intestino crasso (cieco-colon-retto) per la fase digestiva finale e l’eliminazione.

 .

Parliamo ovviamente di cibo virtuoso pre-insalivato e pre-digerito al meglio, non di proteine animali sfiorate e non disintegrate dal loro guscio, e dunque putrefacenti e miasmanti, che comprometterebbero tutto e raddoppierebbero i tempi di transito, richiamando batteri in un’area poco adatta ai medesimi.

 

 .

BATTERI BUONI E MENO BUONI

 

 .

Il colon ha una superficie liscia, priva di villi, ma ha quella classica sua conformazione a seni e salamini, che gli permette di espandersi a fisarmonica. Grazie alle onde peristaltiche, le feci vengono spinte verso il retto e l’ano per l’eliminazione finale. Quando le operazioni sono virtuose e il colon è sano, c’è scarsa attività batterica nel piccolo intestino ed enorme lavoro batterico in zona colon.

 .

L’azione batterica gioca un ruolo inestimabile nella nutrizione e nella digestione. I nostri amici batteri riescono persino a produrre vitamine del gruppo B (chiamate fattore intrinseco) e vitamina K ricavandole dalle feci.

 .

Tutto quanto sopra funziona al meglio e il corpo ha tutta l’energia biochimica per farlo. Ma, se alimentiamo la nostra macchina perfetta con cibo nutrizionalmente incompatibile e deficiente, tutto si complica e si compromette, e viene a mancare al corpo l’energia di spinta.

 .

 

CIBO E NUTRIZIONE

 .

 

Il cibo fornito oggi all’umanità proviene già da suoli spesso impoveriti e desertificati dagli erbicidi e dai fertilizzanti chimici. Viene poi lavorato, seccato, concentrato, cotto e pastorizzato, sterilizzato, chemicalizzato, imbalsamato, arricchito e vitaminizzato. Il cibo devitalizzato manca di fibre e di contenuto.

.

Tende ad essere secco, colloso, pastoso, innaturalmente dolce-salato, totalmente inadatto ad affrontare un transito elaborato e complesso nell’intestino umano. E’ portato semmai ad incollarsi e a rallentare, piuttosto che a procedere agevolmente.

 .

Ecco allora che si rallenta il transito e si abbassa il rendimento nutrizionale netto, per cui il sistema immunitario, istruito dalle cellule affamate, richiede più cibo per compensare. Parte un circolo vizioso di fame e starvazione, con riduzione del rendimento utile e della vitalità.

 .

Sintomi come mancanza di energia, irritabilità, irrequietezza, ansia, intolleranza, litigiosità facile, sono il risultato di quanto sopra. Il corpo ha bisogno di più elettricità per svolgere il suo aggravato compito, ed è costretto a lavorare in sovraccarico con rischio raddoppiato di rotture e di funzionamenti irregolari, di sbalzi nei valori ormonali.

 .

 

MUCO E INCROSTAZIONI

 .

 

Quando il colon si incrosta con materiale fecale trattenuto a lungo e mai espulso, l’assorbimento dei nutrienti finali viene compromesso, e inoltre si vanno a formare colonie batteriche sul materiale imputridito. Il muco indurito del colon, misto ad antiche incrostazioni fecali, ospita a quel punto colonie batteriche pervertite e anaerobiche (operanti in assenza di ossigeno), portatrici di insidie cancerogene e capaci di reintrodursi nell’organismo.

 .

La pulizia del colon ha tremenda importanza per la salute nell’assieme. Quando il colon si avvelena di stagnazioni velenose e i suoi tessuti vengono rigati da abrasioni e da ulcere, i residui tossici della fermentazione putrefattiva trovano facile accesso al sangue, alla linfa e ai liquidi corporali. 

.

Pani bianchi e stracotti, torte, crostate, pasticcini, tutte cose da eliminare.
Sei cereali in forma integrale vanno massimizzati e sono: miglio, segale, avena, mais, riso e grano saraceno. Sempre come contorno del cibo base che rimane la frutta.

 .

 

ALIMENTAZIONE CORRETTA

 .

 

La costipazione non è altro che otturazione dell’intestino crasso. Le feci trattenute sono una autentica maledizione, e causano pure disordini cardiaci, pensieri annebbiati e scompensi sessuali, incluso impotenza e carenza di desiderio.

.

L’intossicazione intestinale con relativa febbre che attrae il sangue e rende la pelle smorta e gli arti costantemente gelidi, è figlia diretta della costipazione. La corretta nutrizione gioca dunque un ruolo di importanza stratosferica per il benessere corporale e spirituale dell’uomo.

 .

veleni che ogni stato e ogni governo virtuoso dovrebbero bandire e che vengono invece promossi, supportati, finanziati, protetti e coccolati. Veleni come la cadaverina e la putrescina, il tabacco, il caffè, l’alcol, lo zucchero industriale, il cioccolato, il sale, i farmaci, gli integratori, i minerali inorganici dei cibi cotti e delle acque minerali, hanno effetti disastranti sulla digestione e sulla eliminazione, in quanto sconvolgono, ribaltano e turbano le secrezioni gastriche e le risposte nervine, e distruggono la flora intestinale. La gente vive in continuo stato di penuria idrica, di disidratazione, di mancanza di succo zuccherino fruttaceo.

 .

Tutte le malattie del globo terracqueo, nessuna esclusa, sono dovute interamente a carenza di principi nutritivi quali sali minerali organicati, vitamine naturali, enzimi, ormoni, ed all’assenza contemporanea di difese immunitarie e di flora batterica protettiva.

 .

 

UN CANALE ELIMINATIVO

 .

 

La frequenza e la quantità di eliminazione fecale è apprezzabile ma non è indicazione garantita di non-costipazione. C’è gente che ha 4 movimenti al giorno e che ha ciononostante il colon costipato ed incrostato.

.

Il problema è che la popolazione non prende cura di se stessa. Pochissimi sono quelli che hanno un barlume di sana alimentazione. Quando manca regolarità e intelligenza nella dieta, non si può pretendere regolarità e intelligenza nel colon, ma soltanto caos intestinale.

 .

La membrana mucosa del colon è stata creata come canale eliminativo e non come magazzino dei veleni, o come scarico rifiuti tossici. Se il colon viene usato come pattumiera stabile e non come strumento di ricambio regolare, i depositi tossici e droganti accumulati nel colon diventano bombe tossiche ad orologeria, e producono nel corpo allergie e intolleranze, celiachismo, malattie autoimmuni, irritazioni, infiammazioni, ulcerazioni, sbalzi ghiandolari, tumori e cancri, nonché spietati scompensi cardiaci.

 .

 

LE DIVERTICOLITI

 .

 

Le diverticoliti sono malattie sempre più diffuse. Quando la dieta è carente di fibra vegetale cellulosica, i muscoli del colon devono lavorare duramente per forzare le feci attraverso il proprio tratto di canale. Va spesso a finire che tali sforzi provocano un’ernia, ovvero una protuberanza e un sacchetto esterno.

 .

Questi contenitori fecali aggiuntivi sono ovviamente a fondo cieco, per cui le feci vi si installano e nessuno le tira fuori facilmente, diventando ulteriore sorgente di febbre intestinale, di irritazioni e infiammazioni, che vanno ad aggiungersi al menù intossicativo già di per sé elevato del resto del corpo. Si sono viste, ai raggi X, delle situazioni incredibili, con 142 diverticoli sviluppatisi a grappoli intorno ad un singolo colon.

 .

Il dr John Harvey Kellogg dichiarò giustamente che la parte bassa dell’intestino è fatta in modo tale da richiedere unaevacuazione ogni 6 ore, mentre l’uomo tende, nel migliore dei casi, a conservar la massa fecale 24 ore ed anche di più, provocandosi tutte le malattie possibili ed immaginabili.

 .

 

ZUCCHERO, SALE E MINERALI

 .

 

Lo zucchero che non sta nella frutta è un veleno implacabile che ruba tutto e porta niente, all’infuori di vuote e deficitarie calorie. Il sale che non sta nelle clorofille vegetali è un veleno implacabile che provoca infarti e ictus, crea ritenzione idrica e porta niente, all’infuori di sballanti e stimolanti reazioni leucocitiche, seguite da crisi depressive, in perfetta linea con gli alti e bassi dei valori tiroidei.

 .

Un colon sano è ricco di sodio, carbonio, potassio e magnesio, minerali che alcalinizzano e che mancano. Minerali organicati e in forma collaginosa che non vanno cercati nelle acque dure o negli integratori, ma nei frutti di ogni specie, nel sedano crudo e nei cavoli, nelle rape e nelle carote, nei carciofi e nei finocchi, nella verdura amarognola e nei crescioni, nei tarassachi e nelle cicorie.

 .

Il magnesio organicato si trova abbondante nelle pannocchie gialle tenere (da cuocersi leggermente all’interno del loro cartoccio), nel germe di grano, nelle mandorle e nelle rape, ed è minerale prezioso per i movimenti intestinali.

 .

 

SAPER VIVERE

 .

 

Una buona compagnia spirituale o anche sessuale, un clima rilassato, una musica piacevole e non assordante, servono pure a far funzionare al meglio un tizio esigente e sensibile come il colon. Il colon non funzionerà mai bene se non impariamo a vivere propriamente. Ricordiamoci che esiste un modo giusto e ideale di vivere, e non è solo una questione di cibo e di dieta.

 .

 

LA CARNE

 .

 

La carne si riconferma più che mai nemica numero uno dell’umanità, anche dell’umanità che continua testardamente a difenderla e a pretenderla. E si confermano, come nemici numero uno, il pesce e la B12, le diete a zona e le diete mediterranee, la macrobiotica e il vitaminismo sintetico stile Linus Pauling.

 .

Nessuna malattia esiste, nessuna allergia, nessuna intolleranza, nessuna autoimmunità, nessun Parkinson ed Alzheimer, nessuno sbalzo di tensione, nessun picco diabetico e nessuna caduta ipoglicemica, nessuno strappo simpaticotonico o vagotonico, nessuna ubriacatura ghiandolare. Niente di tutto questo esiste senza intensa presenza di materiale tossico nel corpo e di una insostenibile situazione patologica in zona colon.

 .

 

UN APPELLO

 .

 

Qualcuno mi dice che la mia è fatica sprecata. Qualcuno mi dice che ogni cosa distribuita a titolo gratuito è priva di valore. Qualcuno mi dice che la gente è tonta e non ha il cervello per distinguere il sacro dal profano, lo scientifico dal ciarlatanesco. 

.

Il mio è un atto di fede nella intelligenza intuitiva e geniale delle genti italiche, che non possono aver gettato alle ortiche, dall’oggi al domani, i geni di Archimede, Pitagora, San Francesco, Dante, Leonardo, Marconi.

 .

Mi è successo di conoscere professori universitari ricchi di boria e privi di genialità, e anche di incontrare manovali e carpentieri dalle mani callose ma dall’intelletto fine.
Questo mi permette di rivolgermi a tutti senza nessuna discriminazione, senza guardare ai loro titoli, ma alla loro capacità di pensare e di riflettere.

 .

Non riesco purtroppo a rispondere una per una alle centinaia di messaggi e di domande, a volte curiose e a volte angoscianti che mi stanno arrivando. Farò il possibile per soddisfare anche individualmente alcuni messaggi.

.

Ma chiedo scusa ai tanti che ho perso per strada. Non ho cinque centraliniste e 7000 clienti da sgrassare a suon di banconote, come i dietologi lombardi alle porte di Milano. Chiedo un minimo di comprensione.

 .

Fonte: Valdo Vaccaro  http://valdovaccaro.blogspot.it/

 .

Direzione Tecnica AVA-Roma e ABIN-Bergamo

.

CELIACHIA, OVVERO INTOLLERANZA AL GLUTINE


.

LA CELIACHIA VISTA DALL’OTTICA NATURALE

(Due punti di vista)

 
 .

 

    DEFINIZIONE DI CELIACHIA

.

 

 La celiachia o glutine-enteropatia è una intolleranza alla gliadina, che è una componente alcol-solubile del glutine (insieme di proteine contenute in alcuni specifici cereali e nei loro prodotti derivati). Viene definita in genere come intolleranza permanente a vita, assolutamente non guaribile e non migliorabile.

.

Trovo tale valutazione esagerata e dogmatica, oltre che pessimistica, per cui vale la pena di non rassegnarsi alla condizione e a migliorare iil proprio margine di tollerabilità alle sostanze difficili.

 .

 

IL TETTO PROTEICO TRA 20 E 30 GRAMMI/GIORNO DI PROTEINE E’ FONDAMENTALE

 

.

 

Il mio concetto parte dal buon senso e anche dalle scoperte e dalle tante conferme che stanno arrivando in continuazione a vantaggio del vegan-crudismo. Lo sforamento dei 20 o 24 o massimo 30 grammi di proteine al giorno, che sono il famoso tetto proteico oltre il quale si va in stato di pericolosa acidificazione del sistema, la dice lunga sulle proteine e sulla giusta dieta degli umani.

.

Chi è tuttora legato alla proteinomania, e non ha ancora acquisito tali concetti, farà bene ad aggiornarsi e a rivedere urgentemente i suoi dogmi mentali.

 

 .

PIU’ PROTEINE METTI IN CIRCOLO E PIU’ BASSI

SONO I TUOI MARGINI DI TOLLERANZA

 

 .

Uno che si intasa giornalmente di proteine vive in stato di acidificazione cronica, di perenne avvelenamento, e quindi di impregnazione tossica del sangue, con nessun margine di tolleranza ad ulteriori veleni. La cosa mi pare ovvia.

.

Il fatto che passando da tali situazioni critiche a diete alleggerite, basso-proteiche e cariche di frutta e verdura tendenzialmente crude, comporti sorprendenti scomparse di allergie e intolleranze, indica che anche la situazione di intolleranza al glutine può subire dei miglioramenti. Se sei già ubriaco di proteine indigeste non puoi pretendere di fare ulteriori aggiunte proteiche a base di glutine, e di non subire pesanti conseguenze.

 

 .

MEZZO MILIONE DI CELIACI IN ITALIA

 

.

 

Si valuta che una persona su 100 in Italia sia celiaca e che questa sia solo la punta di un iceberg, per cui molti altri soffrirebbero di forme attenuate di intolleranza ai citali cereali, senza nemmeno rendersene conto.

.

Chi soffre di problemi intestinali cronici e in particolare del morbo di Crohn, deve necessariamente considerare l’ipotesi celiaca, verificando la presenza o meno di immunoglobuline IgG (dette anti-gliadina) che rappresentano il parametro più sensibile a questo tipo di anomalia. La celiachia non deriva da trasmissione genetica mendeliana ma pare caratterizzata da un certo indice di familiarità.  

.

ATROFIA VILLI E MALASSORBIMENTO INTESTINALE

 .

Il meccanismo patogeno porta a sviluppo di atrofia dei villi intestinali, con sviluppo di citochine (interferone, interleuchina-2, interleuchina-4) che provocano fenomeni di apoptosi (moria cellulare pianificata) e di iperproliferazione cellulare, con ipertrofia delle cripte e aumento dei linfociti intra-epiteliali, con processi infiammatori a danno del duodeno, poi del digiuno prossimale e poi dell’ileo, per cui si instaura un malassorbimento dei cibi e delle microlesioni lungo l’intestino tenue, nonché un appiattimento e una ridotta funzionalità della mucosa intestinale e dei suoi 5.5 milioni di villi.

 .

 

IPOTESI SULLE CAUSE ORIGINANTI

 .

 

L’igienista australiano Ross Horne sosteneva che la celiachia viene causata spesso in età infantile, quando si pretende di alimentare con cereali e farine di frumento e d’orzo i bambini, prima che il loro intestino si sia completamente formato ed adattato alle alternative del post-svezzamento. Horne notò notevoli miglioramenti su di sé utilizzando la dieta Pritikin, togliendo pane e farinacei, aumentando la crema di avena e soprattutto triplicando la frutta ingerita.

 .

 

L’IGIENISMO NATURALE ANNOVERA IMPORTANTI CORRENTI ANTI-CEREALI

 .

 

Herbert Shelton, al pari di Hilton Hotema, ed anche di Arnold Ehret, non è molto tenero con cereali e legumi. “Tra tutti i cibi amidacei a disposizione dell’uomo, cereali e legumi sono i meno indicati per l’alimentazione umana”.

.

Fa poi eccezione per il riso integrale, preferito a frumento e farro per il suo più basso livello proteico, perché è meno acido-formante, più nutriente, ed in più non lascia tossine e residui lungo il corpo. In ogni caso, aggiunge Shelton, i cereali vanno sempre preceduti da un piatto di insalata cruda, ed in più ci deve essere adeguato corredo di frutta nel corso della giornata.

 .

 

FRUTTA IN PREVALENZA E INCLUSIONE DEI CEREALI LEGGERI

 .

 

Le mie personali posizioni su questo dualismo “cereali sì-cereali no”, sono che la frutta è sicuramente un alimento superiore. Il problema si pone comunque quando essa non è sufficiente in qualità, quantità e varietà, quando l’apporto calorico stenta a coprire il fabbisogno, specie nel periodo invernale, specie nelle persone sportive, specie nelle persone sottopeso, e ogniqualvolta la quota di vitamine del gruppo B (di cui tutti i cereali integrali sono ricchi) scarseggia.

 .

 

UN CELIACO PUO’ COMUNQUE VIVERE IN CONDIZIONI DI FORMA INVIDIABILI

 .

 

I celiaci vegani non dovrebbero in alcun modo preoccuparsi. La celiachia non è catalogabile come vera e propria malattia, ma piuttosto come tendenza a non sopportare qualcosa che si chiama glutine concentrato. Un celiaco può stare in forma splendida e divertirsi a tavola quanto vuole, evitando il ristretto gruppo di sostanze vietate. Ci sono tutte le patate a disposizione e tutti i tuberi, oltre che la frutta fresca o secca, i semini ed anche i cereali integrali senza glutine.

.

Essere celiaco può essere spesso vantaggioso, visto che si finisce per diventare accurati selezionatori privilegiando scelte dietologiche più attente ed accurate, ed usufruendo pure di maggiori spazi digestivi a vantaggio della frutta e delle verdure crude.

 .

 

BASTERA’ EVITARE 5 CEREALI E I LORO SOTTOPRODOTTI

 .

 

Dopotutto si tratta di rinunciare a quel tipo di glutine che si trova in 5 tipi di prodotti bene individuati, come il frumento, il farro, l’orzo, la segale, il kamut). L’avena, soprattutto se consumata correttamente a crudo o quasi-crudo come nella crema di avena che spesso propongo, viene agevolmente tollerata. Il riso integrale, il mais, il pop-corn, il grano saraceno, il miglio, l’amaranto o psillo e la quinoa non presentano controindicazioni.

.

Idem per i semini vari tipo sesamo, girasole e lino. Si tratterà di evitare il germe di grano. Il frumento, volendo, si potrà germogliare e in quel caso diventerebbe accettabile, Bisognerà stare attenti con farinacei, torte, merendine, paste e pizze (le pizze alla soia vanno invece bene). E si dovranno evitare le bevande all’orzo e le birre.

 .

 

UNO STRAORDINARIO LEGUME CHIAMATO LUPINO

 .

 

Viene anche incontro il solito lupino, un legume davvero straordinario che dovrà necessariamente essere rivalutato. Utile non solo per i diabetici ma anche ai celiaci. La farina ottenuta dal lupino dà luogo a prodotti gluten-free, capaci di sostituire al meglio le farine vietate. Anche le farine di ceci, di castagne, di tapioca, di pistacchio e di carruba, possono essere usate liberamente, al posto delle farine al glutine.

 .

Fonte: Valdo Vaccaro  http://valdovaccaro.blogspot.it/

 .

 

***************************************

 

 .

 

Cereali, Glutine e Celiachia

 .

 

Intolleranza al Glutine

 .

 

Per paleodieta una delle considerazioni più importanti è che i cereali ed i loro derivati sono stati introdotti, in quantità importanti, solamente molto tardi nell’alimentazione umana. Il glutine è una proteina contenuta in molti cereali (grano, orzo, segale, avena…) con poche eccezioni (riso, miglio, mais…). Col termine glutine, si indica genericamente un gruppo diverso di proteine. Il “glutine” del grano è quindi diverso dal “glutine” dell’orzo o dell’avena.

.

L’intolleranza al glutine, può essere presente in misura più o meno marcata, in persone che non hanno mai considerato che potessero creare problemi al loro corpo con l’assunzione di alimenti che ne contengono. Ricerche recenti mostrano che l’intolleranza al glutine è in aumento, e che spesso questo viene completamente ignorato.

 .

 

 

Celiachia Nascosta:

 .

 

Alcune persone hanno una vita caratterizzata da disturbi di varia natura, piccoli dolori o fastidi, e magari nessuno specialista sembra in grado di aiutarli, nonostante l’impegno, le ricerche e la competenza. Esse trascorrono la loro vita avendo un’alimentazione normale come tutte le altre persone.

.

Dopo la morte accade poi, magari in seguito ad una autopsia, di rilevare un’intolleranza al glutine che però non si manifestava apertamente, quindi la persona inconsapevolmente continuava nell’assunzione, il che continuava a provocare i disturbi. Si può anche provare ad adottare una dieta che elimini in maniera totale (altrimenti non ha senso), gli alimenti contenenti glutine per qualche mese (il processo è lungo) e vedere cosa succede.

.

Alcune persone riportano una serie di benefici già dopo poche settimane. Altrimenti è possibile fare dei test e togliersi il dubbio.  La paleodieta non contempla comunque l’impiego di alimenti contenenti glutine se non in modo occasionale.

 .

 

Cenni storici:

 .

La prima moderna descrizione della celiachia venne fatta da Samuel Gee, un medico inglese. Gee non si considerò come lo scopritore della malattia infatti aveva preso le sue conoscenze riguardo la malattia da alcuni scritti antichi.

 .

Che cos’è la celiachia: 

 .

 

La celiachia è una intolleranza permanente alla gliadina del frumento e alle corrispondenti proteine dette prolamine come l’avena e l’orzo. La celiachia può apparire sia nel bambino sia nell’adulto.

.

Nel bambino predomina la steatorrea alla quale si associa la perdita di peso, distensione addominale, segni di deficienze vitaminiche, neuropatie. Nell’adulto invece, la steatorrea e la perdita di peso sono molto lievi, mentre hanno maggior rilievo alcuni segni e sintomi di malnutrizione secondaria.

.

Secondo alcuni studi la differenza maggiore tra la persona predisposte alla celiachia e una che non lo è stia nei geni di un sistema particolare chiamato HLA che è molto importante perchè è il sistema che identifica gli agenti esterni che vengono immessi nel corpo.

 .

Una persona predisposta alla celiachia individua come estraneo il glutine, ma non tutte le persone predisposte alla celiachia sono intolleranti al glutine. Il celiaco, una volta che intraprende una dieta senza glutine, torna a una condizione di salute normale. La celiachia ha due facce: malattia grave se si mantiene una dieta con il glutine, normale condizione se si fa una dieta che non lo prevede.

 .

 

Celiachia subsonica o atipica:

 .

 


La celiachia può essere atipica in quanto sono presenti dei sintomi extra-intestinali. La celiachia subclinica è più difficile da diagnosticare e se non curata può intaccare la funzionalità di altri organi e apparati. Anche uno solo dei sintomi sotto riportati può essere segnale della celiachia:

 .

  • anemia resistente alla somministrazione di ferro;

  • alterazione dello smalto dei denti;

  • astenia spesso associata a pressione bassa;

  • diarrea;

  • distensione e dolore addominale;

  • anoressia;

  • nausea;

  • vomito;

  • osteoporosi;

  • osteomalacia;

  • crampi e crisi tetaniche;

  • edemi periferici;

  • disturbi neurologici gravi come neuropatie periferiche, schizofrinia, demenza organica, particolari forme di epilessie associate a calcificazioni endocraniche occipitali;

  • alterazioni dermatologiche come dermatite erpetiforme, fragilità di unghie e capelli, lesioni cutanee.

  • Nella donna: disturbi della sfera sessuale e della fertilità, menarca tardivo, menopausa precose, amenorrea, sterilità, aborti ripetuti, parti prematuri.

  • Nell’uomo: impotenza, alterazioni della mobilità e della morfologia degli spermatozoi.

     

Anche il sovrappeso è una condizione compatibile con la celiachia.

 .

 

Celiachia silente e potenziale:

 .

In assenza di sintomi ma in presenza di alterazioni della mucosa intestinale si parla di celiachia silente. In questo tipo di celiachia l’organismo trova un suo equilibrio nella malattia che però continua ad agire. La celiachia silente non curata può portare gravi patologie in cui il celiaco non risponde più alla dieta priva di glutine e può provocare il linfoma intestinale e tumori. 

.

Si parla della celiachia potenziale quando  vengono trovati nel sangue dei marcatori sierologici della celiachia. I soggetti in questione vengono privati del glutine ma sottoposti a controlli periodici per valutare lo stato di avanzamento della malattia.

 

 .

Diagnosi della celiachia:

 .

I soggetti che presentano i sintomi della celiachia o quelli che appartengono alle categorie a rischio, sono sottoposti all’analisi degli anticorpi specifici nel sangue. Vengono ricercati:

 .

  • Anticorpi anti-gliadina (AGA)

  • Anticorpi anti-endomisio (EMA)

  • Anticorpi anti-transglutaminisi (tTG)

Se questi anticorpi sono presenti, si procede a una biopsia intestinale. La biopsia viene ripetuta a circa un anno di dieta senza glutine per controllare l’effetto terapeutico. In caso di dubbio, come ulteriore conferma, si esegue una prova chiamata “Challenge”.

.

Si riespone il soggetto per circa 3 mesi al glutine e si esegue la biopsia se la mucosa intestinale si presenta normale si continua con la dieta libera per circa 2 anni quando poi si riesegue una biopsia. Una volta ottenuta la diagnosi di celiachia la persona può ottenere gratis gli alimenti senza glutine per il proprio sostentamento.

.

(fonte www.paleodieta.it )

.

ALIMENTAZIONE NATURALE IN 10 PASSI


.

VEGAN: DA CHE PARTE COMINCIARE?

.

LETTERA A VALDO VACCARO

.

Illustrissimo dr Vaccaro, mi chiamo Matteo, ho 55 anni ed è da almeno 35 anni che consumo regolarmente tabacco, caffè, alcool, non escludendo sporadicamente analgesici e antibiotici. Volevo chiederle cosa fare, in modo dettagliato, per passare da onnivoro a vegano. In attesa di una sua risposta la saluto cordialmente. Matteo.

.

 

**************************************

 .

RISPOSTA DI VALDO VACCARO

 

.

SIAMO PER UNA NORMALE E RESPONSABILE ALIMENTAZIONE DESTINATA ALL’UOMO

.

 

Ciao Matteo, trovi nel mio blog diverse tesine dedicate all’argomento. Vorrei anche aggiungere una considerazione. Il termine “vegano” non è la parola più adatta. La usiamo tuttora solo perché ci manca un’alternativa sintetica e azzeccata per descriverci meglio.

 .

Ci chiamiamo vegani per convenzione. Siamo degli esseri umani normalissimi che praticano un modo di vivere, di pensare, di agire e di nutrirsi, secondo determinate regole e determinati criteri di salutismo e di rispetto ambientale. Siamo per un’alimentazione umana, salutista, piacevole, appagante e responsabile.

 .

 .

DIECI PASSI FONDAMENTALI

.

 

1) Crearsi una cultura alternativa a quella corrente e maggioritaria, fortemente impregnata da ideologie di comodo e di interesse. L’unica scuola al mondo radicalmente alternativa alla medicina e alla “curomania” dilagante, nonché al becero nutrizionismo corrente, è proprio l’igienismo naturale. Ho due libri in circolazione come Alimentazione Naturale Storia dell’Igienismo Naturale, Anima Edizioni – Milano, e penso che ti potrebbero servire. Dovresti anche pescare tra le 1500 tesine del mio blog.

.

 

 

 .

2) Cambiare al più presto alimentazione, seguendo lo schema vegano tendenzialmente crudista e adattandolo a te stesso, secondo le tue personali tendenze, gusti, necessità, ma sempre rispettandone i principi fondamentali.

 

 .

Si tratta in breve di massimizzare l’apporto di frutta piazzandola in 5 pasti sazianti (3 colazioni al mattino e 2 merende pomeridiane), trasformando pranzo e cena in buona occasione per un gran piatto di verdure crude come primo, e in un secondo di compromesso coi cibi cotti in modo limitato e intelligente (patate, cavolfiori, cavolini, legumi, cereali integrali, passato di verdure, pasta vegana, pizza vegana). 

.

3) Già il semplice cambio di alimentazione dovrebbe generare degli effetti eliminativi, ovvero degli effetti temporanei fastidiosi, derivanti dal lavoro detossificante intrapreso dal sistema immunitario, liberato dalle leucocitosi digestive del passato e dunque più reattivo sul campo suo specifico. Occorre prepararsi a questo e saper resistere nella fase iniziale.

 .

4) C’è il rischio che il corpo, non abituato più alla frutta e alla verdura crude, abbia qualche difficoltà iniziale di adattamento. Occorre in questo caso procedere per gradi. Sarebbe il caso anche di fare un digiuno fai-da-te di 3 giorni circa per ripulire il sistema ed evitare che i nuovi cibi producano gonfiori ed irritazioni, al contatto con vecchi residui in zona intestinale. Partire però subito con un digiuno sarebbe forse un po’ troppo pesante. Meglio in caso unasettimana a centrifugati di tuberi (carote-sedano-mele, rape-carote-mele, sedano-rapa-topinambur-patata- zenzero, ecc).

 .

5) In ogni caso vietato l’uso di farmaci e integratori.

 .

6) Siamo in presenza non di una dieta ma di un sistema alimentare e comportamentale commisurato al corpo umano, per come è fatto e disegnato, e per quali sono le sue reali esigenze di salute e di armonia. Un sistema basato sui cibi al naturale e sul basso-proteico, in ossequio a principi che l’igienismo conosce da sempre, ma che ora persino le autorità mediche cominciano a riconoscere (vedi 24-30 grammi/giorno come tetto massimo proteico oltre il quale il sangue va in acidificazione).

 .

7) Tieni presente che la frutta va mangiata da sola senza fare troppe mescole. Succo d’arancia meglio a digiuno da solo. Meloni e angurie rigorosamente da soli e lontano dai pasti di pranzo e cena. Tutta la frutta lontano da pranzo e cena, anche se per mela, ananas e papaia si possono accettare prima-durante-dopo il pranzo e la cena, per le loro doti antifermentanti.

 .

8 ) Altro principio importante, in caso di più pietanze a tavola, prima quelle a rapida digestione, poi quelle a medio tempo di digestione e infine quelle a tempi lunghi. La frutta (escluso banana e avocado che richiedono un paio d’ore), se consumata correttamente a stomaco vuoto, finisce nel sangue in mezz’ora. Ma non si mangia comunque ai pasti principali, anche per evitare che porti via spazio all’insalata. Pertanto, a pranzo e cena, importante rimane anticipare qualsiasi piatto di cibo cotto con un piatto di crudità (d’inverno si tratterà di cicorie, carciofi, finocchi, carote, rafano, rape, valeriana, sedano, ecc).

 .

9) Non si beve a tavola, se non mezzo bicchiere di acqua al massimo.

 .

10) Non mi resta che darti il benvenuto nella comunità umana che ha scelto un’alimentazione sana, responsabile verso se stessa e l’ambiente, non crudele verso le altre creature animali.

 .

A presto. Valdo Vaccaro.

 .

 

PUBBLICATO DA VALDO VACCARO  http://valdovaccaro.blogspot.it/

.

TUMORE, CANCRO, CARCINOMA, METASTASI, CHEMIOTERAPIA, RADIOTERAPIA


.

TUMORE AL SENO, ASPORTAZIONE E RADIOTERAPIA

.

Dr. Valdo Vaccaro

 .

LETTERA A VALDO VACCARO

.

Il mio nuovo stile di vita fruttariano

.

Buonasera Maestro, sono Cinzia da Roma. Le ho già scritto la mia storia in una mail precedente, sia a questo indirizzo che a quello di facebook. Da circa 20 giorni seguo uno stile di vita fruttariano. Mattina 4 arance, spremute alle 6 e 30, un kiwi alle 8, altra spremuta di agrumi alle 11, una banana alle 13, preceduta da terrina di insalata mista, e una mela alle 16. La sera insalata con rape e rucola, seguita da un piatto di cereali o di legumi cotti con metodo conservativo.

.

Cosa mai significa in situ e in bozzolo? Cosa significa tumore e cosa cancro?

.

Mi sono davvero rotta con la radioterapia e i farmaci. Nel 2009 sono stata operata al seno per un carcinoma in situ, quindi, da come ho capito, ancora nel suo bozzolo. Ma, in questo caso, si definisce cancro? Ho fatto 45 sedute di radioterapia, ed in più mi hanno mandata in menopausa farmacologica con il Decapeptil, una fiala ogni 3 mesi, e il Nolvadex, una pasticca tutte le sere. Da circa 3 giorni ho tolto il Nolvadex, all’insaputa dei miei familiari, e il 21 Gennaio dovrò fare la puntura. Ma non ho intenzione di andare all’appuntamento, perché penso che il mio sistema immunitario abbia tutto ciò che serve per non avere una recidiva.

.

Sono circondata più da avversari che da incoraggiatori

.

Le persone accanto mi prendono per pazza, dicendo che, quando non sarò più coperta e monitorata dalla medicina, mi verrà di nuovo, magari all’altro seno. Ho fatto una scelta, ma vorrei tanto che lei mi rispondesse, anche solo per capirne di più, per distinguere se il carcinoma era di tipo ormonale, o era forse passato da tumore a carcinoma. Sarò felice ed onorata di vedere la mia testimonianza tra le sue tesine pubbliche che non mi stancherò mai di leggere. Grazie di tutto quello che fa per gli altri. Le voglio bene. Cinzia.

 .

*********************************

 .

RISPOSTA di VALDO VACCARO

 .

Il diritto di essere informati e di poter scegliere liberamente

.

Ciao Cinzia, le mie vedute sono di tipo igienistico-naturale e, a corredo di esse, ti allego alcune tesine specifiche sull’argomento. Troverai grosse difformità con quanto la medicina ti ha finora insegnato, e questo non deve sorprendere, essendo il percorso igienistico non solo alternativo, ma spesso diametralmente opposto a quello della medicina corrente. Ti fornisco pertanto queste informazioni che tu potrai utilizzare in tutta libertà nelle tue scelte terapeutiche. Hai tutto il diritto di informarti e di poter scegliere sul da farsi.

.

Le classificazioni sono funzionali agli interessi di una vorace sanità mondiale

.

Ti consiglio di non prendere con eccessiva serietà le tante classificazioni che si fanno sui vari tipi di tumori e cancri. Troppe le discordanze e le accezioni di comodo che vengono date ai fenomeni patologici in questione. In America, proprio al fine di rendere ogni minima sciocchezza operabile e quindi economicamente significativa per il voracissimo sistema sanitario statunitense, la medicina ha deciso di chiamare carcinoma e cancro ogni piccola neoformazione che appare sui tessuti, sui nervi, sul derma, negli organi e nel sangue.

.

La chiesa medica mondiale di Atlanta

.

L’unica zona umana non ancora caratterizzata da un suo cancro operabile è l’anima. Non perché non esista tale cancro, ma solo perché il bisturi ancora non ci arriva. Il resto del mondo segue ovviamente, senza discutere e senza fiatare, tutto quello che viene indicato dal paese-guida. La medicina ha capito prima degli altri che l’unione fa la forza. Se ogni ministero della sanità andasse per conto suo, sai che caos. Con la bacchetta in mano all’OMS, ai NIH e alla FDA, tutti rigano dritto, con la divisa verdognola degli alunni obbedienti e medicalizzati, e nessuno fiata.

.

Igienismo Naturale e Medicina corrente sono agli antipodi

.

Igienismo e Medicina corrente vanno raramente d’accordo, per cui è sensato che ognuno prenda posizione e faccia le sue scelte optando per una delle due scuole, ed evitando l’errore di tenere un piede nel mondo medico e l’altro in quello igienistico. Si tratta di fare una scelta di campo, netta e chiara. Nessuna concorrenza e nessun dualismo, vista la grande diversità di approccio filosofico e terapeutico.

.

Perchè il tumore? Il tumore è opera logica e coerente del sistema immunitario

.

Per l’Igienismo il tumore, nei vari punti e nelle varie forme, è sempre un ultimo segnale utile per fare un serio cambio di direzione. Tumore inteso come ricettacolo difensivo di veleni che il corpo non riesce più a trattenere o a gestire, e che quindi va ad incapsulare su un punto particolare del corpo, prescelto in genere tra quelli più deboli e tartassati del nostro organismo. Tumore inteso come opera protettiva di emergenza, creata dal sistema immunitario a salvaguardia del corpo e non certo per fare dispetto.

 .

Digiuno igienista e digiuno ehretiano contro i tumori

 .

Per l’Igienismo non c’è nulla da curare. Siamo per la cura della non cura e della non interferenza con la volontà imperscrutabile del sistema immunitario. Per tutti i sintomi chiamati malattie, ed anche per il tumore, che è per l’appunto sintomo di massima toxemia corporale, non si devono fare trattamenti e tanto meno asportazioni, ma soltanto digiuni, seguiti da diete vagane tendenzialmente crudiste. In pochi giorni di digiuno igienistico ad acqua distillata o leggera, o di digiuno ehretiano ad acqua e limone, un tumore grosso come una palla da golf diventa una nocciolina, si autolide e si disintegra. Non è fantascienza ma pratica corrente e di successo, in uso da oltre mezzo secolo. 

.

Digiuno come tavola chirurgica senza bisturi

.

Fin quando il tumore è attraversato da un regolare flusso di sangue che nutra e ripulisca regolarmente le sue cellule aggiuntive (non cancerogene ma solo aggiuntive, nota bene), il tumore rimane entità vivente, organismo addizionale ma sano. Se non si va al più presto a chiudere il rubinetto dei veleni che ha causato il suo insorgere (rubinetto alimentare, rubinetto farmacologico, rubinetto emotivo), il tumore tende a crescere. Chiusi i rubinetti tossici il tumore si mantiene. Per farlo regredire e poi scomparire c’è un solo modo. Oltre a serrare le fonti di inquinamento, occorre affiancargli la cura riduttiva e disintegrativa del digiuno, che funge in questi casi da tavola operatoria della natura, da chirurgo senza anestesie e senza bisturi.

 .

L’autodissoluzione del tumore

 .

In pochi giorni di riposo corporale assoluto (niente cibo, niente bevande diverse dall’acqua, niente farmaci, niente pensieri, niente giornali o tv, niente preoccupazioni), sorseggiando acqua in continuazione, il tumore si svuota dei suoi veleni e finisce per scomparire nel medesimo modo in cui è arrivato. Dal digiuno si passa a tre giorni di semidigiuno crudista fruttariano o tuberiano (carote-rape-bietole-zenzero-sedano-topinambur-patate) e quindi alla normalità della dieta stabile, che per l’igienismo è la dieta vegana tendenzialmente crudista. 

 .

Nessun problema proteico. Chi tira in ballo le proteine mente da sempre.

 .

Più cruda è la dieta, più perfetta è. Più cruda è, più proteica e mineralvitaminica è. Col solo rischio di metter dentro insufficienti calorie, rispetto a quante ne consumiamo. Crisi proteica mai, nemmeno volendolo. La quota di 20 grammi igienistici/al giorno, o anche quella di 34 grammi/al giorno raccomandata dalla FAO, si raggiunge con qualsiasi dieta al mondo, anche la più sguarnita.

 .

Cibi semplici, deliziosi e digeribili, per una salute di ferro

 .

Chi pratica il veganismo deve mangiare “tanto di poco” e non più di uno-due bicchieri d’acqua, e non “poco di tutto” e due-tre litri d’acqua, come prescritto dalla diseducazone nutrizionistica medica. Tanto di poco significa buoni quantitativi di determinati cibi sani ed innocenti, senza troppe mescole. Le variazioni si fanno tra un pasto e l’altro, e tra un giorno e l’altro, ma non all’interno del medesimo piatto, con tanti stomachevoli pasticci e tanti trucchi cuocheschi. Il sistema igienistico è basato su cibi semplici, sani, digeribili, riconoscibili, non manipolati, non strapazzati, non salati, non zuccherati, possibilmente non cotti.

 .

Il five-per-day fruttariano e l’uno-due verduriano di pranzo e cena

 .

E’ basato, se vogliamo, sul five-per-day di frutta lontano dai pasti, che significa 5 pasti sazianti di sola frutta, e sulla compensazione verduriana-crudista di pranzo e cena, dove il primo piatto è sempre una terrina di insalata verde, o di cavoli e carota grattugiati, o di carciofi e finocchi, o di cicoria e ravanelli, o di lattuga e pomodori. Sempre con dei germogli e dell’avocado. Se arriva il compromesso cotto e quindi concentrato, utile a caricare a volte più calorie, come nel caso di chi consuma molto e ha qualche difficoltà a bilanciare il tutto, tale compromesso non va al di là di patate e legumi non stracotti, oppure al di là di un piatto di cereali integrali, oppure al di là di pasta integrale con diverse verdure, oppure al di là di una pizzetta vegana all’avocado e ananas, più funghi, peperoni, cipolle e rucola, oppure al di là del gazpacho di verdure crudo o semicotto con crostini di pane integrale, oppure al di là dei panini integrali vegani, con tante verdure, crema di olive, pomodoro secco e noci o pinoli.

 .

L’incattivimento del tumore in direzione cancerogena

 .

Tornando al tumore, i guai peggiori che gli possono capitare sono due: i trattamenti medici e il blocco circolatorio. L’asportazione del tumore è una menomazione invasiva e inconcludente. Si asporta il sintomo e si lascia al suo posto la causa tumorale. Ecco il motivo del continuo risorgere dei tumori, e del loro incattivirsi. Quando le operazioni vanno bene e non c’è riproduzione significa solo che il tumore asportato non era vero ricettacolo tumorale ma solo innocente escrescenza provvisoria, priva di funzioni immunitarie, cosa che succede molto spesso in sala operatoria.

 .

Putrefazione e cachessia

 .

Il blocco circolatorio si ha quando il tumore cresce troppo e finisce per strozzare le vie circolatorie che lo alimentano e lo ripuliscono. In questi casi si ha degenerazione del tumore in cancro, col materiale interno che va in putrefazione e cachessia, diventando bomba tossica che si disintegra all’interno e produce metastasi in ogni parte del corpo. Una condizione da cui è assai difficile tornare indietro.

 .

Quando si supera la soglia della cachessia, il Sistema Immunitario spinge verso il decesso

 .

Al punto che lo stesso sistema immunitario, lasciato lavorare al meglio con dieta crudista vegana in fase terminale, tende ad accorciare la sopravvivenza ed anche a minimizzare la soglia del dolore, in una sorta di auto-eutanasia naturale. Non a caso, le cliniche igienistiche americane rifiutano questo tipo di pazienti, per non compromettere i loro record di alta-guaribilità. Il dr Max Gerson divenne famoso in America per alcuni casi clamorosi di recupero pazienti terminali, mediante dieta puramente fruttariana.

 .

Una ribellione in corso d’opera

 .

Detto questo, torniamo al tuo caso specifico, cara Cinzia. Sei stata operata e hai subito la tua bella quota di invasività medica, al pari della mia amica milanese Annamaria, di cui ti segnalo l’email. E qui, a metà strada, sorge la tua ribellione alle cure sanitarie in corso. I vantaggi insiti in una scelta vegana-crudista, e in una contemporanea interruzione (graduale o risoluta) delle cure farmacologiche, sono sicuramente consistenti.

 .

C’è bisogno di armonia e di serenità

 .

Il lato negativo di questa tua vicenda è l’essere circondata da persone che remano contro, che ti spingono in senso contrario, mentre hai grande bisogno di relax, di armonia e si serenità interiore.
Quel che è stato è stato. Voltare pagina, detossificarti, superare con coraggio le inevitabili crisi eliminative, faranno di te un’altra persona, più tenace e coraggiosa, ed anche più cosciente del proprio corpo. Alla fine ti ritroverai padrona di te stessa, medico-igienista di te stessa, e non più schiava di una pesante dipendenza medico-farmacologica. Questo è l’augurio che mi sento di farti, oltre quello di guarire presto e perfettamente.

 .

Valdo Vaccaro – Direzione Tecncica AVA-Roma e ABIN-Bergamo

 .

PUBBLICATO DA VALDO VACCARO  http://valdovaccaro.blogspot.it/

.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: